ma la Roma.... lo meriterebbe questo scudetto?

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2
giove(R)
00Monday, March 15, 2010 2:49 PM
una piccola gara tra Giganti:

data la nostra atavica incapacità fatta di un mix di sbruffonaggine, vittimismo, buonismo, esaltazione e depressione, totale mancanza di coerenza, di memoria e di volontà....

chi tra le storiche componenti della "piazza romana" meriterebbe di più?
gianpaolo77
00Monday, March 15, 2010 2:57 PM
anche x per me la società, perchè sono sacrosanti gli appunti e le critiche che giustamente muoviamo sulla mancanza di carattere, di mentalità vincente, di voglia di vincere REALE e non urlata e strillata ai quattro venti da giocatori e ambiente,
ma è un dato de fatto che questa squadra non è attrezzata per vincere lo scudetto e che non lo vincerebbe nemmeno se se chiamasse milan, juve o inter e per questo la responsabilità primaria è pe' forza della società.
Sound72
00Monday, March 15, 2010 3:41 PM
per me se lo vince lo merita.
Mi pare banale ma è cosi.
Se non lo vince è perchè non hai comprato giocatori/ campioni .

Tanti altri discorsi sulla mentalità, sulla piazza etcetc li condivido nello specifico ma poi, alla resa dei conti contano i piedi.
Sempre che tutto sia regolare.
chiefjoseph
00Monday, March 15, 2010 3:50 PM
non sta scritto da nessuna parte che una squadra meno forte di un'altra non possa fare un risultato, alla lunga, migliore...nel caso specifico, se l'inter(vediamo anche il milan) continua col ciapanò, non vedo perchè devo replicare i risultati mediocri di quest'ultima, soprattutto se ho dimostrato in questa lunga serie, di essere superiore a 19 squadre su 20 di serie a.

l'anno scorso in germania il titolo lo ha vinto il wolfsburg, che forse era la terza o quarta forza di quel campionato, per dire.

ieri hai pareggiato col livorno, cazzo!

col livorno!

e basta alibi!
Sound72
00Monday, March 15, 2010 4:14 PM
Re:
chiefjoseph, 15/03/2010 15.50:

non sta scritto da nessuna parte che una squadra meno forte di un'altra non possa fare un risultato, alla lunga, migliore...nel caso specifico, se l'inter(vediamo anche il milan) continua col ciapanò, non vedo perchè devo replicare i risultati mediocri di quest'ultima, soprattutto se ho dimostrato in questa lunga serie, di essere superiore a 19 squadre su 20 di serie a.

l'anno scorso in germania il titolo lo ha vinto il wolfsburg, che forse era la terza o quarta forza di quel campionato, per dire.

ieri hai pareggiato col livorno, cazzo!

col livorno!

e basta alibi!



intanto mancano 10 partite, quindi credo che dovremo aspettare la fine per giudicare se è stato un ciapanò, un limite, il massimo che hai fatto etc.
Ieri hai segnato 3 gol e sbagliato un rigore in 40' poi ti sei fermato. Questo io non so come giudicarlo, se è convinzione, presunzione, problema di uomini, di gambe.Boh.
Credo che per quanto tu possa/debba puntare a fare una volta nella vita il Wolfsburg della situazione alla resa dei conti abbia sempre bisogno di tutte le componenti.
Non ti deve mancare nessuno, i migliori devono giocare da migliori, devi essere cinico nei momenti giusti.La roma ha avuto ad un certo punto tutto questo, ora invece ci manca quel 10% che ci riporta ad essere normali.
Ma qua parliamo di una roma che non ha totti da ottobre in pratica, che de rossi gioca con una media da 4,5, che vucinic segna poco, che taddei e perrotta sono spompati, che non hai un terzino destro, che mexes è una femminuccia, che menez e baptista sono impalpabili, che toni ha giocato 4 partite, che ranieri è arrivato alla terza giornata..
Cioè con tutto questo..come si fa a dire che non riusciamo a fare di piu' di quello che otteniamo?


chiefjoseph
00Monday, March 15, 2010 4:18 PM
guarda, se da qui alla fine non accadono altri cagliari-roma, napoli-roma o livorno-roma, sono d'accordo con te e applausi per questa squadra...
parlo di partite che erano morte e sepolte e hai riaperto con le solite cazzate...
ma siccome l'andazzo l'ho capito dopo napoli-roma, penso che assisteremo ad altre partite di quel tipo e ai soliti rimpianti, perchè li davanti ci metto la mano sul fuoco che rallenteranno ancora.
giove(R)
00Monday, March 15, 2010 4:22 PM
finora m'ha risposto solo giampaolo però.
la domanda di fondo è infatti:
nel variegato universo che compone l'ambiente-Roma, esiste secondo voi, riuscite a ravvedere una componente, una almeno, che la guardi e dici: ecco, se fosse per questo, lo scudetto sarebbe nostro?".

eisiste una componente nell'ambiente Roma che merita lo scudetto?

nel 2000 la società spese 100 e più miliardi, la squadra era forte davvero, la gente allo stadio ci andava, e sopratutto, quando sentì puzza di bruciato, e intuendo che sarebbe stata un'altra, ennesima stagione di sprechi, andò a Trigoria a prendere i giocatori per il bavero, mettendoli di fronte alle proprie responsabilità.

ma oggi:

la società che non fa acquisti a parte Guberti, a fronte di un incasso di 20 milioni per aquilani, è da scudetto?

la squadra, che gioca da novembre senza il suo unico fuoriclasse vero, e che non fa a tempo a dire "Scud..." e si chiama subito fuori da sola, è da scudetto?

questa stampa romanista, in mano a quattro scalzacani, tra incoerenza, incompetenza, spavalderia pelosa, e vittimismo alla "metto le mani avanti per non cadere indietro", è da scudetto?

questa tifoseria che si autoimbroda parlando di "più bella tifoseria del mondo", ma che è incapace di fare 30.000 spettatori allo stadio ed è ormai ridotta a uno stormo di pappagalli appresso a quattro scribacchini che vendono speranze ed esaptazioni, dimenticando ogni base di critica coerente, è da scudetto?

una volta analizzate queste varie componenti e le loro miserie... come si può, anche minimamente sperare?

io dico che bisognerebbe tornare a mangiare un bel pò di panini per irrobustirsi un pò.
al momento infatti siamo gracilini. sotto tutti gli aspetti.

chiefjoseph
00Monday, March 15, 2010 4:29 PM
parte tutto dall'ambiente...
perchè se avevi un altro ambiente, secondo me, anche con società non sempre all'altezza delle big italiane ed europee, qualche trofeo in più magari te lo trovavi ora in bacheca(non per forza scudetti, bastava qualche coppetta uefa).

poi viene l'aspetto societario...perchè è chiaro che se hai una società in grado di spendere tanto, hai più possibilità di vincere partecipando con maggior costanza a certi palcoscenici.
della serie, "lotti ogni anno per il vertice, prima o poi lo scudo lo vinci".

poi però vedi che "l'ambiente" ti ha messo il freno anche quando hai avuto una società in grado di spendere e spandere, avendo vinto meno di quanto potevamo(non so, penso all'anno post scudo 2001 con tutti quei pareggi con le ultime in classifica..scudetto perso per assoluta sufficienza e perchè ancora stavano a fa i bagordi in città..."che ce frega, avemo vinto o scudo dell'anno scorso, j'avemo scucito aaa lazio"
e intanto ne hai buttato al cesso un altro...
ma delle cose che butti al cesso poi te ne accorgi al solito a distanza di anni, non nell'immediato..
all'epoca si era appagati per lo scudetto dell'anno prima.
Sound72
00Monday, March 15, 2010 4:44 PM
tutte le componenti indicate hanno dei grossi limiti, però non capisco Giove il senso del sondaggio..
Se dovessimo vincerlo che significa che non ce lo siamo meritato perchè i tifosi sono cosi, la stampa è cosi, la piazza è cosai, la società è cosi?
allora ti rigiro la domanda..se tu dici che non si può minimanente sperare..perchè stiamo qui a roderci per questi 3 pareggi?E
come hai fatto a creare i presupposti per giocarti qualcosa?
A parte che cosi andiamo a fini' sul filosofico " spallettiano", se vinci semplicemente per me sei riuscito a fare un mezzo miracolo e quindi sono stati tutti meritevoli.
I meriti a priori, sono quelli di aver cambiato in corsa alcune pedine ( Montali, Ranieri ) che hanno creato/ricreato una certa solidità nella squadra da permetterle di risalire in modo costante quando era praticamente a terra, oltre ad avere a disposizione un gruppo un pò logoro ma tecnicamente buono per il campionato italiano.
faberhood
00Monday, March 15, 2010 4:49 PM
Re:
Condivido il pensiero di Giampaolo, e dico società.
Questa squadra non è attrezzata, e questo è fuori di ogni dubbio.
Il Campionato tuttavia è di un livello medio/scarso...diciamo mediocre.
C'è una buona squadra l'Inter, grande se avesse il carattere internazionale.
Una squadra buona , ma con problemi vari dovuti all'età dei calciatori della rosa , ma con individualità tecniche eccelse, non più sopportate dal fisico.
La Juventus non la ritengo buona ma al di sotto delle potenzialità della Roma, e così anche le altre dal Palermo alla Fiorentina.
Nonostante tutto lo staff tecnico ha fatto un gran lavoro sulla psiche del gruppo, che tuttavia pecca ancora di lacune incredibili sulla personalità e sulla determinazione nell'affrontare alcuni impegni.
Questa è una squadra che fintanto la si reputa una provinciale...riesce a esprimere il meglio , ma appena i media o i riflettori puntano su di lei non concretizza o sfrutta quello che è là alla portata.
Mi vengono in mente tanti esempi nel tennis, dove ottimi tennisti arrivano ai quarti del grande torneo, con grandi chance di pronostico ma poi non concretizzano, nonostante ottime prove in Coppa Davis o in piccoli tornei.
Il mio dibattito nato su Convinzione, deriva proprio dal fatto che dalla pochezza del campionato un tecnico come Ranieri poteva dare concretezza e determinazione che sono sempre mancati all'ambiente.
Il problema è che Ranieri ha ereditato un gruppo, di cui è riuscito a disporre finora in modo egregio, ma senza cambiarlo completamente.....il calo fisico ha riprodotto i cali di concentrazione noti da anni.
E_Dantes
00Monday, March 15, 2010 4:52 PM
è un po' particolare il tuo modo di porre il quesito..

come se mi chiedessi.. per quale motivo ti porti a letto quella tizia...

chiedendomi di scegliere tra..

le vene varicose lungo le caviglie..
la peluria sul viso..
e la forfora sui capelli..

lucaDM82
00Monday, March 15, 2010 5:42 PM
Re:
E_Dantes, 15/03/2010 16.52:

è un po' particolare il tuo modo di porre il quesito..

come se mi chiedessi.. per quale motivo ti porti a letto quella tizia...

chiedendomi di scegliere tra..

le vene varicose lungo le caviglie..
la peluria sul viso..
e la forfora sui capelli..




[SM=g27987]




giove(R)
00Monday, March 15, 2010 6:28 PM
il senso del mio sondaggio (al quale giampaolo ha risposto nel particolare, e chief.. nel profondo, l'ambiente, cioè tutto e tutti, perchè non c'è una componente che non sia zoppa e che si possa salvare) è che non meritiamo questo scudetto.

la Roma non ha una società all'altezza dalla gestione dei giovani alla micragna di due soldi bucati in cassa.

questo lo sapevano tutti, eppure poi d'incanto qualcuno ha sperato che così si battono squadre che hannos peso 40 milioni a botta....


la Roma ha un'opinione pubblica fatta di gente e giornalisti, troppa gente, che ti parla di inutilità delle coppe, che arrivi a nemmeno 7 punti dall'inter, e lo fai perchè non ti sei fermato mai per 4 mesi (e quindi è probabile che presto lo farai, di tuo) ... eppure inizia già a piangere per gli arbitri.

anche questo, se si volesse, sarebbe risaputo a tutti. ma è sempre comodo mettere le mani avanti.


la Roma è STORICAMENTE debole mentalmente. tra facili esaltazioni, facili vittimismi, facili perdoni, poche pretese e scuse bell'e pronte, si è costruito un ambiente che riflette tutta la sua debolezza sulla squadra, da chiunque sia formata.

è sempre stata così, anche quando c'erano falcao cerezo e bruno conti.

l'ho spesso detto, ma a pchi ho "aperto gli occhi" (e poco mi frega, perchè tanto è così): questa è una squadra che persino quando aveva Batistuta, Samuel, Totti, Montella, Aldair e compagnia... ha avuto bisogno che la gente li minacciasse inferocita, con il sangue agli occhi e pulsioni omicide, che li prendesse a calci nel culo, per darsi una mossa e vincere lo scudetto.
fu un miracolo. l'unica volta che è successo quello che sempre dovrebbe succedere, magari in modo diluito, goccia dopo goccia, che poi non hai bisogno di arrivare a quegli eccessi.

che finissero le scuse, gli alini, le illusioni, i tuffi nel pianto, le scuse bell'e pronte.

e tutto resterà così finchè saremo così incoerenti, a dare credito di vittoria dimenticando che abbiamo preso Guberti, che abbiamo molti buoni giocatori, che però rendono la metà da almeno 2 anni, che abbiamo un solo fuoriclasse fermo da mesi,.... ma in tutto questo diamo la colpa ad arbitri, maltempo, i tifosi del catania chye ci minacciavano a bordo campo, le coppe che portano via energie (da quando siamo usciti infatti abbiamo ingranato la quinta...ma che dico... la sesta!).

il senso del sondaggio è che se non si è ancora capito bisogna trattare la situazione con serietà e sopratutto maturità.

noi invece abbiamo un ambiente di ragazzini, che trasmette questo alla società e alla squadra.
lo sanno tutti che le scuse saranno sempre bell'e pronte. ed è per questo che sopportiamo cose che altrimenti avremmo mandato a fanculo da tempo.

ditemi voi se nella vita vera sopportereste più di tre o quattro volte gente a voi vicina che vi assicura e vi promette, ogni volta uguale e ogni volta deludendovi, le stesse cose.

mi paicerebbe che ognuno, nel suo piccolo, la finisse di cercare solo scuse e guardasse infaccia la realtà di questo ambiente.

e invece da oggi già tutti pronti a crederci "non ci fermeremo", "adesso non sbaglieremo più" e la gente che ci crede, abboccona.
e in più fornisce anche scuse.

ma tanto su... come ho detto, da domani tutti convinti: l'inter e il milan sono nel mirino.

in fondo è anche comica la cosa, un pò ripetitiva certo... però la sua comicità ce l'ha.

questa capacità di dimenticare, di ripartire con le illusioni, di voler credere quando ti ritrovi una squadra che nonf a nemmeno a tempo a dire "puntiamo a..." non fa manco a tempo a pronunciare la parola e già s'è data la solita, immutabile, imperitura, immarcescibile, chiodata in fronte.

eppure siamo passati per i Venezia, i Lecce, i Livorno, gli Empoli...tante promesse, tanti proclami, tanti tonfi. semrpe uguali.

evidentemente, altro che formule di fisica quantistica, altro che teorie delle sttringhe, altro che ...Voyager e Giacobbi vari...

gnaa famo. non si vuole capire.

Batistuta, Montella, Totti, Samuel, Capello, Aldair, Cafù... e per vincere ci sono voluti i calci nel culo...

aaaaaancooooraaaa....
[SM=g27988]
E_Dantes
00Monday, March 15, 2010 6:43 PM
Re:
giove(R), 15/03/2010 18.28:


il senso del sondaggio è che se non si è ancora capito bisogna trattare la situazione con serietà e sopratutto maturità.



dì la verità.. qui ti riferisci a me..

giove(R), 15/03/2010 18.28:


aaaaaancooooraaaa....
[SM=g27988]




che stranissima sensazione... sono rimasto solo in studio.. (ecco i risultati di chi non rinuncia mai ai suoi lunghi week-end..) e così mi sono regalato un volume dello stereo più alto.. ed una stazione radio più romantica.. e proprio mentre Jovanotti ti partiva col suo intonatissimo acuto sulle note di Baciami Ancora.. mi leggo l'esortazione di Giobbe.. e ti ho immaginato sul palco a cantare la canzone del Jovanotti...
[SM=g27987]

non saresti male...

per tornare al sondaggio..
alla domanda secca.. rispondi NO.. non lo meriti.. ma in genere non lo meritano 18 squadre su 20..

però poi ci sono aspetti da analizzare.. io l'ambiente non riesco a metterlo sempre al centro del progetto "A CHI LA COLPA".. io non immagino DeRossi.. o Toni nel traffico di Roma con la radio su ReteSport o la trasmissione del Corsi..

Per me.. fai la squadra forte.. e poi analizza i problemi..

questa rosa non è da scudetto.. e questa rosa senza Totti non è addirittura da 2/3 posto..

poi ringraziamo le capacità di Ranieri.. alcune buone intuizioni.. l'incapacità dirigenziale della Juventus.. e poc'altro..

lucaDM82
00Monday, March 15, 2010 6:43 PM
Mettiamola cosi'...

io della società non salvo nessuno.Tutti al rogo.

La stampa,le radio,le tv,i media locali insomma,tutti al rogo.

La squadra,per l'occasione dilapidata e gli errori che si perpetuano,tutta al rogo.

Allora dico tifosi,so che almeno qualche tifoso sano c'è.Noi per esempio,ce lo meritiamo.

chiefjoseph
00Monday, March 15, 2010 6:48 PM
@ dantes

non ci sono solo le radio(che comunque per me sentono tanti giocatori, ma veramente tanti), bastano i giornali e leggere le pagelle [SM=g27988]

un de rossi che da 2 anni a sta parte è da 5 in pagella fisso, se vede che ogni settimana si becca il 6/6.5 politico, non si sentirà mai autorizzato a farsi un esame di coscienza sullo schifo che sta facendo in campo.
E_Dantes
00Monday, March 15, 2010 6:50 PM
Re:
lucaDM82, 15/03/2010 18.43:

Mettiamola cosi'...

io della società non salvo nessuno.Tutti al rogo.

La stampa,le radio,le tv,i media locali insomma,tutti al rogo.

La squadra,per l'occasione dilapidata e gli errori che si perpetuano,tutta al rogo.

Allora dico tifosi,so che almeno qualche tifoso sano c'è.Noi per esempio,ce lo meritiamo.





ed io ti ribatto.. uno come Riise.. che ha giocato più di qualsiasi altro calciatore in SerieA.. non mollando un centimetro.. non se lo meriterebbe..?

un Ranieri che tenta i miracoli con un gruppo che non gli appartiene assolutamente non lo meriterebbe..?

J.Sergio.. che in silenzio si è meritato le luci della ribalta non lo meriterebbe..?

Burdisso che sta sempre sul pezzo..?

il discorso è molto delicato.. quasi al limite del relativismo...

lucaDM82
00Monday, March 15, 2010 6:56 PM
Re: Re:
E_Dantes, 15/03/2010 18.50:



il discorso è molto delicato.. quasi al limite del relativismo...




E'vero.Il Giove filosofo ci ha teso una trappola. [SM=g27987]
Qua ci voleva Patric con una dissertazione sul relativismo.
Sound72
00Monday, March 15, 2010 7:02 PM
mah ..se lo vinci..a meno che non ti compri le partite o gli arbitri lo hai meritato..e se lo meritano tutti, simpatici e antipatici, incapaci e sopravvalutati.
Dire a priori che non lo meriteresti perchè a, c, c, d etc non sono all'altezza che discorso è ?
Farei una distinzione tra meritevole e difetto.
I difetti ti impediscono ti raggiungere un obiettivo, se però vinci nonostante tutti sti difetti e limiti allora c'è poco da fare sei triplamente meritevole.
Ma tanto mi pare che non ci porremo sto problema dei meriti e demeriti.
Ultima cosa..se io sono consapevole di tutti questi vizi storici e mi ritrovo a 5 punti dal primo posto che devo fare? Devo rinunciare a provare a vincerlo perchè ho tutta sta serie di problemi/limiti/difetti?Mi devo guardare allo specchio e dire faccio schifo, non esco è meglio che me ne sto a casa a risistemarmi?

Questo mi sembra piu' un discorso da fare a posteriori..altrimenti sti famosi difetti non li supererai mai se non fai altro che aspettare la prima occasione per dire..ma io sono quello che nn ce la può fare..che deve migliorare..che deve crescere..

E quando cresci cosi..
lucolas999
00Monday, March 15, 2010 7:21 PM
Re: Re: Re:
lucaDM82, 15/03/2010 18.56:



E'vero.Il Giove filosofo ci ha teso una trappola. [SM=g27987]
Qua ci voleva Patric con una dissertazione sul relativismo.




infatti essendo la filosofia la materia quanto più distante ci sia da me , io,
1) leggo ma non capisco quello scrivete
2) non capisco dove si voglia arrivare
3) a che serve tutto ciò?

scusate la mia profonda ignoranzità [SM=g27987]
faberhood
00Tuesday, March 16, 2010 9:04 AM
Re:
giove(R), 15/03/2010 18.28:

il senso del mio sondaggio (al quale giampaolo ha risposto nel particolare, e chief.. nel profondo, l'ambiente, cioè tutto e tutti, perchè non c'è una componente che non sia zoppa e che si possa salvare) è che non meritiamo questo scudetto.

la Roma non ha una società all'altezza dalla gestione dei giovani alla micragna di due soldi bucati in cassa.

questo lo sapevano tutti, eppure poi d'incanto qualcuno ha sperato che così si battono squadre che hannos peso 40 milioni a botta....


la Roma ha un'opinione pubblica fatta di gente e giornalisti, troppa gente, che ti parla di inutilità delle coppe, che arrivi a nemmeno 7 punti dall'inter, e lo fai perchè non ti sei fermato mai per 4 mesi (e quindi è probabile che presto lo farai, di tuo) ... eppure inizia già a piangere per gli arbitri.

anche questo, se si volesse, sarebbe risaputo a tutti. ma è sempre comodo mettere le mani avanti.


la Roma è STORICAMENTE debole mentalmente. tra facili esaltazioni, facili vittimismi, facili perdoni, poche pretese e scuse bell'e pronte, si è costruito un ambiente che riflette tutta la sua debolezza sulla squadra, da chiunque sia formata.

è sempre stata così, anche quando c'erano falcao cerezo e bruno conti.

l'ho spesso detto, ma a pchi ho "aperto gli occhi" (e poco mi frega, perchè tanto è così): questa è una squadra che persino quando aveva Batistuta, Samuel, Totti, Montella, Aldair e compagnia... ha avuto bisogno che la gente li minacciasse inferocita, con il sangue agli occhi e pulsioni omicide, che li prendesse a calci nel culo, per darsi una mossa e vincere lo scudetto.
fu un miracolo. l'unica volta che è successo quello che sempre dovrebbe succedere, magari in modo diluito, goccia dopo goccia, che poi non hai bisogno di arrivare a quegli eccessi.

che finissero le scuse, gli alini, le illusioni, i tuffi nel pianto, le scuse bell'e pronte.

e tutto resterà così finchè saremo così incoerenti, a dare credito di vittoria dimenticando che abbiamo preso Guberti, che abbiamo molti buoni giocatori, che però rendono la metà da almeno 2 anni, che abbiamo un solo fuoriclasse fermo da mesi,.... ma in tutto questo diamo la colpa ad arbitri, maltempo, i tifosi del catania chye ci minacciavano a bordo campo, le coppe che portano via energie (da quando siamo usciti infatti abbiamo ingranato la quinta...ma che dico... la sesta!).

il senso del sondaggio è che se non si è ancora capito bisogna trattare la situazione con serietà e sopratutto maturità.

noi invece abbiamo un ambiente di ragazzini, che trasmette questo alla società e alla squadra.
lo sanno tutti che le scuse saranno sempre bell'e pronte. ed è per questo che sopportiamo cose che altrimenti avremmo mandato a fanculo da tempo.

ditemi voi se nella vita vera sopportereste più di tre o quattro volte gente a voi vicina che vi assicura e vi promette, ogni volta uguale e ogni volta deludendovi, le stesse cose.

mi paicerebbe che ognuno, nel suo piccolo, la finisse di cercare solo scuse e guardasse infaccia la realtà di questo ambiente.

e invece da oggi già tutti pronti a crederci "non ci fermeremo", "adesso non sbaglieremo più" e la gente che ci crede, abboccona.
e in più fornisce anche scuse.

ma tanto su... come ho detto, da domani tutti convinti: l'inter e il milan sono nel mirino.

in fondo è anche comica la cosa, un pò ripetitiva certo... però la sua comicità ce l'ha.

questa capacità di dimenticare, di ripartire con le illusioni, di voler credere quando ti ritrovi una squadra che nonf a nemmeno a tempo a dire "puntiamo a..." non fa manco a tempo a pronunciare la parola e già s'è data la solita, immutabile, imperitura, immarcescibile, chiodata in fronte.

eppure siamo passati per i Venezia, i Lecce, i Livorno, gli Empoli...tante promesse, tanti proclami, tanti tonfi. semrpe uguali.

evidentemente, altro che formule di fisica quantistica, altro che teorie delle sttringhe, altro che ...Voyager e Giacobbi vari...

gnaa famo. non si vuole capire.

Batistuta, Montella, Totti, Samuel, Capello, Aldair, Cafù... e per vincere ci sono voluti i calci nel culo...

aaaaaancooooraaaa....
[SM=g27988]



Si vabbè.
Condivido quest'analisi, sulle nostre ataviche lacune.
I nostri errori nei momenti topici, li conosciamo tutti.
Anche con fior fior di campioni è difficile vincere in questa città...solo un miracolo ha potuto cambiare l'ordine delle cose.
Ma i tifosi sognano e vivono di sogni....vuoi levare al tifoso medio la possibilità di sognare?
E dopo una domanda. Seconde te, Giovanni, come se ne esce da questa situazione?
Visto che la mentalità del tifoso non puoi cambiarla, visto che i gioranli o le radio scriveranno sempre le stesse cose, visto che cambieranno allenatori, calciatori, e proprietà, ma non cambierà la mentalità dell'ambiente....come pensi che sia possibilie uscirne?
Credi che dobbiamo smetterla di tifare per questa squadra? Credi che dobbiamo disammorarci di questi colori di cancellare questa passione?
Dimmi quale reputi sia la ricetta per un cambiamento.
Tutti i mali di questa società e di questa squadra , da te esperessi in più di un'occasione li condivido....ma non scrivi o indichi una via di uscita....una possibile invertenza di rotta.
Attendo impaziente una tua risposta.
faberhood
00Tuesday, March 16, 2010 9:06 AM
Re:
Sound72, 15/03/2010 16.44:

tutte le componenti indicate hanno dei grossi limiti, però non capisco Giove il senso del sondaggio..
Se dovessimo vincerlo che significa che non ce lo siamo meritato perchè i tifosi sono cosi, la stampa è cosi, la piazza è cosai, la società è cosi?
allora ti rigiro la domanda..se tu dici che non si può minimanente sperare..perchè stiamo qui a roderci per questi 3 pareggi?E
come hai fatto a creare i presupposti per giocarti qualcosa?
A parte che cosi andiamo a fini' sul filosofico " spallettiano", se vinci semplicemente per me sei riuscito a fare un mezzo miracolo e quindi sono stati tutti meritevoli.
I meriti a priori, sono quelli di aver cambiato in corsa alcune pedine ( Montali, Ranieri ) che hanno creato/ricreato una certa solidità nella squadra da permetterle di risalire in modo costante quando era praticamente a terra, oltre ad avere a disposizione un gruppo un pò logoro ma tecnicamente buono per il campionato italiano.


quoto

faberhood
00Tuesday, March 16, 2010 9:12 AM
Re:
lucaDM82, 15/03/2010 18.43:

Mettiamola cosi'...


Allora dico tifosi,so che almeno qualche tifoso sano c'è.Noi per esempio,ce lo meritiamo.





No neanche i tifosi....perchè i tifosi sono gli stessi che a Roma-Bologna al gol di Vucinic hanno pesantemente fischiato un calciatore di questa squadra, che significa fischiare questi colori.
I tifosi sono quelli che hanno fatto casino quando la squadra era in ritiro sempre nello stesso periodo.
Forse solo noi, posso salvare, e ce lo meritiamo.
E_Dantes
00Tuesday, March 16, 2010 10:15 AM
Re: Re:
faberhood, 16/03/2010 9.12:




No neanche i tifosi....perchè i tifosi sono gli stessi che a Roma-Bologna al gol di Vucinic hanno pesantemente fischiato un calciatore di questa squadra, che significa fischiare questi colori.
I tifosi sono quelli che hanno fatto casino quando la squadra era in ritiro sempre nello stesso periodo.
Forse solo noi, posso salvare, e ce lo meritiamo.




ma forse Giobbe direbbe che in fondo.. dopo quelle bombe carta.. e quel casino.. la squadra ha cominciato a vincere.. e dalla zona retrocessione.. ci si è ritrovati a parlare di scudetto...

così come accadde nel lontano 2000 dopo la sconfitta con l'Atalanta.. sbaglio..?

giove(R)
00Tuesday, March 16, 2010 12:34 PM
Capisco i …recalcitranti…
Capita anche a me, è disseminata la mia vita, di situazioni dove “hai capito, ma intigni”.
In fondo la morale è che ci siamo scelti una croce, una trappola dalla quale non si esce. Siamo tifosi di una squadra che è immersa in un ambiente che non porterà mai le soddisfazioni minimamente paragonabili all’attaccamento che noi proviamo.
Bisognerebbe smetterla con la Roma. (Grillo addirittura, e per motivi più seri, dice che bisogna smetterla con il calcio, cosa che ancora non so fare, perché evidentemente…).
Io forse sono il peggio di tutti. Da un pezzo ho realizzato quanto questo ambiente sia una macchina perfetta votata alla sconfitta, al ridicolo e alla pantomima.
Perché fa fin troppo ridere (sicuramente agli altri, ma anche a noi, con un pizzico di autoironia e senso del grottesco) l’osservazione dei fatti della Roma.
Sempre promesse, assicurazioni, e poi appena i giochi si fanno nemmeno duri, ma….leggermente consistenti… usciamo fuori con la coda tra le gambe. Ma con un immediatezza, una rovinosità, una scontatezza disarmanti. Film visti e rivisti. Siamo in pratica come quelle scenette delle scazzottate di Bud Spencer e Terence Hill, dove c’è sempre, immancabile, quello che arriva fa le mossette, fa il minaccioso, si gonfia, si impettisce … ma non fa a tempo nemmeno a dire “A” che prende un pizzone che lo accappotta. E poi, durante la scazzottata, lo rifà, uguale a prima, altre 3 o 4 volte.
Ecco la Roma non è mai uscita da questa scazzottata, e ripropone all’infinito, quella scena.
Altra cosa che aggiunge comicità (grottesca) a chi vede tutto ciò ma non riesce a distaccarsene, è chi invece trova sempre una scusa. Che lì non si più come dire… dissidente a metà… sei compartecipe, complice.
Intendiamoci, entrambi coglioni. Perché si dai, siamo un po’ coglioni.
A questo non c’è rimedio, né spiegazione, né ricette per guarire. È così. Sai che manca un abisso di roba per cambiare la situazione e che è talmente troppa che non ci si riuscirà mai. Deve cambiare il mondo, deve stravolgersi, il mondo.
È come con il discorso sull’ambiente. La fai la raccolta differenziata, le usi le lampadine a basso consumo, ricicli e ritagli con le forbici persino le parti che non si sono unte dei contenitori con cui il Pony ti porta la pizza… ma tanto dove vai. È già tutto scritto. O la fine, o un altro mondo completamente. Non certo questo, con queste basi.
Scusate se faccio filosofia, ma lo sport è filosofia, ed è anche un paradigma e una caricatura di tutta la vita. Sia praticarlo, uno sport, che seguirlo e metterci passione, come facciamo noi con il calcio e la Roma.
In fondo c’è tutto del nostro essere, primo fra tutti “l’aver capito, ma intigne”.
e ora, finito il cinico e pratico realismo (perché questa è la nostra situazione pochi cazzi), torniamo nell’utopia. E provo a rispondervi… come se ci fosse davvero una soluzione che ci possa regalare da qui ai nostri 90 anni, magari 100 (tanti ve ne auguro di campare), 10 scudetti anziché al massimo 2, una coppa internazionale, al posto dello 0 spaccato che ci porteremo nella tomba.

Sound72, 15/03/2010 19.02:


mah ..se lo vinci..a meno che non ti compri le partite o gli arbitri lo hai meritato..e se lo meritano tutti, simpatici e antipatici, incapaci e sopravvalutati.
Io non parlo a posteriori, parlo di ora. E ora, con una società senza una lira, un ambiente di orgoglioni, e una squadra di ridicoli chiacchieroni (tale è chi sempre promette, e puntualmente sempre delude, specie con avversari che valgono la metà della loro metà) credo che si debba onestamente riconoscere che non meritiamo di vincere, nel senso non possiamo vincere, non vinceremo di certo noi, è impossibile che vinciamo noi. Ed è inutile dire (perché anche questo fa molto ridere di noi romanisti, siamo sempre pronti lì a fare i casi limite, i ragionamenti per assurdo… ma poi) “beh…se davanti le altre crolalno… beh se succede un disastro…” dove ti immagini, sogni, ti auguri, chissà che cataclisma per gli avversari… e poi tu (e la tua tifoseria, il tuo ambiente,e i tuoi stessi protagonisti) fai finta di dimenticare che a te per creare il cataclisma, il baratro, ti basta anche il Livorno, o il Lecce, o il Venezia… ti aspetti chissà che asteroide che cada a Milanello o Appiano Gentile, ma continui a far finta di non sapere che tu sei capace di romperti la testa anche con un sassolino.
Dire a priori che non lo meriteresti perchè a, c, c, d etc non sono all'altezza che discorso è ?
È il discorso realista di osservare quello che hai davanti con freddezza ed esprimere un parere con lucidità su ciò che hai e dove ti può portare.
Te lo chiedo io che discorso fai tu… certo che se “domani vinciamo” grazie… io parlo prima, mica dopo. e quello che abbiamo, al lista l’ho già fatta, mi sembra da veri ingenui pensare che davvero questa squadra possa vincere. Che discorso è lo dovresti chiedere a te stesso, se non hai ancora capito che questa squadra è fatta di uomini che non reggono una pressione di un grammo sulla testa.
Sabato sera gli amici a dirmi… ma st’inter che ha perso?…e avevano quello sguardo arrapato di chi ha una bella fica davanti a cosce aperte…
Io ho semplicemente commentato con un sorriso, risultato forse anche odioso, perché sembrava che il saggio stesse parlando a quattro fessi: “il brutto è che ora l’obiettivo si fa concreto, e la Roma di solito quando si trova a lottare per davvero, si caca addosso. Vediamo se è da scudetto. La Roma che conosco io partite come quella di domani le fallisce”. Mancava l’Incipit: “in verità vi dico..”
Un genio? Tutt’altro… è solo la memoria di ciò che ho storicamente visto. Il fatto è che io me lo ricordo, nonostante abbia 41 anni e mi faccia le canne da quando ne ho 20.

Farei una distinzione tra meritevole e difetto.
I difetti ti impediscono ti raggiungere un obiettivo, se però vinci nonostante tutti sti difetti e limiti allora c'è poco da fare sei triplamente meritevole.
Si ma il problema è che lo puoi dire già a priori che non vinci Ennio. Se sei così non vinci. È inutile che te fai le supercazzole. Ti stai prendendo in giro da solo, compresi i tuoi discorsi, prima ancora che i giochi entrassero davvero nel vivo, sul milan, la juve e gli arbitri.
Come hai visto, la Roma si chiama fuori da sola molto ma molto prima che arrivi l’arbitro. Si parla di “oscuri giochi”, di “fini trame”… ecco finiamola di definire i nostri occulti avversari come dei geni del male, che basta un quarto di un quarto di genio, epr capire che la roma dsi caca addosso prima ancora che arrivino gli arbitri. Sono dei fessi se ci mandano gli arbitri contro. Si scoprirebbero senza che vi sia necessità. Alla Roma basta se stessa per chiamarsi fuori.
Io parlo prima, non faccio supercazzole: non hai fatto acquisti, non hai gente con le palle, hai il più forte fuori da mesi, altri presunti campioni fanno pena da due anni… e pensi di poter vincere?
anche chief ha spiegato molto bene “la Roma non rientra in corsa e perderà tutte le altre occasioni che avrà, anchè se milan e inter perderanno altri punti: è per prima la Roma ad essere incapace di approfittarne”.
E tu mi parli del dopo. guardale prima le cose. Ti sembra che possiamo vincere? Non ti sembrano oggi, col senno del poi, un po’ fuori luogo quei discorsi sugli arbitri? Quel mettere inutilmente le mani avanti?
Non ti sembra fuori luogo dare la colpa tutta Doni, quando per 45 minuti una squadra smette di giocare in una importante partita di coppa?
Perché continui ad accreditare questa squadra di imprese che non ha nelle corde, quando continui a ripetere che tu i difetti di questa Roma li conosci bene e non da oggi ma da decenni?
Ti anticipo, dovessi pensare che ti reputi di coccio… no, semplicemente romanista. Che molto spesso è molto peggio di “de coccio”.

Ultima cosa..se io sono consapevole di tutti questi vizi storici e mi ritrovo a 5 punti dal primo posto che devo fare? Devo rinunciare a provare a vincerlo perchè ho tutta sta serie di problemi/limiti/difetti?Mi devo guardare allo specchio e dire faccio schifo, non esco è meglio che me ne sto a casa a risistemarmi?
Questo mi sembra piu' un discorso da fare a posteriori..altrimenti sti famosi difetti non li supererai mai se non fai altro che aspettare la prima occasione per dire..ma io sono quello che nn ce la può fare..che deve migliorare..che deve crescere..
E quando cresci cosi..
Mah…. E chi ha detto che devo rinunciare a vincerlo? IO devo rinunciare? TU devi rinunciare? Io sto parlando della squadra, di questa squadra, e a parte le supercazzole che sta facendo, questa squadra te lo dimostra a ogni piè sospinto che NON LO PUO’ vincere, perché NON LO SA vincere. NON E’ CAPACE ENNIO. E’ BONA SOLO A CHIACCHIERA’, A LAMENTARSI.
È la Roma Ennio, non io e te, che è andata Livorno a fare quella partita, che con il Lecce fece quello, con il venezia quell’altro, che ti esce giocando come i dilettanti le coppe. E’ LA ROMA ENNIO, QUESTA ROMA QUA… non l’astratto o il metafisico.
non è che non ci devi provare (sempre della Roma, non di me e te, stiamo parlando) ma sappiamo che la Roma ci prova... a cazzo di cane (sono un fan di Boris), perchè non sai nemmeno da dove si inizia, finchè stai a 15 punti e sogni bene, fai le rimonte, ma appena arrivia meno 7 inizia a temere per il potere del nord, poi a meno 5 hai paura pure dei cigolii alle porte, a meno 1 è colpa del pubblico di catania che ti minacciava... e cazzo, no! sempre scuse. è sempre tutto bono. e perciò stai a meno 5? e lì, o giù di lì, resti!
ma secondo te scusa, ma sta Roma c'ha provato davvero? come ti ringalluzzisci prendi le porte sui denti... ma c'ha provato davvero?
non gli regge la pompettaaaaa! Ennio ma di che stiamo parlando, ma sul serio questa nostra ciurma ha secondo te la forza morale per vicnere questo scudetto? questi che manco se la fanno misurà dal medico la pressione che tanto non la reggono?
non è che è colpa mia che non faccio altro che dire che non migliorerò mai sti difetti… casomai io cerco di scarnificarli (ed è questa la risposta alle 3 domande – che poi sono una sola – di lucolas), senza buonismi, da sempre faccio così, e i vecchi amici qui presenti, ti potranno confermare che per un periodo mi hanno odiato letteralmente. Perché da quando mi sono presentato che parlo di “testa”, “volontà”, “carattere”, di “lavorare su se stessi perché su altri fattori tanto non potremo mai influire”…
a me non bastano 5 gol di Vucinic, dopo un girone d’andata penoso, per dire che è un campione, un leader, ecc… a me non bastano due prove da 6 di De Rossi per dimenticare due anni di merda… non mi basta un rigore a milano con burdisso che entra a kamikaze per urlare subito al furto e al complotto dimostrato…
io non corro sempre a fornire scuse, e non ho quella “smania di leggerezza” che non vedo l’ora dopo mille incazzature di esaltare l’ordinario, perché nun ce la facevo più a sta incazzato e non vedevo l’ora di molalre la presa.
Per quanto riguarda come la vedi tu, io credo che sai bene tutte queste cose, ma evidentemente vuoi indulgere nell’ingenuità.
Se quando di fronte a mille lacune nostre, ti attacchi a Doni o all’arbitro che ha regalato un rigore al milan, se vedi la positività di uscire dalle coppe così ora saremo freschi per …(già per fare che?) , e continui a non voler vedere che la Roma i punti li sa buttare pure se è stata tutta la settimana in panciolle, che non era certo “l’impiccio della coppa UEFA” l’unico tassello che ci separava dallo scudetto…. cosa vuoi che ti dica ancora io…
Io queste cose basta che accendo una radiolina o sfoglio un giornalino e mi ci imbatto. Lo so benissimo che questa è la testa del tifoso della Roma.
Io l’avevo detto che quella uscita di coppa era l’ennesimo episodio di decrescita, di piccolo cabotaggio, che avrebbe aggiunto danni ai nostri danni ormai permanenti. Tu ci hai visto un’opportunità di vittoria, io ci ho visto un’altra dose di “perdismo” aggiunta ai nostri cromosomi. E infatti guarda che è successo da quando siamo usciti.
In pochi avevano colto. Però era esattamente così. Non ci ho capito molto di quasi tutto quello che ho combinato in vita mia. Ma cazzo… quanto l’ho inquadrata bene la Roma e il suo mondo…
In fondo… il primo stronzo sono io. Guarda il tempo che perdo.
E se in questo accalorato discorso tra amici ti puoi essere sentito attaccato, ti sarai anche reso ben conto che il più ridicolo di tutto l’universo roma sono proprio io. Perché per quello che sostengo, la Roma e questa continua presa per il culo di corsi e ricorsi storici del cazzo, ma uguali identici, mica solo simili… l’avrei dovuta abbandonare da almeno 20 anni.



faberhood, 16/03/2010 9.04:


Ma i tifosi sognano e vivono di sogni....vuoi levare al tifoso medio la possibilità di sognare?
E dopo una domanda. Seconde te, Giovanni, come se ne esce da questa situazione?
Visto che la mentalità del tifoso non puoi cambiarla, visto che i gioranli o le radio scriveranno sempre le stesse cose, visto che cambieranno allenatori, calciatori, e proprietà, ma non cambierà la mentalità dell'ambiente....come pensi che sia possibilie uscirne?
Credi che dobbiamo smetterla di tifare per questa squadra? Credi che dobbiamo disammorarci di questi colori di cancellare questa passione?
Dimmi quale reputi sia la ricetta per un cambiamento.
Tutti i mali di questa società e di questa squadra , da te esperessi in più di un'occasione li condivido....ma non scrivi o indichi una via di uscita....una possibile invertenza di rotta.
Attendo impaziente una tua risposta.



In parte ti ho già risposto.
Il tifoso deve sognare, ci mancherebbe. Ma diventa grave quando cerca solo scuse alle incapacità della propria squadra. Quando cerca solo capri espiatori, del momento, tipo il caso Doni, e non guarda il tutto.
Qui il tifoso diventa deleterio alla sua stessa causa. Perché essere tifoso diventa che è sempre colpa degli altri se le cose non vanno bene. Degli arbitri, degli avversari infami, ma anche dei tuoi, quando non trovi di meglio. Ti ripeto di Doni, ma tieniti d’occhio l’onda anomala che sta montando su Ranieri….
Liverpool Lecce Slavia Praga Venezia Cagliari Empoli Middlesbrough … decenni così… e poi il braccino sarebbe quello di Ranieri.. già perchè noi siamo storicamente una squadra che non fallisce mai gli appuntamenti…
Per velocizzare visto che ho scritto un poema, dico che la miglior cosa sarebbe farci togliere dal cervello il “microchip AS Roma”, ma purtroppo…
Altrimenti, in un mondo utopico, l’unico dove vedo la fine del tunnel:
1) La società quando compra i giocatori deve cercare solo gente di comprovato carattere e spiccate doti di agonista (che non vuole dire picchiatore, ma uno che vuole prevalere sull’avversario)
2) Ciò non significa che non vadano comprati quelli con i piedi buoni, ma solo i Gattuso o i Filippini, ma che, posto un certo livello “minimo garantito” di qualità, nella rosa dei nomi eventualmente papabili, l’ordine di preferenza va stilato in base alle doti di testa-agonismo-voglia, piuttosto che di talento. quindi se stai cercando un regista, tra un Matthaeus e un Cerezo per esempio, ma avrei potuto fare mille altri parallelismi, devi scegliere il Matthaeus. Spero di essermi fatto capire.
3) Ciò significa di converso che deve liberarsi di tutti quelli che non garantiscono, grinta, rendimento, volontà, ecc. e deve farlo senza indulgenze, mozioni di affetti e pietismi vari. Non che la chance di crescita non vada data a tutti, sarebbe sbagliato non farlo. Chiunque deve avere la possibilità di ambientarsi, di sbagliare e di crescere. E la possibilità gli va data seriamente, non a singhiozzo o negli ultimi 5 minuti sullo 0-4, ecc. in poche parole, va data una possibilità seria. Dopodiché si tirano le somme, senza pietà.

Tutto ciò può comportare che nell’uno o nell’altro caso specifico puoi sbagliare scelta. Ma alla lunga e nei grandi numeri tutto ciò PAGA. Perché la serietà e la coerenza pagano sempre.

Se fossi giornalista scriverei le cose che scrivo qui. Sarei molto odiato, perché combatterei l’essenza stessa dell’essere romanista, cioè un po’ coglione, il primo a prendere per il culo se stesso. Naturalmente non otterrei risultati, al massimo mi potrebbe seguire un manipolo di gente, un elìte, che ha capito quello che ho capito io.

Da tifoso l’unica cosa che posso fare è divulgare questo verbo: pochi buonismi, poche scuse, pretesa dai miei.
Litigando con amici, parenti colleghi e … forumisti, come se fossero dei nemici mortali, miei e della Roma che vorrei. Nell’illusione, perché torno a ripetere che il più grande coglione qui sono proprio io, che le mie parole man mano facciano breccia, aprano gli occhi a uno, poi due, poi 5, poi 10…

È un po’ come con l’ambiente. L’ho già detto, fai la raccolta differenziata, fai qua fai là, vai con i mezzi, non prendi nemmeno l’ascensore per essere a impatto più 0 possibile, cerchi di dirlo agli altri, ma tanto l’Amazzonia, i Poli….
Sound72
00Tuesday, March 16, 2010 2:12 PM
E ora, con una società senza una lira, un ambiente di orgoglioni, e una squadra di ridicoli chiacchieroni (tale è chi sempre promette, e puntualmente sempre delude, specie con avversari che valgono la metà della loro metà) credo che si debba onestamente riconoscere che non meritiamo di vincere, nel senso non possiamo vincere, non vinceremo di certo noi, è impossibile che vinciamo noi.[/C

beh ma io di cosa dovrei convincermi scusa?
Tu stai facendo a 10 giornate dalla fine del campionato un editto su tutto quello che non va nella Roma per dire che non possiamo/meritiamo di vincere lo scudetto.
Io dico semplicemente che se non vinceremo lo scudetto è perchè tecnicamente non sei al livello di chi ti precede anche perchè già oggi in classifica sei piu' avanti di quello che era preventivabile per questa squadra.
L'hai visto domenica che ci hai provato a vincerla la partita,altrimenti non segni subito dopo che ti hanno infilato, non reagisci proprio ma poi emergono i difetti.
Se tutti riuscissero col lavoro a eliminare i difetti avremmo 20 campioni d'italia a fine stagione.
Il discorso della mentalità dei limiti dell'ambiente è noto a tutti noi. Probabilmente è alla base della eliminazione in coppa uefa e magari di un paio di partite toppate in campionato. Ma poi..tanti bei discorsi..ma alla fine c'è una classifica di rendimento e quella la fanno essenzialmente il campo ed i valori tecnici..perchè Cassetti non è Maicon e Mexes non è Samuel e Perrotta non è Stankovic.
Altrimenti che vorresti dirmi che se invece che a Roma stavamo a Trento, senza radio con una società piena di soldi, lo stadio strapieno e questi stessi giocatori avremmo meritato/potuto vincere lo scudetto?

Perchè la Roma e la sua gente dovrebbero prendersi per il culo da sola?Ma allora se mi rubano la partita devo stare zitto e guardare ai miei errori, se sto a -5 non devo sognare e pensare ai miei limiti..
ma che palle cosi scusa è [SM=g27987]

faberhood
00Tuesday, March 16, 2010 2:23 PM
Re: Re: Re:
E_Dantes, 16/03/2010 10.15:




ma forse Giobbe direbbe che in fondo.. dopo quelle bombe carta.. e quel casino.. la squadra ha cominciato a vincere.. e dalla zona retrocessione.. ci si è ritrovati a parlare di scudetto...

così come accadde nel lontano 2000 dopo la sconfitta con l'Atalanta.. sbaglio..?





Si è vero.....però altra squadra, altra rosa......con 12 campioni e tanti ottimi gregari, e giovani: De Rossi, D'agostino, ecc..
1 Francesco Antonioli
2 Cafu
3 Antônio Carlos Zago
4 Cristiano Zanetti
5 Marcos Assunção
6 Aldair
7 Eusebio Di Francesco
8 Hidetoshi Nakata
9 Vincenzo Montella
10 Francesco Totti
11 Emerson
12 Marco Amelia
15 Jonathan Zebina
16 Gaetano D'Agostino
17 Damiano Tommasi
18 Gabriel Batistuta
19 Walter Samuel
20 Paolo Poggi[18]
20 Damiano Ferronetti[19]
21 Abel Balbo
23 Alessandro Rinaldi
24 Marco Delvecchio
25 Gianni Guigou
26 Daniele De Rossi[19]
28 Amedeo Mangone
30 Cesare Bovo[19]
32 Vincent Candela
Sound72
00Tuesday, March 16, 2010 2:44 PM
infatti non vorrei essere qualunquista ma quando compri i campioni vinci lo scudetto, altrimenti se lavori bene con buoni giocatori ci vai vicino tipo 2 anni fa.
Poi il calcio è fatto di variabili, ma se avevi i soldi e ti eri preso Toni, Montali e Ranieri a luglio magari oggi faremmo altri dicorsi o lo stesso discorso di giove lo riterrei piu' aderente alla nostra situazione di umore e classifica post livorno.
giove(R)
00Tuesday, March 16, 2010 3:14 PM
Re:
Sound72, 16/03/2010 14.12:

E ora, con una società senza una lira, un ambiente di orgoglioni, e una squadra di ridicoli chiacchieroni (tale è chi sempre promette, e puntualmente sempre delude, specie con avversari che valgono la metà della loro metà) credo che si debba onestamente riconoscere che non meritiamo di vincere, nel senso non possiamo vincere, non vinceremo di certo noi, è impossibile che vinciamo noi.[/C

beh ma io di cosa dovrei convincermi scusa?
Tu stai facendo a 10 giornate dalla fine del campionato un editto su tutto quello che non va nella Roma per dire che non possiamo/meritiamo di vincere lo scudetto.
Io dico semplicemente che se non vinceremo lo scudetto è perchè tecnicamente non sei al livello di chi ti precede anche perchè già oggi in classifica sei piu' avanti di quello che era preventivabile per questa squadra.
L'hai visto domenica che ci hai provato a vincerla la partita,altrimenti non segni subito dopo che ti hanno infilato, non reagisci proprio ma poi emergono i difetti.
Se tutti riuscissero col lavoro a eliminare i difetti avremmo 20 campioni d'italia a fine stagione.
Il discorso della mentalità dei limiti dell'ambiente è noto a tutti noi. Probabilmente è alla base della eliminazione in coppa uefa e magari di un paio di partite toppate in campionato. Ma poi..tanti bei discorsi..ma alla fine c'è una classifica di rendimento e quella la fanno essenzialmente il campo ed i valori tecnici..perchè Cassetti non è Maicon e Mexes non è Samuel e Perrotta non è Stankovic.
Altrimenti che vorresti dirmi che se invece che a Roma stavamo a Trento, senza radio con una società piena di soldi, lo stadio strapieno e questi stessi giocatori avremmo meritato/potuto vincere lo scudetto?

Perchè la Roma e la sua gente dovrebbero prendersi per il culo da sola?Ma allora se mi rubano la partita devo stare zitto e guardare ai miei errori, se sto a -5 non devo sognare e pensare ai miei limiti..
ma che palle cosi scusa è [SM=g27987]





ma scusa Ennio eh... mi dici che non meritiamo perchè tecnicamente ecc... poi un mese fa chief butta là una cosa su una svista a favore del milan, e tu ti butti sul filone dei poteri occulti...

e quando io chiedo: ma come si fa, non abbiamo soldi, abbiamo giocatori medi, e quelli buoni o stanno fuori o è come se non ci fossero... e ora se non vinciamo è per i giochi di potere di Galliani?

ma tu niente... anzi hai rincarato la dose, m'hai parlato della partita che t'hanno rubato all'andata con il milan, e quando io ti dico che quel rigore si poteva dare e che la cosa è (arci)dimostrata dal rigore che ti hanno dato contro contro il Pana e quindi l'errore lo fai tu a entrare così, e a metterti sotto schiaffo, respingi ogni appunto, ogni (comprovato) incrocio e confronto di episodi simili...

cioè ma che me stai a fà er gioco delle tre carte? [SM=g27987]

e namo non può essere tutto e il contrario di tutto.
se abbiamo una squadra medio buona, con molti campioni fuori uso o fuori forma, se non abbiamo fatto acquisti e l'unico buono è stato più furoi cche dentro, se è (arciultra)dimostrato e conclamato che 2questa è una squadra di chiacchieroni che promette, poi non manitene, ma mica che non mantiene così, in modo impercettibile, no, si caca prioprio addosso un minuto dopo che ha fatto il proclama, quando sai tutta sta roba che è una tonnellata de roba....

e mi segui il trend del vittimismo, come fanno nelle peggiori delle radio, mi dai la croce addosso a Doni per il Pana, come fanno nelle peggiori delle radio, mi trovi i risvolti positivi (???) dell'uscita di coppa (arciultradimostrato anche quest'anno che pa non ci ha portato questo cambio di macia in campionato, anzi...)...

arbitri, Doni, coppe... tutta una ricerca delle scuse ...
e poi mi dici "ma che te critichi se c'abbiamo na squadra con dei limiti"...
che poi è il primo fattore che metto avanti io. altro che doni, arbitri e coppe...

non è colpa mia se anche senza ascoltarle, ti fai latore degli stessi identici messaggi (arbitri, doni, coppe) che si sentono per radio...

la cosa mi sorprende, ma pure sto fatto delle 3 carte mica scherza.

ma allora facciamo un passo indietro, tornando a un mesetto fa, quando da parole tue, scritte bianco su nero, la Roma nella lotta per il titolo doveva guardarsi dagli arbitri, da galliani che aveva scalzato addirittura l'Inter...(io parlavo dei nostri limiti, sopratutto quelli di testa, di tutto l'ambiente, che dopo un mesetto altro che arbitri...zacchete ... si sono manifestati in tutto il loro splendore)

ti chiedo: ma come mò è perchè non abbiamo una squadra abbastanza forte che non vinciamo?
ma non erano gli arbitri?
e nelle coppe? posto che a sto punto, secondo la corrente principale, te compreso, meglio che sia andata così, permettendoci di ....sprintare [SM=g27987] in campionato...
le superficialità della Roma non c'entrano? passare un tempo intero fuori casa a giochicchiare come se stessi in spiaggia, facendo venire avantiuna squadra esangue cui dovevi solod are il colpo di grazie... non ti dice nulla come filo conduttore, con gli ultimi comportamenti anche in campionato?
o era tutta colpa di Doni l'uscita di coppa e per nulla degli altri, come hai sostenuto tu?
che poi magari domani diranno che se non vinciamo los cudetto è colpa degli errori di motta a livorno.

io parlavo delle solite lacune, storiche, della Roma, viste riviste e certificate, come presenti del nostro DNA, gnerale/storico e particolare/attuale...
e tu e tre quarti di roma, parlavate di arbitri, doni e coppe....


e mò mi chiedi se non puoi sognare...
ma certo che puoi sognare, e sogna... chi te lo nega? ma dove ho scritto che il tifoso non dove sognare, che è assurdo che sogni...

forse nonc i siamo capiti. il deleterio non è sognare. il deleterio è accampare ogni volta una scusa, il deleterio è confondere un sogno, con la realtà dei fatti. che ti dice che se non sei il più forte, puoi anche vincere, ma a patto che tu abbia una volontà di ferro.

e noi non abbiamo nanche questa, anzi abbiamo un core de latta che ci fa cercare solo scuse.

scuse che ogni settimana cambiano... mentre qualcuno dice sempre e solo la stessa ultradimostrata cosa, da anni.


sogno perchè sto a meno 5... e sogna... sogno pure io.
ma se Burdisso si buitta a kamikaze su Nesta mica dico che Rosetti ci ha scippato, però...

è questa la differenza, aldilà del gioco delle tre carte.
chiefjoseph
00Tuesday, March 16, 2010 3:18 PM
il gol "facile" del centravanti vero e proprio è sempre quello che ci è mancato in questi anni...lo abbiamo detto un po' tutti(chi c'era arrivato già da 3 anni e chi c'è arrivato solo quest'anno) ed è stata forse tra le cause per la mancanza di cinismo della squadra nel periodo spallettiano.

contro il livorno lo abbiamo visto...c'era il centravanti dal gol facile, c'era toni, ha pure segnato, eppure la partita l'abbiamo sfanculata come nel periodo spallettiano.

mi sto convincendo che se allora il problema era la mancanza di cinismo, con il centravanti il problema potrebbe diventare difensivo.

in un modo o nell'altro, il problema ce lo creiamo noi.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:06 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com