CREDENTI

NORME, PRESCRIZIONI E DIVIETI DELLA WTS

  • Posts
  • OFFLINE
    Credente
    00 6/7/2017 1:28 PM

    In questo elenco figurano alcune norme e divieti che la wts ha stabilito,
    a suo insindacabile giudizio, come vincolanti per i propri adepti.
    Accanto alle norme sono stati riportati i riferimenti alle relative pubblicazioni 



    Non possono salutare la bandiera. (Salvezza 1939 p. 253; TdG 1/7/77 p. 415) 

    Non possono comprare, accettare o detenere qualsiasi oggetto o simbolo religioso, né indossarlo (TdG 1/11/72 p. 647, 648; Sv 22/2/77 p. 28/30; Ks. 91 p. 85) 

    Non possono in alcun modo partecipare ad alcuna attività promossa da organizzazioni religiose come servizi funebri (TdG 1970 p. 735 e 1/7/68 p. 413; Verbale del 7/3/86) 

    Non possono celebrare il Natale, la Pasqua, i compleanni né gli onomastici, la festa della mamma, del papà, il giorno di S. Valentino, il 1° maggio, i morti (TdG 1/12/68 p. 735 e, 15/12/91 p. 4;Sv. 8/10/56 pp, 24-26;Annuario 1976 p. 146; Ks. 91 p. 95) 

    Non si può ricordare la nascita di Cristo ("La verità che conduce alla vita eterna", 1968 p.447) 

    Non si può festeggiare il compleanno (TdG 1/9/92 pp. 30-31; opuscolo, "I Testimoni di Geova e la scuola", pp 17-18). 

    Non si può festeggiare la festa del papà e della mamma (opuscolo, "I Testimoni di Geova e la scuola" p. 21; Sv.8/10/56 pp.24-26; "Ragioniamo ...", p.150). 

    Non si può partecipare alle elezioni scolastiche e fare il capoclasse (opuscolo, "I Testimoni di Geova e la scuola", p. 16). 

    Non si può lavorare in ditte che producono articoli natalizi (Km 3/1974; per un analisi dettagliata dei lavori che i Testimoni di Geova possono o non possono fare si consiglia la lettura del succitato Ministero del Regno (Km) e di quello del 10/1976) 

    Non possono lavorare in un bar o in un esercizio dove si vendono tabacchi, biglietti della lotteria e schedine del totocalcio (TdG 15/3/73 p. 163; Sv. 22/12/75 pp. 26, 27; Km. 3/74 e 10/76) 

    Non possono accettare sangue e, fino a poco tempo fa, non potevano accettare trapianti o vaccini di alcun tipo, né mangiare in recipienti di alluminio. (The Golden Age, 30/1/35 p. 269; Consolation, 31/5/39 p. 3; TdG 15/7/61 p. 447; Km. 11/90) 

    Non possono utilizzare fertilizzanti, dare cibo al proprio animale contenente sangue o fargli trasfusioni, comprare del legno compensato che è stato preparato con della colla a base di sangue, lavorare dove si impiega del sangue, per esempio, sangue animale come concime (TdG 1/11/64 p. 639; 1/5/65 p. 282; Sv. 22/2/63 p. 24) 

    Non si può mangiare un animale ucciso ma non debitamente dissanguato ("La verità che conduce alla vita eterna", 1968 p. 166) 

    Non possono accettare letteratura religiosa da altre confessioni, possono leggere solo la propria (TdG 15/8/84 p. 31, 15/3/86 p. 12; Km. 1/86 p. 4 § 7) 

    Non possono giocare a carte neanche se la posta è di pochi centesimi (Sv. 8/12/75; Km. 10/70, 8/74) 

    Non possono svolgere alcuna attività politica, da fare il sindaco o altro, o partecipare alle elezioni scolastiche (Sv. 22/11/74 pp. 13/16; Circolare del 6/7/79 e 8/1/79) 

    Non possono mangiare uova di pasqua, lepri e conigli pasquali (Sv. 22/3/86 p.7) 

    Non possono frequentare l’università (prima anche la scuola secondaria). (TdG 15/8/53 p. 160, 15/9/71 p. 574; Sv. 8/11/69p. 15, 22/11/71 p. 8; lettera del 7/12/85) 

    Non possono ritornare da alcune persone per discutere su problemi dottrinali, “non ha bisogno di contendere” (lettera del 24/10/89) 

    Non possono per ricerche e studi, consultare la biblioteca della Betel (lettera del 5/10/83) 

    Non possono se infermiera, fare una trasfusione di sangue ad altro testimone anche se glielo ordinasse il dottore (Lettera del 12/9/80) 

    Non possono scrivere e spedire lettere a giornali senza prima averle fatte leggere agli anziani (circolare 25/1/90) 

    Non possono pronunciare discorsi personali, ma devono attenersi agli schemi provveduti dalla Società (Circolare del 24/6/83) 

    Non possono far ricadere sulla congregazione il biasimo di portare in tribunale un fratello insolvente, ma è preferibile rimetterci del denaro; è meglio tenere nascoste queste vergogne (TdG 1955 p. 510, 15/11/86 p. 20, 15/1/91 p. 28; Ks. 91 p. 139 

    Non possono far parte di una giuria (TdG 74 p. 159/160; Sv. 8/5/79 p. 27/29) 

    Non possono criticare la Società Torre di Guardia (TdG 15/10/57 p. 621, 632; Qualificatevi, 1963 p. 160; Ks. 91 p. 95) 

    Non possono brindare, fare cin cin (TdG 1/10/68 p. 607, 15/4/94 p. 28; Sv. 8/6/85 p. 27) 

    Non possono augurare “salute” a chi starnutisce (Sv. 2273/63 p. 31) 

    Non possono giocare a scacchi e collezionare francobolli (Sv. 22/12/71 p. 16, 8/9/73 p. 12, 8/1/95 p. 16) 

    Non possono essere intervistati e fornire informazioni sull’organizzazione senza essere preventivamente autorizzati dalla Società (Circolare del 25/1/90) 

    Non possono giocare con i videogiochi (TdG 1/1/84 p. 30, 31) 

    Non possono fare un brindisi o "cin cin" (TdG, 01-10-1968, p.607; Sv. 8-6-1985, p.27) 

    Non possono portare la barba (TdG, 1-2-1976, p.85; TdG 15/9/1968 pp. 575-576; TdG 1/2/1976 p.85) 

    Non possono praticare la danza classica (TdG 1/2/76 p.85) 

    Non possono avere in casa per ornamento delle maschere (Sv. 8/8/95 p.24) 

    Non possono pensare perché è dannoso (TdG 15/1/68 p. 44) 

    Non possono mettere confetti nei sacchetti delle bomboniere, usare le popolari marce nuziali, lanciare del riso sugli sposi (Km. 7/67; TdG 15/8/61 p. 511, 1/9/69 p. 534) 

    Non possono sposare un incredulo (Ks. 91 p. 132) 

    E’ sconsigliato (una volta era vietato), il ricorso agli psicologi e agli psichiatri (TdG 1/6/78 p. 31/32; Sv. 8/8/60 p. 30) 

    Non possono recitare il Padre nostro con persone di un’altra fede (SJ. P. 26, 27, opuscolo, "I Testimoni di Geova e la scuola", pp. 26-27

    Non possono raccogliere denaro per il mondo o per una data causa (TdG 15/8/65 p. 488) 

    Non possono fumare una sigaretta (TdG 15-11-1973, pp.688-696 

    Non possono avere amici che non sono Testimoni di Geova (TdG del 15/7/91 p.23; TdG del 15/1/91 p. 27; TdG del 15/4/93 pp.15-16; TdG del 1/7/93 p. 22). 

    Non possono partecipare ad attività extrascolastiche come attività sportive organizzate (opuscolo "I Testimoni di Geova e la scuola", pp. 22-23). 

    Non possono praticare sport come professionisti (Sve 8-11-1986, p.17,18) 

    Non si può fare l'animatrice in una gara sportiva o la reginetta in un concorso di bellezza (opuscolo, "I Testimoni di Geova e la scuola", p.23). 

    Non si può partecipare a balli studenteschi (opuscolo, "I Testimoni di Geova e la scuola", p.24). 
     

    [km="Ministero del Regno"; Sv="Svegliatevi"; TdG="La Torre di Guardia"; Ks=libri riservati agli "anziani"; Qualificati= "Qualificati per essere ministri", 1963; SJ="I Testimoni di Geova e la scuola"]. 
  • OFFLINE
    Credente
    00 6/7/2017 1:33 PM
    VIETATO GRIDARE "VIVA GLI SPOSI"

    Nel caso che un fratello si unisca nel gridare "viva la sposa", sta violando un principio, cioè quello di attribuire indebito onore o lode a una persona. La persona non acquista dei meriti solo perché si sposa. Perciò se le azioni del cristiano al riguardo turbano la congregazione egli potrebbe perdere i suoi privilegi. (SCB:SSA 27.12.83)

    COMPLEANNI: spiegazioni dal corpo dirigente dei tdg

    Da quando scrivemmo la ns. lettera del 18.6.81 abbiamo ricevuto ulteriori chiarimenti sull’argomento dal corpo direttivo. Benché il fatto di celebrare un compleanno non diventa automaticamente o immediatamente una questione da comitato giudiziario, potrebbe diventarlo qualora una persona persista nel raccomandarne ad altri il festeggiamento, oppure se cerca attivamente di trarre un guadagno incoraggiandoli apertamente. Quindi il corpo direttivo ci fa comprendere che se qualcuno celebra il suo compleanno o quello di un altro, si deve cercare benignamente e con mitezza di recuperarlo, mostrandogli che i compleanni hanno la loro origine nella falsa religione e che frequentemente sono associati con l’astrologia.
    Ad 237 Questi casi, però, possono diventare questioni che richiedono la formazione di un comitato giudiziario qualora il fratello non riconosce l’errore dopo che sono stati fatti diversi tentavi per recuperarlo. (15.1.82)
  • OFFLINE
    Credente
    00 12/12/2018 1:23 PM
    La conseguenza delle inosservanze di qualcuna delle tante regole sopra riportate
    può generare dei sensi di colpa, di inadeguatezza, perfino di paura.
    Ecco delle possibili situazioni in cui spesso i tdg possono venire a trovarsi:


    1) Timore di non riuscire a osservare tutte le regole
    2) Timore di essere scoperto a non osservarle
    3) Timore di essere deferito agli anziani
    4) Timore di dover affrontare un comitato giudiziario
    5) Timore di poter essere disassociato
    6) Timore di subire emarginazione o ostracismo
    7) Timore di essere distrutto ad Armagheddon
    8) Timore che la stessa cosa possa accadere a qualche caro.
    9) Timore di doverlo ostracizzare se ciò accadesse.
    10) Timore di non fare mai abbastanza per la wt
    11) Timore per le colpe non scoperte ma conosciute da Dio.
  • OFFLINE
    Credente
    00 10/31/2022 1:37 PM
    Tra le centinaia di regole (non presenti nella Bibbia) ve ne sono alcuni che fanno solo sorridere (ad esempio quello di non portare la barba), altri che limitano la partecipazione al normale e legittimo svolgimento della vita sociale (ad esempio l'associazione ad un sindacato, ad una rappresentanza scolastica, al voto ecc., allo sport professionale, ), altri che addirittura mettono in grave pericolo la vita stessa di ogni tdg (vedi il divieto di trasfusioni, derivante da interpretazione errata di Atti 15,29 o in passato di trapianti). -QUeste regole creano inevitabilmente dei disagi o degli atteggiamenti contrari alla libera espressione che diventano pesanti da osservare per chiunque, specialmente quando questi obblighi toccano la sfera degli affetti verso un futuro coniuge, che sono già di per se difficili da costruire quando sono spontanei, figuriamoci quando sono sotto stretto controllo di occhi sospettosi e coercitivi.--