Freeforumzone mobile

Fantagiro

  • Posts
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 1
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 1:19 PM
    Ciao a tutti! Sono un nuovo utente.
    In concomitanza con la presentazione del Giro 2018 posterò nei prossimi giorni il Fantagiro da me ideato.
    Nel frattempo, vi posto qua invece (un po' in ritardo [SM=g27985] ) il percorso del Giro 100 che tempo fa ideai.

    Sulle orme degli anni precedenti il Fantagiro prevedeva una Grande Partenza di 3 giorni dalla Sardegna. Approdo sul continente, e dopo il giorno di riposo risalita della penisola con tappe varie ed equilibrate in ognuna delle 3 settimane. Oltre a questo, il criterio utilizzato è stato quello di valorizzare il territorio transitando in diversi siti Patrimonio dell'Unesco, e rievocare la storia attraverso luoghi simbolo del Giro e dei suoi campioni, dell'Italia e delle sue città.

    Tecnicamente parlando il percorso è composto da 21 tappe, per 3250 km totali, suddivise in: 3 cronometro (di cui 1 a squadre, 1 in salita e 1 per specialisti), 8 tappe considerate per velocisti, 5 tappe considerate di media montagna (di cui 1 con arrivo in salita), 4 tappe di alta montagna (di cui 3 con arrivo in salita).
    Questo l'elenco delle tappe:

    1) Sassari-Porto Torres (TTT) (21km) (***)
    2) Alghero-Terralba (152km) (Sprinters **)
    3) Barumini-Cagliari (180km) (Sprinters **)
    RIPOSO
    4) Polignano a Mare-Matera (176km) (Medium mountain **)
    5) Potenza-Napoli (218km) (Sprinters ***)
    6) Teano-Blockhaus (168km) (Medium mountain ****)
    7) Chieti-L'Aquila (152km) (Sprinters **)
    8) L'Aquila-Roma (205km) (Medium mountain **)
    9) Vazia-Terminillo (ITT) (16km) (****)
    RIPOSO
    10) Città della Pieve-Firenze (203km) (Medium mountain ***)
    11) Bologna-Tortona (226km) (Sprinters *)
    12) Castellania-Sestriere (222km) (High mountain ****)
    13) Torino-Como (179km) (Medium mountain *)
    14) Como-Tirano (167km) (Sprinters **)
    15) Tirano-Prato allo Stelvio (141km) (High mountain *****)
    RIPOSO
    16) Merano-Tre Cime di Lavaredo (155km) (High mountain *****)
    17) Auronzo di Cadore-Treviso (171km) (Sprinters **)
    18) Treviso-Trento (178km) (Medium mountain ***)
    19) San Lorenzo Dorsino-Plan di Montecampione (149km) (High mountain *****)
    20) Iseo-Brescia (ITT) (43km) (****)
    21) Brescia-Milano (126km) (Sprinters *)

    A breve le tappe in dettaglio con le relative altimetrie.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 1
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 6:57 PM
    Tappa 1: Sassari-Porto Torres (21km) (TTT) (***)
    La Grande Partenza del Fantagiro dalla Sardegna (a 10 anni dall'ultima volta) prende il via il venerdì, con una cronometro a squadre di 21 km da Sassari a Porto Torres.
    Dopo l'avvio nella suggestiva Piazza d'Italia e l'uscita dal centro cittadino si scorre veloce su un falsopiano tendente sempre a scendere verso il mare.
    Poi svolta secca a sinistra e proseguimento sulla litoranea che con un lungo rettilineo conduce al primo arrivo sul Lungomare Balai di Porto Torres.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 2
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 7:07 PM
    Tappa 2: Alghero-Terralba (152km) (Sprinters **)
    Dopo lo crono a squadre che ha decretato la prima maglia rosa, si riparte da Alghero per una prima tappa con una volata da conquistare.
    Primi 100km infatti molto mossi, dapprima sulla litoranea che da Alghero porta a Bosa (1°TV), poi svoltando verso l'entroterra con il primo GPM di 4^ cat.
    Ultimi 50km al contrario, completamente pianeggianti, che potranno essere sfruttati dai velocisti per prendersi la vittoria della prima tappa in linea del Fantagiro con arrivo a Terralba.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 3
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 7:17 PM
    Tappa 3: Barumini-Cagliari (180km) (Sprinters **)
    Terza tappa in terra sarda che parte dai Su Nuraxi di Barumini, e giunge a Cagliari per un arrivo che ancora strizza l'occhio agli sprinters.
    Dopo i primi 50 km mossi che si svolgono nell'entroterra, ci si sposta sulla costa orientale dove gli ultimi 120 km sono piani salvo blande ondulazioni.
    Probabilmente non saranno infatti i due GPM di 4^ cat. di giornata a creare difficoltà, quanto il vento, che attenzione, potrebbe scompaginare i piani.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 4
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 8:11 PM
    Tappa 4: Polignano a Mare-Matera (176km) (Medium mountain **)
    Dopo il primo giorno di riposo e il trasferimento aereo da Cagliari a Bari, si riparte dalla Puglia e dalla costa adriatica (a differenza del Giro 2016) per una prima tappa dal finale mosso.
    Si parte da Polignano a Mare, il paese di Domenico Modugno, per una prima metà di tappa ondulata che transiterà per la Valle d'Itria e il suggestivo TV di Alberobello.
    Dopo il rifornimento fisso di Massafra, tratto di una cinquantina di km di pianura lungo la statale Jonica.
    Poi l'arcigno finale con il GPM di Montescaglioso ad aprire le danze, la salita verso Matera, il tortuoso passaggio fra i Sassi e l'arrivo in Via Nazionale (già nel 2013).
    [Edited by SaloNico 9/16/2017 8:12 PM]
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 5
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 8:24 PM
    Tappa 5: Potenza-Napoli (218km) (Sprinters ***)
    Ripartenza dalla Basilicata, in particolare da Potenza, per una prima tappa dal chilometraggio consistente che sulla carta dovrebbe premiare un velocista resitente sul traguardo di Napoli.
    Prima parte di tappa accidentata lungo le aspre strade della Basilicata per poi sconfinare in Campania dove il profilo altimetrico si addolcisce.
    Dopo il rifornimento fisso di Salerno, si percorre la meravigliosa strada sulla costiera amalfitana e la penisola sorrentina dove le ondulazioni riprendono.
    Dopo il TV di Sorrento, gli ultimi 40km diventano però piatti, fino al traguardo di Napoli piazzato in via Caracciolo (già nel 2013).

  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 6
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 8:39 PM
    Tappa 6: Teano-Blockhaus (168km) (Medium mountain ****)
    Si riparte da Teano, luogo in cui avvenne l'incontro tra Garibaldi e Vittorio Emanuele II per l'Unità d'Italia, per la prima vera tappa di media montagna con arrivo sul Blockhaus.
    Dopo i primi 50 km di pianura e il TV di Isernia, la strada inizierà a salire e riprenderà concettualmente quella del 1967 in cui il cannibale Eddie Merckx colse il suo primo successo al Giro.
    Concettualmente, perchè a differenza della tappa di allora si percorrerà la statale dalle pendenze più dolci, che non toglierà niente allo spettacolo però, in quanto da Roccamorice si affronterà il versante più cattivo del Blockhaus (13.6 km all'8.4% media con punte al 14%) dove i big dovranno iniziarsi a muovere.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 7
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 8:51 PM
    Tappa 7: Chieti-L'Aquila (152km) (Sprinters **)
    Dopo le fatiche del giorno precedente, ancora una tappa sulla carta dedicata ai velocisti, anche se non sarà così scontato.
    Si riparte da Chieti per una prima metà di tappa pianeggiante con ondulazioni lievi, fino a Popoli dove si affronterà il GPM di 2^ cat. delle Svolte, che potrebbe rappresentare una sorta di spartiacque per la tappa di oggi.
    Si transiterà poi sull'Altopiano di Navelli prima di giungere a L'Aquila, dove si effettueranno 3 giri sull'ondulato circuito cittadino.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 8
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 9:06 PM
    Tappa 8: L'Aquila-Roma (205km) (Medium mountain **)
    Partenza da L'Aquila per questa suggestiva quanto tatticamente complessa tappa con arrivo nella capitale dove le letture possono essere molteplici: finisseur, velocisti resistenti o addirittura una fuga.
    Si parte subito affrontando la pedalabile salita di Rocca di Cambio (GPM 3^ cat.) che innesca una prima parte di tappa accidentata fino al TV di Tivoli.
    Poi, gli ultimi saranno fondamentalmente 60 km di pianura con blande ondulazioni, eccetto però lo strappo di Monte Mario a poche centinaia di metri dal rettilineo di arrivo nel Viale delle Olimpiadi al Foro Italico.

  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 9
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 9:16 PM
    Tappa 9: Vazia-Terminillo (16km) (ITT) (****)
    La domenica è il giorno della cronoscalata al Terminillo, la "montagna di Roma".
    80 anni fa, nel 1937, fu la prima cronoscalata della storia in una corsa professionistica, con l'intramontabile Gino Bartali come vincitore.
    Quest'anno, il primo giorno in cui la classifica generale si muoverà sensibilmente.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 10
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/16/2017 9:22 PM
    Commenti sulla prima settimana?

    Domani posterò le restanti 12 tappe
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 11
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 12:33 PM
    Tappa 10: Città della Pieve-Firenze (203km) (Medium mountain ***)
    Dopo il secondo giorno di riposo si riparte da Città della Pieve, borgo medievale di antiche tradizioni, per la Tappa Bartali su un percorso collinare paesaggisticamente splendido ma molto insidioso.
    La 10^ tappa sarà probabilmente una giornata da fughe, dopo lo scossone dato alla generale dalla cronoscalata del Terminillo.
    Pronti via e fin dall'inizio non un metro di pianura, dapprima sul continuo saliscendi della Val d'Orcia dove si affronteranno anche alcuni settori in sterrato (alcuni di quelli affrontati nella Strade Bianche), poi dopo il TV di Siena sulle colline del Chianti.
    Dopo esser transitati da Ponte a Ema, paese natale di Gino Bartali, il finale sul tracciato già affrontato nel mondiale 2013.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 12
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 12:40 PM
    Tappa 11: Bologna-Tortona (226km) (Sprinters *)
    A metà Fantagiro la tappa più lunga, completamente piatta però, che transiterà dai principali centri dell'Emilia Romagna fino all'arrivo di Tortona, dove morì il campionissimo Fausto Coppi.
    Con le uniche difficoltà date dagli ostacoli della viabilità cittadina (curve, rotonde, dossi), sicura sarà la volata di gruppo.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 13
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 12:48 PM
    Tappa 12: Castellania-Sestriere (222km) (High mountain ****)
    Si inizia a fare sul serio in quella che è la tappa dedicata al campionissimo.
    Partenza da Castellania, il paese dove nacque Fausto Coppi, e 175km di pianura fino al TV di Susa prima del collaudato finale con l'accoppiata Colle delle Finestre-Sestriere, garanzia di spettacolo.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 14
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 12:55 PM
    Tappa 13: Torino-Como (179km) (Medium mountain *)
    Ripartenza dal centro di Torino per una tappa sostanzialmente piatta fino al primo passaggio sulla linea di arrivo a Como, dove si affronterà la dura salita di Civiglio, diventata spesso un must del Lombardia.
    Traguardo fissato nella suggestiva Piazza Cavour.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 15
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 1:04 PM
    Tappa 14: Como-Tirano (167km) (Sprinters **)
    Si riparte da Como per una frazione dedicata ancora ai velocisti, dove le difficoltà altimetriche sono concentrate nella prima parte con il non banale GPM di 2^ cat. della Colma di Sormano.
    Dopodichè suggestivo passaggio lungo i paesi affacciati sul lago di Lecco, prima di iniziare la risalita della Valtellina con blande ondulazioni sino all'arrivo di Tirano.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 16
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 1:20 PM
    Tappa 15: Tirano-Prato allo Stelvio (141km) (High mountain *****)
    La domenica sarà la Tappa Regina a concludere la seconda settimana di gara, in cui i soli nomi delle salite bastano per presentarla.
    In 140 km si scaleranno ben 4700 m di dislivello, affrontando in sequenza le tre salite mitiche del Giro: Passo del Mortirolo, Passo Gavia, Passo dello Stelvio (Cima Coppi).
    Avvio in falsopiano da Tirano fino a Grosio dove inizia la salita al Mortirolo, che seppur dal versante meno nobile sarà sufficiente per operare la prima selezione.
    Da Ponte di Legno si salirà poi il Gavia dal suo versante più "classico".
    Ed infine da Bormio si andrà ai 2758 m del Passo dello Stelvio, prima di affrontare la lunga picchiata fino all'arrivo.

  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 17
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 1:21 PM
    Terzo ed ultimo giorno di riposo.

    Commenti sulla seconda settimana?
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 18
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 1:33 PM
    Tappa 16: Merano-Tre Cime di Lavaredo (155km) (High mountain *****)
    Dopo il terzo e ultimo giorno di riposo si riparte subito con una cavalcata dolomitica di 155 km, ad 80 anni dalla prima volta in cui sono state affrontate.
    In onore di questo, dopo i primi 30 km di pianura ed esser transitati da Bolzano, sarà il Passo Costalunga il primo GPM di giornata.
    A seguire, in successione si scaleranno il Pordoi, il Falzarego, e il Passo Tre Croci prima della salita finale che non ha certo bisogno di presentazioni.
    Dopo 50 anni dalla prima volta, in cui trionfò Felice Gimondi (in una tappa che venne però annullata), si arriverà sulle Tre Cime di Lavaredo.
  • OFFLINE
    SaloNico
    Post: 19
    Registered in: 9/15/2017
    Junior User
    00 9/17/2017 1:41 PM
    Tappa 17: Auronzo di Cadore-Treviso (171km) (Sprinters **)
    Tappa interlocutoria prima del gran finale, in cui saranno i velocisti sopravvissuti alle grandi montagne a vincere.
    Partenza da Auronzo di Cadore e discesa della vallata fino a Longarone, dove si affronterà l'unica difficoltà di giornata data dal GPM di 3^ cat. della Diga del Vajont dal forte valore emotivo.
    Sconfinamento in Friuli, e dal TV di Pordenone, prima di rientrare in Veneto per l'arrivo piatto di Treviso.