mutazioni traslate sul verzellino

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
M.maurizio 44
00Friday, May 7, 2010 8:40 PM
Vorrei sapere se c'è chi sta lavorando in questa direzione. Io ho iniziato lo scorso anno con dei soggetti donatimi dal caro Franco Monopoli che si sta dedicando a questa impresa già da alcuni anni.
Purtroppo quest'anno ancora non ho avuto nessun risultato positivo con i soggetti natimi la scorsa stagione. Solo tante uova chiare delle ibride e nessuna verzellina in amore.
maurobagiolo
00Saturday, May 8, 2010 7:46 AM
Se ti può consolare neppure le mie verzelline quest'anno sembra vogliano fare sul serio.
L'unica che sembrava intenzionata (accoppiata ad un canarino satinè bianco) ha prima costruito il nido su di un ramo e l'ha successivamente abbandonato. Poi ha rifatto il tutto in un cestino ha deposto 3 uova ed ha iniziato a covare. Dopo tre giorni di cova ha abbandonato tutto. Mi sono accorto e ho girato le uova ad un incardellata. Risultato 3 uova chiare. Ora gioca con il materiale da nido. Una seconda femmina accoppiata ad un altro canarino (satinè giallo intenso) ha mosso qualche paglia e poco più.
Non va meglio in purezza. La femmina che ho sistemato nel volierone benchè stimolata dal maschio che canta alla grande non ha mosso un filo.
Ieri ho trovato l'abbozzo di un nido di una femmina accoppiata ad un lucherino...speriamo almeno in questa.
Purtroppo qui da me il tempo non aiuta. Stamattina erano ancora 6 gradi e piove ormai da una settimana (solo qualche schiarita). Tutto questo non aiuta certo l'avvio della stagione riproduttiva.
Quanto al progetto che tu so hai in campo io ho rinunciato per motivi di spazio. Ho ceduto i maschi F1 portatori di satinè a degli amici che invece si sono ripromessi di tentare l'impresa. Spero abbiano fortuna perchè credo che in questo ramo ce ne volglia tanta.
M.maurizio 44
00Sunday, May 9, 2010 12:13 AM
Certamente ci vuole tanta fortuna e soprattutto soggetti ben ambientati alla gabbia, non facili da trovare.In effetti mi manca proprio qualche femmina di questo tipo. Speravo qualcosa in più dalle ibride, ma finora solo uova chiare. Ora ho messo il padre R2/satinè con la figlia satinè. Speriamo in una botta di c....
maurobagiolo
00Sunday, May 9, 2010 11:50 AM
Re:
M.maurizio 44, 09/05/2010 0.13:

Certamente ci vuole tanta fortuna e soprattutto soggetti ben ambientati alla gabbia, non facili da trovare.In effetti mi manca proprio qualche femmina di questo tipo. Speravo qualcosa in più dalle ibride, ma finora solo uova chiare. Ora ho messo il padre R2/satinè con la figlia satinè. Speriamo in una botta di c....



Come ho già ripetuto altrove sono dell'idea che per arrivare al verzellino mutato mi sa che dovremo attendere ancora parecchio. Il problema principale a mio avviso è l'eterna delicatezza dei verzellini o perlomeno dei ceppi che abbiamo in cattività. E' da troppo poco tempo che si alleva questo delicato serino e a mio avviso non ha ancora acquisito quelle immunità che ormai hanno quegli uccelli che da anni vengono allevato in gabbia. Non avere dei ceppi stabili vuol dire difficoltà assoluta nel portare avanti un simile progetto. I giovani in particolare soffrono ancora troppo per la coccidiosi post svezzamento e il fatto di doverli trattare per evitare ingenti perdite non aiuta certo a creare ceppi resistenti. L'introdurre poi in allevamento soggetti di dubbia provenienza magari per evitare consanguineità anzichè aiutarci nell'intento penso ci penalizza ancor di più.
Figuriamoci poi utilizzare mutati che storicamente sono ancor più delicati dei soggetti ancestrali.
Il secondo punto è arrivare al mutato dall'ibridazione. Purtroppo è ormai provato che i casi di fertilità degli R1 o R2 in particolare nel sesso femminile sembrerebbero di percentuale ancora inferiore rispetto agli F1....
E chi sta provando te compreso non può che confermare...purtroppo.
Una strada lunga che presuppone inoltre avere tanto materiale a disposizione che purtroppo proprio per scarsità di soggetti a volte non si ha oppure perchè la delicatezza dei pochi soggetti presenti non consente di lavorare con gli stessi soggetti per diverse stagioni riproduttive.
Il top sarebbe partire da un soggetto puro già mutato....ecco che allora seppur tra altre mille difficoltà la starda sarebbe sicuramente più corta. Ma per fare ciò dovremo aspettare un soggetto mutato...e che sopratutto cada nelle mani giuste.
Nel frattempo di auguro buona fortuna....


M.maurizio 44
00Sunday, May 9, 2010 9:14 PM
Caro Mauro le tue sono sacrosante parole. Io però, finchè potrò, seguiterò a provare, le cose impossibili rendono i risultati ancor più gratificanti. Ho allevato per tanti anni sia canarini di colore che di forma e anche molti ibridi, quindi per me questo è un nuovo stimolo che unito a qualche coppia di cardellini in purezza mi gratifica quel tanto da avermi indotto ad riiniziare dopo tanti anni di fermo. Spero solo di trovare altri con le stesse velleità per poter scambiare la materia prima perchè, come giustamente dici tu, soggetti di dubbia provenienza non danno nessuna garanzia di successo.
M.maurizio 44
00Friday, May 21, 2010 3:45 PM
C'è stata la botta di C...!!!!!Uova feconde tra R2 e figlia satinè,questa è la schiusa in diretta!!!!
M.maurizio 44
00Friday, May 21, 2010 3:50 PM
M.maurizio 44
00Friday, May 21, 2010 3:51 PM
M.maurizio 44
00Friday, May 21, 2010 3:54 PM
Purtroppo non è nato satinè. Spero almeno che sia maschio portatore, magari bruno. Dall'occhio sembrerebbe. Aspetto che nascano gli altri
M.maurizio 44
00Friday, May 21, 2010 6:04 PM
Il secondo però si che è satinè. Speriamo sia maschio
gloster
00Sunday, May 23, 2010 11:25 AM
ottimo.. in bocca al lupo [SM=g7458]
agatarosso
00Sunday, May 23, 2010 4:46 PM
......ciao MAURIZIO CHE SPETTACOLO STE FOTO DI NASCITE IN DIRETTA, IN BOCCA AL LUPO, UN ABBRACCIO. [SM=g7348] [SM=g7348] [SM=g7348]

M.maurizio 44
00Sunday, May 23, 2010 11:39 PM
Come detto precedentemente ci vuole tanta fortuna. Quest'anno sembra che vada e venga, infatti il primo nato, quello non satinè, aveva il sacco vitellino non completamente assorbito( si vede anche dalla foto )e quindi più debole e credo per questo che sia morto.In compenso ho avuto la fortuna, ancora tutta da provare, di venire in possesso di una verzellina ardesia, spero solo di riuscire ad avere qualche figlio da lei e cercare di fissarne il carattere.
gloster
00Monday, May 24, 2010 12:04 PM
Re:
M.maurizio 44, 23/05/2010 23.39:

Come detto precedentemente ci vuole tanta fortuna. Quest'anno sembra che vada e venga, infatti il primo nato, quello non satinè, aveva il sacco vitellino non completamente assorbito( si vede anche dalla foto )e quindi più debole e credo per questo che sia morto.In compenso ho avuto la fortuna, ancora tutta da provare, di venire in possesso di una verzellina ardesia, spero solo di riuscire ad avere qualche figlio da lei e cercare di fissarne il carattere.




Potrebbe derivare da una precedente ibridazione dal cantore d' africa?
Ho sempre avuto questa idea [SM=g10423]
M.maurizio 44
00Saturday, May 29, 2010 8:04 PM
Non credo sia un ibrido, comunque sia la cosa importante è che ha abbozzato un nido e quindi aspetto gli eventi
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:42 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com