Legacy of Magic - Forum di Gioco Forum ufficiale del gdr online Legacy of Magic

Mutazioni Convalidate: Aeden

  • Posts
  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 158
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 6/19/2019 2:15 PM
    Falco Pellegrino - In fase di Convalida
    Prima convalida: Studio Anatomico piumaggio + tentativo di Mutazione (solo piumaggio su avambraccio dx)


    Data: 19/06/2019
    Location: Giganti di Ghiaccio
    Master: Zukho

    Role di studio anatomico: 16/06/2019 - Giganti di Ghiaccio


    Esito: La concentrazione viene cullata dal silenzio del granaio e dall’attenzione che gli occhi di Aeden regalano a quel disegno di dubbio talento ma pieno di impegno. Ricreare le piume dovrebbe essere semplice per una mente ormai allenata alla trasformazione, soprattutto sulle conseguenze semplici del cambiare quella peluria che già qualche volta è stata forzata alla trasformazione. Solo che questa volta bisogna forzarla a farla crescere in modo ben differente da tutto ciò che riguarda pelo, pelliccia o altro di simulare. Le piume sono complicate ma per fortuna piuttosto famigliari nella mente di ogni uomo, perciò ecco come il rachide centrale cresce da sopra quel piccolo pezzo d’epidermide e si allunga morbidamente, rendendosi però troppo pesante poiché ancora non cavo, così da far ricadere l’intero vessillo sul profilo del braccio. Sono poche piume, in quella timida trasformazione, e non proprio disegnate bene nella loro perfezione ma anzi, sono piuttosto sformate e spettinate, eppure qualche striatura è presente anche se nelle tonalità di un grigio troppo scuro per essere naturale. Tutto sommato come tentativo non è andato male: sono pesanti, poco lineari e disordinate e il colore non è quello giusto, nonostante le striature; le barbe, però, sono presenti e l’apice è ben chiusa in punta, come ci si aspetta da una piuma. Ci vorrà ancora qualche tentativo, ma la strada è quella giusta. [13:40]
    [FINE CONVALIDA] [13:41]



  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 160
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 6/26/2019 6:25 PM
    Falco Pellegrino - In fase di Convalida
    Seconda convalida: Tentativo di Mutazione


    Data: 26/06/2019
    Location: Giganti di Ghiaccio
    Master: Zukho


    Esito: La mutazione viene tentata e le accortezze vengono naturalmente prese: si pensa ai dettagli, alle misure, alla consistenza degli organi e alla loro posizione specifica. Piano piano Aeden, grazie alla potenza del suo sangue, sentirà il corpo rimpicciolirsi e creare in effetti una misura forse un po’ più grande di quella tipica di un falco pellegrino ma ugualmente funzionale. Se non fosse per le ali. Su quelle, la misurazione non è stata propriamente giusta, poiché non hanno la dimensione ottimale per un corpo così piccolo. Sono pesanti, grosse e sproporzionate, probabilmente una svista che dovrà essere studiata con più calma e accortezza per non buttarla sul generale. Per fortuna, almeno, ne hanno la forma. La coda ha subito la stessa sorte ma al contrario: è piccolina e con poche piume, come se qualcuno gliel’avesse tagliate via. Il Mutaforma riesce a gestirla, si apre e si piega, ma non è funzionale a un buon volo. Anche lì, ci sarà qualcosa da controllare meglio al momento della trasformazione. La parte interna sembra funzionare a dovere: le ossa sono leggere, le piume - anche se di “prova” - sono ben riempite, il cuore batte e la circolazione del sangue gli riempie di calore l’intero corpo grigio chiaro, ma un grosso difetto che ovviamente non passerà… beh, inosservato, è proprio la vista. Questa, che dovrebbe assumere una realtà più progressiva, rimane pressoché uguale a quella umana. Gli occhi, anche se è impossibile notarlo per Aeden, rimangono i suoi: stesso colore, stesse pupille, stesse dimensioni, nonostante la visuale differente non c’è quella potenza che ci si aspetta da un animale di tal genere. Anche lì, si dovrà studiare qualcosa di più. [17:54]
    [FINE CONVALIDA - Continua pure in libera!] [17:56]


  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 162
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 7/11/2019 11:13 PM
    Falco Pellegrino - In fase di Convalida
    Terza convalida: Tentativo di Mutazione


    Data: 11/07/2019
    Location: Giganti di Ghiaccio
    Master: Eliyon


    Esito: È tutto immoto, spento. Aeden non si muove. L’aria non si muove. Non tira che una bava di vento, a singhiozzo, non arieggia; c’è nebbia, pesante, ma nebbia significa umidità, sgradita sia col freddo che col caldo, perché esaspera le temperature. E pure sui Giganti di Ghiaccio è ormai passato l’inverno. Non fa freddo mortale, certo non fa caldo; non soffia il vento; non splende la luna; non c’è nulla. Una serata inutile, sconfortante. Non fornisce stimoli, né ad uscire né a stare chiusi in un granaio; non fornisce stimoli né per lavorare né per mutare. Forse, ma solo forse, andrebbe bene per sedersi davanti a un fuoco e ubriacarsi con gli amici. [22:36]
    Che probabilmente Ezra ci aveva pure pensato. Ma alla fine deve aver deciso di no. Alla fine ha deciso di spogliarsi, svestirsi e deprivarsi anche delle armi e mettersi in ginocchio in un granaio, per giocare al tiro alla fune. Con il proprio sangue, con la propria essenza demoniaca. Perché alla fine, a ben pensarci, ogni mutazione altro non è che una sfida: un confronto diretto fra la volontà di un mezzodemone e le potenzialità della sua natura, per vedere fin dove ci si riesce a spingere. Ma questa… no, non è serata. [22:36]
    E infatti, sul Marchio e sulla mente, alla fine prevale il corpo. Le cellule sono abituate a mutare, anzi si può dire che siano strutturate appositamente per quello -ma… quali che più, quali che meno. A ripartire da quanto già assodato -perché già altre volte aveva provato a trasmutarsi in un falco pellegrino: becco c’è; piume ci sono; ali ci sono, coda anche; artigli a posto. Ma per il resto… be’, se la forma è giusta e il colore è passabile, mancavano i dettagli; troppi disguidi, troppi malfunzionamenti, troppi errori nell’ultimo tentativo: di mille cose fatte, non ce n’era una che andasse bene. Perché fatte erano fatte, per carità… ma la vista non dava i risultati aspettati, le ali non permettevano il volo, la coda non dava neanche un accenno di stabilità o di aerodinamica: tutto fatto, tutto da rifare. [22:36]
    Tutto rifatto stasera; e guarda un po’, le ali funzionano ora: se le sbatte (e le sbatterà… o ha il mutato il cuore in quello di un leone, o una reazione l’avrà -ma con calma), si accorgerà che si solleva da terra; non danno più quella sensazione di legnosità, di pesantezza, di disfunzionalità. Sono… corrette! Funzionano! E che bello sarebbe se riuscisse anche a usarle! Perché -ehi!- il fatto che siano funzionali non significa che possano trasportarlo in giro alla cieca. Come, “alla cieca”? Be’, quello è: Aeden, il falco Aeden, non ci vede. Buio. Nero. Se le ali sono sistemate, la visione è persino peggiorata rispetto all’ultima volta. Cioè, punti di vista: l’ultima volta ci vedeva “da Aeden”, ora anche gli occhi sono effettivamente mutati. Non--- come pensava, però. La teoria c’era, questo è insindacabile… può essere che sia mancata la collaborazione delle cellule. E infatti il Marchio brucia terribilmente -disappunto? [22:37]


    [Edited by Aeden 7/11/2019 11:14 PM]
  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 182
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 8/22/2019 7:02 PM
    Falco Pellegrino - Completa
    Quarta convalida: tentativo di Mutazione


    Data: 22/08/2019
    Location: Dalsida
    Master: Eliyon



    Esito: Un silenzio d’attesa è piombato sulla “nuova” Dalsida: della città ormai davvero poco è rimasto, laddove una lussureggiante vegetazione che prima non c’era ha soffocato ogni altra forma di vita della zona; non c’è un verso, non c’è una voce, non c’è un lamento. Persino il vento sembra turbato dalla possibilità di spezzare la quiete aleggiante quest’oggi, tanto che non se ne sente che un refolo sporadico e timoroso. Una situazione che farebbe raggelare chiunque, se non ci pensasse il sole battente e caldo di fine estate ad alleviare quel senso di smarrimento. [18:24]
    Aeden è lì: in quell’atmosfera surreale, immerso nel nulla e nel silenzio. Senza vestiti, concentrato sulla propria interiorità; e qui la fredda quiete esterna viene in aiuto, ché lo priva di eventuali disturbi o distrazioni. C’è solo lui, solo lui e il suo Marchio. E l’immagine del falco pellegrino che scintilla lucida nella sua testa, desiderosa di emulazione. Ce l’ha, ne è convinto. Ce l’ha già fatta una volta, anche se in maniera pasticciata e con numerosi buchi da tappare nell’esecuzione: passi il colore, che non è così immediato da ottenere per lui, ma durante l’ultimo tentativo s’è ritrovato completamente cieco anziché con la vista acuita. Eppure sapeva come fare: l’errore non dev’essere stato concettuale ma solo esecutivo. [18:24]
    Ma si sa, solo con la pratica si diventa perfetti: se sa ciò che vuole e come lo vuole, non gli resta che riprovare per riuscire. E infatti… stavolta ci riesce. Per davvero. Stavolta sa tutto: le grandi pupille tonde, gli incavi giallo brillante che le circondano, il numero e la disposizione dei coni. Gli occhi cambiano: ci vede. Ci vede benissimo. Vede le singole foglie tra le chiome, le formiche che salgono sui tronchi degli alberi più nascosti, le bolle sotto il pelo dell’acqua lontane dalla riva. La vista di un falco. E le ali del falco, il becco del falco, il corpo del falco: compatto, letale e terribilmente veloce, proprio come dovrebbe essere. Sì: proprio come dovrebbe. Anche il piumaggio nero-bluastro delle ali e del dorso e quello più chiaro sul ventre e le zampe, la punta scura del becco. È un falco pellegrino, a tutti gli effetti. [18:24]





    COMPLETA



  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 183
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 8/23/2019 12:29 AM
    Falco Pellegrino - Memorandum e Descrizione





    Caratteristiche Fisiche:

    Uccello rapace, della famiglia dei Falconidi.
    Ha un'apertura alare di 120 cm e una lunghezza di 58 cm. Il peso è di circa 1 kg.
    Il piumaggio sul dorso è nero bluastro con qualche striatura tipica della specie (stessa colorazione si ritrova sulla coda). La punta delle ali è nera. Il petto è striato con sottili bande che vanno dal marrone scuro al nero. I lati del collo e la gola sono bianchi, a contrastare il piumaggio scuro della testa, simile a un cappuccio.
    Il becco presenta una cera gialla, con un intaglio visibile che gli permette di spezzare le vertebre cervicali delle prede.
    Corpo compatto, silhouette agile. I battiti sono veloci e vigorosi. Riconoscibile anche per la forma "a balestra", visto dal basso.



    Sensi:

    Udito e vista sono eccezionali. Meno sviluppato l'olfatto.


    Dieta:

    La strategia di caccia consiste nel tentativo di portarsi in posizione dominante nei confronti della probabile preda, perché, al contrario di quanto si pensa, la velocità di volo orizzontale non è eccezionale (si ferma attorno ai 110 km/h.
    Al contrario, in picchiata è imbattibile e riesce a raggiungere una velocità media di 324 km/h. E' l'unico falco che caccia a mezz'aria e può nutrirsi anche di volatili di media grandezza.
    Il suo fabbisogno quotidiano è di 140 g di carne al giorno.



  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 186
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 10/10/2019 12:41 PM
    Gatto - in fase di convalida

    Prima convalida: tentativo di Mutazione


    Data: 10/10/2019
    Location: Narvick
    Master: Eliyon


    Role di studio anatomico effettuata in data: 19/09/2019 - Conca del Tuono


    Esito: In un'atmosfera pregna d'odori, in un misto d'umidità che penetra dagli scuri della finestra aperta ed essenze da bagno profumate, un Ezra a gattoni sollecita il proprio sangue come non faceva da tempo: il familiare calore si diffonde dal Marchio fino a bruciare tutte le cellule, segno che la mutazione sta funzionando. Un gatto, questo è il tentativo, un maine coon del colore di una trasformazione già tentata -quella in volpe rossa. Partendo dai particolari quasi scontati, ormai si può dire che il mezzodemone abbia acquisito un certo feeling con artigli e code, tra la succitata esperienza di volpe, quella di falco, quella di Khanien e anche la certificazione di trasmutare le unghie della mano: quindi quei due dettagli sono quasi naturali da appaiare, non c'è difficoltà per le sue cellule nel plasmarsi come dovrebbero. Ormai certi cambiamenti si sono quasi fossilizzati nel DNA. [11:57]
    L'impegno maggiore è quasi paradossalmente la mutazione stessa e l'"idea" di gatto nel suo insieme: perché se i dettagli sono appunto scontati per via dell'esperienza pregressa, è solo la seconda volta che il mutaforma tenta di assumere le sembianze di un quadrupede peloso, anche se si tratta di uno che conosce. A pelo semilungo, tra l'altro, sicuramente più corto di quello della volpe, il che può generare una certa confusione nelle sue cellule; peccare d'inesperienza, d'altra parte, è normale, ed è piuttosto normale anche rischiare di mischiare tra due animali fisionomicamente simili per quanto richiedano mutazioni differenti. [11:57]
    Quel che ne esce fuori è uno strano ibrido. Ma nemmeno tra un gatto e una volpe, ma tra un gatto e un bizzarro canide mutageno: praticamente, tra le zampe troppo corte e il pelo folto, Aeden sembra esser diventato un pechinese rossiccio con la coda da gatto e il muso di un micio domestico. Che, insomma, non è neanche male come primo tentativo: che sia un gatto è un pensiero azzardato (Orione farà una certa fatica a crederlo un suo simile), ma alla fine c'è giusto da correggere il tiro sulle dosi di pelo e sulla conformazione degli arti -e degli occhi, troppo allungati a destra e sinistra e non perfettamente tondeggianti, anche se provandoli al buio potrà constatare che funzionano. Agli altri sensi ci si penserà poi, per adesso olfatto e udito (oh, già, le orecchie hanno la forma giusta, anche se...) sono quelli di un normale umano, ma come inizio è sicuramente buono. [11:57]
    Fine Convalida - Eliyon - TeamRael [11:58]


  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 187
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 10/16/2019 3:36 PM
    Gatto - in fase di convalida

    Seconda convalida: tentativo di Mutazione


    Data: 16/10/2019
    Location: Conca del Tuono
    Master: Eliyon


    Esito: Non è uno che dorma sugli allori, Aeden. Malgrado sia passato sostanzialmente poco tempo dall'ultimo esercizio, lui è già di nuovo lì, chiuso nella penombra della sua stanza, che ci riprova. Sempre per tentar di mutare il proprio aspetto, sempre in un gatto. Settimana scorsa era andata com'era andata, si era trasformato in una specie di ibrido inquietante tra un pechinese e il micio a cui aspirava, ma in fin dei conti ci poteva anche stare; quantomeno era un punto di partenza migliore di tanti altri. [15:10]
    Stavolta, però, si punta al salto di qualità: correggere l'aspetto, rimodellarlo nella forma desiderata e alla perfezione, calibrare come si deve pelo, arti e tutto quanto mancava al primo tentativo; e sì, anche le capacità sensoriali dell'animale, anche su quello si lavora, seppur parte del risultato (la vista, complice anche la naturale visione al buio dei mezzodemoni) fosse già stata raggiunta. Quindi... non dovrebbe essere un problema replicare: la trasmutazione inizia, ed ormai è quasi superfluo descrivere la reazione del Marchio Demoniaco e il bruciore diffuso per tutte le cellule che Ezra prova, dato che li conosce come le sue tasche e se li aspetta ad ogni nuovo tentativo. E proprio in virtù della sua familiarità con le trasformazioni, non ha grosse difficoltà ad aggiustare il tiro sugli errori dell'ultima volta: le zampe sono più lunghe, più sinuose, il pelo è più corto, coda, artigli e muso ormai sono pressoché assodati; l'aspetto, insomma, è quello cercato. Sì, anche per quanto riguarda gli occhi, due biglie ambrate con le pupille verticali, come li voleva. [15:10]
    Quindi... è un gatto. Sì, non c'è dubbio che lo sia, e se qualcuno forzasse la serratura della stanza lo prenderebbe sicuro per l'animale domestico del proprietario. E un gran risultato, per essere il secondo tentativo. Poi vabbe', che l'udito sia stranamente -e fastidiosamente- ovattatato e che non senta né odori né sapori (segno che va corretto qualcosa all'interno del naso)... su quello si può anche soprassedere, basterà riprovare tenendolo a mente. [15:10]
    GO - Eliyon - TeamRael [15:11]


  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 214
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 1/14/2020 11:25 AM
    Gatto - Completa

    Seconda convalida: tentativo di Mutazione


    Data: 13/01/2020
    Location: Balsjord
    Master: Eliyon


    Esito: Colpisce una cosa, ad occhi attenti (e anche indiscreti, a dirla tutta): ogni volta in un posto diverso. Che sia a Dalsida, che sia in un accampamento fra le montagne, che sia in una locanda a Narvick, alla Conca del Tuono, o ora anche a Balsjord. Mai fermo. In senso motorio. Dall’altra parte, si può dire che fermo lo sia stato nell’esercitarsi a cambiare forma: certo, sarà pure una cosa insita nel DNA ed acquisita tramite l’esperienza, ma gli avrebbe fatto bene mantenersi in esercizio. E invece sono tre mesi che non si allena, che non tenta -o ritenta- una mutazione prendendosi il suo tempo. [21:53]
    Ma pazienza, alla mancanza d’esercizio, spesso, il talento e la memoria possono sopperire da soli. Specie in certi casi, dove si sapeva fare una cosa praticamente alla perfezione e, anche se non la si tocca più per lungo tempo, non vuol dire che sia stata dimenticata. E quindi, ricapitolando: Aeden cerca di trasformarsi in un gatto. Cosa che, a quel che ha dimostrato -a se stesso- sa già fare: l’ultimo tentativo era stato quasi perfetto, anzi, senza “quasi” tenendo conto solo dell’aspetto fisico; già al primo tentativo c’era andato molto vicino, al secondo l’aveva poi perfezionato rimediando giusto alcune mancanze sensoriali. Ma si diceva che “bastasse riprovare tenendolo a mente”… e così è, infatti: date per assodate le sembianze -zampe, coda, pelo, vibrisse, artigli-, stavolta è sufficiente concentrarsi appieno sui recettori olfattivi del nasino e sull’apparato auricolare (cose su cui comunque vanta esperienze pregresse, come la trasformazione in volpe rossa) perché la mutazione vada a buon fine. E così è, e anche stavolta si può dire “mutazione completata”… per quanto il Marchio, lì sotto, continui (anche accertato il cambiamento) a bruciare sensibilmente, con pulsazioni ripetute e fastidiose. Cosa insolita, forse un malfunzionamento o forse una semplice reazione allo stress sopportato per portare a completamento una mutazione in condizioni di concentrazione forse forse non così ottimali come Aeden sperava. [21:53]
    Fine convalida - Eliyon - TeamRael [21:53]




    COMPLETA



  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 215
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Junior User
    00 1/14/2020 11:56 AM
    Gatto - Memorandum e Descrizione







    Caratteristiche Fisiche:

    Appartenente alla famiglia dei felidi.
    Gatto imponente, il cui peso si aggira intorno ai 10 kg e la lunghezza raggiunge il metro. Il corpo è grande, lungo e muscoloso con ossatura solida. Il petto largo e il collo forte gli conferiscono un aspetto di robustezza e di potenza. Il mantello lucido è di un colore rosso, screziato di bianco, pesante e resistente all'acqua. Il pelo più lungo sulla gorgiera, lo stomaco e le zampe posteriori lo ripara dal bagnato e dalla neve mentre quello più corto sulla parte posteriore e sul collo lo difende dal groviglio del sottobosco.
    La coda, rossa e folta, viene avvolta attorno al corpo, per proteggere dal freddo. Le orecchie hanno dei caratteristici ciuffi all'estremità superiore. Le iridi presentano un colore carico, simile all'ambra.



    Sensi:

    Le orecchie, gli occhi e le zampe sono più grossi, rispetto ad un qualsiasi altro gatto comune e gli consentono di migliorare vista e udito, utili nella caccia e per sfuggire ai predatori. La dimensione delle zampe gli consente di camminare sulla neve senza sprofondare troppo. Olfatto estremamente sviluppato. E' in grado di sopravvivere nelle foreste nordiche per molto tempo, in perfetta autonomia.


    Dieta:

    Carnivoro. E' un gatto che ha una certa fame, correlata anche alla sua stazza non del tutto indifferente. Ha bisogno di alimentarsi molto bene e, per questo, spesso si occupa autonomamente dei suoi pasti, preferendo una dieta primitiva.

  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 438
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Senior User
    00 10/10/2020 7:35 PM
    Mezzelfa [Aeryn] - in fase di convalida
    Prima Convalida: Tentativo di Mutazione (tentativo di riproduzione del seno)

    Data: 10/10/2020
    Location: Asarn
    Master: Jehrome

    Role di studio anatomico: 20/10/2020 - Asarn


    Esito: §Una giornata piuttosto quieta, disturbat, per il mutaforma, da un sole molesto che oramai sta svanendo oltre le montagne. Crepita il marchio, trema, dichiara aperta una fase in cui l'intero corpo di Aeden è vulnerabile, esposto, Ma anche plastico, rimodellabile. Ed eccolo il piccolo scultore, progenie della succube, che modella su di sè delle forme a lui sicuramente ben note, ma mai vissute in prima persona. Crescono sì, nuovi strati di tessuto, al di sopra di quel pettorale. Il grasso, il più semplice, è il primo. Ma se fosse solo grasso, ciò di cui necessita, ne risulterebbero due flaccide appendici prive di forma. Per scolpire su di sè delle femminilità che stiano dove devono, ben sa Aeden che la componente ghiandolare è necessaria. Si ispessisce a vista d'occhio, il petto, e i capillari lo seguono a dovere. La rete di vasi è la componente più rilevante e più facile da estendere per il mezzodemone, che non avrà il minimo problema a ricrearla. L'epitelio ghiandolare però appare molto irregolare, alcuni lobuli si gonfiano raggiungendo la forma desiderata, altri no, facendo apparire sotto pelle quelle che sembrano due arance scevrate di diversi spicchi. Un dolore. Una tensione molto fastidiosa, accompagna, e non è quella usuale della mutazione, è quella di una pelle che si tira, sbianca per la tensione, infatti a tutto ha pensato Aeden, ma non a fornire pelle abbastanza per dare agio ai seni, che tirano fastidiosamente, rinchiusi, soffocati, tra cute e pettorale, causando non poco fastidio all'epitelio, sia esterno, che della ghiandola, che viene compressa quando il grasso si aggiunge all'equazione, avvolgendo le strutture. Areola e capezzolo però si allargano e guadagnano in volume senza alcun problema. C'è ancora da fare, ma nemmeno troppo, soltanto uno sviluppo più completo di tutti i lobuli e un'aggiunta di pelle per contenere tutto senza dolori o fastidi di alcun tipo. [18:59]
    Convalida End, continua pure [18:59]



  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 439
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Senior User
    00 10/11/2020 4:55 PM
    Mezzelfa [Aeryn] - in fase di convalida
    Seconda Convalida: Tentativo di Mutazione (tentativo di riproduzione del seno + apparato riproduttore femminile)

    Data: 11/10/2020
    Location: Asarn
    Master: Jehrome

    Role di studio anatomico: 11/10/2020 - Asarn


    Esito: Mancava davvero poco per raffinare la forma dei seni, giusto un'uniformità più soddisfacente nella formazione dei lobuli e della pelle extra in cui potessero stare. Aeden non ha quindi alcun tipo di difficoltà nel completare l'opera, una modesta seconda taglia, bella soda, si ritrova poggiata sul mascolino pettorale, rendendo il quadretto alquanto comico, nella sua stanza. Il seno è perfetto, ora, certo andrà rimodellato tutto lo scheletro e la muscolatura sottostante in una forma più aggraziata e femminile, ma il focus era sulla struttura delle mammelle che è ora completa. Ben più delicato e complesso è il versante meridionale, da plasmare. Tante strutture che il mutaforma ha già, ma devono essere rimodellate in un organo molto differente nell'arrangiamento e nelle dimensioni delle parti. scorrono all'indietro come due gamberi di tessuto spugnoso, i corpi cavernosi, che si assottigliano nel processo, ciò che pende ed è di troppo, viene riportato all'interno del corpo, dando adito ad una struttura più confacente a quella delle femminili grazie, che il buon Aeden conosce molto bene, si potrebbe persino dire che è un professionista del settore, il padrone di casa Aconito. Si sposta e si rimodella il tessuto esterno, rassomigliando in tutto e per tutto l'organo desiderato, gli apparati interni, dalla cervice in su, non sono di primaria importanza, data la loro non funzionalità, e non si può controllare se siano usciti come dovevano. Certo, si accorgerà ben presto il mezzodemone di due mancanze fondamentali: La prima è che nello spostare le strutture ne ha compromesso l'innervazione, rendendole insensibili e non responsive agli stimoli. La seconda... beh, si dice che non tutte le ciambelle riescano col buco, e oggi ad Aeden è andata proprio così. (Somiglianza visiva raggiunta, nessun tipo di funzionalità) [16:17]
    Convalida End, continua pure [16:17]


  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 466
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Senior User
    00 11/12/2020 6:51 PM
    Mezzelfa [Aeryn] - in fase di convalida
    Terza Convalida: Tentativo di Mutazione

    Data: 12/11/2020
    Location: Fiordi di Romsdal
    Master: Jehrome

    Esito: Riprende il viaggio di Aeden verso una forma completamente nuova, e decisamente molto complessa da ricreare, in quanto il cambio di sesso prevede non solo l'alterazione dei caratteri primari, ormai quasi del tutto ultimati, esteticamente perfetti, ma anche di quelli secondari, che per la prima volta oggi, vengono affrontati. E i caratteri secondari sono sì il contorno di quel che già è stato fatto, ma richiedono un lavoro di cesello molto delicato e di gran maestria, anche per un mutaforma ormai esperto nella manipolazione della propria natura. andiamo per ordine di difficoltà, però. I seni, senza problemi riappariranno sui pettorali di Aeden, sodi e pieni, seppur di modeste dimensioni, perfetti. I genitali che già erano a un ottimo punto, vengono raggiunti dalla rete di nervi e vasi che renderanno non solo sensibile (molto sensibile, cosa cui Aeden potrebbe faticare ad abituarsi in primis) ma anche responsivo l'apparato. Di fatti, vuoi per l'intimità del momento, vuoi per questioni di rodaggio, Aeden sentirà perfettamente come tutte le terminazioni nervose, i vasi sanguigni, ed i dotti ghiandolari ad essi associati, funzioneranno all'unisono in una forte scarica di gioie della carne. Nonostante la distrazione però, anche le altre mutazioni compiono il loro corso, nel frattempo, portando con sè il bastone assieme alla carota. Se è un'onda di piacere quella che travolge Aeden irradiandosi dalle sue novelle grazie -ora pienamente funzionali- è un immenso dolore che giunge dal resto del corpo. Un leggero bruciore alle radici capelli, che senza problemi si allungano ed assumono in punta tinte più chiare, come desiderato. Ma una serie di scricchiolii sinistri accorperanno all'intenso piacere un dolore lancinante dell'intero apparato muscoloscheletrico. Rendere minuta la costituzione è una parola, ma nell'atto pratico significa rompere ossa e sfibrare muscoli, riposizionare qui, ridurre là, La riduzione della cartilagine tiroidea sarà recepita come un pugno in gola per [16:53]
    il povero Aeden, che se aveva il fiato mozzato, per qualche istante ora non respira proprio. Le coste, gli arti, colti tutti assieme da intense fitte di dolore, ritmiche, al ritmo del suo battito. Le pelvi, ironia della sorte, non saranno solo sede di godimento ma anche di enorme sofferenza, e Aeden si sentirà il bacino come aperto da un colpo di scure. I muscoli si raggrinziscono, tirandosi violentemente e restringendosi, dando tratti più femminei al corpo tutto. Il risultato, quando sarà riuscito a scendere da questo ottovolante di gioia e dolore che si alternano, sarà il seguente: di tutto quel che ha provato a cambiare, Aeden è riuscito ad ottenere solo due dettagli, il più semplice ed il più complesso. L'intera struttura è infatti quella di una donna, un Aeden femmina fatta e finita, con dita affusolate, senza pomo d'adamo, con caratteri primari adattati a delle pelvi ed un torace appositamente fatti per accoglierli. Certo, gli occhi restano gli stessi, le orecchie pure, le sopracciglia un poco troppo cespugliose per un maschio. Ma... Aeden ora è una bellissima ragazza umana nel fiore degli anni, con qualche tratto androgino da limare, voce compresa.
    Convalida End, continua pure [Jeh] [16:54]


  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 486
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Senior User
    00 12/24/2020 2:37 PM
    Mezzelfa [Aeryn] - Completa
    Quarta Convalida: Tentativo di Mutazione


    Data: 23/12/2020
    Location: Conca del Tuono
    Master: Zukho


    Esito: Ormai è un bel po’ che il corpo di Aeden, le sue cellule e il suo sangue, si allenano alla mutazione. Ecco perchè, dopo i primi studi e le prime difficoltà, tutto gli diventa un po’ più facile. Non parliamo di miracoli o fortuna ma di esperienza. Inizia con il ripercorrere i primi passi, quelli di cui già conosce la direzione e il corpo assume tratti non troppo differenti dal corpo di base ma di sicuro più addolciti nelle forme rese più femminili. Il viso, i seni, gli organi genitali - che per questa volta rimarranno silenziosi - si ritirano o ammorbidiscono, si costruiscono e si modellano, sotto indicazione della sua capacità. I capelli crescono, senza bruciare, scivolando sulle spalle in una sensazione che solletica la pelle ma appesantisce anche la cute e il capo; le orecchie crescono e, da semplici ed umane, evidenziano le punte che sfiorano le ciocche più scure. Non ha ancora cambiato colore ai capelli ma dopo qualche secondo di variazione da castano scuro a castano chiaro - e un piccolo accenno di verde - il colore è completo. Le iridi non sforzano l’ambra, rimanendo inalterate e anche l’espressione nonostante le labbra più piene, rimane quella che qualcuno ricorderebbe appartenere al Mutaforma. Le sopracciglia sono più sottili ma qualche peluria è ancora un po’ evidente - sotto le braccia, sulle braccia, vicino alle guance e sull’inguine - ma niente che nel riconoscere stonato, Aeden non saprebbe sistemare in seguito come ultimo ritocco. Infine, la voce. Le corde vocali si adattano, cercano di trovare la giusta combinazione di tensione, vibrazione e suono, causandogli un leggero fastidio che lo lascerà tossire un paio volte, prima di qualche prova che sistemerà adeguatamente la voce nel modo più utile e ottimale per una ragazza. La trasformazione, a parte qualche dettaglio finale irrilevante e facile da sistemare, è completata. Ora Aeden è una mezzelfa, dal nome ancora sconosciuto a molti e così anche la sua storia. [17:14]
    Un’identità nuova, da usare per le occasioni più semplici o quelle più complesse, e che avrà una vita tutta sua.



    COMPLETA


  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 487
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Senior User
    00 12/24/2020 2:56 PM
    Mezzelfa [Aeryn] - Memorandum e Descrizione





    Caratteristiche Fisiche:

    Apparentemente, sembra avere intorno ai 60 anni di vita. Altezza intorno ai 170 cm per 60 kg di peso.
    Presenta i tratti tipici della razza Mezzelfica. Il viso è ingentilito nei lineamenti, gli occhi sono grandi e le iridi mantengono un colore caramellato. Labbra piene, ciglia folte. I capelli sono castano scuro alla base, ma si schiariscono in un biondo miele sulle lunghezze, fino alle punte. La voce ha un timbro basso, non cristallino, né acuto.


    [Edited by Aeden 12/24/2020 3:40 PM]
  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 667
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Senior User
    00 7/29/2021 3:28 PM
    Lupo rosso
    Primo tentativo di Mutazione


    Data: 29/07/2021
    Location: Asarn
    Master: Utilizzo skill "Io Posso"


    Role: 14:40 Aeden [Palazzo dei Cacciatori] - Stanza - I piedi che poggiano sul pavimento freddo della stanza, gli trasmettono un brivido che risale lungo la schiena, nonostante la stagione. Fa caldo, quando si sta al sole e il pericolo di ustione è più alto che mai, lì al Nord. In qualche modo, sembra di essere più vicini a quella sfera luminosa. Trattiene tra le mani il volume di anatomia che gli diede Xante, molto, troppo tempo fa. Ancora per un attimo, studia le immagini del Lupo. Non c'è nulla di nuovo, a conti fatti...e questo lo rassicura. Il canide, non è una novità per lui e, piuttosto di recente, ha rivestito - ancora una volta - i panni di una volpe. Non troppo dissimile dal lupo, quantomeno a livello anatomico. Dalle labbra schiuse fuoriesce un sospiro leggero, mentre si tira in piedi, facendo scivolare via il libro lateralmente, appoggiandolo sul letto, aperto alla pagina prefissata. Con una gestualità molto metodica, si avvicina alla finestra socchiusa. Ne apre le ante, sporgendosi dal davanzale, rimanendo per un attimo in punta di piedi. Lo sguardo scivola a destra e a sinistra, giusto per controllare la presenza o meno di Orione. Non è lì. Twiki, invece, riposa sulla testiera del letto.Sporgendosi ancora un attimo, allunga entrambe le mani, andando a pizzicare le imposte, quel che basta per attirare a sé, socchiudendole. La stanza crolla in una semioscurità che lascia trapelare un singolo raggio di luce, finalizzato a dissipare una tenebra completa. Poi, si allontana da lì, per raggiungere la porta. Con un leggero scatto del polso, gira il chiavistello, in modo da evitare eventuali accessi indesiderati.E' come se seguisse un protocollo. Qualcosa di già fatto e rifatto. Si avvicina alla parete e sgancia lo specchio alto dal muro, unico elemento di vezzo presente nella stanza e che gli è fondamentale per lo studio che vuole portare avanti. I passi successivi, invece, prevedono una svestizione completa, portata avanti con una fluidità che malcela una tradizione rituale.
    14:40 Aeden {Inn. Mutaforma; S. Corrotto; F. Cacciatore; Perc. Magica}
    14:40 Aeden usa abilità: Percezione Magica
    14:40 Aeden usa abilità: Sangue Corrotto [Mutaforma]
    14:40 Aeden usa abilità: Fiuto del Cacciatore

    14:53 Aeden [Palazzo dei Cacciatori] - Stanza - La pelle nuda viene mostrata senza remora o indugio alcuno. I monili vengono fatti scivolare via, adagiati sul letto. Il Bracciale, il medaglione, l'Anello. E' solo una volta che si è inginocchiato a terra, che riesce a riscoprire un'immobilità che, per come è fatto caratterialmente, potrebbe apparire del tutto estranea. Le palpebre si calano, le mani si adagiano a terra, le dita che affondano nelle pelli che coprono parte del pavimento. Pungolare il Marchio è qualcosa che, ormai, gli viene istintivo. Naturale. Assapora quel bruciore che anima quella mappatura genetica. Un Dolore che non è un Dolore. Non fisico. E, per certi versi, nemmeno spirituale. E' più un Piacere. Un Desiderio che vibra, dentro di lui. Si infiamma facilmente, a causa di una mancanza che gli pesa come se gli mancasse l'aria. Un ossigeno che solo adesso sta parzialmente ritrovando. Richiama a sé quel Sangue. Lo sente rombare nelle vene. Lo sente reagire. Si nutre di quella sensazione, al pari di un assetato. Nella sua mente, adesso, comincia a formarsi l'immagine di un canide. La volpe la conosce già molto bene. Quello che vuole andare a ricreare, non è molto diverso. Cambia, sicuramente, in dimensioni e in molti particolari, ma il grande vantaggio è dettato dalla medesima struttura anatomica. Il pensiero della volpe sfuma, adesso, venendo sostituita dall'immagine vera e propria che gli serve concretizzare: il lupo. Più massiccio e più alto. Respira lentamente, lasciando che quell'immagine vada a fossilizzarsi nella sua testa. Un'informazione che passa a quelle cellule che lo compongono e che sa di poter manipolare integralmente. Il cuore batte più rapido, le labbra si stringono e le dita cingono le pelli per terra. E' un piacere, il suo, che ha una doppia origine e che, in ogni caso, lo getta sempre in ginocchio. {Concentrazione Razziale 1/2}{Inn. Mutaforma; S. Corrotto; F. Cacciatore; Perc. Magica}

    15:08 Aeden [Palazzo dei Cacciatori] - Stanza - In quella fissità mantenuta, la sua mente si aggancia a una nuova consapevolezza: ha raggiunto quel vertice di malleabilità delle cellule. Percepisce quella leggera vibrazione, sottopelle. Percepisce la reattività del suo Sangue e ad esso si aggrappa. Con un fremito nel respiro, la sua mente si estranea del tutto dalla realtà che lo circonda. Adesso, ogni elemento richiamato precedentemente, deve assumere una forma concreta. Inizia dal tronco. Richiama la forma delle zampe del canide. Gli arti anteriori agganciati a un'articolazione della spalla che comincia a cambiare. Il gomito, il carpo, metacarpo, lo sperone. Le unghie si allungano, irrobustendosi. I cuscinetti si formano gradualmente, più grandi di quelli volpini. Gli arti inferiori subiscono una trasformazione simile, accompagnata dalla rotazione del bacino, tipica di tutti i quadrupedi. Il busto si allunga appena, assume una conformazione snella, nel sottolineare le forme agili di quella creatura selvatica. Allo stesso modo, il cranio subisce una rotazione. Le ossa si modificano, allungandosi nella conformazione di un muso. La dentatura cambia, così come la lingua, le ghiandole salivari, le papille gustative e olfattive. Il naso culmina con un tartufo nero, tipico. Piccole cellule che si inumidiscono appena. Gli occhi cambiano conformazione, diventano più piccoli, ma non cambiano cromatismo. Le orecchie, più allungate di quelle della volpe, ma sempre di forma triangolare. La colonna vertebrale ha un gioco di ossatura che ormai dovrebbe conoscere e saper riprodurre senza troppa difficoltà. La coda, tuttavia, rappresenta un altro cambiamento, insieme alle dimensioni: tenta di riprodurla, ma cercando di mantenerla più corta rispetto a quanto abituato. Freme, sotto quella trasformazione, man mano che ogni elemento finisce per assestarsi, giusto o sbagliato che sia. {Concentrazione Razziale 2/2}{Inn. Mutaforma; S. Corrotto; F. Cacciatore; Perc. Magica}
    15:08 Aeden usa abilità: Io Posso [Mutaforma]

    15:08 Aeden tira 70/152

    15:20 Aeden [Palazzo dei Cacciatori] - Stanza - Il suo corpo è cambiato. I suoi sensi sono cambiati. Leggermente differenti da quelli di una volpe, forse...ma non hanno nulla da invidiare. Gli odori ed eventuali suoni gli giungono in maniera molto più diretta. Senza filtri. Una sensazione che ha già imparato a gestire altre volte e che lo induce a scrollare la testa, come per indurre un rapido abituarsi. Si muove e si accorge subito che qualcosa non quadra del tutto. Ha una strana sensazione di equilibrio sfalsato. Lo sguardo di miele si volge immediatamente in direzione dello specchio, sapendo di trovare lì la risposta a ogni suo quesito. E, infatti, ciò che vede nel riflesso, gli trasmette una consapevolezza ulteriore: la sua forma è ancora troppo simile a quella di una Volpe. Non è sufficientemente alto e allungato. E' ancora troppo piccolo, nelle dimensioni. La coda, in effetti, è ancora troppo lunga. Infatti, mentre per la volpe dev'essere lunga quanto il corpo stesso, nel lupo non è così. Lo sbilancia. Tiene le zampe posteriori leggermente allargate e il fondoschiena impercettibilmente ribassato. Con un ansito simile a un guaito, si avvicina maggiormente allo specchio, zampettando sul pavimento, percependo addosso tutto il calore della propria pelliccia. Ormai, tra capelli, peli e piume, non ha problemi ad apportare una modifica di quel tipo e, in effetti, da quel che può vedere mentre cerca di rimirarsi, non ha fallito sotto quell'aspetto. Nel volgersi appena, però, si accorge che il muso è leggermente più corto di quanto dovrebbe. Sono tutti elementi che si appunta mentalmente, ma che gestirà la prossima volta. Ora come ora, invece, sembra essere particolarmente attratto all'idea di familiarizzare con quella forma, per quanto non troppo dissimile da quella che già conosce. Si prenderà del tempo, per comprendere a fondo quei piccoli errori. C'è tempo per ritentare. {Inn. Mutaforma; S. Corrotto; F. Cacciatore; Perc. Magica}



  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 676
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Senior User
    00 8/2/2021 7:02 PM
    Lupo rosso - Completo
    Secondo tentativo di Mutazione



    Data: 02/08/2021
    Location: Asarn
    Master: Utilizzo skill "Io Posso"



    Role: 18:29 Aeden [Palazzo dei Cacciatori] - Stanza - Ancora una volta, si trova lì, nel mezzo delle sue carte e dei suoi appunti. Gli scuri delle finestre sono stati socchiusi al fine di far entrare poca luce, ma, soprattutto, di consentire una scarsa visibilità a chiunque abbia voglia di guardare, dall'esterno. La sua stanza è un casino, com'è normale e giusto che sia, dato che non è famoso per avere i pensieri ordinati. Ci sono appunti un po' ovunque, anche se meno del solito, in realtà, dato che ciò che tenterà è una forma che già conosce, per molti versi. Non ha perso tempo e ogni cosa è al suo posto. Le specchio è appoggiato a terra, reclinato di poco contro la parete. Ogni monile è stato tolto e appoggiato da parte. Il Bracciale ha interrotto la propria Traccia, il monile è sul letto, insieme all'anello. La Pietra, invece, riposa ancora le cinturone. Non ha indosso nessun tipo di vestito. La pelle non rabbrividisce, nonostante l'aria leggermente più fresca portata dalla penombra della stanza. Si sta abituando alle temperature del Nord, così diverse da quelle di qualunque altra regione. E' inginocchiato sulle pelli che ricoprono il pavimento. La schiena incurvata in avanti, con le mani che sono adagiate contro il tessuto, in maniera non diversa da quello che avviene tutte le volte che fa un tentativo. Stuzzica il proprio Sangue. Pungola quel Marchio che detiene in sé quel segno genetico che lo identifica come figlio della Lussuria. Ed è proprio quel Retaggio che diviene quasi visibile, nel suo sguardo serrato. Un Desiderio al quale non può dire di no. Di fronte al quale non riesce a non piegarsi. Un fremito che gli percorre gli arti, simile a uno spasmo che gli accelera il respiro. Il Sangue scorre, rapido, nelle vene. Si scalda. Lo arroventa, sotto tanti aspetti. Troppi. Alcuni non propriamente gestibili. Un bruciore che è diverso da quello della vicinanza di un parirazza. Più intenso. Doloroso e piacevole al tempo stesso.
    18:29 Aeden {Concentrazione Razziale 1/2}{Inn. Mutaforma; S. Corrotto; F. Cacciatore; Perc. Magica}
    18:29 Aeden usa abilità: Percezione Magica
    18:29 Aeden usa abilità: Sangue Corrotto [Mutaforma]
    18:29 Aeden usa abilità: Fiuto del Cacciatore

    18:44 Aeden [Palazzo dei Cacciatori] - Stanza - La forma che vuole andare a ricreare è la medesima dell'ultima volta e procede nello stesso identico modo, lasciando che sia la memoria cellulare ad agire, per la maggior parte degli elementi. Cose che ha già appreso, che ha già riprodotto più e più volte. La crescita del pelo, percepito come un solletichio più o meno intenso. la differente posizione dell'ossatura, per quello che riguarda la rotazione del cranio e del bacino, che si assestano secondo l'anatomia scheletrica tipica di un quadrupede e non di un bipede. Le vertebre si assottigliano, cambiando forma e dimensione. Ogni disco si innesta al successivo, facendogli formicolare gli arti che, adesso, divengono zampe. Ma senza mai cedere. La coda si allunga. Ossatura che si ricopre di tendini, capillari, muscoli, vene, epidermide e, infine, pelo. Il viso non è più un viso, ma si allunga, andando a formare il tartufo nero, le ghiandole olfattive. Nelle fauci nascono i denti da predatore carnivoro, la lingua cambia conformazione e aspetto. L'afflusso del Sangue alle cellule le impregna di una capacità di cambiamento e malleabilità che in pochi possono vantare, oltre alla sua stirpe. Il cuore pulsa molto rapido, nel petto. Si concentra sui particolari e sui dettagli che, l'ultima volta, non sono riusciti bene: le dimensioni. Diverse da quelle di una Volpe, tenta di assestarle attorno al metro e sessanta, per un peso di quaranta chili. Il garrese si assesterebbe attorno agli ottanta centimetri. Gli arti sono più lunghi e più snelli rispetto ai lupi comuni. E' maggiormente improntato sulla velocità. Infine, assesta le sfumature del pelo. Fulvo-rossiccio e leggermente ruvido, quasi ispido in alcune zone. Aree più chiare intorno agli occhi dalla vista acuta e alla bocca. {Concentrazione Razziale 2/2}{Inn. Mutaforma; S. Corrotto; F. Cacciatore; Perc. Magica}
    18:44 Aeden usa abilità: Io Posso [Mutaforma]

    18:44 Aeden tira 142/152

    18:56 Aeden [Palazzo dei Cacciatori] [Forma: Lupo] - Stanza - Il suo nuovo corpo, adesso, si assesta. Le cellule cessano quella vibrazione infinitesimale. Lentamente, abbandonano quella sensazione di plasticità, in favore di una stabilità concreta. E' tutto diverso, adesso che la vista gli si assesta. La Scurovisione viene sostituita da una visione notturna che non ha nulla da invidiare. L'olfatto, particolarmente sviluppato, gli rimanda un miscuglio di odori che, in primissima battuta, lo inducono ad arricciare il tartufo nero. Fa una smorfia, chiudendo un solo occhio, prima di lasciare andare uno starnuto che lo induce a smocciarsi direttamente sulle zampe anteriori. Oh, beh...incidenti del mestiere. Non contento, infatti, ne tira subito un secondo, che gli raschia la gola, ma, se non altro, sembra risolvere momentaneamente il problema. Raddrizza la testa, sentendosi, fin da subito, decisamente più alto rispetto a quando veste i panni della volpe. Con un ringhio gutturale - che vorrebbe essere solo uno schiarirsi della gola -, avanza, osservandosi, con dovizia di particolari, le unghie non retrattili e la peluria leggermente fulva. Si affaccia a quello specchio che ha posizionato in modo da poter osservare il risultato della sua opera. E, quello che vede, lo induce a sollevare parzialmente la coda e a scodinzolare, forse con un po' troppo entusiasmo. E' un atteggiamento istintivo, tanto quanto lo è inseguire una preda o correre, libero, nei boschi. E' un Lupo, adesso. Un lupo fatto e finito. Le sue conoscenze già apprese in merito ai canidi, gli hanno permesso di raggiungere il completamento molto più rapidamente di quanto non sia abituato di solito. Fa scattare un orecchio, ben consapevole che, nelle prossime sere, avrà bisogno di prendere familiarità, con questa forma. E' abituato ad essere un quadrupede, ma per quello che deve fare, è meglio esserlo senze esitazione alcuna. Per ora, rimarrà ad ammirarsi ancora per un po', accertandosi di aver messo tutto al posto giusto.
    18:57 Aeden {Inn. Mutaforma; S. Corrotto; F. Cacciatore; Perc. Magica}




    COMPLETA


  • OFFLINE
    Aeden
    Post: 677
    Registered in: 5/3/2018
    Location: TORINO
    Age: 31
    Gender: Female
    Senior User
    00 8/2/2021 7:38 PM
    Lupo rosso - Memorandum e Descrizione






    Caratteristiche Fisiche:

    Appartenente alla famiglia dei canidi.
    Misura 160 cm di lunghezza, per 40 kg. Altezza al garrese di 80 cm. Si muove con destrezza e velocità e può raggiungere e superare i 50km/h. Ottimo nuotatore.
    Morfologicamente simile al lupo comune, tranne per il colore del mantello - che sfuma in un grigio-fulvo e presenta aree più chiare intorno agli occhi e alla bocca - e per gli arti più lunghi e snelli, improntati sulla velocità. Orecchie grandi, cranio snello, con un rostro lungo, un neurocranio piccolo e la cresta sagittale ben sviluppata. Il suo latrato è descritto come un mix di latrati da coyote e ululati tipici della specie.
    Solitamente aggressivo.



    Sensi:

    Vista notturna eccezionale. Possono individuare una preda fino a 300 m di distanza controvento, grazie all'olfatto. Percepiscono l'ululato dei lupi fino a una distanza massima di poco inferiore ai 10 km.


    Dieta:

    Carnivoro "opportunista". la sua dieta molto variabile cioè gli consente di cibarsi non solo della carne delle prede cacciate (conigli, volpi, lepri, uccelli), ma anche di frutta, carcasse di animali morti e addirittura rifiuti di origine umana. Essendo un predatore generalista può predare animali di dimensioni molto variabili (fino anche alla grandezza di un bisonte, se adotta strategie di branco).

2