Freeforumzone mobile

Niki Lauda gravissimo a Vienna, trapianto di polmone per l'ex iridato

  • Posts
  • OFFLINE
    binariomorto
    Post: 9,611
    Registered in: 6/18/2008
    Gender: Male
    00 8/4/2018 12:30 AM
    Lauda, trapianto di polmoni: adesso è in gravi condizioni

    Il presidente onorario della Mercedes ha subito l’intervento
    chirurgico a Vienna e l’ospedale comunica che è avvenuto con successo:
    “Ma non ci saranno dichiarazioni pubbliche”.
    Secondo la tv austriaca ORF il tre volte iridato F1 è in condizioni molto gravi


    Il tre volte campione del mondo di Formula 1, ed ex ferrarista, Niki Lauda si trova ricoverato in condizioni critiche all’ospedale viennese Akh, dove è stato sottoposto ad un trapianto di polmone per una seria malattia. È quanto ha reso noto stasera la Akh, la clinica universitaria di Vienna. Il 69enne, fondatore della compagnia aerea Niki e attuale presidente onorario della scuderia Mercedes, ha già alle spalle un trapianto di reni. “Il trapianto è stato eseguito con successo da Walter Klepetko, responsabile della Divisione di Chirurgia Toracica, e Konrad Hötzenecker” riferisce l’ospedale.

    COMPRENSIONE — “Chiediamo la vostra comprensione per il fatto che la famiglia non farà alcuna dichiarazione pubblica e vi chiediamo di rispettare la privacy della famiglia Lauda”. L’operazione è stata eseguita a causa di una grave malattia polmonare. Secondo la tv austriaca ORF, il presidente onorario della Mercedes è in condizioni molto gravi. Lauda è stato campione del mondo di F.1 nel 1975, 1977 e 1984.

    RICOVERO — Da alcune settimane Lauda era ricoverato in ospedale, dopo aver interrotto le vacanze di famiglia ad Ibiza. Lauda, infatti, non ha assistito per la Mercedes alle gare di formula 1 a Hockenheim, il 22 luglio, e in Ungheria, il 29 luglio. Secondo il quotidiano viennese Oesterreich, il patron della compagnia aerea Laudamotion, durante il soggiorno ad Ibiza, avrebbe sottovalutato i sintomi di un’influenza. Quando le sue condizione sono peggiorate, il tre volte campione del mondo è rientrato in patria con il suo jet privato. Dopo alcuni giorni in rianimazione, le condizioni di Lauda erano migliorate al punto di giustificare il sul trasferimento in un altro reparto. Oggi le condizioni sono però peggiorate di nuovo ed è stato sottoposto al delicato intervento di trapianto.

    Gasport

    Fonte: Gazzetta dello Sport
  • OFFLINE
    binariomorto
    Post: 9,611
    Registered in: 6/18/2008
    Gender: Male
    00 8/4/2018 12:38 AM
    Lauda, condizioni stabili. Il medico: “Serve tempo”

    Prosegue la convalescenza del 69enne tre volte iridato,
    che ha subìto un trapianto di polmone ed è sempre in rianimazione.
    Il chirurgo: “Per il momento tutto procede come previsto.
    Non è un paziente giovane e quindi i tempi di recupero si allungano”



    Sono stabili ma sempre gravi le condizioni di Niki Lauda, ricoverato in rianimazione a Vienna, dopo un trapianto di polmone. Il primario di chirurgia toracica dell’Allgemeines Krankenhaus (Akh), Walter Klepetko, che ha effettuato l’intervento, ha spiegato alla tv austriaca Orf che “per il momento tutto procede come previsto”. Il tre volte campione del mondo di Formula 1 resterà in ospedale per alcune settimane. Poi una precisazione medica : “È da escludere assolutamente che il trapianto sia una tardiva conseguenza dell’incendio scoppiato a seguito dell’incidente” ha detto Klepetko, con riferimento all’incidente del 1976.

    SERVE TEMPO — “Un paziente giovane può anche essere dimesso dopo due, tre settimane, mentre per uno più anziano la convalescenza è più lunga” ha spiegato il chirurgo. L’Akh ogni anno effettua circa 120 interventi del genere. Il 69enne, fondatore della compagnia aerea Niki e attuale presidente onorario della scuderia Mercedes, ha già alle spalle un trapianto di reni.

    INFLUENZA — Il patron della compagnia aerea Laudamotion, durante il soggiorno ad Ibizia, avrebbe sottovalutato i sintomi di un’influenza. Quando le sue condizione sono peggiorate, Lauda è rientrato in patria con il suo jet privato.

    Gasport

    Fonte: Gazzetta dello Sport