perche' non credo alla trinita'

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2, 3, 4, 5, 6
Orchidea
00Tuesday, April 22, 2014 2:26 PM
perche' nella bibbia non si trova la parola trinita' ne un versetto che la sostenga ,Stefano vide Gesu' alla destra del padre e Gesu' non disse mai di essere Dio
VVRL
00Tuesday, April 22, 2014 2:51 PM
Re:
io.donna, 22/04/2014 14:26:

perche' nella bibbia non si trova la parola trinita' ne un versetto che la sostenga ,Stefano vide Gesu' alla destra del padre e Gesu' non disse mai di essere Dio



Se è per questo nella Bibbia non si trovano neanche le parole "divieto di trasfusione" o "corpo direttivo".
Ti ricordo che GEsù venne messo a morte per bestemmia. Sai perchè? Perchè per tutte le prerogative divine che aveva, i giudei del tempo non potevano mai accettare che un semplice uomo si facesse uguale a Dio. Come mai lo stesso Gesù nei vangeli non rimproverò mai tutti coloro che affermavano la sua piena divinità?
Ciao cara.

Orchidea
00Tuesday, April 22, 2014 8:14 PM
Re: Re:
VVRL, 22/04/2014 14:51:



Se è per questo nella Bibbia non si trovano neanche le parole "divieto di trasfusione" o "corpo direttivo".
Ti ricordo che GEsù venne messo a morte per bestemmia. Sai perchè? Perchè per tutte le prerogative divine che aveva, i giudei del tempo non potevano mai accettare che un semplice uomo si facesse uguale a Dio. Come mai lo stesso Gesù nei vangeli non rimproverò mai tutti coloro che affermavano la sua piena divinità?
Ciao cara.





io credo che Gesu' sia un Dio ma non Dio ,poi nella bibbia molte cose non sono scritte ma sotto intese ,c'e scritto di astenersi dal sangue
Orchidea
00Tuesday, April 22, 2014 8:14 PM
Re: Re:
VVRL, 22/04/2014 14:51:



Se è per questo nella Bibbia non si trovano neanche le parole "divieto di trasfusione" o "corpo direttivo".
Ti ricordo che GEsù venne messo a morte per bestemmia. Sai perchè? Perchè per tutte le prerogative divine che aveva, i giudei del tempo non potevano mai accettare che un semplice uomo si facesse uguale a Dio. Come mai lo stesso Gesù nei vangeli non rimproverò mai tutti coloro che affermavano la sua piena divinità?
Ciao cara.





io credo che Gesu' sia un Dio ma non Dio ,poi nella bibbia molte cose non sono scritte ma sotto intese ,c'e scritto di astenersi dal sangue
VVRL
00Wednesday, April 23, 2014 9:56 AM
Re: Re: Re:
Cara io.donna


io credo che Gesu' sia un Dio ma non Dio


Se per te è un Dio con la d maiuscala significa che sei politeista e non credo che la cosa sia gradita alla tua congregazione. Quello che insegnano i tuoi referenti è che Gesù è un dio (con la d minuscola) come lo erano per esempio Davide o le persone eminenti vissute 500 anni prima di Cristo.
Qui però c'è un doppio problema che si pone:
1) Come è possibile pensare che ci si possa riferire a espressioni verbali risalenti a mezzo secolo prima, quando ai tempi di Gesù gli ebrei non osavano nemmeno pronunciare il nome divino. Sai che era blasfemia chiamare qualcuno con il nome di Dio?
2) Come è possibile pensare che Gesù fosse divino come lo era il re Davide, quando è evidente che questi non aveva le prerogative divine di Gesù? Poteva infatti risuscitare i morti, perdonare i peccati, dare la vita eterna come invece faceva il Messia? Perchè quindi voi tdG declassate e sminuite così tanto la piena divinità di Cristo?


,poi nella bibbia molte cose non sono scritte ma sotto intese


Appunto, è quello che ti voglio significare io.Perchè la Trinità non può rientrare nel novero dei concetti non scritti ma intesi?
Un caro saluto a te.

Orchidea
00Wednesday, April 23, 2014 2:59 PM
Re: Re: Re: Re:
VVRL, 23/04/2014 09:56:

Cara io.donna


io credo che Gesu' sia un Dio ma non Dio


Se per te è un Dio con la d maiuscala significa che sei politeista e non credo che la cosa sia gradita alla tua congregazione. Quello che insegnano i tuoi referenti è che Gesù è un dio (con la d minuscola) come lo erano per esempio Davide o le persone eminenti vissute 500 anni prima di Cristo.
Qui però c'è un doppio problema che si pone:
1) Come è possibile pensare che ci si possa riferire a espressioni verbali risalenti a mezzo secolo prima, quando ai tempi di Gesù gli ebrei non osavano nemmeno pronunciare il nome divino. Sai che era blasfemia chiamare qualcuno con il nome di Dio?
2) Come è possibile pensare che Gesù fosse divino come lo era il re Davide, quando è evidente che questi non aveva le prerogative divine di Gesù? Poteva infatti risuscitare i morti, perdonare i peccati, dare la vita eterna come invece faceva il Messia? Perchè quindi voi tdG declassate e sminuite così tanto la piena divinità di Cristo?


,poi nella bibbia molte cose non sono scritte ma sotto intese


Appunto, è quello che ti voglio significare io.Perchè la Trinità non può rientrare nel novero dei concetti non scritti ma intesi?
Un caro saluto a te.



a me nn risulta che Davide sia considerato un dio

VVRL
00Wednesday, April 23, 2014 6:19 PM
E chi è considerato dio al pari di Gesù secondo te?
Perché se è solo Gesù ad essere chiamato dio perché non poter dire che è Dio con la d maiuscola?
Orchidea
00Thursday, April 24, 2014 3:19 PM
Re:
VVRL, 23/04/2014 18:19:

E chi è considerato dio al pari di Gesù secondo te?
Perché se è solo Gesù ad essere chiamato dio perché non poter dire che è Dio con la d maiuscola?




anche Satana e' considerato un dio [SM=g7352]
VVRL
00Thursday, April 24, 2014 4:20 PM
Re: Re:
io.donna, 24/04/2014 15:19:




anche Satana e' considerato un dio [SM=g7352]


Si, ma la scrittura specifica che è dio di questo mondo. Viene anche detto che è principe, non mi dire che lo è in senso letterale. Quindi è ovvio che il termine dio o principe viene usato in maniera retorica per affermare la piena autorità che satana ha sul mondo.
Mentre del Verbo viene detto che è Dio per dire che è divino come il Padre. Capisci quindi che il significato è completamente diverso rispetto all'uso allegorico utilizzato per satana?
Del resto nessuno di noi, anche voi tdG, può negare che Gesù avesse delle prerogative divine. Se ha quindi gli stessi poteri del Padre, perchè non può essere Dio in senso pieno?


Orchidea
00Thursday, April 24, 2014 8:51 PM
Re: Re: Re:
VVRL, 24/04/2014 16:20:


Si, ma la scrittura specifica che è dio di questo mondo. Viene anche detto che è principe, non mi dire che lo è in senso letterale. Quindi è ovvio che il termine dio o principe viene usato in maniera retorica per affermare la piena autorità che satana ha sul mondo.
Mentre del Verbo viene detto che è Dio per dire che è divino come il Padre. Capisci quindi che il significato è completamente diverso rispetto all'uso allegorico utilizzato per satana?
Del resto nessuno di noi, anche voi tdG, può negare che Gesù avesse delle prerogative divine. Se ha quindi gli stessi poteri del Padre, perchè non può essere Dio in senso pieno?






e' divino,ha qualita' divine ma non e' Dio
VVRL
00Friday, April 25, 2014 12:05 PM
Re: Re: Re: Re:
io.donna, 24/04/2014 20:51:




e' divino,ha qualita' divine ma non e' Dio


Allora è un semi-dio, è un pò meno Dio rispetto al padre. Lo sai che questa è la concezione che Platone esprime nel demiurgo? E' paradossale che una tdG come te abbia una visione di Cristo al pari di quella che poteva avere un filoso greco per le sue divinità; sbaglio o la WTS condanna in maniera totale la filosofia greca?

Orchidea
00Friday, April 25, 2014 2:28 PM
Re: Re: Re: Re: Re:
VVRL, 25/04/2014 12:05:


Allora è un semi-dio, è un pò meno Dio rispetto al padre. Lo sai che questa è la concezione che Platone esprime nel demiurgo? E' paradossale che una tdG come te abbia una visione di Cristo al pari di quella che poteva avere un filoso greco per le sue divinità; sbaglio o la WTS condanna in maniera totale la filosofia greca?





io di filosofia greca non so niente ,non lo nemmeno studiata ,quello che scrivo nasce dai miei pensieri personali [SM=g27988]
VVRL
00Saturday, April 26, 2014 2:52 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
io.donna, 25/04/2014 14:28:




io di filosofia greca non so niente ,non lo nemmeno studiata ,quello che scrivo nasce dai miei pensieri personali [SM=g27988]


E fai bene a non farti condizionare dai pensieri umani. Il problema è solo che i tuoi pensieri dicono che Gesù è un essere divino, quindi ci sono tre possibilità:
1) Gesù è un dio come il Padre e quindi il cristianesimo è una religione politeista;
2) Gesù è un pò meno dio rispetto al padre, quindi siamo in presenza di un super essere che Platone chiama semi-dio.
3) Gesù è tuttuno con il Padre, ma resta sempre e comunque una persona distinta.
Tu quale opzione scegli? [SM=g7349]

kelly70
00Saturday, April 26, 2014 3:10 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
VVRL, 26/04/2014 14:52:


E fai bene a non farti condizionare dai pensieri umani. Il problema è solo che i tuoi pensieri dicono che Gesù è un essere divino, quindi ci sono tre possibilità:
1) Gesù è un dio come il Padre e quindi il cristianesimo è una religione politeista;
2) Gesù è un pò meno dio rispetto al padre, quindi siamo in presenza di un super essere che Platone chiama semi-dio.
3) Gesù è tuttuno con il Padre, ma resta sempre e comunque una persona distinta.
Tu quale opzione scegli? [SM=g7349]




La trinità è un concetto politeista. Anche se i cattolici si sono inventata la scappatoia delle tre persone distinte ma in un'unica sostanza.

Mi inchino alla trovata, veramente geniale. [SM=g7348]

VVRL
00Saturday, April 26, 2014 3:23 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
kelly70, 26/04/2014 15:10:



La trinità è un concetto politeista. Anche se i cattolici si sono inventata la scappatoia delle tre persone distinte ma in un'unica sostanza.

Mi inchino alla trovata, veramente geniale. [SM=g7348]



Guarda che è la Bibbia che fa intendere chiaramente questo. Per esempio se ti vai a leggere Ebr. 1:3, ti accorgi che è lo stesso Paolo a dire che Gesù ha la stessa sostanza del Padre.
Giovanni, in 1 Givanni 5:20, dice che Gesù è il vero Dio. Devo continuare? [SM=g7349]

kelly70
00Saturday, April 26, 2014 5:43 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
VVRL, 26/04/2014 15:23:


Guarda che è la Bibbia che fa intendere chiaramente questo. Per esempio se ti vai a leggere Ebr. 1:3, ti accorgi che è lo stesso Paolo a dire che Gesù ha la stessa sostanza del Padre.
Giovanni, in 1 Givanni 5:20, dice che Gesù è il vero Dio. Devo continuare? [SM=g7349]




No, perchè per me uno scritto come la Bibbia, tradotto e manipolato, non ha nessun valore probante.


VVRL
00Sunday, April 27, 2014 3:58 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
kelly70, 26/04/2014 17:43:



No, perchè per me uno scritto come la Bibbia, tradotto e manipolato, non ha nessun valore probante.




Non ho capito. Per te qualsiasi traduzione della Bibbia ne distorce il significato? In base a cosa dici questo? Tu capisci di greco o parli su quanto dicono i soliti detrattori della CC

kelly70
00Sunday, April 27, 2014 10:25 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
VVRL, 27/04/2014 15:58:


Non ho capito. Per te qualsiasi traduzione della Bibbia ne distorce il significato? In base a cosa dici questo? Tu capisci di greco o parli su quanto dicono i soliti detrattori della CC




Certo, come quelli che hanno tradotto il passo dove Gesù dice che è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entrare nel regno dei cieli.

Il cammello non sta da nessuna parte, è un errore di traduzione.

E chissà quanti ce ne stanno. A volte anche una virgola cambia il significato di un testo, e io dovrei credere alla lettera una cosa tradotta da una lingua antica? Che parla di cose che nemmeno si possono provare? Suvvia, siamo seri...

VVRL
00Monday, April 28, 2014 9:13 AM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:

Certo, come quelli che hanno tradotto il passo dove Gesù dice che è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entrare nel regno dei cieli.
Il cammello non sta da nessuna parte, è un errore di traduzione.


Ma chi è che ti mette in testa queste boiate? Guarda che non è complicato cercare in rete un interlineare greco-italiano e verificare che in Mt. 19:24 il testo greco riporta la parola "kamêlos" che appunto significa cammello.
Perchè non cerchi di appurare con i tuoi occhi quello che ti viene detto dagli anticlericali, piuttosto che berti in maniera acritica tutto quello che ti dicono?


E chissà quanti ce ne stanno. A volte anche una virgola cambia il significato di un testo


Si, appunto le virgole che neanche esistevano nella lingua greca. In ogni caso, in un passo molto controverso come Lc 23:43, per come viene reso dalla maggior parte dei cristiani, nulla cambia del significato in base alla posizione della virgola, mentre per i tdG non è affatto così.

, e io dovrei credere alla lettera una cosa tradotta da una lingua antica? Che parla di cose che nemmeno si possono provare? Suvvia, siamo seri...


Bella questa, adesso non si può fare una traduzione attendibile di una lingua antica. Perchè chiudi gli occhi in maniera così spudorata. Cosa ti spinge a prendere posizioni che non hanno nessun fondamento scientifico? [SM=x2735569]

Orchidea
00Monday, April 28, 2014 3:25 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
VVRL, 26/04/2014 14:52:


E fai bene a non farti condizionare dai pensieri umani. Il problema è solo che i tuoi pensieri dicono che Gesù è un essere divino, quindi ci sono tre possibilità:
1) Gesù è un dio come il Padre e quindi il cristianesimo è una religione politeista;
2) Gesù è un pò meno dio rispetto al padre, quindi siamo in presenza di un super essere che Platone chiama semi-dio.
3) Gesù è tuttuno con il Padre, ma resta sempre e comunque una persona distinta.
Tu quale opzione scegli? [SM=g7349]





a pensarci bene mi stanno bene tutte e tre
Cristianalibera
00Monday, April 28, 2014 4:30 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
io.donna, 28/04/2014 15:25:




a pensarci bene mi stanno bene tutte e tre




Questo è forte.... [SM=g2490071]


kelly70
00Monday, April 28, 2014 4:35 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
VVRL, 28/04/2014 09:13:


Certo, come quelli che hanno tradotto il passo dove Gesù dice che è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entrare nel regno dei cieli.
Il cammello non sta da nessuna parte, è un errore di traduzione.


Ma chi è che ti mette in testa queste boiate? Guarda che non è complicato cercare in rete un interlineare greco-italiano e verificare che in Mt. 19:24 il testo greco riporta la parola "kamêlos" che appunto significa cammello.
Perchè non cerchi di appurare con i tuoi occhi quello che ti viene detto dagli anticlericali, piuttosto che berti in maniera acritica tutto quello che ti dicono?


E chissà quanti ce ne stanno. A volte anche una virgola cambia il significato di un testo


Si, appunto le virgole che neanche esistevano nella lingua greca. In ogni caso, in un passo molto controverso come Lc 23:43, per come viene reso dalla maggior parte dei cristiani, nulla cambia del significato in base alla posizione della virgola, mentre per i tdG non è affatto così.

, e io dovrei credere alla lettera una cosa tradotta da una lingua antica? Che parla di cose che nemmeno si possono provare? Suvvia, siamo seri...


Bella questa, adesso non si può fare una traduzione attendibile di una lingua antica. Perchè chiudi gli occhi in maniera così spudorata. Cosa ti spinge a prendere posizioni che non hanno nessun fondamento scientifico? [SM=x2735569]




E kamilon invece significava fune, e anticamente si pronunciavano pure uguali.

E il risultato sarebbe molto più plausibile, grossa fune invece di cammello, che a passare per la cruna di un ago non ci azzecca proprio, mentre la grossa fune, molto più grossa di un filo ma della stessa forma, ha un senso.

E poi sono io quella che beve in maniera acritica.

Appura tu, piuttosto, se riesci a toglierti i prosciutti dagli occhi.
Cristianalibera
00Monday, April 28, 2014 4:53 PM

Ma chi è che ti mette in testa queste boiate? Guarda che non è complicato cercare in rete un interlineare greco-italiano e verificare che in Mt. 19:24 il testo greco riporta la parola "kamêlos" che appunto significa cammello.
Perchè non cerchi di appurare con i tuoi occhi quello che ti viene detto dagli anticlericali, piuttosto che berti in maniera acritica tutto quello che ti dicono?



La butto un'attimo cosi senza riportare un documento, io invece ho letto da qualche parte che quando Gesù parlava della "cruna di un ago" si trattava di un particolare arco non so in qualche città dell'epoca, dunque come era molto difficile per un cammello di passare sotto questo arco, dovrebbe infatti abbassarsi con notevole difficoltà molto, cosi sarebbe stato per un ricco ancora più difficile,... [SM=g28002]
kelly70
00Monday, April 28, 2014 5:01 PM
Re:
Cristianalibera, 28/04/2014 16:53:


Ma chi è che ti mette in testa queste boiate? Guarda che non è complicato cercare in rete un interlineare greco-italiano e verificare che in Mt. 19:24 il testo greco riporta la parola "kamêlos" che appunto significa cammello.
Perchè non cerchi di appurare con i tuoi occhi quello che ti viene detto dagli anticlericali, piuttosto che berti in maniera acritica tutto quello che ti dicono?



La butto un'attimo cosi senza riportare un documento, io invece ho letto da qualche parte che quando Gesù parlava della "cruna di un ago" si trattava di un particolare arco non so in qualche città dell'epoca, dunque come era molto difficile per un cammello di passare sotto questo arco, dovrebbe infatti abbassarsi con notevole difficoltà molto, cosi sarebbe stato per un ricco ancora più difficile,... [SM=g28002]




Se si possono fare ipotesi così diverse tra loro, pensa te quanta incertezza c'è sui testi. Ma se perfino in letteratura la critica dà interpretazioni diverse alle varie opere...

Solo che per i credenti, ammettere che nella bibbia ci siano delle imprecisioni e delle cattive traduzioni significa che si può mettere in dubbio.
kelly70
00Monday, April 28, 2014 5:09 PM
Eccolo qua:

È più facile che un cammello entri per la cruna di un ago che un ricco nel Regno di Dio.

La frase è riportata nei Vangeli di Matteo 19, 24 e Luca 18, 25 e non sembra avere molto senso, infatti pare trattarsi di un errore di traduzione dal greco al latino che risale ai tempi di San Gerolamo. La parola greca per cammello è "kamelos", mentre "kamilos" significa gomena, quindi la frase corretta sarebbe " È più facile che una gomena entri per la cruna di un ago...". Se ciò fosse vero, cercare di fare passare una grossa corda per la cruna di un ago avrebbe un significato, mentre tentare di fare passare un cammello per una cruna sembra davvero un inutile passatempo. La spiegazione dell'errore in fase di traduzione non è accettata unanimamente, e alcuni studiosi ritengono che la frase fosse stata pronunciata come è riportata nei vangeli.
Tra l'altro, Dario Fo ritiene che sia in quell'occasione che è nato il cavallo.

Ci scrive Giovanni Fracasso.
--- [...] pensa che, nella frenesia giustificativo-esegetica-etimo-archeologica di cui la Chiesa è spesso capace, c'è stato chi, per spiegare il nonsense in questione, ha supposto l'esistenza a Gerusalemme di una porta di ingresso molto stretta, una specie di pusterla, che a causa delle sue dimensioni, veniva detta "la cruna dell'ago". Si tratta invece quasi certamente di un caso di polisemia, in quanto la parola aramaica "gamal" possiede entrambi i significati (cammello e gomena), oppure di un banale errore ortografico, come riportato nella puntata [...] della Rubrica. ---

Ci scrive un lettore.
--- Sul cammello e la cruna dell'ago. È molto, molto improbabile che si tratti semplicemente di un errore di traduzione: nessun manoscritto greco riporta la variante kamilos. E di manoscritti greci ne abbiamo tanti, anche indipendenti da S. Gerolamo. È più probabile che si tratti semplicemente di un'espressione paradossale. Indica un qualcosa di impossibile, come è impossibile far passare un cammello (uno degli animali più grandi che si vedessero in giro all'epoca di Gesù... e anche con la gobba che "tocca" in alto!) attraverso l'apertura più piccola che si potesse immaginare all'epoca di Gesù. Come se dicessimo oggi: "un elefante attraverso la cruna di un ago"; sarebbe un'espressione comprensibile e paradossale! ---



Come c'era da aspettarsi, i credenti fanno anche i salti mortali per giustificare gli errori seminati nella bibbia.
VVRL
00Monday, April 28, 2014 5:14 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:


E kamilon invece significava fune, e anticamente si pronunciavano pure uguali.


Certo, questa è una tesi interessante, ma il testo greco parla di cammello e non di filo. Che poi l' agiografo abbia sbagliato ci può stare, ma in ogni caso in errore sarebbe appunto chi ha scritto il testo greco originario e non certo chi traduce dal greco come hai fatto intendere tu.

E il risultato sarebbe molto più plausibile, grossa fune invece di cammello, che a passare per la cruna di un ago non ci azzecca proprio, mentre la grossa fune, molto più grossa di un filo ma della stessa forma, ha un senso.


Guarda che il senso generale a mio parere non muta. Sia il cammello, sia la fune, alla fine non passeranno mai per la cruna di un ago. Mi sembra quindi chiaro che siamo in presenza di una iperbole che vuole magnificare ed amplificare in senso del discorso, figura retorica questa diffusa nel giudaesimo del tempo.

E poi sono io quella che beve in maniera acritica.
Appura tu, piuttosto, se riesci a toglierti i prosciutti dagli occhi.


Guarda, non direi, sei partita dalla tesi che nessuno può tradurre correttamente il greco per adesso scoprire che il problema è la corrispondenza tra quello che ha detto Gesù e quello che ha scritto l'agiografo. Capisci que in questo caso non centra nulla l'esegesi che ha fatto la CC? Ma quando si tratta di criticare in tutti i modi l'operato di una chiesa ecco che ti trovi in prima linea senza capire fino in fondo come stanno le cose.

Cristianalibera
00Monday, April 28, 2014 5:25 PM
Re: Re:
kelly70, 28/04/2014 17:01:




Se si possono fare ipotesi così diverse tra loro, pensa te quanta incertezza c'è sui testi. Ma se perfino in letteratura la critica dà interpretazioni diverse alle varie opere...

Solo che per i credenti, ammettere che nella bibbia ci siano delle imprecisioni e delle cattive traduzioni significa che si può mettere in dubbio.





Appena posso mi faccio una ricerca più accurata, mi sembra comunque la spiegazione assai ragionevole.


VVRL
00Monday, April 28, 2014 7:01 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
io.donna, 28/04/2014 15:25:




a pensarci bene mi stanno bene tutte e tre



Cara io.donna, io credo che tu hai sicuramente il favore di Geova per la tua semplicità e in questo Gesù è stato chiaro: "se non diventere come i bambini non entrerete nel regno di Dio". Fai bene a non fare speculazione teologica. [SM=g28002]
VVRL
00Monday, April 28, 2014 7:11 PM
Re:


Ci scrive un lettore.
--- Sul cammello e la cruna dell'ago. È molto, molto improbabile che si tratti semplicemente di un errore di traduzione: nessun manoscritto greco riporta la variante kamilos. E di manoscritti greci ne abbiamo tanti, anche indipendenti da S. Gerolamo. È più probabile che si tratti semplicemente di un'espressione paradossale. Indica un qualcosa di impossibile, come è impossibile far passare un cammello (uno degli animali più grandi che si vedessero in giro all'epoca di Gesù... e anche con la gobba che "tocca" in alto!) attraverso l'apertura più piccola che si potesse immaginare all'epoca di Gesù. Come se dicessimo oggi: "un elefante attraverso la cruna di un ago"; sarebbe un'espressione comprensibile e paradossale! ---


Come c'era da aspettarsi, i credenti fanno anche i salti mortali per giustificare gli errori seminati nella bibbia.


Cara Kelly, quest'ultimo capoverso da te riportato contraddice i tuoi due precedenti. Io la penso così, per esempio il codice Vaticano, che è scritto in greco, parla di cammelli e non di corde. Fino ad oggi i dati di fatto dicono che nessun manoscritto greco riporta quanto tu affermi, quindi decade la tesi che si sia trattato di un errore di traduzione dal greco al latino. Certo resta in piedi la tua tesi di fondo e che cioè la Bibbia che abbiamo oggi non riporta fedelmente quello che dissero Gesù, gli aposostoli e Paolo e che sicuramente il fattore umano ha potuto storpiare le singole parole, ma non credo proprio che il senso generale sia potuto cambiare.
Comunque il problema non è banale ed è oggetto di studio tra gli esegeti.


VVRL
00Monday, April 28, 2014 7:13 PM
Re: Re: Re:
Cristianalibera, 28/04/2014 17:25:





Appena posso mi faccio una ricerca più accurata, mi sembra comunque la spiegazione assai ragionevole.




Effettivamente quest'altra tesi è plausibile. Comunque io non mi soffermerei sul significato delle singole parole ma sul messaggio generale e cioè che è difficile che un ricco si possa salvare.

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:18 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com