I Cavalier, l'Arme e l'Amore Gruppo di discussione improntato al rispetto reciproco, al piacere del dialogo, con libertà di spaziare dove ci porta il pensiero, in maniera leggera e in un'atmosfera gioviale

*Cattedrali Gotiche*

  • Posts
  • Hosmantus
    00 6/23/2006 2:05 AM


    I Cavalieri Templari, si ritiene avessero rinvenuto documenti relativi alle "LEGGI DIVINE DEI NUMERI,DEI PESI E DELLE MISURE" sotto le rovine del Tempio di Salomone a Gerusalemme e li avrebbero forniti ai costruttori di cattedrali.

    Le cattedrali gotiche sono dei veri e propri libri di pietra, per tramandare straordinarie conoscenze che solo poche persone iniziate a simboli ed a codici particolari, avrebbero potuto comprendere. Infatti la grandiosità, l'imponenza e tutta una serie di misteri non risolti hanno fatto diffondere attorno alle cattedrali gotiche numerose leggende legate a figure ed oggetti leggendari della storia del Cristianesimo, dai Cavalieri Templari al Santo Graal.

    Furono costruite improvvisamente in Europa, intorno al 1128 (cattedrale di Sens), proprio dopo il ritorno dei Cavalieri Templari dalla Terrasanta, con una maestria costruttiva tecnica e architettonica completamente diversa dalle precedenti chiese romaniche. Una dopo l'altra, sorsero le cattedrali di Evreux, di Rouen, di Reims, di Amiens, di Bayeux, di Parigi, fino ad arrivare al trionfo della cattedrale di Chartres. I piani di costruzione e tutti progetti originali di esecuzione di queste cattedrali non sono mai stati trovati. Le opere murarie erano fatte con una maestria eccezionale. Per i tecnici, come gli architetti, ad esempio, possiamo vedere come i contrafforti esterni esercitano una spinta sulle pareti laterali della navata, e così facendo il peso, anziché gravare verso il basso, viene come spinto verso l'alto, e tutta la struttura appare proiettata verso il cielo. Le Cattedrali inoltre sono tutte poste allo stesso modo: con l’abside rivolto verso est (cioè verso la luce), sono tutte dedicate a Notre Dame, cioè alla Vergine Maria e se unite insieme formano esattamente la costellazione della Vergine.
    Inoltre vennero costruite su luoghi già considerati sacri al culto della "Grande Madre", ritenuto il culto unitario più diffuso prima del Cristianesimo; molti di questi luoghi inoltre sono dei veri e propri nodi di correnti terrestri, ovvero punti in cui l'energia terrestre è molto forte (grandi allineamenti di megaliti). Hanno pianta a croce latina: la croce "é il geroglifico alchemico del crogiuolo" (Fulcanelli), ed è nel crogiuolo che la materia prima necessaria per la Grande Opera alchemica muore, per poi rinascere trasformata in un qualcosa di più elevato.

    Sono adornate da un gran numero di statue o bassorilievi raffiguranti figure altamente simboliche e simboli magici ed esoterici, che poco hanno a che vedere con la loro funzione di chiese cristiane ed hanno un particolare orientamento in modo che il fedele, entrando nell'edificio sacro, cammini verso l'Oriente, ovvero verso la Palestina, luogo di nascita del Cristianesimo.


    Ciascuna cattedrale è dotata di una cripta in cui secondo alcune tradizioni sarebbero nascosti degli oggetti sacri molto importanti (ad esempio si dice che in una delle cripte della Cattedrale di Chartres sia custodita l'Arca dell'Alleanza, e che quando questa cripta sarà scoperta la cattedrale crollerà al suolo). Ma le cripte sono legate ad un altro elemento molto misterioso: le "Vergini Nere", statue o bassorilievi, che raffigurano appunto la vergine Maria, con la particolarità della carnagione scura. E' da sottolineare la relazione tra le statue di Iside, la divinità egizia corrispondente alla dea greca Gea ("la Terra"), che venivano custodite nei sotterranei dei templi egizi, con le Vergini Nere, anch'esse collegate al culto della Terra, diffuso in tutta l'Europa. La stessa Madonna sarebbe la cristianizzazione di questa figura troppo radicata nell'immaginario popolare, da poter essere estirpata del tutto. Per questo, i costruttori delle cattedrali gotiche, che anche in altri particolari (ad esempio quello di erigere le cattedrali sui luoghi sacri alla Grande Madre) si erano dimostrati legati a tale culto, avrebbero colorato in modo diverso il volto della Vergine cattolica, affinché coloro che "sapessero" avrebbero facilmente compreso di chi si trattasse realmente .

    Uno dei simboli maggiormente presente nelle cattedrali è il labirinto che sta ad indicare la via che l'uomo deve percorrere per conseguire l'iniziazione. Rappresenta anche il cammino di fede: dall'esterno, seguendo un tortuoso percorso, si arriva al centro. Il labirinto della Cattedrale di Chartres ha un diametro di dodici metri e il percorso si snoda per duecento metri. I pellegrini dovevano percorrere in ginocchio il labirinto, sul pavimento del presbiterio, per andare al loro "centro



    [SM=x131293]
  • OFFLINE
    LestatNotturno
    Post: 15,563
    Post: 658
    Registered in: 9/10/2004
    Gender: Male
    Abitante della Corte
    Cavaliere/Damigella
    Moderatore
    00 1/3/2007 12:03 PM
    Westminster Abbey o Abbazia di Westminster



    L'abbazia di Westminster (o abbazia dell'ovest, il cui nome completo è Collegiate Church of ST. Peter in Westminster )fu chiamata così per distinguerla da quella di ST. Mary -of the Graces situata a est (Eastminster).

    Ricostruita nel 1065, dopo essere stata distrutta dai danesi, subì gravi danni durante l'incendio del 1298 e venne restaurata, secondo un progetto duecentesco, in stile gotico-francese.Il soffitto a volta è del 1506; la facciata neogotica, invece, è stata aggiunta nel 18° secolo e comprende i due campanili alti 68 metri costruiti nello stesso periodo.

    Westminster è la Chiesa in cui dal 1066, con Guglielmo il Conquistatore, si svolgono tutte le incoronazioni dei reali d'Inghilterra e dove sono sepolti parte dei sovrani fino al 1760.

    L'abbazia è lunga 156 metri e larga 34 metri; la navata centrale, con il soffitto a 34 metri da terra navata gotica della Gran Bretagna. Dal portale occidentale si accede alla Chiesa : subito incontra la Cappella di S.Giorgio, un tempo Battistero e ora dedicata ai caduti della PRIMA GUERRA MONDIALE. Sulla sinistra è visibile quello che è considerato il più antico ritratto di Sovrani giunto fino a noi : vi è raffigurato Riccardo 2° e risale al 14° secolo.

    Nella navata destra si incontra subito una lapide posta sul pavimento in fondatore dello scoutismo Baden Powell, morto nel 1941. Seguono la Abbot's Pew, una in legno di quercia del 15° secolo e una serie di busti e rilievi raffiguranti vari personaggi solo inglesi.

    Lungo la navata centrale, appena entrati nell'Abbazia, si vede la tomba del Milite Ignoto, quale una lapide ricorda Sir Wiston Churchill. Più avanti sono collocate le tombe di alcuni architetti del 19° secolo e dell'esploratore David Livingstone.

    Di seguito altre tombe di artisti e militari che si distinsero nelle campagne coloniali indiane.

    Nella terza navata spicca il documento A William Pitt il giovane, raffigurato mentre tiene alla presenza delle allegorie della storia e dall'anarchia incatenata.

    Tutto il transetto, a destra e a sinistra dell'altare maggiore, è occupata dalle sepolture di personaggi storici, tra cui alcuni santi.Nel Poet's Corner sono visibili le tombe di alcuni letterati e poeti inglesi, come Shakespeare, Byron, Shelley, Dickens, Kipling ed Eliot. L'altare maggiore, opera di Sir Gilber Scott, è sovrastato da un mosaico in vetro raffigurante l'ultima cena. Dietro l'altare maggiore si trovano le Royal Chapels, delle qualila principale è quella dedicata a Enrico7°, a tre navate con una corona di cappelle.Complessivamente la cappella raccoglie un centinaio di tombe, quasi tutte di sovrani d'inghilterra. La statua di Edoardo 3°, visibile nel museo, è invece la più antica statua europea in legno del sovrano.

    Fonte