Testimoni di Geova Online Forum Questo forum nasce con lo scopo primario di analizzare e confutare le critiche rivolte ai cristiani testimoni di Geova e ristabilire la verità relativamente a luoghi comuni e disinformazione varia, diffusi in ambienti pubblici

....: Scrittura del Giorno :....

  • Posts
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/2/2020 12:02 AM
    Mercoledì 2 dicembre
    Tocca tutto ciò che ha, e vedrai se non ti maledirà apertamente (Giob. 1:11)
    Satana privò Giobbe di quello che aveva: i suoi beni materiali, i suoi servitori e la sua reputazione. Poi prese di mira la famiglia di Giobbe, uccidendo i suoi 10 amati figli. Infine lo privò della salute, riempiendolo di foruncoli dolorosi dalla testa ai piedi. La moglie di Giobbe, sconvolta e devastata dal dolore, gli disse di arrendersi, di maledire Dio e morire. Giobbe stesso desiderò morire, eppure mantenne la sua integrità. Allora Satana usò un altro metodo: si servì di tre uomini che erano amici di Giobbe. I tre andarono da lui per alcuni giorni, ma non gli diedero nessun conforto. Al contrario, lo rimproverarono e lo criticarono duramente. Affermarono che i suoi problemi erano causati da Dio, il quale non era minimamente interessato alla sua integrità. Insinuarono addirittura che Giobbe era un uomo cattivo e che meritava le cose terribili che gli stavano succedendo (Giob. 1:13-22; 2:7-11; 15:4, 5; 22:3-6; 25:4-6). w19.02 4 parr. 7-8
    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/3/2020 12:14 AM
    Giovedì 3 dicembre
    Il timore di Geova è il principio della sapienza (Sal. 111:10)
    In alcuni casi la paura ci è utile. Ad esempio, è giusto avere paura di dispiacere a Geova. Se avessero sviluppato quel tipo di paura, Adamo ed Eva non si sarebbero ribellati a Geova. Invece si ribellarono, e subito dopo i loro occhi si aprirono, nel senso che Adamo ed Eva ebbero la piena consapevolezza di essere dei peccatori. Ai loro figli avrebbero solo potuto trasmettere il peccato e la morte. Dato che si resero conto della loro condizione, iniziarono a vergognarsi del fatto che erano nudi e si coprirono (Gen. 3:7, 21). Se da un lato dobbiamo avere paura di dispiacere a Geova, dall’altro non dobbiamo avere eccessiva paura di morire. Geova ha preso provvedimenti per darci la possibilità di vivere per sempre. Se pecchiamo ma poi ci pentiamo sinceramente, Geova ci perdona. E lo fa sulla base della nostra fede nel sacrificio di riscatto di suo Figlio. Uno dei modi principali in cui diamo prova della nostra fede è dedicando la nostra vita a Dio e battezzandoci (1 Piet. 3:21). w19.03 5-6 parr. 12-13
    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/4/2020 12:04 AM
    Venerdì 4 dicembre
    Di loro non rimase nessuno eccetto Caleb, figlio di Iefunne, e Giosuè, figlio di Nun (Num. 26:65)
    Gli israeliti avevano molte ragioni per essere grati. Erano stati liberati dalla schiavitù dopo che Geova aveva colpito l’Egitto con le 10 piaghe. Poi Dio li aveva salvati da una fine disastrosa distruggendo l’intero esercito egiziano nel Mar Rosso. Gli israeliti si sentirono così grati che intonarono un canto di vittoria alla lode di Geova. Quando si trovarono di nuovo in difficoltà, però, dimenticarono tutto quello che Geova aveva fatto per loro, e alla fine la loro ingratitudine fu evidente (Sal. 106:7). Infatti “l’intera assemblea degli israeliti cominciò a mormorare contro Mosè e Aronne”, ma in realtà mormorò contro Geova (Eso. 16:2, 8). Geova rimase profondamente deluso dall’ingratitudine del popolo e in seguito predisse che quell’intera generazione di israeliti, a eccezione di Giosuè e Caleb, sarebbe morta nel deserto (Num. 14:22-24). w19.02 17 parr. 12-13

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/5/2020 12:04 AM
    Sabato 5 dicembre
    Io sono mite e modesto di cuore (Matt. 11:29)
    Gesù evitò di attirare un’eccessiva attenzione su di sé: non richiese che la sua morte fosse commemorata con una cerimonia articolata. Al contrario, disse ai suoi discepoli che una volta all’anno avrebbero dovuto ricordarlo con una cena semplice ma appropriata (Giov. 13:15; 1 Cor. 11:23-25). Questo ci insegna che Gesù non era una persona orgogliosa. Siamo felici che l’umiltà sia una delle straordinarie qualità del nostro Re celeste (Filip. 2:5-8). Come possiamo imitare l’umiltà di Gesù? Mettendo gli interessi degli altri prima dei nostri (Filip. 2:3, 4). Ripensiamo agli ultimi momenti che Gesù visse sulla terra. Gesù sapeva che avrebbe presto affrontato una morte dolorosa, eppure si preoccupò dei suoi fedeli apostoli e della sofferenza che la sua morte avrebbe causato loro. Quindi trascorse quell’ultima sera dando loro istruzioni, incoraggiandoli e rassicurandoli (Giov. 14:25-31). Con umiltà dimostrò di essere più interessato al benessere degli altri che al proprio. È davvero un ottimo esempio per noi! w19.01 21 parr. 5-6

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/6/2020 12:06 AM
    Domenica 6 dicembre
    Ti prego, o Geova, accetta le lodi spontanee che ti offro (Sal. 119:108)
    Se ci sentiamo agitati anche solo al pensiero di alzare la mano per commentare, non siamo gli unici. In realtà è una cosa che mette molti in agitazione. Avere queste paure può essere un buon segno. Indica che siamo umili e che consideriamo gli altri superiori a noi. Geova apprezza molto l’umiltà (Sal. 138:6; Filip. 2:3). Ma desidera anche che alle adunanze lo lodiamo e incoraggiamo i fratelli e le sorelle (1 Tess. 5:11). Geova ci vuole bene e ci darà il coraggio di cui abbiamo bisogno. Riflettiamo su alcuni princìpi biblici. La Bibbia dice che tutti sbagliamo in quello che diciamo e nel modo in cui lo diciamo (Giac. 3:2). Geova non si aspetta la perfezione da noi, e nemmeno i fratelli (Sal. 103:12-14). Loro sono la nostra famiglia spirituale e ci vogliono bene (Mar. 10:29, 30; Giov. 13:35). Sanno che i commenti a volte possono venire fuori in modo diverso da come li avevamo pensati. w19.01 8 par. 3; 10-11 parr. 10-11
    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/7/2020 12:16 AM
    Lunedì 7 dicembre
    Ricorda il tuo grande Creatore nei giorni della tua giovinezza (Eccl. 12:1)
    Oggi fare questo non è sempre facile, ma non è nemmeno impossibile. Geova vuole che nella vita tu ti senta felice e realizzato. Con il suo aiuto potrai avere una vita soddisfacente, non solo ora che sei giovane ma anche da adulto. Vediamo cosa possiamo imparare a questo proposito dal modo in cui gli israeliti conquistarono la Terra Promessa. Quando gli israeliti si stavano avvicinando alla Terra Promessa, Dio non comandò loro di allenarsi a combattere o di prepararsi per la guerra (Deut. 28:1, 2). Disse loro di ubbidirgli e di confidare in lui (Gios. 1:7-9). Da un punto di vista umano quello sembrava un consiglio assurdo. Ma in realtà era il consiglio migliore, dato che Geova concesse al suo popolo una vittoria dopo l’altra sui cananei (Gios. 24:11-13). È vero, ci vuole fede per ubbidire a Dio, ma questa fede porta sempre a ottimi risultati. Lo dimostrano gli esempi del passato, ed è una verità altrettanto valida oggi. w18.12 25 parr. 3-4
    [Edited by Argo.50 12/7/2020 12:16 AM]
    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/8/2020 12:21 AM
    Martedì 8 dicembre
    Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna (Giov. 6:68)
    Alcuni oggi sono rimasti turbati dalla nuova spiegazione di un insegnamento biblico, o magari si sono lasciati influenzare dalle idee di apostati o di altri che mettono in cattiva luce le nostre convinzioni. Così hanno deciso consapevolmente di ‘allontanarsi’ da Geova e dalla congregazione (Ebr. 3:12-14). Invece di reagire in questo modo avrebbero fatto meglio ad avere fiducia in Gesù, seguendo l’esempio dell’apostolo Pietro. Altri hanno lasciato la verità un po’ alla volta, forse senza nemmeno rendersene conto. Chi si allontana gradualmente dalla verità può essere paragonato a una barca che a poco a poco viene spinta al largo dalla corrente. Nella Bibbia questo cambiamento graduale viene descritto come un ‘andare alla deriva’ (Ebr. 2:1). A differenza di chi si allontana consapevolmente dalla verità, chi ‘va alla deriva’ non lo fa in modo consapevole. Così però rovina la sua amicizia con Geova e rischia di perderla del tutto. w18.11 9 parr. 5-6

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/9/2020 12:01 AM
    Mercoledì 9 dicembre
    Il tuo popolo si offrirà volenterosamente (Sal. 110:3)
    Desideri ricevere ulteriore addestramento per servire Geova ancora meglio? Forse hai i requisiti per poter frequentare la Scuola per evangelizzatori del Regno. In questa scuola fratelli e sorelle maturi che già servono a tempo pieno vengono addestrati per essere utilizzati ancora di più dall’organizzazione di Geova. Quelli che compilano la domanda devono essere disposti a servire ovunque vengano mandati dopo la scuola. Perché non sfrutti questa opportunità per fare di più per Geova? (1 Cor. 9:23). I servitori di Geova sono generosi, buoni, benigni e amorevoli. Ogni giorno si interessano del benessere degli altri. Di conseguenza provano gioia, pace e felicità (Gal. 5:22, 23). Indipendentemente dalle nostre circostanze, possiamo essere felici se imitiamo la generosità di Geova e continuiamo a collaborare con lui (Prov. 3:9, 10). w18.08 27 parr. 16-18
    [Edited by Argo.50 12/9/2020 12:03 AM]
    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/10/2020 12:10 AM
    Giovedì 10 dicembre
    Quello che Dio ha unito, l’uomo non lo separi (Matt. 19:6)
    Qualcuno potrebbe chiedersi: “Esiste un motivo che permette a un cristiano di divorziare e risposarsi?” Al riguardo Gesù disse: “Chiunque divorzia da sua moglie e ne sposa un’altra commette adulterio contro di lei, e se una donna, dopo aver divorziato da suo marito, ne sposa un altro, commette adulterio” (Mar. 10:11, 12; Luca 16:18). Da queste parole comprendiamo che Gesù aveva un grande rispetto per il matrimonio, e voleva che fosse così anche per gli altri. Chi divorziava con un pretesto qualsiasi dal proprio coniuge fedele e si risposava commetteva adulterio. Infatti il divorzio da solo non mette fine al matrimonio. Davanti a Dio marito e moglie continuano a essere “una sola carne”. Gesù aggiunse che, divorziando dalla moglie innocente, un uomo la esponeva al pericolo di commettere adulterio. Perché? A quei tempi una donna divorziata avrebbe potuto pensare che l’unico modo per avere un sostegno economico fosse quello di risposarsi. Quel matrimonio sarebbe stato a tutti gli effetti un adulterio. w18.12 11 parr. 8-9

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/11/2020 12:08 AM
    Venerdì 11 dicembre
    Continuerò a stare di vedetta (Abac. 2:1)
    Grazie alla conversazione che ebbe con Geova, Abacuc si tranquillizzò e decise di continuare ad aspettare che Geova intervenisse. La sua decisione non fu dettata dalle emozioni del momento, infatti in seguito ripeté che avrebbe “[atteso] con pazienza il giorno dell’angustia” (Abac. 3:16). Come possiamo avere la stessa determinazione di Abacuc? Primo, non dobbiamo mai smettere di pregare Geova, qualunque sia la situazione in cui ci troviamo. Secondo, è necessario che ascoltiamo quello che Geova ci dice tramite la sua Parola e la sua organizzazione. Terzo, dovremmo aspettare Geova con pazienza, fiduciosi che al momento giusto lui risolverà la situazione. In questo modo manterremo la calma e avremo la forza di andare avanti. La speranza ci renderà più pazienti, e così proveremo gioia indipendentemente dai problemi che affrontiamo. Grazie alla speranza, inoltre, avremo fiducia che il nostro Padre celeste interverrà (Rom. 12:12). w18.11 15-16 parr. 11-12
    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/12/2020 12:04 AM
    Sabato 12 dicembre
    Le donne si adornino vestendosi in modo appropriato, con modestia e buon senso (1 Tim. 2:9)
    Qual è il punto di vista di Dio su chi fa sviare altri, portandoli a peccare o a smettere di servirlo? Gesù disse: “Se qualcuno fa sviare uno di questi piccoli che hanno fede, sarebbe meglio per lui che gli fosse messa al collo una macina come quella che viene fatta girare da un asino e che fosse lanciato in mare” (Mar. 9:42). I forti sentimenti espressi da Gesù indicano che è una questione seria. E dato che Gesù riflette perfettamente la personalità di suo Padre, sappiamo che Geova prova gli stessi sentimenti verso chi, senza preoccuparsene minimamente, si comporta in modo da far sviare un discepolo di Gesù (Giov. 14:9). Abbiamo lo stesso punto di vista di Geova e Gesù? Cosa dimostrano le nostre azioni? Per esempio, supponiamo che ci piaccia un tipo di abbigliamento o un certo look che però potrebbe turbare alcuni nella congregazione o far nascere pensieri immorali. A cosa daremo più importanza, alle nostre preferenze o all’amore per i nostri fratelli? w18.11 25 parr. 9-10

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/13/2020 12:11 AM
    Domenica 13 dicembre
    Satana rispose a Geova: “È forse per nulla che Giobbe teme Dio? [Stendi] la mano e [tocca] tutto ciò che ha, e vedrai se non ti maledirà apertamente” (Giob. 1:9, 11)
    Perché l’integrità è essenziale? Abbiamo tutti bisogno di questa qualità perché Satana ha sfidato Geova e anche ognuno di noi. Quell’angelo ribelle infangò la reputazione di Geova sostenendo che lui fosse un pessimo governante: cattivo, egoista e disonesto. Purtroppo Adamo ed Eva si misero dalla parte di Satana e si ribellarono a Geova (Gen. 3:1-6). La vita nel giardino di Eden aveva dato loro infinite opportunità di rafforzare l’amore per Geova. Ma quando Satana lanciò le sue accuse, il loro amore non era integro e completo. Questo avrebbe fatto sorgere un’altra domanda: un essere umano sarebbe mai rimasto leale a Geova motivato dall’amore per lui? In altre parole, gli esseri umani sono in grado di rimanere integri? La questione fu sollevata durante la vita di Giobbe (Giob. 1:8-11). Giobbe era imperfetto e faceva degli errori proprio come noi, ma Geova lo amava per la sua integrità. w19.02 3-4 parr. 6-7

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/14/2020 12:17 AM
    Lunedì 14 dicembre
    Vendette tutte le cose che aveva e la comprò (Matt. 13:46)
    Per descrivere il grande valore della verità sul Regno di Dio per quelli che la trovano, Gesù parlò di un mercante viaggiatore che trovò una perla così preziosa che per comprarla “vendette immediatamente tutte le cose che aveva” (Matt. 13:45, 46). Quando abbiamo conosciuto la verità — cioè la verità sul Regno di Dio e gli altri insegnamenti della Bibbia — siamo stati disposti a rinunciare a qualsiasi cosa pur di ottenerla (Prov. 23:23). Purtroppo alcuni servitori di Dio hanno smesso di considerare preziosa la verità e se ne sono perfino allontanati. Non vogliamo che questo accada anche a noi! Per dimostrare che apprezziamo profondamente la verità e che non la venderemmo mai, dobbiamo seguire l’esortazione a continuare a “camminare nella verità” (3 Giov. 2-4). “Camminare nella verità” significa dimostrare con il nostro modo di vivere che per noi la verità è la cosa più importante. w18.11 9 par. 3

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/15/2020 12:03 AM
    Martedì 15 dicembre
    Per fede le mura di Gerico caddero dopo che il popolo vi aveva marciato attorno per sette giorni (Ebr. 11:30)
    L’angelo disse a Giosuè che gli israeliti non avrebbero dovuto attaccare Gerico, ma marciare attorno alla città una volta al giorno per sei giorni, e sette volte il settimo giorno. Ad alcuni soldati questo sarà sembrato uno spreco di tempo e di energie. Ma Geova, il Condottiero invisibile del popolo di Israele, sapeva benissimo cosa stava facendo. La sua strategia infatti rafforzò la fede degli israeliti ed evitò loro uno scontro diretto con i valorosi guerrieri di Gerico (Gios. 6:2-5). Cosa ci insegna questo episodio? A volte potremmo non capire bene perché l’organizzazione di Geova introduce certe novità. Ad esempio, forse all’inizio abbiamo avuto da ridire sull’uso dei dispositivi elettronici per lo studio personale, nel ministero e alle adunanze. Ma ora, se abbiamo la possibilità di usarli, probabilmente ne riconosciamo l’utilità. Potremmo avere dei dubbi, ma quando vediamo i risultati positivi prodotti da un cambiamento la nostra fede cresce e ci sentiamo più uniti ai fratelli e alle sorelle. w18.10 23 parr. 8-9

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/16/2020 12:22 AM
    Mercoledì 16 dicembre
    Signore, è questo il tempo in cui ristabilirai il regno per Israele? (Atti 1:6)
    Con tutta probabilità le aspettative nei confronti del Messia, come quelle che avevano i discepoli di Gesù, portarono gli abitanti della Galilea a volere che Gesù diventasse il loro re. Ai loro occhi Gesù sarà sembrato il leader ideale: sapeva parlare bene in pubblico, era in grado di guarire i malati e poteva anche dare da mangiare a chi non ne aveva. Dopo aver sfamato circa 5.000 uomini, Gesù percepì le intenzioni del popolo. “Allora, sapendo che stavano venendo a prenderlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte da solo” (Giov. 6:10-15). Il giorno dopo, sull’altra riva del Mar di Galilea, probabilmente l’entusiasmo si era un po’ smorzato. Quindi Gesù spiegò alla folla che era venuto ad aiutare la nazione non in senso materiale, ma spirituale. “Datevi da fare non per il cibo che si deteriora”, disse, “ma per il cibo che dura e porta alla vita eterna” (Giov. 6:25-27). w18.06 4 parr. 4-5
    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/17/2020 12:05 AM
    Giovedì 17 dicembre
    Non spezzerà la canna schiacciata e non spegnerà il lucignolo fumante (Isa. 42:3)
    Gesù riusciva a capire cosa provava chi era scoraggiato e debole come una canna schiacciata o come lo stoppino di una lampada a olio che sta per spegnersi. Ecco perché era premuroso, gentile e paziente (Mar. 10:14). Noi non siamo in grado di comprendere gli altri e di insegnare come Gesù, ma possiamo comunque avere riguardo per le persone a cui predichiamo facendo attenzione al modo in cui parliamo, al momento in cui scegliamo di farlo e a quanto tempo ci tratteniamo. Oggi gli esponenti del sistema commerciale, politico e religioso in genere sono corrotti e spietati. Per questo milioni di persone si sentono “mal ridotte e disperse” (Matt. 9:36). Di conseguenza molti sono diventati apatici e hanno perso la speranza. È quindi importante che mostriamo sensibilità e li trattiamo con gentilezza scegliendo bene le parole e il tono della voce. Spesso le persone decidono di ascoltare il nostro messaggio non solo perché sappiamo usare la Bibbia, ma anche per l’interesse sincero e il rispetto che abbiamo verso di loro. w18.09 31-32 parr. 13-14

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/18/2020 12:06 AM
    Venerdì 18 dicembre
    Felici quelli che sono consapevoli del loro bisogno spirituale (Matt. 5:3)
    Dimostriamo di essere consapevoli di questo bisogno se continuiamo a nutrirci in senso spirituale, a seguire la guida di Dio e a mettere al primo posto nella nostra vita l’adorazione che gli rendiamo. Facendo queste cose la nostra felicità aumenterà e la nostra fiducia che presto le promesse di Dio si adempiranno sarà più forte (Tito 2:13). Per continuare a essere felici è molto importante stringere un’amicizia sempre più forte con Geova. L’apostolo Paolo fu ispirato a scrivere: “Rallegratevi sempre nel Signore [Geova]. Ripeto: rallegratevi!” (Filip. 4:4). Per avere un rapporto stretto con Geova, abbiamo bisogno della sapienza che viene da lui (Prov. 3:13, 18). Comunque, se vogliamo continuare a essere felici non basta leggere la Parola di Dio: dobbiamo anche metterla in pratica. A conferma di questo Gesù disse: “Sapendo queste cose, siete felici se le fate” (Giov. 13:17; Giac. 1:25). Questa è la chiave per soddisfare il nostro bisogno spirituale e continuare a essere felici. w18.09 18 parr. 4-6

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/19/2020 12:18 AM
    Sabato 19 dicembre
    Epafra si prodiga sempre per voi nelle sue preghiere (Col. 4:12)
    Epafra conosceva bene i fratelli e si interessava profondamente di loro. Anche lui era in una situazione difficile, infatti Paolo lo definì “mio compagno di prigionia” (Filem. 23). Ma questo non lo rese indifferente ai bisogni spirituali degli altri. Anzi, dimostrò altruismo facendo qualcosa per aiutarli: pregò per loro menzionandoli per nome. Noi possiamo fare lo stesso. Pregare per i nostri compagni di fede può avere “un effetto potente” (Giac. 5:16; 2 Cor. 1:11). Seguendo l’esempio di Epafra, pensiamo a chi potremmo menzionare per nome quando preghiamo. Forse nella nostra congregazione ci sono fratelli e sorelle che devono fare i conti con gravi problemi, prendere decisioni importanti o affrontare tentazioni. Inoltre, dovremmo ricordare quelli che hanno perso una persona a cui volevano bene, che hanno affrontato guerre o disastri naturali, o che hanno problemi economici. Ci sono tanti fratelli e sorelle che hanno davvero bisogno delle nostre preghiere. w18.09 5-6 parr. 12-13

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/20/2020 12:04 AM
    Domenica 20 dicembre
    C’è più felicità nel dare che nel ricevere (Atti 20:35)
    Paolo non si stava riferendo solo alle cose materiali, ma anche all’incoraggiamento, ai consigli e all’aiuto pratico che possiamo dare a chi ne ha bisogno (Atti 20:31-35). Con ciò che disse e fece, l’apostolo Paolo ci ha insegnato quanto sia importante dare generosamente tempo, energie, attenzioni e amore. Anche alcuni ricercatori nel campo delle scienze sociali sono arrivati alla conclusione che essere generosi rende felici. Secondo alcuni di loro, la felicità delle persone aumenta in modo significativo dopo che hanno compiuto gesti gentili. Inoltre le ricerche dimostrano che quando aiutiamo gli altri sentiamo di avere uno scopo nella vita perché soddisfiamo uno dei bisogni fondamentali dell’uomo. Ecco perché a chi vuole migliorare la propria salute ed essere più felice gli esperti consigliano di fare del volontariato. Per noi tutto questo non è di certo una novità, dato che il nostro amorevole Creatore l’aveva fatto scrivere nella sua Parola (2 Tim. 3:16, 17). w18.08 22 parr. 17-18
    ____________________

    forum Testimoni di Geova
  • OFFLINE
    Argo.50
    Post: 4,480
    TdG
    00 12/21/2020 12:04 AM
    Lunedì 21 dicembre
    Smettete di giudicare in base all’apparenza; giudicate piuttosto con giustizia (Giov. 7:24)
    Isaia scrisse questa profezia su Gesù Cristo: “Non giudicherà in base alle apparenze, né riprenderà sulla base di ciò che ha sentito dire. Giudicherà i poveri con imparzialità” (Isa. 11:3, 4). Queste parole ci rassicurano e ci danno speranza. Perché? Viviamo in un mondo che fa parzialità ed è pieno di pregiudizi, quindi abbiamo proprio bisogno di questo Giudice perfetto, che non ci giudicherà mai in base alle apparenze. Ogni giorno ci facciamo delle opinioni su altre persone. Ma essendo imperfetti non siamo in grado di giudicare in modo perfetto come Gesù. Tendiamo a farci condizionare da quello che vediamo. Quando fu qui sulla terra, però, Gesù comandò di non giudicare in base all’apparenza ma di giudicare con giustizia. Gesù quindi vuole che lo imitiamo non giudicando gli altri in base alle apparenze. w18.08 8 parr. 1-2

    ____________________

    forum Testimoni di Geova
18