su Eliphas Levi

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Momo-
00Friday, May 16, 2003 11:04 PM
ciao Maggy!!! [SM=x101182] troppa confidenza.. ciao Magus Altair!! mi rivolgo a te in particolare perchè mi hai proposto di "chiacchierare" su Eliphas...( oltretutto...si scrive Eliphas o Elifas...? [SM=g27818] l'ho letto in tutti e due i modi) ma ,ovviamente, mi rivolgo a tutti!
Ho iniziato a leggere "Storia della Magia", non ci sto mettendo molto, anche se credo che andrò poi a rivedermelo...è pieno di cose che io non capsco bene, perchè sono riferimenti a cose che non so', ma questo lo immaginavo!
comunque, in questo libro come su altri libri o siti che riguardano la magia ho letto alcuni concetti che mi basiscono un po'[SM=g27833]
Ad esempio.. il mago deve arrivare al punto di essere al di sopra di tutto.. non deve provare niente, non deve farsi toccare da niente, la gioia e il dolore non lo devono sfiorare, non deve desiderare nulla...[SM=g27825] ..ora... ame questa cosa mi spaventa un po'non riesco a capire come si possa giungere ad un tale stato, e , sinceramente, non so' nemmeno se lo vorrei!![SM=g27813]
Insomma, faccio degli esempi pratici, e un po' stupidelli, ma tant'è... dunque, gioca la nazionale italiana ai mondiali.. io mi esalto[SM=x101213] ! non dovrei esaltarmi! mi piace un ragazzo e quando lo vedo vado in tilt[SM=x101181] non dovrei!!!?? mi infervoro se parlo di politica[SM=x101200] ..non mi devo infervorare insomma, non so se ho reso bene l'idea... ma questa cosa mi spaventa
e se poi uno è convinto di aver superato queste cose, diciamo così, terrene, ed invece le sta solo reprimendo, e poi gli viene l'ansia, o la depressione!!??? a me viene solo al pensiero di una vita del genere! [SM=x101188]
frse non sono adatta? non riuscirò mai!? mah... e questi concetti ci sono anche nella Stregoneria???
HELP![SM=x101189] [SM=x101189] [SM=x101189]

p.s: DOV'è FINITO dURLINDO???!![SM=x101193]
Modificato da Momo- 16/05/2003 23.08
Mutara Nebula
00Friday, May 16, 2003 11:39 PM
Momo ha scritto:
"...e questi concetti ci sono anche nella Stregoneria???..."

ASSOLUTAMANTE NO!
La stregoneria è tutto il contrario di quello che hai trovato scritto (a mio parere emerite fanfaluche)
Ragazzi noi siamo vivi! Perchè dovremo privarci delle emozioni? La stregoneria è viva è vita è ridere e piangere solo perchè ne abbiamo voglia, è gioire, soffrire, è ballare sopra un tavolo o nudi nel bosco sotto la luna se ci va.
È abbracciare una persona con trasporto, è dire "ti voglio bene" quando si ha tanta voglia di farlo.. è avere voglia per un giorno di chiudersi al buio a meditare o a piangere..
Tutto questo perchè? Perchè siamo uomini.

Essere al di sopra di tutto.. non provare niente... non farsi toccare da niente.. la gioia e il dolore non devono sfiorare.. non deve desiderare nulla..
SIAMO MATTI????

No no, noi ABBIAMO IL DOVERE di lasciarci andare alle emozioni.. E PER DINCI!
MN





Modificato da Mutara Nebula 16/05/2003 23.40
RegisElohim
00Saturday, May 17, 2003 1:17 AM
"il mago deve arrivare al punto di essere al di sopra di tutto.. non deve provare niente, non deve farsi toccare da niente, la gioia e il dolore non lo devono sfiorare, non deve desiderare nulla... ..ora... ame questa cosa mi spaventa un po'non riesco a capire come si possa giungere ad un tale stato, e , sinceramente, non so' nemmeno se lo vorrei!!
Insomma, faccio degli esempi pratici, e un po' stupidelli, ma tant'è... dunque, gioca la nazionale italiana ai mondiali.. io mi esalto ! non dovrei esaltarmi! mi piace un ragazzo e quando lo vedo vado in tilt non dovrei!!!?? "

Non sono fanfaluche, semplicemente è la chiave di interpretazione che è errata.

Tieni presente che Alphonse Louis Constant o Eliphas Levi è morto nel 1875 quindi la vita l'ha vissuta con l'ottica di quel tempo, impostata su una visione ferrea della società e che ciò che tu leggi di suo è influenzato dal suo modo di essere tipico di allora. Ciò non toglie sia stato un grande e noto studioso di magia e i suoi testi siano alla base della magia, ma devi comunque leggerli con attenzione, un pò come i vecchi tomi di magia che riportano ricette impossibili e assurde per i giorni nostri.
Ciò che l'individuo sceglie quando inizia il cammino della magia, è intraprendere la via che lo porterà alla verità, all'unicità che gli farà comprendere che l'uno contiene l'alto e il basso. Immagina Matrix, tu sei Neo, il tuo compito e svegliarti e comprendere che ciò che ti circonda non è la verità ma un costrutto, rendi il tuo spirito più forte della materia, allora sarai in grado di dominarti.
Riporta scritto il Khunrath: " ciò che sta sotto e come ciò che sta sopra, e ciò che sta di sopra e come ciò che sta di sotto, per realizzare i miracoli della cosa unica" comprendi, impara è risvegliati, venendo a conoscienza che c'è qualcosa al di là del mondo tangibile, questo è il messaggio fondamentale.
-Febo-
00Saturday, May 17, 2003 1:41 AM
La scelta dell'abbandono del desiderio come chiave per la libertà non nasce certo nell'800 con Eliphas Levi ma si ripropone periodicamente nella storia del pensiero umano, la mente corre nel 400 ac nell'India e nella Grecia a Buddha a a i cinici. E una scelta valida e motivata ma non è la mia scelta.
Durlindo
00Saturday, May 17, 2003 9:51 AM
Alfons loui Costans detto Eliphas Levy
cara momo mi chiami e arrivo ...
credo che il problema sia un po da sviscerare:
innanzitutto io non credo affatto che siano fanfalucche cara mutyna e ti spiego subito perchè:

la magia professata da Levy poco a che vedere con i concetti della Stregoneria moderna e credo che la lettura di un solo suo testo non possa chiarire il suo pensiero o il metodo operativo del alta magia. (che come altre discipline si basa sull'autodisciplina, facendo così distinzione tra "mago" e persona comune)

Eliphas fa riferimento sia alla kabala che ad altri modelli di alta magia, dove lo scopo ultimo della magia e il raggiungimento della perfezione.

perche sopprimere le emozioni:

molto semplice, il motore della vita sono le emozioni, sia rabbia, amore, sesso, odio, hanno la capacità di scuotere il nostro organismo o esaltare la nostra mente.
Quindi il consiglio di Levy come di altri occultisti è quello di non sfogare sempre queste pulsioni ma di conservarle per rievocarle quando si opera.
in modo da riuscire ad ottenere quella "esaltazione" di sensazioni e emozioni che da forza ad un operazione magica.

si potrebbe continuare citando diversi sistemi operativi che si basano su questo principio ma non credo sia l sede adatta, vi posso solo dire che secondo me la verità sta nel mezzo. credo che il riuscire a quietare la mente e controllarsi (non sempre ma spesso) possa portare molti vantaggi.

una frase di Levy che spesso ricordo è : la Magia è l'agire senza Agire ( e si può comprendere solo quando si riesce a seguire i suoi consigli).

Capitemi io non sto dicendo che un metodo sia meglio del altro, ma secondo me per avere una visione più ampia, il sistema migliore e cercare di integrare diversi sistemi.

un libro che vi consiglio (che io ho trovato molto interessante è:
I SETTE PARADOSSI MAGICI sempre di Eliphas Levy
spero di essere stato utile [SM=g27838]
Modificato da Durlindo 17/05/2003 9.58
Momo-
00Saturday, May 17, 2003 8:32 PM
immaginavo che avresti risposto così, Mutara!![SM=g27835]

Durlindo!!! che tempismo!! grazie![SM=x101177]
MAGUS ALTAIR
00Sunday, May 18, 2003 3:03 PM
Eccomi qua
Sottoscrivo senz'altro sia quanto detto da Regis che quanto
detto da Durlindo.
Per quanto riguarda me, ho già scritto che considero Levi un
mio maestro spirituale, proprio per l'"altezza" del suo pensiero.
A quanto già scritto da Regis e Durlindo aggiungo ricordando
il rapporto tra la religione "comune" e il misticismo o l'ascetismo.
In tutte le religioni abbiamo questi diversi aspetti, che però non
si escludono, essendo ciascuna una via specifica di evoluzione
interiore (checchè ne dica Cancellatemipure [SM=x101199] ),
ed essendo ciascuna adatta ad un certo tipo di persone.
Questo vale anche per l'approccio alla Magia.
Levi stesso non diceva che la Stregoneria fossero fanfalucche,
anzi, riconosceva che comunque i meccanismi naturali messi in moto
sono comunque gli stessi, e dunque anch'essa ottiene la sua
efficacia, anche se considerava la sua tradizione come più "colta".
Credo comunque che non solo sia sempre salutare studiare altre
strade per capire meglio la propria, ma che sia sempre possibile
prendere di ciascuna ciò che meglio si adatta alle proprie
esigenze: non tutto è compatibile, ma neppure è vero il contrario!

Benedizioni a tutti

Altair
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:21 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com