Anima Cafè

Tetragrammaton

  • Posts
  • OFFLINE
    Rialtina!!
    Post: 120
    Post: 16
    Registered in: 1/11/2013
    Location: ANNONE VENETO
    Age: 73
    Gender: Female
    00 12/22/2013 2:38 AM
    YHWH -
    Wikipedia


    Sebbene vi siano una bibliografia e/o dei collegamenti esterni, manca la contestualizzazione delle fonti con note a piè di pagina o altri riferimenti precisi che indichino puntualmente la provenienza delle informazioni. Puoi migliorare questa voce citando le fonti più precisamente. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.





    Evoluzione del tetragramma dall'alfabeto fenicio all'attuale ebraico
    Il tetragramma biblico è la sequenza delle quattro lettere (in greco: tetragràmmaton; τέτρα, «quattro» e γράμματα, «lettere») ebraiche che compongono il nome proprio del dio descritto nel Tanach: יהוה (he-waw-he-yodh, da leggersi da destra a sinistra). In passato era largamente attestata la traslitterazione JHWH; in epoca contemporanea invece la traslitterazione più diffusa è YHWH, dato che il valore consonantico e fonetico che la lettera J possiede in diverse lingue neolatine e in quella inglese (come in «jeans») non corrisponde alla yod ebraica, sebbene anche in italiano la I e la J siano considerate varianti della stessa lettera (solo dagli anni '50 del XX secolo, con il massiccio afflusso di anglicismi nella lingua italiana, la J ha acquistato valore consonantico).[1]

    Per interpretazione restrittiva, gli Ebrei considerano, fin dall'antichità, il tetragramma come troppo sacro per essere pronunciato. La Halakhah prescrive che il nome sia pronunciato come Adonai (quest'ultimo è anch'esso considerato un nome sacro, da usarsi solamente durante le preghiere);[2] prescrivendo anche che per farvi riferimento si debba usare la forma impersonale haShem ("il Nome").[3]

    Dato che nella lingua ebraica non si scrivono le vocali, il tetragramma biblico è costituito unicamente da consonanti; poiché esso non viene pronunciato, la corretta vocalizzazione (l'interpolazione di vocali alle consonanti) delle quattro lettere del tetragarmma è andata col tempo perduta. Inoltre, delle quattro consonanti che compongono il tetragramma, due hanno un suono semivocalico, e tre possono anche essere mute, nella pronuncia (matres lectionis): pertanto si potrebbe anche arrivare, paradossalmente, a ipotizzare una pronuncia unicamente vocalica, quasi come una emissione ininterrotta del fiato. L'Ebraismo ritiene persa la corretta pronuncia del nome sacro: da ciò è nata, a partire dal XVI secolo e soprattutto da parte di studiosi cristiani, una ricerca approfondita e vasta, tuttora in discussione.
  • OFFLINE
    Rialtina
    Post: 1,198
    Post: 339
    Registered in: 2/4/2011
    Gender: Female
    00 12/22/2013 3:19 AM
    Re: YHWH -
    Rialtina!!, 12/22/2013 2:38 AM:

    Wikipedia


    Sebbene vi siano una bibliografia e/o dei collegamenti esterni, manca la contestualizzazione delle fonti con note a piè di pagina o altri riferimenti precisi che indichino puntualmente la provenienza delle informazioni. Puoi migliorare questa voce citando le fonti più precisamente. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.





    Evoluzione del tetragramma dall'alfabeto fenicio all'attuale ebraico
    Il tetragramma biblico è la sequenza delle quattro lettere (in greco: tetragràmmaton; τέτρα, «quattro» e γράμματα, «lettere») ebraiche che compongono il nome proprio del dio descritto nel Tanach: יהוה (he-waw-he-yodh, da leggersi da destra a sinistra). In passato era largamente attestata la traslitterazione JHWH; in epoca contemporanea invece la traslitterazione più diffusa è YHWH, dato che il valore consonantico e fonetico che la lettera J possiede in diverse lingue neolatine e in quella inglese (come in «jeans») non corrisponde alla yod ebraica, sebbene anche in italiano la I e la J siano considerate varianti della stessa lettera (solo dagli anni '50 del XX secolo, con il massiccio afflusso di anglicismi nella lingua italiana, la J ha acquistato valore consonantico).[1]

    Per interpretazione restrittiva, gli Ebrei considerano, fin dall'antichità, il tetragramma come troppo sacro per essere pronunciato. La Halakhah prescrive che il nome sia pronunciato come Adonai (quest'ultimo è anch'esso considerato un nome sacro, da usarsi solamente durante le preghiere);[2] prescrivendo anche che per farvi riferimento si debba usare la forma impersonale haShem ("il Nome").[3]

    Dato che nella lingua ebraica non si scrivono le vocali, il tetragramma biblico è costituito unicamente da consonanti; poiché esso non viene pronunciato, la corretta vocalizzazione (l'interpolazione di vocali alle consonanti) delle quattro lettere del tetragarmma è andata col tempo perduta. Inoltre, delle quattro consonanti che compongono il tetragramma, due hanno un suono semivocalico, e tre possono anche essere mute, nella pronuncia (matres lectionis): pertanto si potrebbe anche arrivare, paradossalmente, a ipotizzare una pronuncia unicamente vocalica, quasi come una emissione ininterrotta del fiato. L'Ebraismo ritiene persa la corretta pronuncia del nome sacro: da ciò è nata, a partire dal XVI secolo e soprattutto da parte di studiosi cristiani, una ricerca approfondita e vasta, tuttora in discussione.




    halakhah

    Web definitions

    Halakha —also transliterated Halocho, or Halacha—is the collective body of religious laws for Jews, including biblical law and later talmudic and rabbinic law, as well as customs and traditions. ...
    en.wikipedia.org/wiki/Halakhah





    " I sorrisi sono poca cosa,a dire il vero,ma sparsi lungo il sentiero della vita,il bene che fanno e` inestimabileGender: Male
    Master User




    Photobucket
    ."