FUMETTI - Il Forum degli Eternauti Unofficial Aurea Forum: comics, libri, musica & chiacchiere assortite

1970

  • Posts
  • OFFLINE
    Carlo Maria
    Post: 18,123
    Post: 17,505
    Registered in: 9/28/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Clone del Ratto
    00 3/14/2013 12:56 AM
    -Si vota entro mercoledì 20 marzo, ore 23:59.
    -Il voto è modificabile, ma in quel caso si dovrà inserire un ulteriore post in cui si preciserà d'aver variato il proprio elenco e si sottolineerà quale sia stata la modifica (in modo d'agevolarmi).
    -In caso di pareggio finale, non si effettueranno spareggi: i titoli giunti primi a pari merito si spartiranno l'alloro.
    -Le due categorie in cui votare sono: miglior album e miglior brano.
    -Si può votare in entrambe le categorie o in una soltanto.
    -Si possono elencare fino a cinque titoli, a meno che non si dichiari d'usare un jolly, nel qual caso si potranno votare fino a 10 titoli (in entrambe le categorie, quindi fino a 20 nomi).
    -Valgono gli album in studio, gli ep e i live; non valgono le raccolte.
    -Non si possono votare opere liriche, di musica classica, jazz, rinascimentale o barocca et similia: dal blues in poi (per i generi esclusi faremo un torneo a parte, in calce a questo).
    -I titoli dovranno essere inseriti in ordine decrescente d'importanza: al primo verrà assegnato il numero massimo di punti, e poi via via a calare.
    -Durante tutta la durata della competizione si avrà diritto a 10 bonus.
    -Si deve considerare la data di pubblicazione. Vi prego di verificarla per evitare che il vostro errore si ripercuota magari sulla votazione di qualcun altro che voti quel titolo a sua volta.
    -Poiché errori di questo tipo potrebbero comunque verificarsi, se avete votato un titolo pubblicato magari in realtà l'anno prima, sarà vostro diritto modificare il vostro post nella discussione pregressa, anche se chiusa, e inserire il brano o l'album che credevate appartenere ad un'annata errata. Insomma... se a scontro terminato vi ricorderete di colpo di un album che vi piaceva e non avete inserito saranno cavoli vostri, mentre se pensavate invece che facesse parte di un'annata anziché di un'altra, potrete modificare.



    CLASSIFICA AGGIORNATA (VOTANTI 7: Carlo Maria, Suttree, ozymandias, rimatt1, koala3, Fog e Takfir):

    BEST ALBUM
    Deep Purple - In Rock 27 punti
    Fabrizio De André - La Buona Novella 22 punti
    Syd Barrett - The Madcap Laughs 16 punti
    The Who - Live At Leeds 15 punti
    Black Sabbath - Paranoid 14 punti
    Otis Redding & Jimi Hendrix - Monterey International Pop Festival 11 punti
    Eric Burdon & War - Eric Burdon Declares War 10 punti
    Nick Drake - Bryter Layter 9 punti
    Van Morrison - Moondance 9 punti
    Led Zeppelin - III 9 punti
    Syl Johnson - Is It Because I'm Black 9 punti
    Creedence Clearwater Revival - Cosmo's Factory 8 punti
    The Stooges - Fun House 8 punti
    Derek and the Dominos - Layla and Other Assorted Love Songs 7 punti
    Crosby, Stills, Nash & Young - Déjà Vu 7 punti
    Nico – Desertshore 7 punti
    The Velvet Underground - Loaded 6 punti
    John Lennon/Plastic Ono Band - John Lennon/Plastic Ono Band 6 punti
    Neil Young - After the Gold Rush 6 punti
    The Last Poets - The Last Poets 6 punti
    Tim Buckley - Starsailor 5 punti
    The Doors - Absolutely Live 5 punti
    Peter Green - The End of The Game 4 punti
    Johnny Cash - Hello, I'm Johnny Cash 4 punti
    Joe Cocker - Mad Dogs and Englishmen 3 punti
    Eric Clapton - Eric Clapton 3 punti
    Andrew Lloyd Webber & Tim Rice - Jesus Christ Superstar 3 punti
    The Rolling Stones - Get Yer Ya-Ya's Out 2 punti
    Hawkwind - Hawkwind 2 punti
    The Doors - Morrison Hotel 2 punti
    High Tide - High Tide 1 punto
    The Grateful Dead - Workingman's Dead 1 punto
    Kraftwerk - Kraftwerk 1 punto
    Santana - Abraxas 1 punto
    Cat Stevens - Tea for the Tillerman 1 punto


    BEST SONG
    Black Sabbath - Paranoid 25 punti
    Deep Purple - Child In Time 21 punti
    Derek and the Dominos - Layla 20 punti
    James Brown - Sex Machine 13 punti
    Creadence Clearwater Revival - Ramble Tamble 12 punti
    The Doors - Roadhouse Blues 12 punti
    Pink Floyd - Atom Heart Mother 11 punti
    Creadence Clearwater Revival - Have You Ever Seen the Rain? 10 punti
    The Velvet Underground - Sweet Jane 9 punti
    The Melodians - Rivers of Babylon 9 punti
    The Kinks - Lola 8 punti
    Led Zeppelin - Since I've Been Loving You 8 punti
    Nicky Thomas - Love of The Common People 8 punti
    Fabrizio De André - Il Testamento di Tito 7 punti
    Buddy Miles - Them Changes 7 punti
    Francesco Guccini - Un Altro Giorno è Andato 6 punti
    Cat Stevens - Father and Son 6 punti
    Eric Clapton - After Midnight 6 punti
    The Equals - Black Skin Blue Eyed Boys 6 punti
    Free - Allright Now 5 punti
    Santana - Black Magic Woman 5 punti
    The Allman Brothers - Midnight Rider 5 punti
    Bob Marley - Soul Shake Down Party 5 punti
    High Tide - Saneonymous 4 punti
    Tim Buckley - I Had a Talk With My Woman 4 punti
    Lucio Battisti - Fiori Rosa Fiori di Pesco 4 punti
    David Bowie & Marc Bolan - The Prettiest Star 4 punti
    Mountain - Mississippi Queen 3 punti
    The Beatles - Let It Be 3 punti
    Santana - Incident at Neshabur 3 punti
    Johnny Mandel - Suicide Is Painless 3 punti
    Traffic - John Barleycorn Must Die 2 punti
    David Bowie - The Man Who Sold The World 2 punti
    Led Zeppelin - Bron-Y-Aur Stomp 2 punti
    Norman Greenbaum - Spirit In The Sky 2 punti
    Tim Buckley - Song To The Siren 1 punto
    Eric Burdon e War - Spill the Wine 1 punto
    Mungo Jerry - In the Summertime 1 punto
    The Beatles - The Long and Winding Road 1 punto
    Shocking Blue - Venus 1 punto


    Carlo Maria ha usato il suo quinto jolly;
    ozymandias ha usato il suo quarto jolly;
    Fog ha usato il suo terzo jolly.
    [Edited by Carlo Maria 3/20/2013 8:35 PM]
  • OFFLINE
    Carlo Maria
    Post: 18,123
    Post: 17,505
    Registered in: 9/28/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Clone del Ratto
    00 3/14/2013 1:20 AM
    Uso il mio quinto jolly. [SM=x74927]

    Album
    Fabrizio De André - La Buona Novella
    primo il Faber. Per me, questo disco è un capolavoro. Solo Creuza De Ma saprà volare forse oltre, ma a livello di liriche, non ho mai ascoltato un disco che gli sia alla pari. Un brivido mi scorre lungo la schiena dall'inizio alla fine. Forse Via della croce è quella che m'emoziona di più, ma "le dita come lacrime" di Giuseppe, il falegname col martello, le tre madri ed il loro dolore, le staffilate di Tito, la geniale Laudate Hominum... tutto perfetto!

    Deep Purple - In Rock
    Il disco hard rock per eccellenza. La versione in studio di Child In Time resta per me superiore persino a quella di Made In Japan. Un paio di brani minori ci sono, ma nel complesso è un disco stupendo!

    Creedence Clearwater Revival - Cosmo's Factory
    Il mio preferito dei CCR. Fogerty all'ennesima potenza, una serie di brani originali e cover perfettamente incastonati.

    Crosby, Stills, Nash & Young - Déjà Vu
    Tre su quattro vengono quest'anno in Italia. Stills e Young li ho già visti; rivedrò volentieri il primo insieme a Crosby e Nash e domani filo a prendermi il biglietto!


    Black Sabbath - Paranoid
    Ho ascoltato metal per anni e tutto è partito da questo gruppo qui. Un disco seminale come pochi.


    Neil Young - After the Gold Rush
    Seconda citazione per Young, questa volta solista. Altro disco immortale.


    Peter Green - The End of The Game
    Un disco di una bellezza incredibile ed anche uno di quei gioielli che rischiano maggiormente di rimaner dimenticati.


    Derek and the Dominos - Layla and Other Assorted Love Songs
    Layla, basta il nome. [SM=x74967]


    Syd Barrett - Madcap Laughs
    Il diamante del rock, un disco pieno zeppo d'inventiva. Il più grande IF della storia della musica leggera. [SM=x74936]


    High Tide - High Tide
    In ultimo cito un disco spettacolare e che probabilmente conosciamo in pochi. Un gruppo che mescola hard, prog e molto altro e che si regge, anziché sulla classica chitarra, sulle sfuriate di violino di Simon House, musicista incredibile [SM=x74874]



    Singoli
    Deep Purple - Child in Time
    Già detto. Brano immortale.

    Pink Floyd - Atom Heart Mother
    Uno dei capolavori dei Pink Floyd!

    Creadence Clearwater Revival - Have You Ever Seen the Rain?
    Amo questo brano alla follia. E l'ho sentito live. Emozione pazzesca.

    Fabrizio De André - Il Testamento di Tito
    Non c'è molto da dire...


    Cat Stevens - Father and Son
    Dolce, tenero. Un brano toccante e tuttora molto amato.

    Creadence Clearwater Revival - Ramble Tamble
    Altra citazione per i CCR: un brano che m'ascolto quasi quotidianamente.

    High Tide - Saneonymous
    La pazzesca bravura di Simon House la si vede da questa gemma.

    Santana - Black Magic Woman
    Un classicissimo.

    Traffic - John Barleycorn Must Die
    Steve Winwood all'ennesima potenza.

    Francesco Guccini - Un Altro Giorno è Andato
    Un grande brano di Guccini! [SM=x74967]
  • OFFLINE
    Suttree
    Post: 50
    Post: 50
    Registered in: 3/12/2013
    Fumettomane
    Carson di Nizzi
    00 3/15/2013 4:40 PM
    ALBUM

    Deep Purple - In Rock
    Led Zeppelin - II
    Syd Barrett - The Madcap Laughs
    Hawkwind - Hawkwind
    Kraftwerk - Kraftwerk

    SINGOLI

    The Allman Brothers - Midnight Rider
    Creadence Clearwater Revival - Have You Ever Seen The Rain?
    Black Sabbath - Paranoid
    David Bowie - The Man Who Sold The World
    Tim Buckley - Song To The Siren
  • OFFLINE
    ozymandias
    Post: 8,559
    Post: 8,484
    Registered in: 9/28/2001
    "Padrune" di Giuda
    00 3/15/2013 4:41 PM
    in studio...

    Eric Burdon & War - Eric Burdon Declares War
    Van Morrison - Moondance
    Black Sabbath - Paranoid
    Deep Purple - In Rock
    John Lennon/Plastic Ono Band - John Lennon/Plastic Ono Band

    live...

    The Who - Live at Leeds
    Otis Redding & Jimi Hendrix - Monterey International Pop Festival
    Joe Cocker - Mad Dogs and Englishmen
    The Rolling Stones - Get Yer Ya-Ya's Out
    Grateful Dead - Workingman's Dead
    (quest'ultimo è in realtà un album di studio ma nella ristampa ci sono le versioni dal vivo)




  • OFFLINE
    Carlo Maria
    Post: 18,123
    Post: 17,505
    Registered in: 9/28/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Clone del Ratto
    00 3/15/2013 11:05 PM
    Re:
    ozymandias, 15/03/2013 16:41:


    The Who - Live at Leeds




    Vacca boia, il Live At Leeds! [SM=x74960] [SM=x74874] [SM=x74874]

  • OFFLINE
    Takfir
    Post: 2,315
    Post: 2,314
    Registered in: 9/30/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Assistente
    di Kalissa
    00 3/16/2013 5:24 PM
    L'anno richiede un jolly disgiunto [SM=x75024] [SM=x75024]

    Prima parte: Lui avrebbe votato così.
    Ovvero: la mia conoscenza diretta in differita della musica degli anni '60 e '70.



    Periodo: Tardo Fricchettone con vista sull’Anarchico Individualista.
    Anni: 1975/1978


    Una delle categorie di persone che mi ha sempre fatto incazzare è quella dei vati e santi che all’affacciarsi di ogni nuova generazione alla pubertà pontifica che i 12/13 enni di turno sono dei degenerati perché così bambini già pensano a scopare e a stare fuori di testa.
    O si sono scordati di cosa li attizzava a quell’età oppure hanno deciso di lobotomizzarsi per meglio sopportare la triste condizione adulta.
    I 12/13 enni mostrano queste caratteristiche sin dalla comparsa delle specie umana per congenite caratteristiche di sviluppo ormonale, ma se proprio vogliamo dare anche un riferimento razionale basta pensare al periodo in cui l’umanità ha raggiunto il massimo livello di civiltà e cioè alla Grecia preclassica e classica.
    Per mia fortuna sono cresciuto in un momento storico che, pur non eguagliando l’antica Grecia, è comunque stato decisamente il migliore dalla caduta dell’Impero Romano ad oggi.
    Nato agli inizi degli anni ’60 mi sono ritrovato all’inizio dei ’70 a beneficiare di tutti i mutamenti positivi offerti da quello che, per semplicità e chiarezza, chiamo Movimento del ’68, anche se le sue radici affondano ben più lontano.
    In pratica quando sono arrivato alla pubertà molti dei condizionamenti sociali e culturali che inibiscono il libero sbocciare dei naturali impulsi alla sperimentazione sessuale ed alla ricerca del piacere fisico erano momentaneamente sospesi.
    Così come erano sospese anche tutte le malefiche negazioni cattoliche per cui a quell’età uno dovrebbe essere un soldatino di Cristo già bello che indottrinato invece che un animale affamato alla scoperta del mondo, armato di un cervello famelico di conoscenza e di una curiosità infinita.
    Uno che è nel momento migliore per ragionare di vita, d’amore e di morte.
    Con annessi e connessi.
    Specialmente se trova un terreno fertile, come lo era la sinistra, nelle sue svariate e variegate accezioni, in quel periodo.
    Cosicché il ragazzino grassoccio e imbranato venuto dalla campagna potesse crescere fisicamente e culturalmente fra una miriade di stimoli golosi.
    Di cui la musica era uno dei più appetitosi.
    Perché ce n’era tanta e molta era buona.
    Io sono andato al Liceo a 13 anni, perché Papà Maestro mi aveva fatto anticipare la prima elementare, e mi sono ritrovato presto immerso in una colonna sonora evoluta e diversificata.
    Così ho assaggiato un po’ di tutto ma ho imparato presto a formarmi gusti personali.
    Spesso obliqui e trasversali perché sono molto intelligente, molto ricettivo, molto bravo nel metabolizzare e elaborare informazioni in maniera originale.
    Per non dire di come sia assolutamente presuntuoso, elitario, stronzo, insofferente alla mediocrità, saccente e superiore.
    Nonché talmente fragile e sensibile che a volte per ferirmi basta che una piuma mi sfiori…
    Insomma…
    Eccomi qui, verso la metà del 1975, ad affrancarmi dalle feste della Scuola e dell’Oratorio e dagli odiatissimi Beatles incominciando ad entrare nelle fumose e poco illuminate stanze dove sovrano era il progressive italiano ed inglese.
    Quelle stanze languidamente odorose d’incenso e di hascisc e sofficemente variegate dalle psichedeliche proiezioni cangianti di lampade schermate da sottili foulard di seta indiana.
    Così soffici e accoglienti, così shanti.
    In un’atmosfera così sognante…
    Che alla fine ti addormentavi davvero.
    Oppure uscire il sabato sera per locali che dopo la fine della guerra oltre a fare liscio si erano piano piano aperti a suon di boogie woogie, swing, yéyé, rock ‘n roll, beat…
    E ormai risuonavano di rullanti e pelli percosse a sangue, corposi accordi di basso e rabbiosi riff di chitarra seguiti da assoli lancinanti.
    Perché i complessi che alle feste di paese, alle cerimonie ed ai matrimoni erano orchestrine da polka e mazurka in realtà avevano un cuore grondante di sanguigno R & B ed hard rock.
    Rosso come il vino che aveva continuato a scorrere copioso, incurante delle piccole e grandi rivoluzioni di gusto che gli passavano accanto.
    Che alla fine, tra vino ed hard rock pure lì ti addormentavi.
    E ti svegliavi anche con il mal di testa.
    Ma tra questi due stati di coscienza, che spesso si integravano, interagivano, si univano quasi incestuosamente c’era tempo e spazio per cercare e trovare miriadi di piccoli tesori.
    Quelli più belli.
    Che erano rimasti sospesi nello splendore degli anni passati, nascosti fra gli scaffali ordinati o le pile disordinate degli LP dei più grandi.
    Dimenticati fra le scelte antiquate di qualche juke box...
    Difficilmente classificabili, a volte strani ed a volte facili.
    Sempre eccitanti.

    1970 – l’anno dei film e dei cantautori

    Best Albums

    Fabrizio De André - La Buona Novella
    Quando smetti di credere a Babbo Natale il trauma lo superi da solo, ma quando scopri che Dio è come Babbo Natale la questione è un po’ più complessa.
    Faber, il cattivo maestro, te lo spiega con una carica di umanità tanto grande e profonda da sfiorare la fede.

    Nick Drake - Bryter Layter
    Avrebbe tutte le stimmate del predestinato.
    Artista maledetto, incompreso, morto giovane in circostanze drammatiche …
    Ma pochi lo ascoltarono all’epoca e altrettanto pochi lo ricordano adesso, anche se quando lo nomini tutti fanno finta di conoscerlo.
    Ma scriveva canzoni bellissime.
    At The Chime Of A City Clock
    Fly
    Poor boy

    Andrew Lloyd Webber & Tim Rice - Jesus Christ Superstar
    Forse non tutti sanno che…
    Prima di diventare musical nel 1971 e film nel 1973 Jesus Christ Superstar è un doppio album del ’70, un'opera rock composta da Andrew Lloyd Webber con testi di Tim Rice.
    Quando uscì al cinema, alle medie, fu causa di infuocati litigi con gli onnipresenti ciellini di allora, falsamente aperti e meschinamente settari come quelli di adesso.
    Che se anche eri uno di quelli che ancora volevano provare a cercare qualcosa da salvare nel cristianesimo te ne levavano completamente la voglia.
    Everything's Alright
    Heaven on Their Minds
    I Don't Know How To Love Him

    Cat Stevens - Tea for the Tillerman
    Forse più leggero dei precedenti.
    Ma un album che, oltre a Father & Son, che ha citato Carlo infila almeno altre due perline di quel livello è un signor album.
    Wild World
    Moonshadow

    The Doors - Morrison Hotel
    Se ami I Doors lo fai fino in fondo.
    Roadhouse Blues
    Waiting For The Sun
    You make me real


    Best Songs

    The Prettiest Star (Studio Original) - David Bowie & Marc Bolan
    I due piccoli principi crescono …

    Suicide Is Painless - Johnny Mandel
    M*A*S*H film e serie Tv, non solo sono la più divertente ed incisiva opera antimilitarista di sempre ma hanno anche una colonna sonora di pregio e d'annata.

    Spirit In The Sky - Norman Greenbaum
    Si narra che dopo questa canzone e un paio di album mediocri il tizio si sia ritirato in una fattoria a fare vita bucolica.
    Però il singolo è uno di quelli che ogni tanto risorge.

    Venus - Shocking Blue
    Come sopra e anche peggio. Gli olandesi Shocking Blue non vengono ricordati per altro.
    Se non dalle periodiche Cover del brano.

    Born to be wild - The Gems
    Completiamo una splendida tripletta di film che sono rimasti l’anima di un’epoca.
    Rivisto due volte di seguito per cancellare la sensazione di totale insipienza dell’On the Road targato 2012.
    Carlo, se dici che la canzone è di fine 1969 hai anagraficamente ragione, però non rompere.
    In tutti i database o quasi è nel 1970…
    [Edited by Takfir 3/16/2013 5:54 PM]



  • OFFLINE
    Carlo Maria
    Post: 18,123
    Post: 17,505
    Registered in: 9/28/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Clone del Ratto
    00 3/16/2013 10:32 PM
    Re:
    Takfir, 16/03/2013 17:24:


    Carlo, se dici che la canzone è di fine 1969 hai anagraficamente ragione, però non rompere.
    In tutti i database o quasi è nel 1970…




    Nei database lo segnano nel 1970 perché è stato il successo che spiccava ad inizio di quell'anno: difatti in gennaio fu certificato disco d'oro. Ma il disco è effettivamente dell'agosto 1969, il film di luglio.
    In base alle regole, però, puoi riportare questo brano nel topic del 1969 perché credevi che fosse del 1970.
    Visto che devo pure fare il borghese censore e fiscale, [SM=x74933] visto che m'aspetto una seconda parte d'elenco, spiegami poi come dovrò conteggiarle: questi cinque sono quelli a cui darò più punti? Prenderò uno di qua e uno di là? [SM=x74946] [SM=x75039]


    A latere: figata! Per quanto QUESTI siano gli anni musicali che amo di più, non vedo l'ora che s'arrivi al 1977 per vedere cosa tirerai fuori! [SM=x74968]
  • OFFLINE
    Takfir
    Post: 2,315
    Post: 2,314
    Registered in: 9/30/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Assistente
    di Kalissa
    00 3/17/2013 11:28 AM
    Re: Re:
    Carlo Maria, 16/03/2013 22:32:




    Nei database lo segnano nel 1970 perché è stato il successo che spiccava ad inizio di quell'anno: difatti in gennaio fu certificato disco d'oro. Ma il disco è effettivamente dell'agosto 1969, il film di luglio.
    In base alle regole, però, puoi riportare questo brano nel topic del 1969 perché credevi che fosse del 1970.
    Visto che devo pure fare il borghese censore e fiscale, [SM=x74933] visto che m'aspetto una seconda parte d'elenco, spiegami poi come dovrò conteggiarle: questi cinque sono quelli a cui darò più punti? Prenderò uno di qua e uno di là? [SM=x74946] [SM=x75039]



    Vabbè, va.
    In fondo hai ragione, se non ci fosse un controllore io partirei per la tangente...
    Come quinta canzone mettici
    Paranoid - Black Sabbath
    Che è un pò avulsa dal contesto a tesi ma che è Paranoid, mica cazzi.
    Può anche non piacerti l'hard rock, l'heavy metal e tutte le derive successive, ma Paranoid è Paranoid.

    La seconda parte arriva nel pomeriggio, che ho ancora un pò di febbricciattola.
    Sarò logorroico [SM=x74894] [SM=x74894] [SM=x74894]
    Per i punteggi poi ti faccio uno schemino riassuntivo perché allo stato attuale non li so manco io.
    Nel frattempo ho scoperto un paio di cosette.
    Gli Shocking Blue non sono rimasti negli annali solo per una canzone ma addirittura per due.
    Love Buzz oltre ad andare ai primi posti delle hit parade dell'epoca fu coverizzata dai Nirvana nel loro primo album.
    Poi mi sono ricordato che Suicide Is Painless me la sono ricordata non per il tema di M*A*S*H ma per Lady and Bird...
    Un album del 2006 vviamente sconosciuto ai più, tanto per non smentirmi [SM=x74937] [SM=x74937]

    [Edited by Takfir 3/17/2013 11:31 AM]



  • OFFLINE
    Takfir
    Post: 2,315
    Post: 2,314
    Registered in: 9/30/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Assistente
    di Kalissa
    00 3/17/2013 8:26 PM
    Seconda parte: Lui avrebbe votato così
    Ovvero: il mio primo revival della musica degli anni ’60 e ‘70



    Periodo: Pessimismo Edonista con Inquietudine Esistenzialista.
    Anni: 1982/1985


    Gli anni ’70 sono morti male.
    D’eroina e di terrorismo.
    Tutto lascia credere che si sia trattato di un chiaro caso di suicidio, ma a guardare con un po’ più di attenzione si può ancora oggi capire di come invece siano stati suicidati.
    A un certo punto di eroina si erano riempite le strade, la trovavi più facilmente che i tuoi fumetti preferiti in edicola.
    E poi improvvisamente quegli stessi quattro gatti capaci al massimo di sparare alle gambe a un giudice senza scorta o a un giornalista scomodo erano diventati una specie di esercito attrezzato per operazioni in grande stile come il sequestro Moro e per proporsi addirittura come incombente minaccia al cuore dello Stato
    Ma questi sono discorsi che qui c’entrano solo come sfondo.
    Come anni dopo mi venne da scrivere abbiamo preteso di confondere i fiori con i mitra.
    E abbiamo amato l’impossibile e sparato nel vuoto.
    Uccidendo chi non doveva morire e finendo per aver paura di amare
    .
    Bravo, hè !?
    L’adolescenza è una bestia strana.
    Non si accontenta più di vivere.
    Deve pure chiedersi il perché.
    E lì si frega con le sue mani.
    Perché il perché sarebbe solo e semplicemente essere felice.
    Ma di mezzo ci sono giusto una decina di millenni consciamente trascorsi a frapporre ostacoli sempre più sofisticati e subdoli tra te e quell’elementare traguardo.
    Gli ultimi duemila poi te li raccomando.
    Loro e il loro dio morto ammazzato che si nutre della sua carne e del suo sangue.
    Peggio di un film di Mario e Lamberto Bava.
    E allora ti ammali di inquietudine.
    L’energia positiva tende a trasformarsi in forza distruttiva ed autodistruttiva.
    E questa forse è la differenza più eclatante tra la cultura e la musica del ’68 e del ’77, tanto per rimanere alle catalogazioni stereotipate.
    Sono un ghepardo a piedi per la strada, con il cuore gonfio di napalm
    Sono il figlio in fuga dalla bomba atomica
    Sono il ragazzo dimenticato dal mondo
    Quello che cerca e distrugge

    Diceva L’Iguana in tempi non sospetti.
    Cioè, oddio, non è che uno tutti i no future e no fun poi li prendesse sul serio.
    Bastava che la musica pompasse e ci si divertiva comunque, il fine ultimo in fondo restava quello.
    Per il resto spostavi la tua giovanile voglia di combattere l’ingiustizia dalla guerra in Vietnam e dalle dittature sudamericane alla decadenza della civiltà occidentale e allo squallore della società dei consumi.
    Smettevi di guardare all’esterno e incominciavi a guardarti dentro.
    Assolutamente legittimo ma potenzialmente letale.
    Fuori dalla tua finestra intanto Dalla Chiesa scopriva che il potenziale del terrorismo a confronto della mafia era una miccetta bagnata contro la disponibilità illimitata di tritolo e potere politico pronto ad innescarlo.
    Craxi scopriva che il socialismo da bere era assai più redditizio e gratificante del socialismo reale.
    Fuori era un monopolio di discoteche e radio commerciali.
    Zombies di negri scoloriti e madonne usate ma like a virgin in imperante salsa electropop di scarto.
    La musica buona non era più se non per tutti almeno per molti, tornava ad essere roba per eletti, come era del resto sempre stata prima dell’esplosione planetaria del rock.
    E cambiavano i modi di fruizione.
    Niente più sedute a base di Prog in cui qualcuno metteva su un disco e si stava ad ascoltarlo, che tanto non c’era neanche bisogno di alzarsi spesso.
    Una suite durava un intero lato dell’LP…
    Niente più serate che chiunque quando finiva una canzone buttava una monetina nel yuke box e ne sceglieva un’altra.
    Le feste tornavano nei pub, nei bar, sempre più spesso nelle case.
    Soprattutto negli ambienti universitari.
    Un paio di piatti, una piastra, un amplificatore, due casse da almeno 150 watt, cuffia e mixerino a sei piste.
    E lui.
    Il Disc Jockey.
    Ovviamente alternativo a quelli che spopolavano per la massa, ma comunque maestro di cerimonia e arbitro dei gusti.
    A me che non ho mai imparato a ballare e tantomeno a suonare fare il selecter piaceva moltissimo.
    Appagava il mio pretenzioso ego, mi permetteva di essere al centro dell’attenzione e nello stesso tempo fuori della mischia, della competizione.
    Tanto a comprare assiduamente i dischi più strani e introvabili avevamo incominciato in due ai tempi del Liceo e in due eravamo rimasti a farlo all’Università.
    Ormai ne avevamo svariate centinaia in costante crescita, quindi diventavamo una specie di passaggio obbligato, tanto più che eravamo del posto e disponevamo in loco di tutto l’armamentario tecnico necessario.
    Fare il DJ alternativo era eccitante ma non propriamente facile.
    Non come quelli confezionati con lo stampino di radio e discoteche che bastava mettessero in fila i successi del momento ed il lavoro era fatto.
    Quando avevi a che fare con quell’intricato sottobosco radical chic che era diventata la parte più disillusa e avanguardista della compianta sinistra giovanile dovevi saperci fare.
    La banalità era bandita.
    La scaletta dovevi stabilirla guardando il look della maggioranza dei presenti, calcolando la quantità e la qualità di alcolici e stupefacenti a disposizione, la tendenza intimistica o combattiva del momento contingente…
    Certo, alla fine poteva bastarti blandire i più senza eccessiva originalità, tipo…
    Serata ritmico intellettuale: un occhiolino stralunato alla disco, un tocco di glamour...
    Serata nuovo rock impegnato: un anthem cadenzato , un ammiccamento ruffiano...
    Ma la goduria vera era quella di uscire dalla produzione contemporanea e recente più o meno conosciuta rifacendole il verso, risalendo alle sue radici, che nessuno conosceva più.
    Sorprendere la gente più che assecondarne i gusti.
    Poi le raccolte della Trojan Records, della Motown e compagnia bella ordinate da catalogo costavano poche lire.
    Ma vuoi mettere l’effetto ?
    Spirit of ‘69 & Northern Soul.
    Afrobeat Jazzy 'n Funk.
    Tutta un altro stile…
    E piano piano ci si rimise a rovistare fra la benemerita musica sixties e seventies, trovandoci innumerevoli sorprese più che degne di nota.
    Mixandole con le migliori proposte nuove, che spesso erano parenti strette delle vecchie
    1959 , 1966 , 1978...
    Del resto niente si crea e niente si distrugge

    1970 - black power and white suffering

    Best Albums

    Syl Johnson — Is It Because I'm Black
    Misà che peace & love è morto…
    Is It Because I'm Black , grandissima canzone.
    I'm Talking About Freedom
    Come Together , piccolo divertissement personale [SM=x74932] [SM=x74933] [SM=x74932]
    [SM=x74933]

    The Stooges - Fun House
    Gli Stooges e i Deep Purple sono un po’ come l’orgasmo femminile.
    Urla e gemiti.
    Solo che quelli dei primi sono veri, quelli degli altri simulati.
    1970
    Fun House
    Down On The Street

    Nico – Desertshore
    Lei è una vera artista e non il giocattolo di Warhol, il suo disco migliore è il prototipo del dark ambient, dello slowgaze e di tante big new things a venire.
    Afraid
    Janitor of lunacy
    The Falconer

    The Last Poets - The Last Poets
    Appiccare un incendio e solo dopo spiegare cosa fare in caso di incendio.
    Run, Nigga
    Niggaz Are Scared Of Revolution
    When The Revolution Comes

    The Velvet Underground – Loaded
    Tra un pò Lou correrà da solo…
    Sweet Jane
    Rock & Roll
    Train Round the Bend

    Best Songs

    Rivers of Babylon - The Melodians
    Love Of The Common People - Nicky Thomas
    Buona parte dei brani di artisti più o meno ignoti che ho citato in questo scorcio di torneo sui sixties li conosco perché le loro cover sono diventate famose fra i ’70 e gli ’80.
    Per questi due chiedere a Boney M e Paul Young.

    Them Changes - Buddy Miles

    Run Nigger, run…
    Con il mio saluto personale a Jimi

    Black Skin Blue Eyed Boys - The Equals
    Gruppo sicuramente da rivalutare.

    Soul Shake Down Party - The Wailers
    A me Bob stava decisamente più simpatico quando non faceva il profeta di Jah o di chi cazzo era…
    [Edited by Takfir 3/17/2013 8:35 PM]



  • OFFLINE
    rimatt1
    Post: 3,236
    Post: 3,236
    Registered in: 11/2/2008
    Fumettomane
    Collezionista
    di calendari
    della Gatta
    00 3/18/2013 11:56 AM
    ALBUM

    Tim Buckley - Starsailor
    Nick Drake - Bryter Layter
    Syd Barrett - The Madcap Laughs
    Fabrizio De André - La buona novella
    Neil Young - After the Gold Rush

    CANZONI

    Black Sabbath - "Paranoid"
    Tim Buckley - "I Had a Talk With My Woman"
    Creedence Clearwater Revival - "Have You Ever Seen the Rain?"
    Pink Floyd - "Atom Heart Mother"
    Mungo Jerry - "In the Summertime"
  • OFFLINE
    Takfir
    Post: 2,315
    Post: 2,314
    Registered in: 9/30/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Assistente
    di Kalissa
    00 3/18/2013 8:10 PM
    Re:
    rimatt1, 18/03/2013 11:56:

    ALBUM


    Nick Drake - Bryter Layter [SM=x74927]

    Mungo Jerry - "In the Summertime" [SM=x74927]




    [SM=x74927] [SM=x74927]



  • OFFLINE
    ozymandias
    Post: 8,559
    Post: 8,484
    Registered in: 9/28/2001
    "Padrune" di Giuda
    00 3/18/2013 8:54 PM
    Re:
    Takfir, 17/03/2013 20:26:


    The Stooges - Fun House
    Gli Stooges e i Deep Purple sono un po’ come l’orgasmo femminile.
    Urla e gemiti.
    Solo che quelli dei primi sono veri, quelli degli altri simulati.



    [SM=x74911] [SM=x74889] [SM=x74943] [SM=x74942] [SM=x74901] [SM=x74880] [SM=x74964] [SM=x75003] [SM=x75002]






  • OFFLINE
    Carlo Maria
    Post: 18,123
    Post: 17,505
    Registered in: 9/28/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Clone del Ratto
    00 3/18/2013 11:59 PM
    Re: Re:
    ozymandias, 18/03/2013 20:54:

    Takfir, 17/03/2013 20:26:


    The Stooges - Fun House
    Gli Stooges e i Deep Purple sono un po’ come l’orgasmo femminile.
    Urla e gemiti.
    Solo che quelli dei primi sono veri, quelli degli altri simulati.



    [SM=x74911] [SM=x74889] [SM=x74943] [SM=x74942] [SM=x74901] [SM=x74880] [SM=x74964] [SM=x75003] [SM=x75002]






    Sto pienamente con ozy!!
    Porca miseria... solo io a votare Child In Time?????? [SM=x74998] [SM=x74998]


  • OFFLINE
    Carlo Maria
    Post: 18,123
    Post: 17,505
    Registered in: 9/28/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Clone del Ratto
    00 3/19/2013 12:11 AM
    Annotazioni sparse!
    Qui non compilo ancora la classifica perché ci sono un paio di dettagli da correggere o da precisarmi meglio:

    Luca: hai riportato Led Zeppelin II, ma è del 1969. Puoi correggere e inserire un altro album in classifica. [SM=x74927]

    Flavio: non hai ancora scritto i brani, ma solo gli album; i dieci dischi che riporti sono divisi in due gruppi e così non so se devo conteggiarli dal primo all'ultimo o mescolandoli tra loro (il primo del gruppo STUDIO, poi il primo del gruppo LIVE e via dicendo...).

    Paolo: tu sai già. Attendo l'ordine della tua classifica. [SM=x74933]
  • OFFLINE
    Suttree
    Post: 50
    Post: 50
    Registered in: 3/12/2013
    Fumettomane
    Carson di Nizzi
    00 3/19/2013 10:08 AM
    Pardon me..
    Alla fine mi va pure bene perchè mi ero dimenticato un grandissimo album....

    Aggiornamento classifica album:

    ALBUM

    Deep Purple - In Rock
    Janis Joplin - Pearl
    Syd Barrett - The Madcap Laughs
    Hawkwind - Hawkwind
    Kraftwerk - Kraftwerk
  • OFFLINE
    koala3
    Post: 9,007
    Post: 9,001
    Registered in: 10/3/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    "Padrune" di Giuda
    00 3/19/2013 12:19 PM
    Singoli

    Francesco Guccini - Un altro giorno è andato
    Lucio Battisti - Fiori rosa fiori di pesco
    Beatles - Let it be
    Creedence Clearwater Revival - Have You Ever Seen the Rain?
    Beatles - The Long and winding road

  • OFFLINE
    Carlo Maria
    Post: 18,123
    Post: 17,505
    Registered in: 9/28/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Clone del Ratto
    00 3/19/2013 9:20 PM
    Re:
    Suttree, 19/03/2013 10:08:

    Pardon me..
    Alla fine mi va pure bene perchè mi ero dimenticato un grandissimo album....

    Aggiornamento classifica album:

    ALBUM

    Deep Purple - In Rock
    Janis Joplin - Pearl
    Syd Barrett - The Madcap Laughs
    Hawkwind - Hawkwind
    Kraftwerk - Kraftwerk




    Però Pearl è del 1971! [SM=x74933]
    Forse ti conviene verificare anche su wikipedia. [SM=x74931]
    Lo potrai inserire da dopodomani! [SM=x74927]
  • OFFLINE
    Takfir
    Post: 2,315
    Post: 2,314
    Registered in: 9/30/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Assistente
    di Kalissa
    00 3/19/2013 9:36 PM
    Re: Re:
    ozymandias, 18/03/2013 20:54:

    Takfir, 17/03/2013 20:26:


    The Stooges - Fun House
    Gli Stooges e i Deep Purple sono un po’ come l’orgasmo femminile.
    Urla e gemiti.
    Solo che quelli dei primi sono veri, quelli degli altri simulati.



    [SM=x74911] [SM=x74889] [SM=x74943] [SM=x74942] [SM=x74901] [SM=x74880] [SM=x74964] [SM=x75003] [SM=x75002]




    Ma mica è colpa mia se i cantanti hard rock da piccoli cantavano nel coro delle voci bianche dell'oratorio inseguiti da preti pedofili ! [SM=x74917] [SM=x74917]
    Mi dispiace per loro, soprattuto per tutto il tempo che da adulti hanno sprecato dalla parrucchiera [SM=x74890] [SM=x74890]





  • OFFLINE
    ozymandias
    Post: 8,559
    Post: 8,484
    Registered in: 9/28/2001
    "Padrune" di Giuda
    00 3/19/2013 9:55 PM
    Derek and the dominos - Layla
    James Brown - Sex Machine
    Kinks - Lola
    Black Sabbath - Paranoid
    Deep Purple - Child in time
    Doors - Roadhouse Blues
    Free - Allright now
    Mountain - Mississippi Queen
    Santana - Black Magic Woman
    Eric Burdon e War - Spill the wine

    [Edited by ozymandias 3/19/2013 9:59 PM]



  • OFFLINE
    Carlo Maria
    Post: 18,123
    Post: 17,505
    Registered in: 9/28/2001
    Moderatore
    (si fa per dire...)
    Clone del Ratto
    00 3/20/2013 10:44 AM
    Oltre a Beppe, che non ha ancora votato, nella classifica aggiornata non ho ancora riportato i voti di Paolo e la classifica album di Luca (mentre quella dei singoli sì). Dopo mezzanotte, assegnerò i punteggi ai nomi elencati dal primo in ordine di citazione, mentre semplicemente non conteggerò Pearl al secondo, assegnando i punti solo agli altri quattro dischi. Correggete quindi, finché siete in tempo! [SM=x74931]
1