00 6/7/2012 6:45 PM
Ho già risposto, parzialmente, nell'altro 3d, definendo Russell un furbo editore, più che un massone convinto.
Ovviamente Russell è anche altro.
Anima inquieta e sempre alla ricerca di una confessione che gli aggradasse o meglio ancora che lo convincesse, finì per inventarsene una nuova, con le conseguenze che ben tutti conosciamo.

Sulla base di farneticazioni teologiche e nella speranza (assurda) che Dio si sottoponesse alla volontà dell'uomo (e non viceversa), Rutherford, poi, ne sviluppò le dottrine, trasformandole ed adattandole alle nuove esigenze dei tempi e delle profezie mai avveratesi.

Statisticamente sono irrilevanti: 8 milioni in tutto il mondo, circa mezzo milione in Italia. Tanto per intenderci, hanno un grado di penetrazione di circa l'uno per mille, nonostante l'immensa diffusione di letteratura e lo sforzo, encomiabile e gratuito, degli adepti.

Ad esempio, gli avventisti sono circa 18 milioni, i mormoni 14 milioni, tanto per un termine di paragone tra sette iniziate nel 19mo secolo.

Come dicevo, nulla di statisticamente rilevante: si pensi solo all'analfabetismo totale, che raggruppa ancora circa 6 milioni di italiani!




ABSIT INIURIA VERBIS