Inlinea Online - Il forum Weight Watchers. Dieta Weight Watchers, dieta libera e tanto altro : forum di auto aiuto !

Caffè verde: la nuova frontiera antiossidante e dimagrante

  • Posts
  • OFFLINE
    marblu1
    Post: 11,597
    Registered in: 3/1/2005
    Gender: Female
    gallinaccia
    Slumber specialist.....
    00 5/15/2013 4:41 PM
    Fonte: QUIQUI

    Nell’era delle “mode-dieta-super-dimagrante” e nell’era del “conosciamo le proprietà nutraceutiche” dei nostri alimenti, uno in particolare sta soppiantando le doti eccezionali del thè verde, e soprattutto sta guadagnando terreno sia come escamotage per bruciare meglio i grassi, sia per innalzare i guadagni delle erboristerie.

    Il caffè verde !
    Un nome una garanzia !
    Il caffè, conosciuto per le sue proprietà termogeniche, attivatore metabolico, antiossidante, drenante .. e il colore verde, colore della natura e della speranza, sembrerebbe la formula perfetta dell’elisir di lunga vita.
    Esaltare o no questo prodotto?
    Siamo vittime ancora una volta di mode alimentari?
    Approfondiamo un pò…
    Cos’è?
    La pianta appartiene alla famiglia delle Rubiaceae e le sue origini si perdono nella notte dei tempi.

    Si tratta di una semplice miscela arabica di caffè “crudo“, ovvero non torrefatto, sottoposto ad un processo di essicazione.
    La consistenza dei chicchi di caffè verde è dura e cornea: difficili da macinare e tritare, i piccoli chicchi presentano generalmente un colore che varia dal verde al giallino.
    Le proprietà e i benefici del caffè verde:

    I benefici del caffè verde sono riportati in una serie di studi, ancora molto sperimentali e discutibili, comparsi tra l’altro sulla rivista “Gastroenterology Research and Practice“.
    Ad essere analizzate sono state le proprietà dimagranti del caffè verde, proprietà, oggetto di numerosissimi studi ed analisi scientifiche anche a riguardo del caffè torrefatto, con il quale si differenzia abbastanza, in quanto la lavorazione modifica sensibilmente le componenti dei chicchi; a cominciare dalla caffeina.

    In generale, la percentuale di caffeina è più bassa nel caffè verde rispetto alle miscele arabiche, poichè nei chicchi crudi la caffeina (o 1,3,7-trimetilxantina) è associata all’acidoclorogenico, formando il clorogenato di caffeina.

    Questo comporta anche un diverso assorbimento da parte del corpo umano, che impiega molto più tempo per metabolizzare la caffeina, ma può anche beneficiare più a lungo delle sue proprietà.

    Con il classico caffè il picco di caffeina avviene dopo 30-40 min, con uno smaltimento veloce.

    Con quello verde si ha un assorbimento lento e continuo.

    Da cosa deriva il potere bruciagrassi del caffè verde?

    La caratteristica principale è l’alto contenuto di acido clorogenico (fino al 10% a tazzina), un componente in grado di ridurre l’assorbimento di zuccheri da parte dell’intestino e di velocizzare al contempo il metabolismo accelerando il naturale processo per il quale il nostro organismo brucia i grassi accumulati.

    Tale effetto è determinante per tenere sotto controllo la “fame di carboidrati” indotta da picchi insulinici, in modo da controllare appunto la metabolizzazione dei carboidrati.

    Inoltre l’acido clorogenico, agisce insieme alle metil-xantine , lavorando sul volume degliadipociti (cellule adipose),agevolando e stimolando la lipolisi, migliorando il metabolismo e riducendo il livello di zuccheri nel sangue.

    Ricordiamo anche che l’acido clorogenico è un potente antiossidante i cui effetti però si perdono con la tostatura dei chicchi: per questo il caffè normale ha solo una lieve influenza sul metabolismo, mentre quello verde ne ha una maggiore.

    È necessaria, tuttavia, una considerazione:

    non esiste alimento dimagrante che tenga senza una dieta sana ed equilibrata, quindi tenendo d’occhio la nostra alimentazione.

    A cosa giova, infatti, bere caffè verde quando per il resto della giornata si mangia smoderatamente?

    Quindi acquistiamo pure caffè verde o prodotti che lo contengono, ma che sia un’occasione per riguardare la nostra alimentazione e metterci a regime!

    ALTRE PROPRIETA’..

    Il caffè verde ha potere antiossidante molto alto e possiede un pH meno acido rispetto al caffè tradizionale e quindi tra i benefici per la salute, alcuni studiosi riconoscono anche l’azione contro i radicali liberi, oltre alla capacità di stimolare lucidità e freschezza mentale.
    I semi di caffè crudo contengono anche altri acidi importanti, come il ferulico (anch’esso antiossidante e antinfimmatorio), oltre a vitamine del complesso B, minerali e polifenoli.

    Sembrerebbe che il caffè verde sia anche molto utilizzato presso centri estetici, per effettuare bendaggi dall’azione riducente e tonificante. Terapia utilissima per chi soffre di gambe gonfie e problemi capillari, quindi anche anticellulite.

    La denominazione “verde” ci ricorda anche il tanto rinomato tè verde, e forse più propriamente si potrebbe parlare di un’accoppiata alquanto vincente !

    Caffè e tè verde potrebbero rivelarsi degli ottimi rimedi contro il rischio di ictus.

    A renderlo noto sarebbe stato un maxi-studio pubblicato sulle pagine di “Stroke: Journal of the American Heart Association”, e condotto in Giappone .

    Ma come potrebbe essere spiegato un simile fenomeno?

    Secondo gli esperti, probabilmente l’azione anti-ictus del caffè e del tè verde sarebbe da ricondurre alla presenza di acido clorogenico (antiossidante del caffè) e dalle catechine (antiossidanti presenti nel tè).
    Pare quindi che, per difendersi basta un piccolo cambiamento degli stili di vita: aggiungere alla dieta una tazza di tè verde al giorno.

    Come assumere il caffè verde :

    Le modalità di assunzione sono all’incirca le stesse: il caffè verde si prepara e si consuma come normale caffè solubile, ma anche sottoforma di tavolette, estratti e capsule.
    Si può anche acquistare in semi verdi crudi non tostati, da pestare in mortaio riducendoli in polvere. In seguito la polvere va immersa in acqua bollente (80-100°) lasciando in infusione e poi filtrando.

    I prodotti a base di caffè verde

    Un’alternativa al semplice caffè verde sono i prodotti “a base di“, ossia contenenti caffè verde assieme ad altre sostanze, spesso dalle proprietà dimagranti.

    Un esempio sono le miscele di caffè, commercializzate anche da grandi marchi, che propongono una miscela tra chicchi verdi e chicchi torrefatti.
    Oppure in qualche integratore alimentare viene miscelato con una piccola percentuale di cromo, che sembra anche avere funzione di buon controllore nei confronti della fame spasmodica di dolci.
  • OFFLINE
    marblu1
    Post: 11,597
    Registered in: 3/1/2005
    Gender: Female
    gallinaccia
    Slumber specialist.....
    00 5/15/2013 4:46 PM
    Articolo del Dott. Rossi sul caffè verde crudo
    FONTE

    IL CAFFE’ VERDE CRUDO



    L’attenzione nutrizionale verso il caffè verde crudo sta crescendo.
    Esprimo la mia posizione di medico nutrizionista sul caffè verde crudo, basata solo su considerazioni scientifiche, sulla sua composizione in principi nutritivi e sui suoi effetti salutari. Considero un errore contrapporre il caffè verde crudo con il caffè cotto-tostato. Sono due bevande, entrambe dotate di effetti salutari, sempre assunte in dose giuste per non superare 300 mg di caffeina al giorno. Sono due modi di utilizzare i frutti della pianta del caffè. Ciascuno può scegliere le due modalità in rapporto alla propria condizione di salute e di edonismo.
    Scrivo alcune riflessioni sul caffè verde crudo, evidenziando che esistono in rete e nella divulgazione televisiva e cartacea, posizioni troppo enfatizzate sulle sue proprietà nel ridurre la massa grassa corporea e quindi favorire un netto dimagrimento.
    Ritengo che nel 2012 si debba avere conoscenze basilari e non difficili da comprendere ponendo al centro la conoscenza della fisiologia del corpo umano.

    CAFFE’ VERDE CRUDO E OBESITA’

    Il caffè verde possiede le metil-xantine, molecole naturali dotate di azione lipolitica sugli adipociti bianchi ipertrofici del tessuto adiposo. Cioè le metil-xantine favoriscono la liberazione di acidi grassi dagli adipociti, che riducono così il loro volume e peso. Questi acidi grassi liberi (in sigla inglese Free-Fatty-Acids FFA) immessi nel sangue devono essere ossidati nel metabolismo cellulare. Se questi acidi grassi liberi (FFA) non vengono però ossidati, utilizzati dalle cellule essi vengono trasformati di nuovo in trigliceridi nel fegato e veicolati con lipoproteine VLDL dal fegato di nuovo agli adipociti.
    Quindi le metil-xantine del caffè verde agiscono facendo uscire acidi grassi dagli adipociti, assicurando una azione lipolitica (riduzione volume adipociti), ma se la persona non riduce il suo apporto energetico giornaliero, non esercita attività motoria aerobica, il fegato interviene e “riempie “ di nuovo gli adipociti, annullando gli effetti salutari delle metil-xantine del caffè verde crudo. Quindi il caffè è un co-adiuvante nel dimagrimento, ma non può da solo risolvere l’eccesso di peso corporeo.

    CAFFE’ VERDE CRUDO e CAFFEINA

    La caffeina è una metil – xantina.
    Nel caffè verde crudo è contenuta una dose minore di caffeina rispetto al caffè cotto-tostato.
    Nel caffè verde crudo si trova unita all’acido clorogenico, come clorogenato di caffeina, che determina un tempo più lungo nell’assorbimento intestinale della caffeina. Cioè bevendo caffè verde crudo non si ha il picco di caffeina dopo 30-40 minuti, come si ha invece con il caffè cotto tostato. Con il verde crudo si ha un assorbimento lento e continuo della caffeina dall’intestino al sangue assicurando una dose contenuta di caffeina all’interno dell’organismo in grado di esercitare azioni salutari prolungate. Evitando il picco rapido di caffeina nel sangue si ottiene una migliore condizione di attenzione, vigilanza, vitalità, tipiche sensazioni generate dalla caffeina. Inoltre si permette al fegato di metabolizzare in tempi giusti la caffeina.
    I tempi del metabolismo della caffeina hanno un ruolo centrale per assicurare i suoi effetti salutari.
    Esiste una netta differenza tra il clorogenato di caffeina contenuto nel caffè verde crudo rispetto alla caffeina libera contenuta nel caffè cotto –tostato. Dopo ingestione di caffè crudo verde la caffeina viene assorbita in modo lento, graduale e continuo. Con il caffè cotto-torrefatto la caffeina viene invece assorbita in modo più veloce causando un picco entro 30-40 minuti. La caffeina raggiunto il sangue rimane in circolo per esercitare i suoi effetti, viene rimossa dal fegato per essere metabolizzata trasformata in teobromina, in teofillina e poi in altre molecole fino alla sue eliminazione dal sangue. Con il caffè cotto tostato abbiamo picchi rapidi di presenza di caffeina nel sangue per poi avere una più o meno rapida eliminazione epatica e renale. Quindi si possono avere periodi in cui il sangue non contiene caffeina. Con il caffè verde crudo il tempo di presenza di caffeina nel sangue si allunga, con livelli più bassi rispetto a quanto assicurato dal caffè cotto torrefatto.
    Ritengo che sia più vantaggioso assicurare il livello più basso di caffeina, ma più prolungato nel sangue rispetto a picchi di ascesa e di decadimento, come invece succede con caffè cotto torrefatto. Rispetto ai tempi di metabolizzazione della caffeina, le donne hanno una maggiore rapidità di rimuoverla dal sangue attraverso il loro fegato rispetto agli uomini.
    I maschi hanno un tempo più lungo per allontanare la caffeina dal sangue, occorrono almeno 3-5 ore in alcuni, in altri 5-7 ore. Esiste un gene capace di controllare modalità e tempi di metabolizzare la caffeina. Chi metabolizza in modo lento la caffeina ha il rischio di un suo accumulo, se assunta con più tazzine durante la giornata andando incontro a sintomi di intossicazione da caffeina.


    CAFFE’ VERDE FITOCOMPLESSO NUTRACEUTICO

    Il caffè verde crudo è un fitocomplesso dotato di effetti benefici per la salute ed è una bevanda promossa in una sana alimentazione. Il caffè è una bevanda acida. Il caffè cotto tostato ha un pH attorno 3- 3,5. Il caffè verde crudo ha un pH attorno a 5, meno acido del cotto.
    Il ruolo nutrizionale del caffè verde crudo non è limitato agli effetti delle metil-xantine (caffeina), esso contiene principi nutritivi e nutrienti dotati di azione nutraceutica interessanti per efficienza e salute del corpo umano.
    Il caffè verde crudo, come fitocomplesso, ha un valore nutrizionale globale nettamente superiore al valore dei suoi singoli componenti.
    L’acido clorogenico è maggiormente contenuto nel caffè verde crudo rispetto al caffè cotto torrefatto, che non lo contiene più!
    L’acido clorogenico può essere trasformato nell’intestino in acido caffeico, utile per le sue azioni salutari anti infiammatorie. Il caffè verde contiene inoltre acido ferulico, acido tannico, acido quinico, interessanti dosi di polifenoli, minerali, vitamine del complesso vitamina B.

    PREPRAZIONE

    Si può preparare il proprio caffè verde crudo :

    acquisire semi verdi, non tostati di Coffea arabica o robusta
    - pestare in un mortaio i semi verdi da ridurre in polvere
    - preparare un recipiente con acqua da portare almeno a 80 °C
    - immergere la polvere preparata da semi verdi crudi, non torrefatti
    - lasciare in infusione, filtrare e bere la bevanda

  • OFFLINE
    garganna
    Post: 15,471
    Registered in: 2/25/2005
    Gender: Female
    avvoltoia
    ....Mucca Suprema....



    Scambista per caso !
    00 5/15/2013 10:47 PM
    Se tingo di verde quello normale... funziona lo stesso ???????????????? [SM=g27828]



    "L'amore non è una cosa che si può insegnare, ma è la cosa più importante da imparare.
    Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro."

    "Se non ora... Quando ?"

    "quando ti senti persa...fai un respiro e ricomincia...torna nel posto più puro del tuo cuore dove vive la speranza.....ritroverai la strada !!!! (Lucia)"



  • OFFLINE
    Iana!
    Post: 10,797
    Registered in: 10/1/2005
    Gender: Female
    gallinaccia

    Prospuntata !
    00 5/16/2013 8:51 PM
    Io non prendo più nemmeno quello normale da gennaio.



    "Ho provato tutti i tipi di pillole e cerotti, ma ho trovato una sola cosa che davvero elimina l'appetito:la pizza!"(cit.)


  • OFFLINE
    marblu1
    Post: 11,604
    Registered in: 3/1/2005
    Gender: Female
    gallinaccia
    Slumber specialist.....
    00 5/16/2013 9:27 PM
    Re:
    Iana!, 16/05/2013 20:51:

    Io non prendo più nemmeno quello normale da gennaio.



    Davvero??? [SM=x974218]

    Per me sarebbe difficilissimo.

    Ma che avevi? tachicardia...ansia? Oppure propblemi di stomaco?
  • OFFLINE
    Iana!
    Post: 10,800
    Registered in: 10/1/2005
    Gender: Female
    gallinaccia

    Prospuntata !
    00 5/17/2013 6:20 PM
    Ti ricordi com'ero io, col caffè? Tra cugine avevamo praticamente fondato un club [SM=g27828]
    A gennaio sono stata male, 2 giorni in cui ho rimesso anche l'anima (virus che girava). I giorni a seguire non mi andava, ma pensavo che fosse solo una fase. Invece da allora non mi va più.
    Non è stata una decisione che ho preso, è solo successo. Magari tra un po' mi passa, magari no, non importa.
    Certo i primi tempi sono stati duri, le mie traumatizzate compagne di tazzina cercavano di indurmi alla riassunzione in ogni modo [SM=g27828]



    "Ho provato tutti i tipi di pillole e cerotti, ma ho trovato una sola cosa che davvero elimina l'appetito:la pizza!"(cit.)


  • OFFLINE
    marblu1
    Post: 11,612
    Registered in: 3/1/2005
    Gender: Female
    gallinaccia
    Slumber specialist.....
    00 5/17/2013 7:23 PM
    Re:
    Iana!, 17/05/2013 18:20:

    Ti ricordi com'ero io, col caffè? Tra cugine avevamo praticamente fondato un club [SM=g27828]
    A gennaio sono stata male, 2 giorni in cui ho rimesso anche l'anima (virus che girava). I giorni a seguire non mi andava, ma pensavo che fosse solo una fase. Invece da allora non mi va più.
    Non è stata una decisione che ho preso, è solo successo. Magari tra un po' mi passa, magari no, non importa.
    Certo i primi tempi sono stati duri, le mie traumatizzate compagne di tazzina cercavano di indurmi alla riassunzione in ogni modo [SM=g27828]




    spero nello stesso effetto per me...ma con la Nutella [SM=g27828] [SM=g27828]