Freeforumzone mobile

Voglia di Val d'Aveto

  • Posts
  • OFFLINE
    pierole1
    Post: 530
    Registered in: 9/21/2006
    Senior User
    00 9/12/2015 1:35 AM
    La val d'Aveto si sa è un vero paradiso per i ciclisti grazie alle strade poco frequentate immerse nel verde e alle salite di tutto rispetto. Incastrata tra le valli Trebbia, Fontanabuona, Taro, Ceno e Nure ha una dozzina di salite che la collegano con dette valli offrendo così la possibilità di disegnare percorsi di elevato impegno anche senza eccedere nella distanza. Per me la val d'Aveto non è proprio dietro l'angolo ma almeno un paio di volte l'anno vi torno volentieri [SM=g27998] cercando percorsi sempre nuovi concatenando le varie salite. Il giro di martedì scorso lo consiglio vivamente. [SM=g28002]
    Da Ottone in Valtrebbia a Loco dove inizia i passo del Fregarolo che porta in val d'Aveto a Cabanne e poi a Rezzoaglio.

    Loco dalle prime rampe del Fregarolo



    Passo del Fregarolo



    Da Rezzoaglio la strada riprende a salire verso Santo Stefano d'Aveto nella grande conca della foresta del monte Penna la cui cresta sommitale, caratterizzata alle estremità dai passi Chiodo e Tomarlo è raggiungibile anche da un terzo passo, il Romezzano, il più impegnativo dei tre specie nel finale e che termina sulla strada che collega gli altri due.

    Inizio del Romezzano




    La strada Chiodo- Tomarlo



    Salito il Romezzano , si raggiunge il vicino Tomarlo per scendere per alcuni chilometri verso la Val Nure prima di svoltare a sinistra e salire i circa 3 km che portano al passo del Crociglia con pendenze costanti sul 10%.

    Dal Tomarlo le valli Ceno e Taro



    Alta Val Nure




    Passo del Crociglia




    Dal passo una bella discesa che dopo aver toccato il grazioso abitato di Torrio riporta in val d’Aveto .




    Si discende quindi fino alla centrale Ruffinati dove si passa l’Aveto e con salita davvero impegnativa, in 6,5 Km dopo aver superato le povere case di Lisore, si raggiunge Selva sulla strada panoramica della val d’Aveto.

    Lisore



    Termine salita, la chiesa di Selva ormai diroccata




    Da Selva brevi saliscendi per alcuni chilometri con bella vista sul versante opposto della valle conducono al passo di monte Veri e quindi in discesa fino a Ottone al cospetto dei due monti simbolo della Valtrebbia, l’Alfeo e il Lesima.

    Cattaragna



    Bivio Ottone al Monte Veri



    I monti Alfeo e Lesima



    Percorso



    In tutto 107 Km con 2800 metri di dislivello [SM=g27985]

    ==================================================
    Dopo un bel giro un prosecco fresco non ha prezzo
  • OFFLINE
    pandicko
    Post: 540
    Registered in: 10/6/2012
    Senior User
    00 9/13/2015 5:15 PM
    Gran bel giro più che impegnativo, gran belle foto... grandissimo! [SM=g28002] [SM=g28002] [SM=g28002]
  • OFFLINE
    CaSe63
    Post: 2,056
    Registered in: 4/5/2009
    Veteran User
    00 9/17/2015 4:59 PM
    Bel giro, anche io amo la Val d'Aveto: tra l'altro sei stato proprio tu a portarmici per la prima volta! Chissà come saranno ridotte adesso quelle zone, dopo i disastri dei giorni scorsi... [SM=g27992]
  • OFFLINE
    oldscat
    Post: 247
    Registered in: 12/11/2010
    Junior User
    00 9/18/2015 10:04 AM
    val d'aveto
    Ciao Sergio,
    La situazione della viabilità in Appennino è alquanto critica.
    Premetto che non sono notizie aggiornate ad ora ma comunque il quadro è questo.

    Val Nure: interrotta la strada provinciale prima di Bettola l'unica deviazione è sulla vecchia strada (quella che avevavmo fatto un anno fa)assolutamente inadatta a sopportare l'intero traffico della valle;
    vi è un'ulteriore interruzione dopo Ferriere quindi per andare sullo Zovallo si deve passare per il versante opposto della valle via Canadello-Rompeggio.

    Val Trebbia: con il crollo del Ponte Barberino per chi in bici voglia andare a Bobbio o si avventura nella galleria (un vero e proprio buco nero) oppure deve scavalcare qualche montagna (la via più breve per chi viene da Piacenza è passare per 100Merli-Dugara)

    Val d'Aveto: qui è un vero disastro. Ho visto una foto del bivio per Cattaragna (se la cerchi in rete dovresti trovarla) in cui si vede solo un'infinita pietraia; mi dicono che a Ruffinati sia rimasto ben poco e comunque l'intero tratto sino a Rezzoaglio è devastato.

    Se questa è la situazione sugli assi viari principali vi lascio immaginare come siano messe tutte le altre strade (Mercatello, panoramica di Cerignale, ecc.ecc.)

    Va nettamente meglio in Val d'Arda e nella prima collina.
    saluti
  • OFFLINE
    grigua
    Post: 2,540
    Registered in: 1/2/2008
    Veteran User
    00 9/19/2015 10:34 PM

    Ciao Piero!
    Magari non rispondo subito, ma non credere che mi lasci sfuggire uno dei tuoi splendidi reportages.
    Guardando le foto stupende e leggendo con quanta naturalezza le racconti, quasi ci si dimentica dell'impresa atletica, sembra tutto facile: sei un grande! [SM=g28002]


    P.S.: questi sono due servizi di qualche giorno fa in cui si parla di Cattaragna, si fa fatica a pensare che siano gli stessi posti delle tue foto.

    https://www.youtube.com/watch?v=ZTey6_YVgHc

    Estratto dal tg: al minuto 1:13 inizia il servizio su Cattaragna

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b5452ebc-3a7a-42bd-8e9f-fe790a87c37b-tg1.html


    Scusate l'off-topic, ma questo è un altro angolo di Liguria che Piero conosce bene. Il Santuario della Madonna dell'Acqua in Valbrevenna, colpito duramente dall'alluvione. Prima e dopo.







    ====================================================

    Un'emozione in più è terra conquistata,
    non possiamo chiedere certezze a questa vita (R.Z.)

    E' il tempo, sai, che ci misura,
    che ci fa uomini o soltanto frenesia (R.Z.)
  • OFFLINE
    CaSe63
    Post: 2,057
    Registered in: 4/5/2009
    Veteran User
    00 9/20/2015 9:57 PM
    Grazie a tutti e due: peggio di quanto pensassi!! Un vero disastro, chissà quando potranno tornare in condizioni normali.
  • OFFLINE
    pierole1
    Post: 530
    Registered in: 9/21/2006
    Senior User
    00 9/21/2015 7:27 PM
    Re:
    grigua, 19/09/2015 22:34:


    P.S.: questi sono due servizi di qualche giorno fa in cui si parla di Cattaragna, si fa fatica a pensare che siano gli stessi posti delle tue foto.

    https://www.youtube.com/watch?v=ZTey6_YVgHc

    Estratto dal tg: al minuto 1:13 inizia il servizio su Cattaragna

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b5452ebc-3a7a-42bd-8e9f-fe790a87c37b-tg1.html




    Davvero impressionante, incredibile. Povere valli Piacentine, quando si riprenderanno?

    ==================================================
    Dopo un bel giro un prosecco fresco non ha prezzo
  • OFFLINE
    oldscat
    Post: 256
    Registered in: 12/11/2010
    Junior User
    00 7/31/2016 3:52 PM
    cattaragna
    Volevo solo comunicare agli innamorati della Val d'Aveto che la strada di Cattaragna (quella che dipartendosi dal KM 17 della strada della Val Aveto giunge sino a Brugneto attraversando gli abitati di Cattaragna, Curletti e Tornarezza) devastata dall'alluvione di settembre è stata oggetto di un intervento di ripristino veramente superlativo:non è mai stata così bella.

    Non aggiungo altro: inseritela in un itinerario circolare o ripetela avanti e indietro ma comunque FATELA (e al più presto).

    saluti
    stefano
  • OFFLINE
    pierole1
    Post: 563
    Registered in: 9/21/2006
    Senior User
    00 8/1/2016 7:40 AM
    Re: cattaragna
    oldscat, 31/07/2016 15.52:

    Volevo solo comunicare agli innamorati della Val d'Aveto che la strada di Cattaragna (quella che dipartendosi dal KM 17 della strada della Val Aveto giunge sino a Brugneto attraversando gli abitati di Cattaragna, Curletti e Tornarezza) devastata dall'alluvione di settembre è stata oggetto di un intervento di ripristino veramente superlativo:non è mai stata così bella.

    Non aggiungo altro: inseritela in un itinerario circolare o ripetela avanti e indietro ma comunque FATELA (e al più presto).

    saluti
    stefano



    Grazie per l'informazione. [SM=g28002] Fatta con Sergio in salita qualche anno fa era in pessime condizioni, ci tornerò senz'altro.

    ==================================================
    Dopo un bel giro un prosecco fresco non ha prezzo