Lazio Few

e mo'?

  • Posts
  • OFFLINE
    boks xv
    Post: 266
    00 5/22/2017 11:42 AM
    Allora, in attesa della quarta sconfitta consecutiva, vogliamo suonare un campanello di allarme, in vista del futuro, in risposta al tripudio di fanfare che ha accompagnato lo svolgimento di questa stagione?
    finirà, il più bel mese di derby della nostra vita, per diventare una "zavorra" come accadde per il 26 maggio?
    insomma, un quinto posto, una finale persa prima ancora di scendere in campo, una conclusione di stagione all'insegna della più profonda immaturità e con la tenuta mentale indegna di una squadra di livello, sia in campo che in panchina, che fattezze reali forniscono al volto della nostra stagione?
    e, soprattutto, che prospettive tratteggiano per la prossima?
    io, visti pure Hoedt e Wallace di ieri sera, sarei un tantinello preoccupato...

    [Edited by boks xv 5/22/2017 11:42 AM]
  • OFFLINE
    ℬaruch
    Post: 2,846
    00 5/22/2017 12:19 PM
    Per me non cambia nulla: abbiamo perso due partite inutili giocate una con la squadra B e l'altra con esperimenti (ieri per la prima volta i "5 tenori" in campo: SMS, LA, FA, Keita, Immobile, oltre Lulic), e in mezzo abbiamo perso una finale con una squadra con cui la perdi 8 volte su 10, se non 9. Non sono contento, si poteva fare diversamente, ma non cambia il giudizio sulla stagione e neanche più di tanto sui singoli, fermo restando che la situazione in difesa non mi fa piacere, che De Vrij vada o che resti in queste condizioni instabili. Ho fatto i calcoli: non ne perdevamo 3 ufficiali di seguito dal 2012, non prendevamo 3 gol in 3 partite di seguito dal 2009, non facevamo zero tiri su azione da inizio 2016, non creavamo solo 3 palle gol dal 2015: male, molto male, ma meglio che succeda con delle partite inutili di mezzo. Non mi sono arrabbiato quando non abbiamo giocato col Napoli, non mi arrabbierò ora: abbiamo dei limiti e Inzaghi ha saputo quando andare oltre e quando farci i conti. Evidentemente, la Coppa Italia e il piazzamento Champions erano troppo oltre. Questi limiti, come scrivi, sono quelli che devono preoccuparci, e che spero abbiano gettato luce anche agli occhi della società: se vogliamo stare nelle prime 4 in Italia e nelle prime 4 in Europa League, non basterà mettere toppe e piazzare scommesse. Già, a quanto pare, ripartiremo da Strakosha: non è un inizio idilliaco
  • OFFLINE
    Mark Lenders (ML)
    Post: 2,725
    00 5/23/2017 10:15 AM
    La sconfitta che fa male è quella con la Juve, delle altre (compresa quella di Crotone) poco me ne batte. Anzi, per me possono essere salutari proprio nel senso del topic: stanno arrivando perché la rosa è corta e non è stata in grado di gestire uno stress grosso in mezzo alla settimana. A Firenze abbiamo perso perché le riserve non sono granché, con l'Inter abbiamo perso perché (al netto dell'arbitro) i titolari non si sono ancora ripresi dallo sforzo di mercoledí. E a Crotone perderemo perché mancherà un'altra carrettata di titolari.
    Quest'anno è andata molto bene con gli infortuni, Reflex non ha neanche dovuto aprire il topic sullo staff medico [SM=g27987] Ma che sarebbe successo se si fossero rotti per parecchie giornate Immobile, o Biglia, o lo stesso Keita?
    Bisogna assolutamente allargare la rosa non solo in senso numerico ma con giocatori di livello, e inorridisco quando leggo che potremmo vendere un solo giocatore forte più qualche pippa di contorno e fare mercato con una trentina di milioni. Ma che ci fai con trenta milioni? Una romanella, un paio di giocatori buoni e poi la solita sfilza di pippe da cestone...
    No, io spero che vadano via anche in tre e che si possa rifare la squadra con almeno una settantina di milioni. Se dai via Biglia, Keita e De Vrij e mi prendi sette giocatori da dieci milioni l'uno forse iniziamo a ragionare...
  • OFFLINE
    Drenai71
    Post: 1,597
    00 5/23/2017 11:39 AM
    ML ha scritto esattamente il ragionamento che stavo facendo fra me stamattina mentre guidavo:

    - in questa stagione abbiamo "sacrificato" perlomeno tre partite (napoli, fiorentina e inter) sull'altare della coppa italia.
    - la coppa italia sono appena 5 partite. questo significa che per 5 partite infrasettimanali, la rosa attuale ha lasciato possiamo stimare dai 5 ai 7 punti.
    - l'anno prossimo le partite infrasettimanali saranno molte di piu, e cominceranno gia dal girone di andata, che quest'anno abbiamo fatto tutto coi titolari avendo solo il campionato e pochi infortuni.
    - l'anno prossimo sarebbe fondamentale arrivare quarti (sarebbe come essere arrivati secondi in questi anni), una rosa risicata che ha lasciato per strada minimo 5 punti per appena 5 partite quest'anno quanti ne potrebbe lasciare? possiamo dire già da ora che con tutta probabilità una decina di punti sacrificati per le coppe significano mettere una croce sul quarto posto.

    ognuno ne tragga le sue conclusioni.
  • OFFLINE
    Magnopèl
    Post: 637
    00 5/23/2017 11:59 AM
    Penso che le prime tre di questa stagione rimarranno tali, se indovinano l'allenatore vedo probabile un inserimento dell'inter (si, ogni anno dovrebbe essere così)che ha capacità di spesa e non ha coppe.
    Inzaghi in 2 giorni ha fatto capire chiaramente è più volte cosa desidera.
    Speriamo di non svendere e di acquistare bene, sia giocatori già in serie A sia dall'estero (Taison è ottimo). Bene anche un paio di prospetti alla Sergej.
    Si rilotterà per l'EL con buona pace di tutti.
  • OFFLINE
    ℬaruch
    Post: 2,846
    00 5/23/2017 12:06 PM
    Il ragionamento è giusto ma per me Fiorentina e Inter non devono mai entrare in nessun tipo di ragionamento del genere: ci fosse stata l'Europa in ballo non le avremmo perse, non entrambe. Sono due partite che semplicemente non contano come per tutti non contavano le 7 di Inzaghi a fine stagione scorsa. Noi quest'anno abbiamo risalito la corrente fino a trovare degli scogli, qualcuno (Inter, derby) lo abbiamo domato, qualcuno (Napoli) lo abbiamo aggirato, su qualcuno (Juve) ci siamo infranti. L'anno prossimo si aggiungerà lo scoglio delle milanesi in campionato, probabilmente, e quello dell'Europa League. Dunque appoggio il vostro ragionamento, e una rosa più larga pare essere l'assunto iniziale anche di Inzaghi. Però non eleviamo a giudizio le partite con Fiorentina e Inter (al limite quella col Chievo, ma sarebbe ingeneroso)
  • OFFLINE
    ReflexBlue74
    Post: 1,588
    00 5/23/2017 12:42 PM
    Però sette acquisti da dieci milioni non li chiudiamo nemmeno se dilatano la sessione estiva fino al 31 gennaio.
  • OFFLINE
    cuchillo76
    Post: 1,663
    00 5/23/2017 4:52 PM
    Sono molto sincero. Diffido di questo modo di costruire le squadre. A meno che non puoi permetterti di cedere dei top player e di prendere dei top player, il gioco, per me, è troppo rischioso. Il calcio - e più in particolare costruire una squadra - è arte, non ragioneria. E anche se lo fosse (ragioneria), qualcosa nel ragionamento non mi tornerebbe. Tra l'altro, abbiamo vantaggio, quello di poterci anche basare su fatti del passato, su situazioni simili già accadute.

    Tu dici, vendiamo i 3 pezzi migliori (o 3 dei 5 migliori, considerando che Immobile e Milinkovic faranno parte del lotto), ci facciamo 70K e compriamo 7 elementi da 10K per allungare la rosa. Ecco, io ritengo che questo modo di fare una squadra paghi 3 volte su 10, a voler essere generosi. Il più delle volte, infatti, smembrare una squadra e rifarla praticamente daccapo (questo vorrebbe dire, privandosi, di fatto, della spina dorsale), è qualcosa che assomiglia molto a una mano di poker con cinque giocatori al tavolo. Il piatto lo puoi prendere ma le probabilità non sono altissime.

    Dicevo che il ragionamento non mi torna perché è evidente che quelli che prenderai a 10K, IL PROSSIMO ANNO, difficilmente saranno degli elementi in grado di fare quello che hanno fatto i 3 partenti (anche se per De Vrij la resa è stata inferiore agli altri 2, ma parliamo di uno che resta comunque il migliore nel suo ruolo nella Lazio e tra i migliori in Italia, con tutte le sue problematiche).
    Altrimenti, non si capisce perché il Milan debba spendere 20+20 per Biglia e Keita se può prendere giocatori di eguale levatura e rendimento a 10+10.

    Quindi, potremmo sicuramente allungare la rosa con 7 elementi da 10K ma il tasso tecnico della tua squadra titolare diminuirà inevitabilmente. Il sillogismo è facile.
    Insomma, saremo dignitosi su più fronti con una rosa lunga ma escono tre titolari che valgono 23 (di media) ed entrano sette titolari da 10: inevitabilmente hai una rosa più forte ma una squadra più debole.

    E in tutto questo, questi ultimi mercati (Biglia, Felipe Anderson, Milinkovic, Hoedt) ci stanno dicendo che i profili che prende Tare spesse volte diventano importanti alla loro seconda stagione. E intanto arrivi ottavo, come è successo lo scorso anno, in cui non hai preso giocatori scarsi ma giocatori che, per profilo ed età, avevano solo bisogno di tempo (al netto delle scommesse a zero euro o delle pippe).

    Insomma, se hai squadra che “funziona” io sono per una linea più conservativa. Una grande cessione, altre tre-quattro cessioni di giocatori minori e intervieni dove devi.
    Non so, se devo pensare agli anni in cui la Lazio ha fatto 3 cessioni eccellenti mi viene in mente l’estate del 1996. E infatti siamo scesi di posizione.
    Ripeto, non mi convince proprio come metodologia, considerando che l’impianto c'è e la struttura c’è. La Fiorentina (2012) e la Roma (2013) questa mano di poker l’hanno fatta e l'hanno vinta ma erano squadre uscite devastate da un biennio totalmente fallimentare. La Lazio non esce da nessun fallimento, anzi. L’impianto e la struttura sono state la sua forza. Ancora ho nelle orecchie le parole di Giampaolo dopo Sampdoria-Lazio. Io è dopo quella sera che ho preso fiducia e ho capito che avremmo fatto una stagione importante in relazione alle aspettative. Giampaolo disse: "La Lazio è una squadra che ha struttura". E avevano un senso quelle parole.
    Perché sbracare tutto? Ma veramente io a 10K trovo un altro Biglia fatto e finito? O trovo, sempre a 10K, un altro Keita che abbiamo aspettato il suo quarto per vederlo esplodere? Non so, sono molto perplesso.
    Non so, io sono più conservativo, evidentemente sbagliando. Non amo il rischio e infatti non sono un giocatore. Accetto il rischio se so di poter governare per larga parte la situazione, ma fare delle squadre è una delle cose più complicate che ci siano. E il rischio di procedere con questa metodologia io non lo accetterei.
    Qua già tocca farsi una stagione con Strakosha titolare e davvero vogliamo sostituire "la struttura" con 3 giocatori da 10K?
  • OFFLINE
    Magnopèl
    Post: 637
    00 5/23/2017 5:04 PM
    Non avrei saputo esporlo meglio, cuchillo.
    Che poi dalle parole di inzaghi è anche quello che pensa il mister.
  • OFFLINE
    ℬaruch
    Post: 2,846
    00 5/23/2017 5:28 PM
    Per me il ragionamento è molto più terra terra, più spinoziano. Faccio il vademecum   

    Tipologia di giocatori forti:

    A) Giocatore forte che può diventare ancora più forte e valere di più
    B) Giocatore forte che non può diventare più forte e valere di più

    Nel caso A, il giocatore va tenuto anche a fronte di buone offerte
    Nel caso B, il giocatore va venduto a fronte di buone offerte

    All'interno della casistica A, abbiamo la sotto-tipologia:

    A1) Giocatori con scadenza contrattuale lunga
    A2) Giocatori con scadenza contrattuale breve

    Nel caso A1, il giocatore va tenuto anche a fronte di buone offerte
    Nel caso A2, il giocatore va rinnovato facendo ogni sforzo possibile, e in caso di rifiuto finale va venduto al migliore offerente

    Questo specchietto dev'essere l'unica guida di una società come la Lazio
    E' questo specchietto a fare il mercato, non viceversa: la sua applicazione è il Prometeo che plasma la rosa
    In base alle risposte che darà lo specchietto, andranno sostituiti i casi B e A2 con i profili giusti, quelli da 10 milioni
    Ma decidere prima una strategia conservativa o rivoluzionaria è contro le leggi del mercato, nel senso che se una legge di mercato è sacrificata sull'altare di un concetto, quella strategia rischia di essere dannosa
  • OFFLINE
    boks xv
    Post: 266
    00 5/23/2017 6:23 PM
    mah, io la vedo come Cuchillo.
    però, pur volendo sposare la linea di Mark Lenders, temo le tempistiche.
    voglio dire, siamo a giugno, il campionato è finito e Biglia, che da quattro mesi dice che "è quasi tutto a posto" ancora non ha firmato...
    dobbiamo vendere 'sti tre pezzi grossi? bene, quando? a metà agosto, cosa non del tutto campata in aria, visti i precedenti? e che squadra fai in due settimane? ma anche in tre, quattro. che amalgama metti insieme?
    una sola cosa è certa: questa volta la società non può più sbagliare.
    l'upgrade ci deve assolutamente essere. se ricomincia l'altalena Lotito rimane co' Diaconale e darienzo.
  • OFFLINE
    Drenai71
    Post: 1,597
    00 5/23/2017 7:12 PM
    io penso che per la lazio sia obbligatorio cedere e reinvestire, ma la strategia ottimale a mio modo di vedere dovrebbe essere un pezzo, massimo due, l'anno.
    il problema, in questo caso, è che i suddetti 3 elementi cardine (per i quali vale chiaramente tutto quanto detto da cuchillo e cioè che devi essere molto bravo a reinvestire per non subire un danno tecnico a breve termine), vanno a scadenza l'anno prossimo.
    e per la lazio portarseli dietro e perderli a zero, anche ammesso che tenendoli ripeti il campionato di quest'anno mentre cedendoli perdi qualche posizione, sarebbe molto piu dannoso in termini generali.
    perchè i soldi del mercato, quelli che di fatto ti permettono di provare a giocartela con quelle che fatturano piu di te, vengono per forza di cose dai talenti che porti dentro ogni anno. se resti fermo, corri meno rischi l'anno prossimo, ma quello dopo la giostra si ferma. perchè perderesti lo stesso i 3 elementi cardine, ma non avresti una lira per ripartire.

    quindi io spero si riesca a far firmare uno o due dei tre probabili partenti, e si riescano a cedere bene gli altri.
    sui singoli il mio pensiero credo sia quello di tutti e anche della società. keita è quello che rappresenterebbe la perdita piu grave soprattutto perchè è quello che anche se rinnova resta comunque un asset, anzi, con un contratto lungo e dopo una stagione in cui si mostrasse al pubblico europeo il valore sarebbe raddoppiato.
    biglia dal punto di vista gestionale, se ti offrono 20/25 sarebbe da cedere, ma è quello piu complicato da sostituire.
    devrij, e lo dico con dispiacere perchè ci sono affezionato, spero abbiano già un accordo con qualcuno (anche se le parole di diaconale di oggi mi preoccupano).
  • OFFLINE
    cuchillo76
    Post: 1,663
    00 5/23/2017 7:28 PM
    Re:

    boks xv, 23/05/2017 18.23:

    se ricomincia l'altalena Lotito rimane co' Diaconale e darienzo.



       

    Se non fa una squadra/rosa migliore di questa davvero m'incazzo, a 'sto giro...
    Non ho mai reali pretese, se non quella di giocare in Europa.
    Ma non migliorare questa bella squadra sarebbe una follia.
    Disperderebbe nuovamente tutto...


  • Tag discussione
  • mo39