Freeforumzone mobile

ATP PER ESENZIONE TICKET DICHIARATO IMPROPONIBILE PER MANCANZA DOMANDA AMMINISTRATIVA

  • Posts
  • OFFLINE
    Diego (1971)
    Post: 1
    Post: 1
    Registered in: 4/17/2019
    Location: ROMA
    Age: 49
    Gender: Male
    00 4/17/2019 6:40 PM
    Buonasera,
    volevo segnalare che ho presentato atp volto ad ottenere il 67% in favore della mia assistita, alla quale era stato riconosciuto in via amministrativa il 55%. Invece, con ordinanza il Tribunale di Roma ha dichiarato il ricorso ex art. 445-bis c.p.c. improponibile per mancanza della domanda amministrativa.
    A me risulta che la domanda amministrativa per l'esenzione del ticket che deve essere presentata alla ASL presuppone già il riconoscimento di una percentuale di invalidità di almeno il 67%, pertanto come poteva la mia assistita presentarla, quando le mancava il presupposto per accedervi?
    LA cosa più sgradita è che la ricorrente è stata addirittura condannata alle spese.
    Ho proposto ricorso ordinario ex art. 442 c.p.c. per impugnare l'ordinanza ma ha confermato l'ordinanza.
    Vorrei proporre appello, qualcuno di voi ha qualche sentenza/ordinanza che vada in senso contrario.
    La decisione la trovo irragionevole e vorrei impugnarla.
    Attendo suggerimenti se qualcuno ha avuto esperienze simili.
    Grazie
    Diego Capasso
  • OFFLINE
    mauriziosalatino
    Post: 1
    Post: 1
    Registered in: 11/16/2019
    Location: ROMA
    Age: 42
    Gender: Male
    00 5/14/2020 11:34 PM
    Buonasera,
    Anche io ho proprosto ricorso ex art. 445-bis c.p.c. presso il Tribunale di Roma volto ad ottenere il 67% e l'INPS si e' costituita eccependo la mancanza della domanda amministrativa alla Asl volta a riconoscere l'esenzione ticket e la necessita' di integrare il contraddittorio con la Asl. Anche io non capisco come si possa presentare la domanda alla ASL quando manca il presupposto per accedervi. Vorrei sapere come comportarmi in udienza se eventualmente abbandonare il Giudizio per non rischiare la.condanna alle spese come successo al collega Capasso.
    Grazie
    Maurizio Salatino