00 10/12/2003 12:51 PM
Scherma, due bronzi per l'Italia

Mondiali:medaglie a Cascioli e Montano

Continua nei migliori dei modi l'avventura della scherma azzurra ai Mondiali in corso di svolgimento a Cuba. La terza giornata sulla pedana di L'Avana si è chiusa con un doppio bronzo. Cristiana Cascioli ha conquistato a sorpresa la medaglia nella spada individuale, cedendo in semifinale alla francese Nisima per 15-11. Identico risultato per Aldo Montano nella sciabola. L'azzurro è stato sconfitto dal campione olimpico in carica Covaliu per 15-13.

Inaspettata, dunque, il bronzo della spadista numero 1 d'Italia, che aveva superato a stento le qualificazioni. La 28enne schermitrice di Narni ha preso fiducia dopo il successo per 15-11 nei 32esimi contro la vicecampionessa mondiale, la tedesca Duplitzer, sconfitta per 15-11. Nei 64esimi l'agevole vittoria 15-6 contro la giapponese Kawaguchi, mentre nei quarti non ha lasciato scampo all'ungherese Hormay, prima di essere sconfitta in semifinale dalla francese Maureen Nisima per 15-11. L'oro è andato all'ucraina Natalia Conrad.

Prima medaglia iridata anche per Aldo Montano, che ha conquistato il bronzo nella sciabola, sconfitto in semifinale per 15-13 dal romeno Covaliu, campione olimpico. L'azzurro non è riuscito a eguagliare papà e nonno che, rispettivamente 30 e 65 anni fa, salirono sul tetto del mondo, bissando poi il titolo mondiale anni dopo. "Sono soddisfatto, ci mancherebbe altro...questa è la mia prima medaglia mondiale - ha spiegato Montano - Purtroppo ho capito troppo tardi che avrei dovuto attendere il mio avversario anzichè attaccarlo. Ho rimontato da 8-13, a 13-14, poi mi è mancato qualcosa. Ma avevo compromesso il match all'inizio, quando attaccavo e non lo trovavo mai". Medaglia d'oro per l'ucraino Lukashenko, che ha sconfitto il giustiziere di Montano per 15-11.


Il tuo cuore è libero, abbi solo il coraggio di seguirlo



Amministratrice di: