Testimoni di Geova Online Forum Questo forum nasce con lo scopo primario di analizzare e confutare le critiche rivolte ai cristiani testimoni di Geova e ristabilire la verità relativamente a luoghi comuni e disinformazione varia, diffusi in ambienti pubblici

Chi ha scelto i libri del Nuovo Testamento da Gesù in poi tra le centinaia di libri cristiani ?

  • Posts
  • OFFLINE
    michelecallo(1973)
    Post: 467
    Age: 48
    00 8/29/2021 2:00 PM
    Chi ha stabilito il Canone dei Libri del Nuovo Testamento ,i Libri da Gesù in poi ?
    it.m.wikipedia.org/wiki/Letteratura_subapostolica

    A esempio la Lettera di Barnaba quanti sanno che faceva parte del Nuovo Testamento ? E poi è stata tolta

    it.m.wikipedia.org/wiki/Lettera_di_Barnaba
  • OFFLINE
    Amalia 52
    Post: 29,842
    TdG
    00 8/29/2021 2:58 PM
    Quella che oggi l’uomo chiama Bibbia è in effetti una collezione di antichi documenti ispirati da Dio. Questi furono composti e messi per iscritto in un arco di 16 secoli. Tutta insieme questa collezione di documenti forma quella che Girolamo ben definì in latino la Bibliotheca Divina. Questa biblioteca ha un catalogo, o elenco ufficiale delle pubblicazioni, il quale include solo i libri che rientrano nell’ambito e nella specializzazione della biblioteca stessa. Tutti i libri non autorizzati ne sono esclusi. Geova Dio è il grande Bibliotecario che stabilisce il criterio per determinare quali scritti debbano essere inclusi. La Bibbia ha dunque un catalogo stabilito che comprende 66 libri, tutti prodotti sotto la guida dello spirito santo di Dio.
  • OFFLINE
    (SimonLeBon)
    Post: 43,961
    Location: PINEROLO
    Age: 51
    TdG
    00 8/29/2021 3:26 PM
    Re:
    michelecallo(1973), 8/29/2021 2:00 PM:

    Chi ha stabilito il Canone dei Libri del Nuovo Testamento ,i Libri da Gesù in poi ?
    it.m.wikipedia.org/wiki/Letteratura_subapostolica

    A esempio la Lettera di Barnaba quanti sanno che faceva parte del Nuovo Testamento ? E poi è stata tolta

    it.m.wikipedia.org/wiki/Lettera_di_Barnaba



    Caro Michele,

    il testo che hai linkato dice invece:

    "La supposta origine apostolica dell'opera era per alcuni cristiani motivo per assegnarle un'autorità simile a quella accordata ai libri neotestamentari;"

    cioè veniva considerata autorevole, quando ancora non si era deciso quali scritti includere nel canone.
    Successivamente quando si formo' il canone non venne inclusa, cosi' come non si include l'autorevolissimo "Pastore di Erma".

    E' una questione molto complessa, cosa ti interessa sapere di preciso.

    Simon
  • OFFLINE
    michelecallo(1973)
    Post: 467
    Age: 48
    00 8/29/2021 3:40 PM
    Re: Re:
    (SimonLeBon), 29/08/2021 15:26:



    Caro Michele,

    il testo che hai linkato dice invece:

    "La supposta origine apostolica dell'opera era per alcuni cristiani motivo per assegnarle un'autorità simile a quella accordata ai libri neotestamentari;"

    cioè veniva considerata autorevole, quando ancora non si era deciso quali scritti includere nel canone.
    Successivamente quando si formo' il canone non venne inclusa, cosi' come non si include l'autorevolissimo "Pastore di Erma".

    E' una questione molto complessa, cosa ti interessa sapere di preciso.

    Simon

    Chi ha scelto i Libri del Nuovo Testamento ,chi ha fatto il Canone del Nuovo Testamento ?
  • OFFLINE
    TNM
    Post: 2,834
    TdG
    00 8/29/2021 5:57 PM

    Per il cosiddetto "Nuovo Testamento", la parte in greco della Bibbia, le cose sono facilissime, c'è un solo elenco di libri riconosciuto dai cristiani.
    NESSUN uomo può "stabilire il canone", se si vuol essere cristiani è una questione storica, non teologica.
    Occorre semplicemente usare i libri che venivano usati nel primo secolo del cristianesimo, cioè al tempo degli apostoli scelti da Gesù.




    [SM=g1871111]
    [Edited by TNM 8/29/2021 6:00 PM]
  • OFFLINE
    (SimonLeBon)
    Post: 43,961
    Location: PINEROLO
    Age: 51
    TdG
    00 8/29/2021 6:05 PM
    Re:
    michelecallo(1973), 8/29/2021 3:40 PM:

    Chi ha scelto i Libri del Nuovo Testamento ,chi ha fatto il Canone del Nuovo Testamento ?



    Caro Michele,

    dipende a quale organizzazone religiosa chiedi.
    Per noi tdG come per la maggioranza dei gruppi di origine protestante la "parola di Dio" è scelta da Dio.
    Per la chiesa cattolica la "parola di Dio" è piuttosto un gruppo di libri scelto dalla chiesa stessa durante i secoli.
    Per gli arabi, la Bibbia è stata cambiata dagli ebrei e non è piu' quella autentica.


    Simon
  • OFFLINE
    michelecallo(1973)
    Post: 467
    Age: 48
    00 8/29/2021 8:37 PM
    Re: Re:
    (SimonLeBon), 29/08/2021 18:05:



    Caro Michele,

    dipende a quale organizzazone religiosa chiedi.
    Per noi tdG come per la maggioranza dei gruppi di origine protestante la "parola di Dio" è scelta da Dio.
    Per la chiesa cattolica la "parola di Dio" è piuttosto un gruppo di libri scelto dalla chiesa stessa durante i secoli.
    Per gli arabi, la Bibbia è stata cambiata dagli ebrei e non è piu' quella autentica.


    Simon

    Simon
    Dio si è servito sempre di uomini per farci conoscere la Sua Parola ,ebrei ,scrittori ,narratori
    Per il Vecchio Testamento si è servito degli ebrei

    Per il Nuovo Testamento della chiesa cattolica

    Non c'è nel primo secolo nessuna lista di libri del Nuovo Testamento ,né nella Bibbia ,né in nessun papiro ,non c'è nessuna fonte

    Dopo tre secoli la chiesa cattolica ha scelto quali libri erano ispirati e quali no ,alcuni libri li ha tolti che riteneva non ispirati
    [Edited by michelecallo(1973) 8/29/2021 8:38 PM]
  • OFFLINE
    Gioacchino59
    Post: 421
    00 8/29/2021 8:52 PM
    Re:
    Amalia 52, 29/08/2021 14:58:

    Quella che oggi l’uomo chiama Bibbia è in effetti una collezione di antichi documenti ispirati da Dio. Questi furono composti e messi per iscritto in un arco di 16 secoli. Tutta insieme questa collezione di documenti forma quella che Girolamo ben definì in latino la Bibliotheca Divina. Questa biblioteca ha un catalogo, o elenco ufficiale delle pubblicazioni, il quale include solo i libri che rientrano nell’ambito e nella specializzazione della biblioteca stessa. Tutti i libri non autorizzati ne sono esclusi. Geova Dio è il grande Bibliotecario che stabilisce il criterio per determinare quali scritti debbano essere inclusi. La Bibbia ha dunque un catalogo stabilito che comprende 66 libri, tutti prodotti sotto la guida dello spirito santo di Dio.


    Alla fine è sempre l'uomo che ha deciso questo catalogo ...
    Sotto la guida dello Spirito santo di Dio?
    Sarà! Ma come si fa ad esserne sicuri?

    - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
    ... e conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi” (Giovanni 8:31, 32).
    «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”. Non andate dietro a loro! (Luca 21:8)
    Mondo cristiano libero
  • OFFLINE
    Angelo Serafino53
    Post: 5,261
    Location: BARI
    Age: 68
    TdG
    00 8/29/2021 9:06 PM


    Michele



    Per il Vecchio Testamento si è servito degli ebrei



    Questo è giusto...infatti

    (Romani 3:1, 2) "Qual è dunque la superiorità del giudeo, Prima di tutto, perché a loro furono affidati i sacri oracoli di Dio"

    Ti devi chiedere come mai la tua chiesa ha aggiunto sette libri ? e questo nel Concilio di Cartagine nel 397 (d.C.)


    Per il Nuovo Testamento della chiesa cattolica

    Non c'è nel primo secolo nessuna lista di libri del Nuovo Testamento ,né nella Bibbia ,né in nessun papiro ,non c'è nessuna fonte





    c'è il Frammento Muratoriano scritto tra il 170 e il 200 (d.C.)

    Il Frammento Muratoriano è quindi una conferma che la maggior parte dei libri che oggi formano le Scritture Greche Cristiane erano già considerati canonici nel II secolo.

    Leggiti il nostro articolo: "Un’antica conferma del canone biblico"

    bit.ly/3BnawaO




    [Edited by Angelo Serafino53 8/29/2021 9:14 PM]
  • OFFLINE
    michelecallo(1973)
    Post: 467
    Age: 48
    00 8/29/2021 9:28 PM
    Angelo Serafino53, 29/08/2021 21:06:



    Michele



    Per il Vecchio Testamento si è servito degli ebrei



    Questo è giusto...infatti

    (Romani 3:1, 2) "Qual è dunque la superiorità del giudeo, Prima di tutto, perché a loro furono affidati i sacri oracoli di Dio"

    Ti devi chiedere come mai la tua chiesa ha aggiunto sette libri ? e questo nel Concilio di Cartagine nel 397 (d.C.)


    Per il Nuovo Testamento della chiesa cattolica

    Non c'è nel primo secolo nessuna lista di libri del Nuovo Testamento ,né nella Bibbia ,né in nessun papiro ,non c'è nessuna fonte





    c'è il Frammento Muratoriano scritto tra il 170 e il 200 (d.C.)

    Il Frammento Muratoriano è quindi una conferma che la maggior parte dei libri che oggi formano le Scritture Greche Cristiane erano già considerati canonici nel II secolo.

    Leggiti il nostro articolo: "Un’antica conferma del canone biblico"

    bit.ly/3BnawaO





    Nel Frammento Muratoriano non ci sono 5 Libri dell'attuale Nuovo Testamento
    E conteneva libri come la Sapienza di Salomone ,il Pastore di Erma ,un Apocaliss di Pietro

    APPROVATO DA PIO 1 PAPA si crede 170 dc
  • OFFLINE
    Angelo Serafino53
    Post: 5,261
    Location: BARI
    Age: 68
    TdG
    00 8/29/2021 9:51 PM
    Re:
    michelecallo(1973), 29/08/2021 21:28:

    Nel Frammento Muratoriano non ci sono 5 Libri dell'attuale Nuovo Testamento
    E conteneva libri come la Sapienza di Salomone ,il Pastore di Erma ,un Apocaliss di Pietro

    APPROVATO DA PIO 1 PAPA si crede 170 dc




    Non hai aperto il link bit.ly/3BnawaO

    sull'apocalisse di Pietro e altro dice:

    "Fatto significativo, il Frammento fa cenno anche a una Apocalisse di Pietro, ma dice che alcuni erano contrari a che venisse letta dai cristiani. Lo scrittore avverte che nella sua epoca circolavano già alcuni scritti non autentici. Il Frammento Muratoriano spiega che questi non dovevano essere accettati, “perché non è opportuno che il fiele sia mischiato al miele”. Il documento menziona poi altri testi che non andavano inclusi tra gli scritti sacri, o perché erano stati scritti dopo l’epoca apostolica, come Il Pastore di Erma, o perché erano stati scritti per sostenere eresie."

    Rimane il fatto che la tua chiesa ha aggiunto sicuramente 7 libri.

    (Rivelazione 22:18, 19) se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio gli aggiungerà le piaghe descritte in questo rotolo; 19 e se qualcuno toglie qualcosa dalle parole del rotolo di questa profezia, Dio gli toglierà la sua parte degli alberi della vita e della città santa descritti in questo rotolo.
    [Edited by Angelo Serafino53 8/29/2021 10:03 PM]
  • OFFLINE
    (SimonLeBon)
    Post: 43,961
    Location: PINEROLO
    Age: 51
    TdG
    00 8/29/2021 9:58 PM
    Re: Re: Re:
    michelecallo(1973), 8/29/2021 8:37 PM:

    Simon
    Dio si è servito sempre di uomini per farci conoscere la Sua Parola ,ebrei ,scrittori ,narratori
    Per il Vecchio Testamento si è servito degli ebrei

    Per il Nuovo Testamento della chiesa cattolica

    Non c'è nel primo secolo nessuna lista di libri del Nuovo Testamento ,né nella Bibbia ,né in nessun papiro ,non c'è nessuna fonte

    Dopo tre secoli la chiesa cattolica ha scelto quali libri erano ispirati e quali no ,alcuni libri li ha tolti che riteneva non ispirati



    Caro Michele,
    gli scrittori dell'AT e del NT erano tutti ebrei, non c'era nessun "cattolico".
    Se sei cattolico, magari credi che la Bibbia l'ha fatta la chiesa cattolica, l'avevo scritto sopra.

    I gruppi protestanti invece credono che sia stato Dio a far scrivere e definire la sua parola, non degli uomini.

    Il canone secondo la chiesa cattolica risale al concilio di Trento, quindi al medioevo, non prima.
    Nel primo secolo non solo non ci sono elenchi di libri, ma non ci sono neanche i libri stessi!
    Le copie piu' antiche risalgono al II secolo e sempre al II secolo risalgono elenchi come quello di Ireneo da Lione che già sono molto simili al canone attuale.

    Simon
  • OFFLINE
    (SimonLeBon)
    Post: 43,961
    Location: PINEROLO
    Age: 51
    TdG
    00 8/29/2021 9:59 PM
    Re: Re:
    Gioacchino59, 8/29/2021 8:52 PM:


    Alla fine è sempre l'uomo che ha deciso questo catalogo ...
    Sotto la guida dello Spirito santo di Dio?
    Sarà! Ma come si fa ad esserne sicuri?




    Caro Gioacchino,
    oggi come oggi ci sono poche alternative, per questo si è sicuri.

    Simon
  • OFFLINE
    Angelo Serafino53
    Post: 5,261
    Location: BARI
    Age: 68
    TdG
    00 8/29/2021 10:09 PM
    Re: Re: Re: Re:
    (SimonLeBon), 29/08/2021 21:58:



    Caro Michele,
    gli scrittori dell'AT e del NT erano tutti ebrei, non c'era nessun "cattolico".
    Se sei cattolico, magari credi che la Bibbia l'ha fatta la chiesa cattolica, l'avevo scritto sopra.

    I gruppi protestanti invece credono che sia stato Dio a far scrivere e definire la sua parola, non degli uomini.

    Il canone secondo la chiesa cattolica risale al concilio di Trento, quindi al medioevo, non prima.
    Nel primo secolo non solo non ci sono elenchi di libri, ma non ci sono neanche i libri stessi!
    Le copie piu' antiche risalgono al II secolo e sempre al II secolo risalgono elenchi come quello di Ireneo da Lione che già sono molto simili al canone attuale.

    Simon




    Caro Simon

    it-1 p. 155 Apocrifi

    "il Concilio di Trento non accettò tutti gli scritti già approvati dal precedente Concilio di Cartagine ma ne scartò tre: la preghiera di Manasse e 1 e 2 Esdra (non il 1 e 2 Esdra che in alcune versioni cattoliche corrispondono a Esdra e Neemia).
    Così questi tre scritti, che per oltre 1.100 anni avevano fatto parte della Vulgata latina, versione che aveva l’approvazione ecclesiastica, furono ora esclusi".

    Quindi questi concili hanno fatto solo pasticci



    [Edited by Angelo Serafino53 8/29/2021 10:29 PM]
  • OFFLINE
    (SimonLeBon)
    Post: 43,961
    Location: PINEROLO
    Age: 51
    TdG
    00 8/29/2021 10:31 PM
    Re:
    Angelo Serafino53, 8/29/2021 10:09 PM:



    Caro Simon

    it-1 p. 155 Apocrifi

    "il Concilio di Trento non accettò tutti gli scritti già approvati dal precedente Concilio di Cartagine ma ne scartò tre: la preghiera di Manasse e 1 e 2 Esdra (non il 1 e 2 Esdra che in alcune versioni cattoliche corrispondono a Esdra e Neemia).
    Così questi tre scritti, che per oltre 1.100 anni avevano fatto parte della Vulgata latina, versione che aveva l’approvazione ecclesiastica, furono ora esclusi".

    Quindi questi concili hanno fatto solo pasticci



    Sono modi di procedere umani. Anche gli apostoli si trovarono a Gerusalemme in "concilio" per prendere decisioni.

    Se si tiene conto di quanti leggevano la Bibbia all'epoca, il danno maggiore non era cambiare i libri ma non farli leggere!

    Simon
  • OFFLINE
    michelecallo(1973)
    Post: 467
    Age: 48
    00 8/29/2021 10:56 PM
    Re: Re:
    Angelo Serafino53, 29/08/2021 21:51:




    Non hai aperto il link bit.ly/3BnawaO

    sull'apocalisse di Pietro e altro dice:

    "Fatto significativo, il Frammento fa cenno anche a una Apocalisse di Pietro, ma dice che alcuni erano contrari a che venisse letta dai cristiani. Lo scrittore avverte che nella sua epoca circolavano già alcuni scritti non autentici. Il Frammento Muratoriano spiega che questi non dovevano essere accettati, “perché non è opportuno che il fiele sia mischiato al miele”. Il documento menziona poi altri testi che non andavano inclusi tra gli scritti sacri, o perché erano stati scritti dopo l’epoca apostolica, come Il Pastore di Erma, o perché erano stati scritti per sostenere eresie."

    Rimane il fatto che la tua chiesa ha aggiunto sicuramente 7 libri.

    (Rivelazione 22:18, 19) se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio gli aggiungerà le piaghe descritte in questo rotolo; 19 e se qualcuno toglie qualcosa dalle parole del rotolo di questa profezia, Dio gli toglierà la sua parte degli alberi della vita e della città santa descritti in questo rotolo.

    La Chiesa Cattolica li ha presi dalla Bibbia Settanta e li ha sempre avuti nella Bibbia ,sin dalla Vulgata del 300 dc ,i sette libri

    Luter nel 1500 li tolse

    Ora chi ha aggiunto o tolto ?
  • OFFLINE
    Angelo Serafino53
    Post: 5,261
    Location: BARI
    Age: 68
    TdG
    00 8/30/2021 12:23 AM
    Re: Re: Re:
    michelecallo(1973), 29/08/2021 22:56:

    La Chiesa Cattolica li ha presi dalla Bibbia Settanta e li ha sempre avuti nella Bibbia ,sin dalla Vulgata del 300 dc ,i sette libri

    Luter nel 1500 li tolse

    Ora chi ha aggiunto o tolto ?



    Non avevi detto:


    Dio si è servito sempre di uomini per farci conoscere la Sua Parola ,ebrei ,scrittori ,narratori
    Per il Vecchio Testamento si è servito degli ebrei



    E quanti libri avevano gli ebrei?
    lasciamolo dire da un ebreo purosangue
    Giuseppe Flavio, storico ebreo del I secolo, dà atto solo del riconoscimento di quei libri (del canone ebraico) considerati sacri: “Non possediamo miriadi di libri incoerenti, in conflitto tra loro. I nostri libri, quelli giustamente riconosciuti, sono solo ventidue [l’equivalente dei 39 libri delle Scritture Ebraiche secondo la suddivisione attuale], e contengono la storia di tutti i tempi”.

    questo è l'esatto numero di libri che hanno quasi tutti all'infuori della chiesa cattolica.

    la traduzione greca della LXX è un 'altro discorso.






  • OFFLINE
    Angelo Serafino53
    Post: 5,261
    Location: BARI
    Age: 68
    TdG
    00 8/30/2021 12:36 AM
    Re: Re: Re:
    michelecallo(1973), 29/08/2021 22:56:

    La Chiesa Cattolica li ha presi dalla Bibbia Settanta e li ha sempre avuti nella Bibbia ,sin dalla Vulgata del 300 dc ,i sette libri

    Luter nel 1500 li tolse

    Ora chi ha aggiunto o tolto ?



    Non so di quale vulgata del 330 dc ti riferisci

    comunque

    *** it-1 p. 155 Apocrifi ***
    Girolamo, che è definito “il migliore studioso di ebraico” della chiesa primitiva e che nel 405 E.V. portò a termine la Vulgata latina, prese decisamente posizione contro tali libri apocrifi, anzi fu il primo a usare il termine “apocrifi” nel senso di non canonici in riferimento a questi scritti.

    Infatti nel prologo ai libri di Samuele e Re, Girolamo elenca i libri ispirati delle Scritture Ebraiche seguendo il canone ebraico (nel quale i 39 libri sono raggruppati in 22) e poi dice: “Ci sono ventidue libri . . . Questo prologo delle Scritture può concorrere per così dire alla difesa di tutti i libri che traduciamo dall’ebraico in latino: affinché siamo in grado di sapere che tutto ciò che è al di fuori va incluso negli apocrifi”.

    ..... Scrivendo a una donna di nome Leta a proposito dell’educazione della figlia, Girolamo consigliava: “Stia bene attenta a tutti quanti i libri apocrifi. Se qualche volta avesse intenzione di consultarli, non per trarne verità dogmatiche ma solo per contemplarne devotamente i simboli, sappia che gli autori non sono quelli che figurano nelle rispettive intestazioni e che ci sono frammischiati non pochi elementi falsi, per cui occorre una grande prudenza per discernere l’oro nel fango”. — Le lettere, Roma, 1962, vol. III, p. 274.
  • OFFLINE
    Angelo Serafino53
    Post: 5,261
    Location: BARI
    Age: 68
    TdG
    00 8/30/2021 12:46 AM
    Re: Re: Re:
    michelecallo(1973), 29/08/2021 22:56:

    La Chiesa Cattolica li ha presi dalla Bibbia Settanta e li ha sempre avuti nella Bibbia ,sin dalla Vulgata del 300 dc ,i sette libri






    it-1 pp. 154-155 Apocrifi
    Inclusi nella “Settanta”. Gli argomenti a favore della loro canonicità si basano generalmente sul fatto che questi scritti apocrifi si trovano in molte antiche copie della Settanta, traduzione delle Scritture Ebraiche in greco, iniziata in Egitto verso il 280 a.E.V.

    Comunque, dato che non esistono copie originali della Settanta, non si può affermare categoricamente che vi fossero originariamente inclusi i libri apocrifi. Si ammette che molti, forse quasi tutti gli Apocrifi, furono scritti dopo l’inizio della traduzione della Settanta e quindi non potevano far parte dell’originario elenco dei libri scelti per essere tradotti. Nel migliore dei casi si potevano considerare solo delle aggiunte alla traduzione originaria.

    Inoltre, mentre gli ebrei di lingua greca di Alessandria finirono per inserire questi scritti apocrifi nella Settanta greca e a quanto pare li considerarono parte di un ampliato canone di scritti sacri, le già citate parole di Giuseppe Flavio indicano che non furono mai inclusi nel canone palestinese o di Gerusalemme e, al massimo, erano considerati solo come scritti di secondaria importanza e non di origine divina. Infatti il concilio ebraico di Jamnia (verso il 90 E.V.) escluse categoricamente tali scritti dal canone ebraico.
    La necessità di tener conto dell’opinione ebraica al riguardo è chiaramente affermata dall’apostolo Paolo in Romani 3:1, 2.



    [Edited by Angelo Serafino53 8/30/2021 12:46 AM]
  • OFFLINE
    michelecallo(1973)
    Post: 467
    Age: 48
    00 8/30/2021 6:49 AM
    Re: Re: Re: Re:
    Angelo Serafino53, 30/08/2021 00:46:




    it-1 pp. 154-155 Apocrifi
    Inclusi nella “Settanta”. Gli argomenti a favore della loro canonicità si basano generalmente sul fatto che questi scritti apocrifi si trovano in molte antiche copie della Settanta, traduzione delle Scritture Ebraiche in greco, iniziata in Egitto verso il 280 a.E.V.

    Comunque, dato che non esistono copie originali della Settanta, non si può affermare categoricamente che vi fossero originariamente inclusi i libri apocrifi. Si ammette che molti, forse quasi tutti gli Apocrifi, furono scritti dopo l’inizio della traduzione della Settanta e quindi non potevano far parte dell’originario elenco dei libri scelti per essere tradotti. Nel migliore dei casi si potevano considerare solo delle aggiunte alla traduzione originaria.

    Inoltre, mentre gli ebrei di lingua greca di Alessandria finirono per inserire questi scritti apocrifi nella Settanta greca e a quanto pare li considerarono parte di un ampliato canone di scritti sacri, le già citate parole di Giuseppe Flavio indicano che non furono mai inclusi nel canone palestinese o di Gerusalemme e, al massimo, erano considerati solo come scritti di secondaria importanza e non di origine divina. Infatti il concilio ebraico di Jamnia (verso il 90 E.V.) escluse categoricamente tali scritti dal canone ebraico.
    La necessità di tener conto dell’opinione ebraica al riguardo è chiaramente affermata dall’apostolo Paolo in Romani 3:1, 2.




    Prima cosa Flavio conta meno di niente con la religione

    Seconda cosa 22 ce ne puoi fare parte anche 90 libri ,,suddivisi come ti piace ,il 22 è troppo approssimativo ,22 equivale a 39 ,come a 46 in base da dove li guardi

    Terza cosa il Concilio di jamnia è stato fatto da farisei che non hanno riconosciuto Gesù 60 anni prima all'incirca , giustamente voi seguite i farisei

    Quarta cosa Girolamo li criticò NON LI TOLSE DALLA VULGATA ,quindi questi libri dalla Vulgata in poi hanno fatto sempre parte della Bibbia cattolica
1