Lazio Few

Stadi

  • Posts
  • OFFLINE
    cuchillo76
    Post: 1,663
    00 2/27/2017 10:45 AM
    Mi appassiona molto poco tutta la questione stadi.
    Sapete che io amo solo il campo e ciò che su quel rettangolo accade.
    Il resto mi diverte molto poco perché sono perlopiù un incompetente.
    Di economia, di urbanistica, di idrogeologia...

    Mi direte: allora che partecipi a fare? In effetti, ci sta come domanda.

    Io vorrei solo capire da chi ci capisce, per l'appunto, se ci sarà un nesso di causalità tra "stadio di proprietà" e "trofei" e se sì perché.
  • OFFLINE
    Mark Lenders (ML)
    Post: 2,725
    00 2/27/2017 1:12 PM
    Se questo piccolo forum può essere utilizzato come termometro per misurare la motivazione dei laziali all'indomani dell'ennesimo favore politico alla as roma, siamo messi così:

    Due

    Mark Lenders (ML), 26/02/2017 12.22:


    Se vogliamo provare a essere competitivi quanto la Roma dobbiamo ricattare le istituzioni come fanno i tifosi della Roma.



    ReflexBlue74, 26/02/2017 12.33:

    ISarà una trattativa lunga e complicata, se partiamo concilianti e ben disposti finiamo per prendercelo nel culo con la sabbia. Ci si presenta a muso duro: chiedere cento per ottenere dieci.




    contro quattro

    boks xv, 26/02/2017 19.03:

    tutto si bloccherà



    ℬaruch, 26/02/2017 14.06:

    Tutto fallirà



    Magnopèl, 27/02/2017 10.32:

    E muerte sarà.



    cuchillo76, 27/02/2017 10.45:

    Mi appassiona molto poco tutta la questione stadi.



    e siamo fra laziali.
    Aggiungere qualche milione di romanisti, quelli che non seguono il calcio, quelli che tifano altre squadre e shakerare il tutto: ma dove cazzo vogliamo andare?

    A me sta bene tutto (per modo di dire), ma non mi sta bene che quando si perdono le partite si sfoderi una grande verve per inveire contro la qualità tecnica dei giocatori della Lazio, contro l'allenatore, contro la società che tira a campare, e poi quando ci sarebbe da spendersi per fare finalmente qualcosa il piglio è quello di cui sopra. E si ha pure il coraggio di dire che non è colpa dei tifosi. Che per il derby - a oggi - hanno acquistato 12mila biglietti (mecojoni che mobilitazione!) e giovedì mattina saranno prontissimi a sparare ad alzo zero dopo la probabile scoppola contro una squadra che investe il quadruplo.
  • OFFLINE
    Magnopèl
    Post: 637
    00 2/27/2017 1:39 PM
    Però hai preso la mia chiosa solamente. ;)
    Sono d'accordo per esempio che bisogna pretendere 100 per ottenere 50, ma bisogna partire da una base decente, sia Lotito sia il comune eh.
    Diciamo che Lotito non può impuntarsi sulla Tiberina (a mia memoria i suoi erano terreni agricoli) e il comune non ci può voler appioppare il cadavere del Flaminio.
    Poi se i terreni di Lotito diventassero (o sono diventati) edificabili, se il comune proponesse aree interessanti, ecc. ecc., io questo non lo so.
    La mia chiosa era una previsione alla testardaggine di Lotito, testardaggine che però sarebbe stupida e Lotito, voglio ancora credere questo, stupido non è.
    Vedremo.
  • OFFLINE
    boks xv
    Post: 266
    00 2/27/2017 1:48 PM
    ammazza che dito ar culo che sei! [SM=g27987]

    si arenerà tutto perché lotito vorrà la Tiberina, solo la Tiberina, nient'altro che la Tiberina.
    qualunque altra proposta sarà rigettata al mittente.
    questo sarà il vero dramma, non certo i twitter di Spicciarello o gli elzeviri di Greco.
    io sono pronto a partire lancia in resta a fianco della società ma, al momento del "quaglio", vedrai che sarà lotito a bruciare le navi alle spalle.
    e lì sarò io che troverò lazialmente inaccettabile non assediarlo sotto casa.
  • OFFLINE
    Mark Lenders (ML)
    Post: 2,725
    00 2/27/2017 1:52 PM
    Magnopèl, 27/02/2017 13.39:

    Però hai preso la mia chiosa solamente. ;) Sono d'accordo per esempio che bisogna pretendere 100 per ottenere 50, ma bisogna partire da una base decente, sia Lotito sia il comune eh. Diciamo che Lotito non può impuntarsi sulla Tiberina (a mia memoria i suoi erano terreni agricoli) e il comune non ci può voler appioppare il cadavere del Flaminio. Poi se i terreni di Lotito diventassero (o sono diventati) edificabili, se il comune proponesse aree interessanti, ecc. ecc., io questo non lo so. La mia chiosa era una previsione alla testardaggine di Lotito, testardaggine che però sarebbe stupida e Lotito, voglio ancora credere questo, stupido non è. Vedremo.




    Se vogliamo utilizzare il metodo Baruch, ossia parlarci francamente senza indossare l'elmo della battaglia, io ti dico che una politica seria proporrebbe alla Lazio non di prendersi il Flaminio così com'è, bensì:
    - o di prendersi il Flaminio provando a inventarsi degli spazi di manovra (parcheggi, negozi, museo, etc) che dopo la costruzione dell'Auditorium non esistono più, e francamente non so se sarebbe possibile
    - oppure di acquistare l'Olimpico dal Coni per ristrutturarlo a misura concedendo anche di trasformare l'area circostante in una cittadella della Lazio.

    Tra parentesi, di tutte le facce di culo che stanno parlando in questi giorni (oggi come previsto hanno svegliato Morassut che per cinque anni era stato in letargo, li mortacci sua) il più vergognoso è stato il solito Malagò. Il quale ha diritto alle sue opinioni di privato cittadino e di tifoso, ma dovrebbe ricordarsi che in questo momento è presidente del Coni e per il Coni perdere l'affitto versato dalla Roma è una notizia pessima, mentre lui allegramente ha combattuto al fianco di Pallotta.

    Comunque, visto che il Foro Italico non te lo faranno toccare, visto che al Flaminio non c'è più spazio, e visto che la Tiberina è un progetto anche un po' più folle di Tor di Valle, io credo che il punto di caduta della trattativa possa essere Tor Vergata. Non mi chiedete come, ma mi immagino un baratto tra i terreni della Tiberina e altri più consoni alla costruzione di uno stadio. Tuttavia per arrivare a questo è obbligatorio partire in quarta con la Tiberina e con la richiesta di par condicio, altrimenti sì che sarà muerte...
  • OFFLINE
    alenboksic71
    Post: 321
    00 2/27/2017 2:26 PM
    Re:
    ℬaruch, 26/02/2017 14.06:

    Tutto fallirà proprio perché Lotito chiede 100 per ottenere 100. Al massimo 101, ma mai 99. L'approccio di Lotito sullo stadio sarà lo stesso di Lotito su Djordjevic, per cui voleva 15 milioni. Il problema non sarà quanto la giunta sarà disposta a trattare, ma quanto lo sia Lotito, e su questo punto ogni questione è preliminarmente arenata


    100%.
    Sono costretto a lavorare per uno che fa praticamente lo stesso lavoro di Lotito, e lo fa alla stessa maniera, e si comporta alla stessa maniera. E ti spara 150 non per avere 100 ma 151 col ricatto. E così sarà.
    E il comunicato, che a me non è dispiaciuto, è tardivo di almeno una settimana ma almeno mette le mani avanti e fa capire che ci siamo e qualche voto in cabina elettorale potrebbe venire utile.
    Detto questo, qualora vi fosse un serio progetto di stadio della Lazio sarei il primo ad appoggiarlo. 
  • OFFLINE
    ReflexBlue74
    Post: 1,588
    00 2/27/2017 2:54 PM
    Lotito non è un illuminato visionario alla Elon Musk, e non è nemmeno Della Valle, è il classico imprenditore che si alimenta e prospera nel sottobosco romano di mazzette, parentele, calci in culo e inciuci. Però non è un coglione, dai.
    Se ci sono possibilità di realizzo anche in terreni lontani dalla Tiberina io credo prenderà in considerazione le eventuali alternative.
    Siamo alle schermaglie iniziali: Lotito si presenta con la Tiberina e il Comune risponde con il Flaminio.
  • OFFLINE
    Er Matador
    Post: 652
    00 2/28/2017 2:35 AM
    Re:
    cuchillo76, 27/02/2017 10.45:

    Io vorrei solo capire da chi ci capisce, per l'appunto, se ci sarà un nesso di causalità tra "stadio di proprietà" e "trofei" e se sì perché.


    Non sono fra quelli che ci capiscono più di tanto, ma provo a inquadrare la questione.
    L'indotto collegato allo stadio - inteso come attività commerciali e ricreative, immobili di proprietà da affittare ecc. - può garantire regolarmente introiti extra, aumentando il fatturato e quindi la possibilità di competere sul piano tecnico.
    Questo, naturalmente, valutando con la massima attenzione le questioni logistiche, contabili e via discorrendo: perché, se si sbaglia qualcosa, è difficile tornare indietro.
    Lo stadio di proprietà in sé, privo dell'indotto di cui sopra, diventa un boomerang: la prima società italiana a costruirne uno, la Reggiana, è fallita nel giro di poche stagioni.
    Ciò premesso, non ho sensazioni positive per due motivi.
    Uno è il modus operandi del Nostro, su cui Baruch è stato semplicemente definitivo.
    L'altro è la convinzione che, causa pressioni esterne e altro, la par condicio del tipo "l'hanno lasciato fare a loro, lo lasciano fare anche a noi" sia quanto di più lontano dalla realtà.
    L'obiettivo sarà quello di rifilarci, se non il Flaminio, una soluzione che cristallizzi nei secoli dei secoli le gerarchie cittadine, ci si può immaginare in quale direzione: modello Torino, inteso sia come città sia come squadra.
    In uno scenario così delineato, a noi conveniva puntare allo 0-0: vale a dire niente stadio per nessuna delle due sperando nelle conseguenze disastrose per loro, e soltanto per loro, invocate da Pallotta.
    Che non ci sia stata una sufficiente reazione da parte dell'ambiente - ammesso che l'ipotesi da me indicata sia davvero la più favorevole, non sono molto esperto in materia - sarà anche vero.
    Ma mi sembra più significativo che la società, cui francamente toccava la prima mossa, abbia invece tifato per la porcata ammeregana nella convinzione - secondo me infantile, ribadisco - di sfruttarla come potente apripista.
    Per me la chiave di lettura è molto semplice: con questa scelta strategica, il conflitto di interessi fra il Lotito imprenditore e il Lotito presidente della Lazio - in rigoroso ordine di importanza nelle convinzioni dell'interessato - è giunto al definitivo punto di rottura.
    Dopo di che, sono anch'io dell'idea che, se il patron punta davvero allo Stadio delle Aquile, vada sostenuto in maniera incondizionata.
    Mettendo però in conto il rischio di marciare motivati e compatti sulle orme di uno che, Lazio al seguito, punta dritto verso un burrone.
    [Edited by Er Matador 2/28/2017 2:39 AM]
2