Freeforumzone mobile

Fantagiro 2018 by SaloNico

  • Posts
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 33
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/4/2017 3:51 PM
    Ciao a tutti!

    In concomitanza con l'ormai vicina presentazione del percorso del Giro, posterò qua invece la mia creazione per il Fantagiro 2018.

    L'idea (a differenza dell'edizione prettamente celebrativa del Fantagiro 100 che toccava luoghi e città storiche) è stata quella di creare un tracciato che accarezzasse nuove sfide, privilegiando passaggi e sedi di tappa inedite, a fianco della tradizione che come sempre rivestirà un ruolo importante.

    Sarà un percorso duro, tecnicamente parlando composto da 21 tappe per 3380 km totali.
    L'avvio sarà dato con la Grande Partenza di tre giorni dalla Sicilia (dopo la Sardegna dello scorso anno), dopodichè si risalirà lo stivale con tappe mai banali fino all'arrivo di Trieste (che festeggerà il centenario dell'annessione all'Italia).
    In tutto saranno: 2 cronometro individuali (alla 1^ e alla 10^ tappa), 6 tappe considerate per velocisti, 7 considerate di media montagna (di cui 3 con arrivo in salita), 6 di alta montagna (di cui 3 con arrivo in salita).



    [Edited by SaloNico 10/4/2017 4:01 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 33
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/4/2017 4:10 PM
    Elenco delle tappe
    1) Palermo-Palermo (ITT) (9.5 km) (***)
    2) Cefalù-Taormina (226 km) (Sprinters **)
    3) Riposto-Etna (148 km) (High mountain ****)
    RIPOSO
    4) Melito di Porto Salvo-Isola di Capo Rizzuto (195 km) (Sprinters *)
    5) Cariati-Maratea (204 km) (Medium mountain **) ^
    6) Policastro Bussentino-Benevento (204 km) (Sprinters ***)
    7) Pietrelcina-San Giovanni Rotondo (181 km) (Medium mountain **)
    8) Termoli-Monte Conero (232 km) (Medium mountain *) ^
    9) Montemarciano-Cagli (161 km) (Medium mountain ***)
    RIPOSO
    10) Faenza-Imola (ITT) (45 km) (****)
    11) Sasso Marconi-Abetone (168 km) (Medium mountain ****) ^
    12) Castelnuovo Garfagnana-Chiavari (160 km) (Medium mountain **)
    13) Camogli-Sanremo (175 km) (Sprinters **)
    14) Ventimiglia-Cuneo (104 km) (High mountain ***)
    15) Savigliano-Colle del Nivolet (159 km) (High mountain *****) ^
    RIPOSO
    16) Morbegno-Madonna di Campiglio (145 km) (High mountain ****) ^
    17) Pinzolo-Sirmione (154 km) (Sprinters **)
    18) Peschiera del Garda-Vicenza (196 km) (Medium mountain **)
    19) Schio-Bassano del Grappa (218 km) (High mountain *****)
    20) Vittorio Veneto-Monte Zoncolan (153 km) (High mountain *****) ^
    21) Tolmezzo-Trieste (144 km) (Sprinters *)
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 34
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/4/2017 9:49 PM
    Tappa 1: Palermo-Palermo (ITT) (9.5 km) (***)
    Il Fantagiro 2018 prende il via venerdì 4 Maggio con la Grande Partenza dalla Sicilia (dove si rimarrà per le prime tre tappe), come avvenne 10 anni fa.
    A differenza di allora non sarà una cronosquadre a dare lo start, ma un cronoprologo individuale (a 50 anni dalla prima volta che è stato inserito).

    Il percorso è un tracciato tecnico di 9.5 km che si articola fra le vie della bellissima città di Palermo, partendo da Piazza Vigliena (conosciuta per i Quattro Canti), con arrivo in Piazza Politeama (dove ha sede il teatro omonimo).
    In questa prima breve cronometro, senza alcuna rilevanza altimetrica, sarà importante saper rilanciare e guidare bene il mezzo, vista la presenza di alcune curve ad angolo retto e ad U.
    Si segnaleranno i primi distacchi seppur minimi, che sanciranno la prima maglia rosa di questo Fantagiro.
    [Edited by SaloNico 10/4/2017 9:50 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 35
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/4/2017 10:04 PM
    Tappa 2: Cefalù-Taormina (226 km) (Sprinters **)
    Dopo il prologo che ha decretato la prima maglia rosa, si ripartirà il giorno seguente per una prima tappa in linea abbastanza lunga con una volata tutta da conquistare.
    Si parte da Cefalù (più volte sede di tappa del Giro), con i primi 150 km di tappa lungo la costa settentrionale che sono pianeggianti salvo lievi ondulazioni.
    Dopo il 1° TV di Barcellona Pozzo di Gotto, superando Villafranca Tirrena si affronta il primo GPM di questo Fantagiro, quello di Portella San Rizzo (4^ cat.), salita di circa 9 km al 5% medio ma dalle pendenze irregolari.
    Tuttavia dopo aver affrontato la discesa, al TV di Messina mancheranno circa 50 km sostanzialmente pianeggianti, dove i velocisti attardati potranno lanciare l'inseguimento.
    Arrivo sulla litoranea sotto la splendida città di Taormina.
    [Edited by SaloNico 10/4/2017 10:04 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 36
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/4/2017 10:24 PM
    Tappa 3: Riposto-Etna (148 km) (High mountain ****)
    La domenica, subito una prima tappa dall'alto coefficiente di difficoltà con un finale emozionante, che pone fine al Grand Depart di tre giorni.
    La tappa, relativamente breve, vedrà protagonista in tutto e per tutto il famoso vulcano siciliano.
    Si parte da Riposto, sul mare, e puntando verso l'entroterra, nella prima parte del percorso sostanzialmente si circumnavigano le pendici dell'Etna con un lungo mangia e bevi, attraversando alcuni rinomati centri come quello di Pedara e di Bronte (1° TV).
    Dalla provinciale "Quota Mille" giunti al bivio per Linguaglossa, prende il via la seconda parte di tappa, con la doppia ascesa sul vulcano.
    Prima si scala il versante nord percorrendo la regionale "Mareneve", poi discesa, e da Zafferana Etnea (2° TV) si attacca il versante sud che porta al Rifugio Sapienza.
    Arrivo che però non sarà come di consueto posto qua, ma più in basso dopo 4 km di discesa, nei pressi dell'Osservatorio Astrofisico.
    Oggi i big sicuramente potranno provare a saggiare le proprie condizioni, e perchè no provare ad attaccare nel tratto finale della frazione.
    [Edited by SaloNico 10/4/2017 10:28 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 37
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/5/2017 4:38 PM
    Tappa 4: Melito di Porto Salvo-Isola di Capo Rizzuto (195 km) (Sprinters *)
    Dopo il primo giorno di riposo e l'approdo sul continente, si riparte dalla Calabria (a differenza del Fantagiro scorso dalla Puglia).
    La partenza, con vista sull'Etna in lontananza, è da Melito di Porto Salvo, il comune più a sud della penisola.
    Il percorso scorre interamente senza particolari difficoltà, lungo la statale Jonica, fin sull'arrivo posto in via del Duomo nella frazione di Le Castella (Isola di Capo Rizzuto), da dove si vede la suggestiva fortezza aragonese sul mare.
    Con l'unica incognita rappresentata dal vento, dovrebbero essere le ruote veloci le protagoniste della tappa odierna.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 38
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/5/2017 4:59 PM
    Tappa 5: Cariati-Maratea (204 km) (Medium mountain **) ^
    Si riparte dal piccolo borgo di Cariati (60 km a nord di Crotone), per la prima tappa con arrivo in salita di questo Fantagiro.
    Primi 80 km fondamentalmente facili, fino all'inizio della salita de Le Vigne (GPM 4^ cat.) che innescherà una seconda parte di tappa molto movimentata dove tratti in piano saranno quasi del tutto assenti.
    Si attraversa il Parco Nazionale del Pollino superando il GPM del Valico di Campotenese (3^ cat.), per portarsi poi sulla costa tirrenica dove al TV di Scalea mancheranno 30 km contorti all'inizio della salita finale.
    Giunti alle porte di Maratea, già sede di tappa del Giro, inizia la suggestiva salita che porta al Redentore (GPM 3^ cat.), arrivo invece inedito.
    Dal bivio per il paese sono circa 7 km intorno al 6% con pendenze che variano, senza però diventare mai particolarmente cattive.
    Con i primi distacchi portati dalla tappa dell'Etna e un arrivo su una salita del genere, tappa che sarà maggiormente adatta ad attaccanti da lontano piuttosto che ai big.
    [Edited by SaloNico 10/5/2017 5:20 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 39
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/5/2017 5:17 PM
    Tappa 6: Policastro Bussentino-Benevento (204 km) (Sprinters ***)
    Ripartenza da Policastro Bussentino, piccolo paese affacciato sul golfo omonimo, per questa arcigna tappa che giunge in Campania, nella magnifica Benevento. Prima parte di tappa accidentata che attraversa il Cilento, prima di sconfinare in Campania.
    Poi dopo il facile tratto interlocutorio comprendente il passaggio sul TV di Battipaglia, di nuovo un continuo saliscendi su e giù fra i Monti Picentini con il GPM del Valico delle Croci d'Acerno (3^ cat.).
    Dopo l'innesto sulla statale Appia, alle porte di Avellino mancheranno però 30 km di pianura prima dell'arrivo fissato in piazza Castello a Benevento (già nel 2016).
    Gli scenari per quest'oggi sono sostanzialmente due: attirata dal percorso potrebbe arrivare una fuga da lontano ben organizzata, o essere un velocista resistente a trionfare viste le non molte chance a disposizione in quest'edizione.
    [Edited by SaloNico 10/5/2017 5:18 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 40
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/5/2017 6:16 PM
    Tappa 7: Pietrelcina-San Giovanni Rotondo (181 km) (Medium mountain **)
    A 50 anni dalla morte, tappa dedicata a uno dei Santi più amati dai credenti italiani, Padre Pio.
    Si parte infatti da Pietrelcina, il paese natio, e dopo aver percorso 181 km completamente ondulati si arriva a San Giovanni Rotondo, ormai diffusa meta di pellegrinaggio.
    Come detto, tappa ondulata, che prevede nella prima parte il passaggio dalla Campania alla Puglia percorrendo alcune salite pedalabili da affrontare in successione, di cui quella del Valico Casone di Cocca valida come GPM (3^ cat.).
    Parte centrale caratterizzata da un tratto interlocutorio in cui il profilo si addolcisce, con transito da alcuni importanti centri come Lucera (RIF.), Foggia (1° TV) e Manfredonia (2° TV).
    Usciti dal centro cittadino si affronta la salita di San Salvatore GPM (3^ cat.) 9 km al 5% medio dalle pendenze regolari, al cui scollinamento mancheranno circa 15 km poco ondulati al traguardo.
    Per la vittoria di tappa scenario aperto a qualsiasi soluzione.
    [Edited by SaloNico 10/5/2017 6:18 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 41
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/5/2017 6:29 PM
    Tappa 8: Termoli-Monte Conero (232 km) (Medium mountain *) ^
    Il sabato, la tappa più lunga del Fantagiro con un percorso facile ma dal finale esplosivo con l'arrivo inedito sul Monte Conero in provincia di Ancona.
    Avvio da Termoli, suggestiva cittadina sul mare del Molise (più volte sede di tappa del Giro), e lungo trasferimento piatto sulla statale Adriatica fino a Sirolo, ai piedi dell'erta finale.
    2.9 km al 10.1% medio con punte al 15%, prima del traguardo sul Monte Conero (GPM 3^ cat.) adatto decisamente a corridori esplosivi, dove anche i big che non hanno queste caratteristiche dovranno fare attenzione a non perdere secondi importanti.

    [Edited by SaloNico 10/5/2017 6:32 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 42
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/5/2017 6:46 PM
    Tappa 9: Montemarciano-Cagli (161 km) (Medium mountain ***)
    La domenica, prima del giorno di riposo, si arriverà sulle aspre strade dell'Appennino marchigiano con una tappa ancora una volta molto insidiosa.
    Si parte da Montemarciano, conosciuto borgo a nord di Ancona, per una prima parte di tappa relativamente facile, dapprima sulla costa fino a Pesaro, poi nell'entroterra con il passaggio sulla provinciale delle Cesane (GPM 3^ cat.), il rifornimento fisso nella suggestiva Urbino e un primo passaggio sulla linea di arrivo a Cagli.
    Poi da qui ci si dirigerà verso Chiaserna per affrontare la dura ascesa del Monte Catria (GPM 1^ cat.), alla cui sommità mancheranno poco più di 20 km di discesa, di cui la prima metà ripida e tecnica, la seconda invece più facile.
    Se per la vittoria di tappa oggi potrebbe giocarsela una fuga, attenzione perchè tra i big si potrebbero comunque vedere delle schermaglie.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 43
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/6/2017 5:52 PM
    RIPOSO
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 44
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/6/2017 6:10 PM
    Tappa 10: Faenza-Imola (ITT) (45 km) (****)
    Dopo il secondo giorno di riposo, a metà Fantagiro, arriva la cronometro.
    Si abbandona l'appuntamento tradizionale degli ultimi anni con la Wine Stage per un tributo alla ricorrenza del 50esimo anniversario del mondiale di Imola del '68 (dove l'italiano Adorni trionfò dopo una lunga fuga).
    Si parte dal centro storico di Faenza e in 45 km, con un percorso completamente piatto fatto prevalentemente di lunghi rettilinei, si arriva sul traguardo all'interno dell'Autodromo Enzo Ferrari di Imola (proprio dov'era posto l'arrivo del mondiale di allora).
    Come si intuisce dalla descrizione sarà una lunga crono per specialisti, dove questi potranno fare grandi differenze, mentre gli scalatori saranno costretti a una strenua difesa.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 45
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/6/2017 6:40 PM
    Tappa 11: Sasso Marconi-Abetone (168 km) (Medium mountain ****) ^
    Il giorno dopo la cronometro, subito un'occasione di riscatto per i grimpeur in quella che è la Tappa Bartali di questo Fantagiro, articolata lungo le strade dell'Appennino Tosco-Emiliano.
    Il via da Sasso Marconi per una prima parte di tappa più tranquilla, con il GPM di Gavinana (4^ cat.) dopo un lungo falsopiano sulla Porrettana. Poi discesa lungo la vallata e tratto interlocutorio attraverso la valle del fiume Serchio prima di arrivare a Pieve Fosciana.
    Da qui inizia la durissima salita che porta a San Pellegrino in Alpe (GPM 1^ cat.), di 13.2 km all'8.8% medio ma con rampe nei 2 km prima dell'abitato che superano il 20%.
    Al culmine, 15 km di discesa fino a Pievepelago (TV) dove si svolta per prendere la strada che conduce al classico arrivo in salita dell'Abetone (GPM 2^ cat.), con pendenze più umane e regolari.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 46
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/6/2017 7:00 PM
    Tappa 12: Castelnuovo Garfagnana-Chiavari (160 km) (Medium mountain **)
    Vallonata sarà la 12esima tappa, che probabilmente si presta maggiormente all'arrivo di una fuga da lontano che alla vittoria di un velocista, anche se resistente.
    Si riparte da Castelnuovo e si risale la Garfagnana fino ad arrivare al GPM di Foce Carpinelli (3^ cat.), poi si scavalla in Lunigiana per un tratto interlocutorio che conduce al 1°TV di Aulla prima, e al rifornimento fisso di La Spezia poi.
    Da qui inizia il suggestivo quanto articolato passaggio sulla strada che lambisce le Cinque Terre, fino ad arrivare a Levanto (2°TV), dove inizia la strada che porta al Valico di Guaitarola (GPM 2^ cat.), salita di circa 9 km al 6.7% di pendenza media, che potrebbe rappresentare il punto chiave della frazione odierna.
    Ricongiungimento sull'Aurelia per transitare dal Passo del Bracco e scendere su Sestri Levante, dove inizia un tratto di approssivamente 10 km pianeggiante che conduce infine all'arrivo di Chiavari.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 47
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/6/2017 7:12 PM
    Tappa 13: Camogli-Sanremo (175 km) (Sprinters **)
    Tappa che si snoda interamente lungo la costa ligure (non toccata dal Fantagiro dell'anno scorso).
    Si riparte da Camogli e si percorre l'Aurelia per transitare da Genova e proseguire poi sostanzialmente sul tratto finale del percorso della Classicissima, con i TV di Albenga e Imperia, intervallati dai passaggi su Capo Mele, Capo Cervo e Capo Berta.
    Ma qua il cambiamento più significativo, con l'unica asperità degna di nota rappresentata dalla salita che porta all'abitato di Pompeiana (GPM 4^ cat.), dalle pendenze variabili ma mai difficili.
    Dal termine della discesa seguente, mancheranno però circa 10 km piani all'arrivo di Sanremo, favorevole agli sprinters.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 48
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/6/2017 7:47 PM
    Tappa 14: Ventimiglia-Cuneo (104 km) (High mountain ***)
    Il sabato, tappa di montagna molto breve ma altrettanto insidiosa, con partenza da Ventimiglia e arrivo a Cuneo, tagliando dalla Francia.
    Dopo il via, lungo falsopiano che conduce in Francia per transitare poi sulla strada che si avvolge all'interno di suggestive gole, passando da Breglio (TV) e Tenda, prima di giungere al rifornimento di Vievola.
    Da qua inizia ufficialmente la spettacolare salita che conduce fin sul Colle di Tenda (GPM 1^ cat.), inedita dal versante francese.
    Sono 10.8 km al 7.9% medio, ma attenzione perchè dalla deviazione prima dell'imbocco del traforo, la strada impenna e giunge al passo con 46 tornanti e circa 5 km di fondo non asfaltato.
    Dopodichè lunga discesa, tecnica fino al TV di Limone Piemonte, e in corrispondenza dell'abitato di Robilante, salita al GPM del Colletto del Moro (4^ cat.).
    Breve discesa ripida e su stretta carreggiata, e ultimi 10 km facili prima del traguardo nel centro di Cuneo, dove è plausibile un arrivo con volata ristretta.
    Frazione da non sottovalutare perchè il Colle di Tenda, con la sua strada difficile, potrebbe rappresentare uno spartiacque e il terreno per recuperare, oggi, non è molto.

    (Una nota dal punto di vista logistico: si suppone che vi possa essere un opera di messa in sicurezza dello sterrato nel tratto in salita dal versante francese, e l'applicazione di protezioni nel primo tratto di poco meno di 1 km di discesa, che è scoperta e su fondo non asfaltato).
    [Edited by SaloNico 10/6/2017 8:20 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 49
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/6/2017 8:47 PM
    Tappa 15: Savigliano-Colle del Nivolet (159 km) (High mountain *****)
    La domenica, la tappa che chiude la seconda settimana di gara, quella che prevede l'inedita Cima Coppi di questo Fantagiro.
    In questo senso, l'idea è che una collaborazione con l'Ente del Parco Nazionale del Gran Paradiso, non può che essere vantaggiosa anche per promuovere nel mondo le bellezze di questi paesaggi incontaminati.
    Si parte da Savigliano (più volte sede di tappa del Giro) e prima parte di tappa ancora una volta facile, che attraversa la pianura piemontese.
    Si transita dal centro di Torino (1°TV), Venaria Reale e il Parco La Mandria, Ciriè, la Riserva della Vauda e Cuorgnè, prima di innestarsi sulla provinciale 460.
    Si giunge a Locana (2° TV) da dove inizia l'infinita e magnifica salita che porta ai 2612 m del Colle del Nivolet.
    Il facile trasferimento ai piedi della salita non deve far storcere il naso, perchè gli ingredienti per lo spettacolo ci sono tutti: lunghezza (più di 40 i km di salita), dislivello (2000 m in un'unica ascesa), altitudine (si superano i 2500 m di altezza) e pendenze (tratti anche al 15%).
    [Edited by SaloNico 10/6/2017 9:02 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 50
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/6/2017 8:54 PM
    Qualche commento fin qui?
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 51
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 10/15/2017 8:10 PM
    RIPOSO