00 5/16/2003 8:09 AM
Damanhur è una realtà famosa a livello internazionale per la ricerca spirituale che conduce, realizzando gli ideali in un originale modello di vita sociale, così come per le applicazioni di tecnologia alternativa. Fondata nel 1977, la multiforme realtà di Damanhur ha la capacità di evolversi e mutare continuamente, aggiornando il proprio corpo leggi (Costituzione) per essere sempre adeguata al momento storico che vive.

Damanhur ha il proprio epicentro in una vallata del Canavese, ai piedi delle Alpi della Valchiusella, e si configura come una Confederazione di Comunità e Regioni che oggi conta più di 850 cittadini.
La Federazione regola la propria vita sulla normativa della Costituzione, attuata attraverso un'articolata struttura sociale e politica, imperniata su principi etici spirituali. Molto valore è dato all'arte e alla ricerca. Damanhur ha molte attività lavorative interne (circa 40) e servizi fra cui spiccano la moneta complementare, le scuole, un giornale quotidiano e molti uffici che coordinano la complessa realtà.

Le comunità federate nate dalla primeva Damanhur sono Etulte, situata nel Bosco sacro che sovrasta il Tempio dell'Uomo; Damjl, dove ha sede la capitale della federazione, centro di servizi e ospitalità e luogo dove sorgono molti laboratori artistici; Tentyris, dedicata in particolare alla ricerca nel campo ecologico e di tecnologia pulita e Rama, situata in paese per aprire il contatto con le persone e le strutture locali.

BREVE STORIA

Il primo insediamento damanhuriano è stato nel 1977: da allora Damanhur ha attraversato varie fasi storiche, come è facile comprendere osservando le modifiche apportate nel corso degli anni alla carta costituzionale. Ogni tappa è infatti caratterizzata da differenti modalità di organizzazione politica e sociale.

Inizialmente si posero le basi di una comunità spirituale che si differenziava nettamente dalle esperienze di quel periodo storico italiano. La prima forma di governo venne radicalmente modificata nel 1983, quando vi fu una fase di movimento e rapida crescita della popolazione residente, con il passaggio da 40 ad oltre 150 persone.
La Comunità crebbe anche in qualità e complessità e si istituirono così organismi elettivi che davano maggiore impulso alla condivisione delle risorse, degli spazi e della gestione della "res publica". La Costituzione aggiornata, e oggi in vigore, è stata approvata nel 1999.

FILOSOFIA IN BREVE

La filosofia economica damanhuriana è basata sul principio della solidarietà conciliato con la libera inziativa. Questo sistema ha dato vita a più di 40 diverse attività produttive, servizi, laboratori artistici che contribuiscono al supporto e allo sviluppo della nazione.

Grande importanza è data alla libera espressione delle diversità, indirizzata verso lo sviluppo e la crescita collettiva. Alcune delle nostre attività hanno studiato e sviluppato antiche tradizioni e le applicano in modo innovativo, altre sono semi-industriali ed esportano i loro prodotti in tutto il mondo. L'etica del lavoro è ispirata dai principi comuni, per esempio l'alta qualità di tutti i prodotti, l'onestà commerciale ed il rispetto per l'ambiente.

Tutti i cittadini, offrono per scelta ogni mese alcune ore di lavoro dedicate ai lavori di comune interesse, come la cura dei giardini e dei boschi o per contribuire alla realizzazione del Tempio dell'Uomo.

I cittadini di Damanhur vivono insieme secondo il principio per cui varie persone con obbiettivi ed aspirazioni comuni condividono la vita quotidiana, quindi anche la casa in cui abitare, pur mantenendo ciascuno il proprio spazio personale, occupandosi insieme della casa stessa e del territorio circostante.

I cittadini contribuiscono con una parte delle loro entrate alla crescita della Federazione, versando dei contributi che vengono utilizzati per promuovere la ricerca, l'educazione, le arti e per sostenere i settori di interesse nazionale, come ad esempio la ricerca nel campo delle energie alternative, le scuole, l'acquisizione di nuovi terreni e case.

Tratto dal sito do Damanhur.




[CENTER]Kannst du nicht allen gefallen durch deine
That und deine Kunstwerk. Mach es wenigen recht.
Vielen gefallen ist Schlimm

Se non puoi piacere a molti con le tue azioni e la tua arte,
piaci a pochi,
piacere a molti é male

(Nuda Veritas G.Klimt - Schiller)
[/CENTER]