00 3/3/2007 2:17 PM



Fonte Wikipedia


La posizione sulla donna

Sul rapporto uomo-donna Tommaso ripercorre la tradizione dei primi padri della Chiesa, che ponevano la donna come essere secondario ed inferiore all'uomo:
Collabora a Wikiquote
«[...] La donna è un errore della natura, [...] con la sua eccessiva secrezione di liquidi e la sua bassa temperatura essa è fisicamente e spiritualmente inferiore, [...] è una specie di uomo mutilato, fallito e mal riuscito, [...] la piena realizzazione della specie umana è costituita solo dall'uomo. [...]»


Per Tommaso, l'anima delle donne si svilupperebbe dopo quella degli uomini ed, inoltre, proprio l'inferiorità qualitativa di un seme sarebbe la causa del sesso femminile rispetto al sesso maschile:
Collabora a Wikiquote
«[...] Un feto maschile diviene un essere umano dopo 40 giorni, uno femminile dopo 80 giorni. Le femmine nascono a causa di un seme guasto o di venti umidi. [...]»


Nella "Summa Theologiae", inoltre, scrive:
«[...] Il Signore ha creato l'uomo, poi ha voluto creare la donna per dargli un aiuto simile a lui ("audiutorium sibi simile"). [...]»


Questo è nient'altro che è una riesposizione del testo biblico. Ma poi Tommaso prosegue dicendo che:

«[...] L'aiuto non è per qualsiasi altra opera, come alcuni hanno detto. [...]»


Si tratta qui di altri autori della Scolastica, cosa che indica dunque la presenza, all'epoca, di un dibattito sul tema della sessualità.

«[...] Infatti, per qualsiasi altra opera un maschio potrebbe essere aiutato più opportunamente da un altro maschio che da una femmina. L'aiuto quindi è per la generazione. [...]»


Per Tommaso, dunque, la donna non avrebbe doveri pari a quelli degli uomini, ma il suo unico dovere sarebbe la generazione, cosa che nessun uomo potrebbe fare. Il testo prosegue poi con una breve esposizione della differenza tra riproduzione asessuata e riproduzione sessuale, per chiarire il punto di vista: evidentemente, quello biologico. Tommaso, tuttavia, mantiene il legame con la tradizione del pensiero cristiano medioevale del secolo precedente (definito da alcuni storici il "secolo delle donne"), senza lasciarsi totalmente trascinare dal richiamo ai pregiudizi del mondo antico.
Pertanto, scrive anche:

«[...] Il mondo sarebbe imperfetto senza la presenza della donna. [...]»


Dalla teologia di Tommaso, attenta ai fenomeni naturali, la Chiesa deriva dunque la concezione della sessualità come complementarità soprattutto spirituale (in ogni caso antropologica), oltre che biologica, dove la donna non è solo un mezzo necessario per la generazione (che tale sarebbe la sua funzione biologica), ma è anche la parte mancante senza la quale l'uomo sarebbe monco, e lo stesso mondo, inteso come ordine, sarebbe incompleto, cioè privo di ordine. Per Tommaso, in sostanza, a livello biologico la donna è inferiore all'uomo, ma in ogni livello (compreso quello biologico) è l'armonico che completa la disarmonia (cioè l'uomo)



Il MIO PHOTOBLOG

PAINTING LIFE

CLICCA QUI' PER ENTRARE


">Fedele Dama de...