00 5/7/2005 3:09 PM
MEDICINA: ADDIO LASTRE, ADESSO RISULTATI RADIOGRAFIE SU CD

ROMA - Addio lastre. I risultati delle radiografie potranno essere consegnati ai pazienti in un formato molto meno ingombrante, ad esempio in un Cd da consegnare al medico ad ogni visita. E' possibile fin da ora negli oltre cento ospedali italiani nei quali e' stato installato il sistema PACS (Picture Archiving and Communication System), che permette di gestire radiografie in modo digitale. E' emerso nel congresso mondiale di Radiologia toracica, aperto oggi a Firenze.

Gli ospedali che hanno gia' detto addio alle lastre sono distribuiti in modo abbastanza omogeneo: il 45% di essi si trova nel Centro, il 30% nel Nord e il 25% nel Sud.

Il sistema permette di acquisire le immagini delle radiografie in formato digitale, proprio come si fa con le fotografie scattate con una macchina fotografica di ultima generazione. I radiologi possono cosi' visualizzare le immagini ad alta risoluzione su un monitor, stamparle, oppure spedire immagini e referti ad un altro collega tramite e-mail e archiviare almeno 60 immagini in un CD. ''Il futuro della radiologia sara' filmless, cioe' senza pellicola'', ha osservato il presidente del congresso, Lorenzo Bonomo, direttore del dipartimento di Bioimmagini e Scienze radiologiche del Policlinico Gemelli di Roma.

''La vecchia lastra - ha proseguito l'esperto - ha infatti diversi difetti: e' ingombrante, si riesce a vedere solo in controluce, la qualita' delle immagini si degrada con il passare del tempo. Ora le nuove tecnologie ci permettono di mandare in pensione le pellicole e di migliorare la qualita' del nostro lavoro''.

Tra le altre novita' tecnologiche presentate a Firenze c'e' il cosiddetto ''occhio elettronico'', che permette una seconda lettura del referto riducendo il margine di errore. Dopo aver dato risultati confortanti nella diagnosi del tumore del seno, adesso viene utilizzato anche per il tumore del polmone: il sistema CAD (Computed Aided Diagnosis) permette di evidenziare, nell'esame della TAC, le zone in cui compare un tumore anche in fase molto precoce.

© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati