Real UFO

Le famose "Cirillidi"

  • Posts
  • Ufologo-555
    00 5/14/2017 7:31 PM
    Chi le ricorda ...?






    Le famose "Cirillidi"; secondo gli astronomi sono delle stelle cadenti riprese il 9 Febbraio 1913, giorno di S.Cirillo, appunto; ed hanno pensato "bene" di chiamarle così ...

    (Una ricostruzione del Dunlap Observatory)




    Ora provate a suggerirmi cosa possono essere queste "stelle cadenti" in perfetta formazione di tre e di quattro!!!
    E qualche enciclopedia astronomica, od altro, le riporta così, come le state vedendo e con la "spiegazione" di fenomeno meteorico! Allora, mi chiedo, sono sprovveduti (a dir poco) quelli che ritengono essere delle meteoriti (per l'appunto "Cirillidi", dal Santo del giorno) o sono del tutto fesso io che le ritengo formazioni, ben allineate, di Oggetti Volanti Non Identificati...!
    I testimoni di Toronto furono centinaia; ma il Loro passaggio fu registrato anche la notte seguente ancora a Toronto e sul Lago Ontario. Proprio per la lunga durata gli astronomi rimasero alquanto perplessi...
    La formazione è composta da sezioni di tre e di quattro Oggetti che volano in formazione ad "ala", così chiamata; in più tutti perfettamnte orizzontali, è troppo, almeno per me!

    Avete mai osservato delle meteoriti in formazione, in volo controllato ed orizzontale...?


  • OFFLINE
    Arrival2017
    Post: 326
    Location: MILANO
    Age: 18
    Gender: Male
    00 5/14/2017 11:20 PM
    Riporto questo articolo dell'osservatorio galilei


    "l 9 febbraio 1913 alle ore 21 e 5 minuti ,alcuni astronomi notarono il passaggio di strani corpi celesti nel cielo di Toronto in Canada.
    Per primo fu avvistato un astro brillante, rosso, proveniente da nord- ovest e che si muoveva parallelamente all'orizzonte.
    Non era ancora cessato lo stupore di questa apparizione che altri corpi, provenienti dalla stessa direzione e che si muovevano ancora parallelamente all'orizzonte, seguirono il primo oggetto piccoli gruppi di due o tre o addirittura quattro corpuscoli, forse meteore !
    sia il primo che gli altri erano seguiti da piccole code brillanti che davano loro l'aspetto di razzi.
    Al termine dell'apparizione fu udito distintamente un boato, simile ad un tuono lontano, lo svolgersi del fenomeno era durato non più di tre minuti e mezzo.
    Alle osservazioni compiute a Toronto se ne aggiunsero in seguito numerose altre.
    Con tali osservazioni gli astronomi poterono ricavare l'orbita percorsa dai corpi nel tratto in cui erano stati osservati, concludendo che si trattava di una orbita circolare, con una eccentricità nulla , inclinata sull'equatore terrestre di 50.6° con un periodo di rivoluzione di 90 minuti potevano essere considerati satelliti della Terra !
    Si stabilì che sarebbe stato interessante scoprire se lo sciame era stato osservato anche in un passaggio successivo.
    Dopo Toronto avrebbe dovuto sorvolare, dopo un intero giro attorno alla Terra, , il Nebraska, lo Iowa ed il Missouri . Ma benché il Cielo fosse sereno, nessuno , da tali regioni, osservò un simile strano fenomeno, durante la notte del 9 febbraio 1913.
    In conclusione i corpi formanti questo sciame furono chiamati poi " Cirillidi " perché, non essendo stato capito di che cosa si trattasse, si prese la decisione di dar loro il nome del santo celebrato nel giorno della loro apparizione, ovvero San Cirillo alessandrino Vescovo e Dottore della Chiesa vissuto nel V Secolo, che fra altri vari santi,
    si festeggia il 9 febbraio"



    Fonte:
    www.osservatoriogalilei.com/home/index.php/rirorse/le-note-di-uranio/774-meteore-ma-che-c-entra-san...
    ==================================================



    Un fenomeno davvero interessante.
    Che dire? Faró ulteriori ricerche... [SM=x5315411]
  • OFFLINE
    Arrival2017
    Post: 326
    Location: MILANO
    Age: 18
    Gender: Male
    00 5/14/2017 11:34 PM
    Cito da wikipedia:


    "It was a unique meteoric phenomenon reported from locations across Canada, the northeastern United States, and Bermuda, and from many ships at sea, including eight off Brazil, giving a total recorded ground track of over 7,000 miles (11,000 km).[3][4][5] The meteors were particularly unusual in that there was no apparent radiant, that is to say, no point in the sky from which the meteors appeared to originate. The observations were analysed in detail, later the same year, by the astronomer Clarence Chant, leading him to conclude that as all accounts were positioned along a great circle arc, the source had been a small, short-lived natural satellite of the Earth.[6][7]"


    Come vedete, mentre su un sito c'é scritta una cosa, su un altro c'é scritto il suo opposto.
    Sul sito di prima c'é scritto che l'evento fu osservato solo in canada ma non nel nord america.
    Qui invece dice che ci sono state segnalazioni in canada, dal nord est degli USA, le Bermuda, finanche in Brasile.

    Il solito problema della ricerca nel campo del mistero: fonti ambigue, contraddittorie, poco attendibili.
    Il che complica di molto la ricerca stessa.

    Cmq la spiegazione sull'origine di queste meteore (?) sembra trovarsi in un piccolo satellite naturale della terra, vissuto per poco tempo.

    Furono fatti degli studi al riguardo, pubblicati su una importante rivista scientifica.



    Qui le fonti:
    adsabs.harvard.edu/full/1991LPI....22..995O
    adsabs.harvard.edu/abs/1913JRASC...7..145C

    [Edited by Arrival2017 5/14/2017 11:38 PM]
  • OFFLINE
    Arrival2017
    Post: 326
    Location: MILANO
    Age: 18
    Gender: Male
    00 5/14/2017 11:38 PM
    Sarebbe interessante avere nel forum qualche astronomo competente a fare eventuali obiezioni sui contenuti di questa ricerca.
    Anche perché non mi pare che sia stata corroborata da altre ricerche.

    Potremmo dire che un solo studio non basta,
    una prova per essere tale deve essere confermata anche da altre ricerche.

    Quindi il mistero rimane?
    tecnicamente, ancora si...
  • OFFLINE
    FABIOSKY63
    Post: 253
    Location: CIVITANOVA MARCHE
    Age: 58
    Gender: Male
    00 5/16/2017 12:58 AM
    ...analisi...

    in funzione della "rappresentazione" qui esposta... [SM=g28002]

    e di cui ho pochi motivi di dubitare VISTA LA FONTE, andando oltre il giusto appunto -"viaggiano in formazione"- di Massimo, direi che la scia lunga TIPICIZZA proprio la caduta di materiale "meteoritico" caldo e\o "cometario" bianco che NATURALMENTE si frantuma a contatto con la stratosfera e rilascia scia lunga -spesso "bianca"- frammentata... [SM=g27985]

    riguardo l'appunto di Massimo vi ricordo che ci sono decine di casi in cui la frammentazione di oggetti -naturali ed artificiali- in caduta apparente oppure no è tipicizzata dal volo "in formazione, anche "a seguire" dei primi...vedi ad esempio nella caduta dello Space Shuttle, ma anche in quella di sciami di meteoriti, ma anche nel caso di sciami cometari... [SM=g27985]

    il transito ad alta quota, qui stratosferica, riduce o ANNULLA il rumore trasmesso PROPRIO per rarefazione dovuta all'altitudine... [SM=g27985]

    se ci sono casi DA MOLLARE al fronte scettico eh!eh! sono PROPRIO questi dove la "probabilità" di VERO avvistamento ufologico scende VICINO allo zero...questo in conformità con alcune caratteristiche PECULIARI appena citate... [SM=g27985]

    "liberiamoci" delle zavorre INUTILI e comunque NON catalogabili come "ufo" e\o accertabili come "astronavi"...e andiamo al sodo!.. [SM=g27988]

    un esempio tale -per capirsi- è la foto che è stata appena certificata ufficialmente come NON contraffatta e presentata proprio ieri 14 Maggio al 25° Simposio sugli "ufo" di S.Marino...e di cui si ha serie relativa a supporto... [SM=g27988]

    caso DA CHIUDERE come "avvistamento meteoritico"... [SM=g27988]


    [SM=x5241256]





    Mr Spock says: it would be illogical to assume that all conditions remain stable
  • OFFLINE
    XavierXavier
    Post: 6
    Location: CENTO
    Age: 55
    Gender: Male
    00 5/16/2017 8:56 PM
    Re:
    Ufologo-555, 14/05/2017 19.31:


    Ora provate a suggerirmi cosa possono essere queste "stelle cadenti" in perfetta formazione di tre e di quattro!!!



    Forse meteore che si spaccavano ed i frammenti proseguivano a traiettoria ravvicinata per la conservazione della quantità di moto.

  • OFFLINE
    ZarzacoDranae
    Post: 714
    Location: MILANO
    Age: 18
    Gender: Male
    00 5/17/2017 10:16 AM


    Estoy de acuerdo con il mitico, ma cosa dico mitico... ITTICO... [SM=x5240712] maister nostro Fabiosky36. Sassolini che si frantumano incendiandosi nell'atmosfera nostrana. Sciami di meteoriti che, presumibilmente, furono provvidenziali in una delle innumerevoli battaglie di quel guerrafondaio di Giosuè, quando, appunto, sui Cananei cadde una pioggia di pietre. Memori di questo, gli Esseni pregarono inutilmente Dio che mandasse sulle legioni romane stanziate in Palestina, pietre e fiamme dal cielo che li incenerissero. Gnient da fer... Yhwh, o chi per lui, si era dileguato da tempo, "I figli della luce" come si autodefinivano gli Esseni, non ricevettero aiuti da alcuna pietruzza cadente da sciami meteoritici.

    Si legge (io non mi ricordo...) che nel 1993 in Italia furono segnalate parecchie cadute di meteoriti, il 19 gennaio si registrò l'esplosione di un bolide sopra i cieli dell'Emilia Romagna, provocando effetti luminosi osservati su un'area di circa 200.000 km. quadrati. La successiva classificazione riporta lo sbriciolarsi di un corpo luminoso entrato nella nostra atmosfera. Non successe niente di grave, ma nell'immaginario collettivo questi impatti vengono catalogati come portatori di jella (la cometa di Halley ne è la conferma...), e non c'è scienza che valga a smitizzare le antiche paure conservate a livello inconscio dentro di noi.