Freeforumzone mobile

Predisposizione SCMT

  • Posts
  • OFFLINE
    Massimiliano.1981
    Post: 1
    Registered in: 10/26/2019
    Junior User
    00 11/5/2019 1:06 PM
    Predisposizione SCMT
    In caso di un guasto a bordo o altra causa che comporti la predisposizione della gemma scmt(spenta)ma con lo stesso non escluso automaticamente ,bisogna essere autorizzati alla ripresa della marcia dal dco o dm o il pdm può partire d'iniziativaa 30 km/h? Grazie
    [Edited by Massimiliano.1981 11/5/2019 1:08 PM]
  • OFFLINE
    Donato(1995)
    Post: 0
    Registered in: 12/28/2019
    Junior User
    00 12/28/2019 3:38 PM
    Ciao! Nella Deif 39 rv c'è la risposta alla tua domanda. Nella primissima parte. Ovvero vi è il principio che per ogni guasto che comporti la perdita della protezione della marcia del treno (esclusione di una delle funzioni per guasto a bordo o come dici tu frenatura d'urgenza con associata perdita della funzione realizzata con messaggio di guasto a bordo e nessuna esclusione, cioè il tasto SCMT/SSC /RSC spento) si deve notificare con comunicazione registrata al DM /DCO l'anomalia e riceverne l'inteso, ovvero con la CVR SSB01 o corrispondente formula Deif 39 rv con dispaccio su modulo cartaceo. La ripresa della corsa, dopo l'inteso del regolatore della circolazione, può avvenire come dal punto 13 delle Neat rv ovvero 50 km/h con vigilante inserito e tachimetro efficiente fino al successivo PI di segnale fisso dove avviene la riattivazione della funzione. Ovviamente tutto ciò vale per guasto a bordo o riconducibili, altrimenti per guasto a terra (es perdita PI o visualizzazione dei CE 37/39) vale la normativa delle Neat. Spero di essere stato sufficientemente esaustivo.
    [Edited by Donato(1995) 12/28/2019 3:41 PM]
  • OFFLINE
    Massimiliano.1981
    Post: 1
    Registered in: 10/26/2019
    Junior User
    00 12/28/2019 5:19 PM
    Donato(1995), 28/12/2019 15.38:

    Ciao! Nella Deif 39 rv c'è la risposta alla tua domanda. Nella primissima parte. Ovvero vi è il principio che per ogni guasto che comporti la perdita della protezione della marcia del treno (esclusione di una delle funzioni per guasto a bordo o come dici tu frenatura d'urgenza con associata perdita della funzione realizzata con messaggio di guasto a bordo e nessuna esclusione, cioè il tasto SCMT/SSC /RSC spento) si deve notificare con comunicazione registrata al DM /DCO l'anomalia e riceverne l'inteso, ovvero con la CVR SSB01 o corrispondente formula Deif 39 rv con dispaccio su modulo cartaceo. La ripresa della corsa, dopo l'inteso del regolatore della circolazione, può avvenire come dal punto 13 delle Neat rv ovvero 50 km/h con vigilante inserito e tachimetro efficiente fino al successivo PI di segnale fisso dove avviene la riattivazione della funzione. Ovviamente tutto ciò vale per guasto a bordo o riconducibili, altrimenti per guasto a terra (es perdita PI o visualizzazione dei CE 37/39) vale la normativa delle Neat. Spero di essere stato sufficientemente esaustivo.

    Ti ringrazio per la risposta esaustiva e dettagliata. Sapresti linkarmi la pagina dove viene citato o spiegato questo argomento, sulla DEIF 39? Grazie
  • Tag discussione
  • scmt