Freeforumzone mobile

Tubeless o tubolari?

  • Posts
  • OFFLINE
    Stefano.Ursi
    Post: 1
    Registered in: 9/14/2015
    Junior User
    00 9/14/2015 6:02 PM
    Salve ragazzi, ho intenzione di cambiare i copertoni alla mia bici e vorrei provare modelli nuovi :) Cosa ne pensate dei tubolari o dei tubeless? Quali caratteristiche hanno e cosa li differenzia? Sono migliori dei tradizionali copertoni? In caso di foratura, come dovrei comportarmi? Se dovessi scegliere i tubolari, vanno bene per qualsiasi bici da corsa oppure ci sono modelli adatti ad ogni bicicletta? Di che materiale sono composti? Sono abbastanza robusti, resistenti e soprattutto leggeri? Ho dato un'occhiata ai vari modelli su UpSport e mi hanno colpito i tubolari per bici da corsa della Continental, cosa ne pensate di questo brand? Conoscete altri modelli da suggerirmi?

    Grazie in anticipo :)
  • OFFLINE
    MirkoBL
    Post: 3,682
    Registered in: 8/2/2007
    Master User
    00 9/16/2015 10:34 AM
    Innanzitutto benvenuto.
    Io non posso essere molto d'aiuto, perché vado di copertone normale.
    I tubolari, comunque, dovrebbero andare bene per tutti i modelli di bici da corsa, essendo fabbricati proprio per questo...
    Io uso copertoni Continental (GP4000S) da 23" (che poi, in realtà, sono 24" abbondanti) da anni e mi ci trovo bene: solidi, resistenti alle forature (anche se due settimane fa mi s è tagliato sulla spalla uno montato da 2 settimane [SM=g28000] ), probabilmente un po' meno scorrevoli di altre marche. QUindi del brand non posso che fornire recensioni positive.
    So che la Veloflex fa buoni tubolari ed anche quelli che loro chiamano "tubolari aperti", cioè copertoni realizzati con lo stesso processo produttivo.
    Diciamo che il problema dei tubolari è che bisogna incollarli col mastice, azione per la quale servono un po' di pratica e d'attenzione, e che in caso di foratura, secondo me, sono più pratici i copertoni perché almeno è più semplice sostituire solo la camera d'aria.

    ******************************

    Ciao Moro...

    9/10/1963 - “Un sasso è caduto in un bicchiere colmo d’acqua e l’acqua è traboccata sulla tovaglia. Tutto qui. Solo che il bicchiere era alto centinaia di metri e il sasso grande come una montagna e di sotto, sulla tovaglia, stavano migliaia di creature umane che non potevano difendersi.” (D. Buzzati)