Luigi's Mansion 2 HD Vieni ad acchiappare i fantasmi con noi su Award & Oscar!

Tutto di + basket, musica.....

I virus "intelligenti" scelgono le loro vittime

  • Posts
  • OFFLINE
    Vandred88
    Post: 503
    Registered in: 2/8/2003
    Location: EMPOLI
    Age: 36
    Gender: Male
    Job/occupation: cazzeggio
    Utente esperto
    00 8/11/2003 2:18 PM


    Gli esperti che si sono ritrovati al recente Defcon 11 di Las Vegas hanno evidenziato la possibilità che i pirati informatici stiano sviluppando una nuova tecnica per rendere i loro virus "intelligenti".

    La tecnica servirebbe per fare in modo che il virus si diffonda più velocemente. Per farlo, invece di attaccare i computer collegati a internet in maniera casuale, i virus potrebbero essere programmati per colpire una tale zona geografica piuttosto che un'altra.

    Questo trasformerebbe un virus informatico in una vera e propria arma. Ma come è possibile che un virus sappia riconoscere i computer da attaccare? Dopo aver infettato un computer, è stata la spiegazione, il virus potrebbe essere programmato per scegliere di diffondersi solo attraverso alcuni protocolli internet (IP) e quindi attaccare solo le macchine corrispondenti.

    Selezionando l'IP (ogni città e/o server ne possiede uno distinto) relativo a un Paese oppure a un server, l'attacco del virus potrebbe essere quindi condotto solo contro un numero limitato di computer, appartenenti a una zona specifica.

    Un altro modo in cui sarebbe possibile colpire i computer di una singola Nazione, potrebbe essere quella di evitare i computer che utilizzino un determinato linguaggio. L'esempio portato è stato quello di un programma "cavallo di Troia" come Migmaf, realizzato nel 2003, che è stato disegnato per non operare su computer configurati per tastiere in lingua russa.

    Gli esperti hanno anche tenuto a precisare, in ogni caso, che la questa possibilità è destinata ad avere poco successo tra i pirati informatici, che hanno la tendenza a scrivere il codice di un virus per fare in modo che non si fermi a un limitato bacino d'utenza, ma piuttosto che si diffonda il più possibile.

    Certo è che, nel caso di attacchi mirati, magari legati a motivazioni politiche, cosa per altro già successa in passato con i siti governativi degli Stati Uniti, selezionare il server da colpire, per gli hacker, potrebbe essere un'eventualità da non scartare.
  • OFFLINE
    SAURON signore di Mordor
    Post: 1,025
    Registered in: 3/1/2003
    Location: FIRENZE
    Gender: Male
    Job/occupation: SERIAL GAMER
    Re del mondo
    00 8/11/2003 8:11 PM
    Re:

    Scritto da: Vandred88 11/08/2003 14.18


    Gli esperti che si sono ritrovati al recente Defcon 11 di Las Vegas hanno evidenziato la possibilità che i pirati informatici stiano sviluppando una nuova tecnica per rendere i loro virus "intelligenti".

    La tecnica servirebbe per fare in modo che il virus si diffonda più velocemente. Per farlo, invece di attaccare i computer collegati a internet in maniera casuale, i virus potrebbero essere programmati per colpire una tale zona geografica piuttosto che un'altra.

    Questo trasformerebbe un virus informatico in una vera e propria arma. Ma come è possibile che un virus sappia riconoscere i computer da attaccare? Dopo aver infettato un computer, è stata la spiegazione, il virus potrebbe essere programmato per scegliere di diffondersi solo attraverso alcuni protocolli internet (IP) e quindi attaccare solo le macchine corrispondenti.

    Selezionando l'IP (ogni città e/o server ne possiede uno distinto) relativo a un Paese oppure a un server, l'attacco del virus potrebbe essere quindi condotto solo contro un numero limitato di computer, appartenenti a una zona specifica.

    Un altro modo in cui sarebbe possibile colpire i computer di una singola Nazione, potrebbe essere quella di evitare i computer che utilizzino un determinato linguaggio. L'esempio portato è stato quello di un programma "cavallo di Troia" come Migmaf, realizzato nel 2003, che è stato disegnato per non operare su computer configurati per tastiere in lingua russa.

    Gli esperti hanno anche tenuto a precisare, in ogni caso, che la questa possibilità è destinata ad avere poco successo tra i pirati informatici, che hanno la tendenza a scrivere il codice di un virus per fare in modo che non si fermi a un limitato bacino d'utenza, ma piuttosto che si diffonda il più possibile.

    Certo è che, nel caso di attacchi mirati, magari legati a motivazioni politiche, cosa per altro già successa in passato con i siti governativi degli Stati Uniti, selezionare il server da colpire, per gli hacker, potrebbe essere un'eventualità da non scartare.



    ahia mi sa che adesso il tuo computer e' davvero in pericolo...
    [SM=g27964] [SM=x173021]
  • OFFLINE
    DR.SHADY
    Post: 1,131
    Registered in: 4/20/2003
    Gender: Male
    Job/occupation: Campione NBA
    Re del mondo
    00 8/12/2003 8:46 PM
    ----
    Io fossi in te_glielo darei kon le buone_
    nn li fare arrabbià_poi ti prendono pure la kasa!!!!
    ----
    [SM=g27963]