canarino isabella x cardellina

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
vincrip
00Friday, January 9, 2009 5:51 PM
qualcuno di voi ha mai ottenuo un ibrido dall'incrocio canarino isabella x cardellina.
Se si, quali sn le caratteristiche fenotipiche?
maurobagiolo
00Friday, January 9, 2009 8:48 PM
Proprio lo scorso fine settimana ho visitato l'allevamento di un mio amico dell'alto lago di Como allevatore di ciuffolotti e cardellini oltre che di canarini isabella.
In una gabbia ho visto tre incardellati, un maschio e due femmine e gli ho chiesto come mai aveva questi ibridi dato che lui non è un ibridatore. Mi ha detto che avendo un maschio cardellino in più lo ha messo con una delle sue canarine....e voià....ibridi fatti!!
Le sue canarine sono isabella rosso mosaico.
Il maschio ottenuto presentava una bellissima mascherina rossa ed un petto di colore arancio comunque non troppo carico. Nonostante mi ha riferito di aver leggermente colorato in fase di muta il soggetto il rosso non ha invaso lo specchio alare che si presentava comunque di un bel giallo carico. Un ottimo ibrido.....
Mi son fatto dare una canarina delle sue e il prossimo anno tenterò anch'io questa strada.
Magari non lo colorerò in muta in modo da avere un colore sul petto più naturale.
Si tratta però di ibridi a fondo scuro.
Utilizzando la femmina di cardellino con un maschio di canarino isabella invece le cose cambiano....in meglio!!
Da questo abbinamento si ottengono ibridi maschi scuri simili a quelli che ti ho descritto prima mentre le femmine tutte sono mutate isabella.
E sono proprio questi gli ibridi più ricercati. Avranno una bella livrea tipica dell'isabella; quindi disegno diluito ma comunque visibile su mascherina arancio e specchio alare giallo. Se si vuol ottenere ibridi ancor più diluiti è necessario usare un maschio satinè.
Comunque sia il canarino migliore è un mosaico in modo da esaltare il più possibile le zone di elezione tipiche di questi ibridi: mascherina e ali. C'è chi sostiene che sia meglio il mosaico a fattore giallo altri il mosaico a fattore rosso. Nel primo accoppiamento si andrebbe ad esaltare lo specchio alare a scapito del colore della maschera; nel secondo caso si otterrebbe una maschera più colorata ma si potrebbe ottenere uno specchio alare inquinato da soffusioni arancio. Io preferisco il secondo accoppiamento l'importante è non colorare artificialmente l'ibrido ma alimentandolo in fase di muta con alimenti che contengono coloranti naturali.
vincrip
00Friday, January 9, 2009 9:24 PM
Mauro, gli ibridi che hai visto avevano striature sul dorso, e di che colore?
maurobagiolo
00Friday, January 9, 2009 9:41 PM
Nei maschi scuri il disegno del dorso è nero-bruno negli ibridi femmina è isabella quindi un disegno delicato. Considera la mutazione isabella è la somma delle mutazioni agata + bruno. C'è quindi una riduzione dell'ossidazione dell'eumelanina nera (bruno)e una riduzione della feomelanina e della quantità del nero (Agata). Più che striature però si tratta di un disegno a scaglie. Le striature le puoi vedere sui fianchi.
Queste scaglie sono maggiormente ravvisabili nei maschi (nero-bruni) che ovviamente nelle femmine.
vincrip
00Friday, January 9, 2009 9:59 PM
le striature oltre che nei fianchi si trovano alche sulla testa e sul dorso
maurobagiolo
00Friday, January 9, 2009 10:38 PM
sul dorso ci sono, sulla testa sono poco visibili. Considera che negli ibridi diluiti il disegno c'è ma non è evidente come nei soggetti nero-bruni.
enriganda
00Friday, January 9, 2009 11:25 PM
Allora grazie Mauro per il regalo di oggi!!!Provero' anch'io cardellino x canarina isabella rosso mosaico..cosi'vedremo se riusciremo ad ottenere qualcosa di valido. [SM=g7474] [SM=g7474] [SM=g7474] [SM=g10493] [SM=g10493]
angelo.fumagalli
00Sunday, January 11, 2009 2:52 PM
Re:
enriganda, 09/01/2009 23.25:

Allora grazie Mauro per il regalo di oggi!!!Provero' anch'io cardellino x canarina isabella rosso mosaico..cosi'vedremo se riusciremo ad ottenere qualcosa di valido. [SM=g7474] [SM=g7474] [SM=g7474] [SM=g10493] [SM=g10493]




Ciao Enri,

se vuoi tentare tale ibridazione per raggiungere risultati eccellenti ti consiglierei di usare un canarinino maschio Isabella o satinè giallo mosaico x cardellina. Con tale accoppiamento otterrai tutte le femmine ibride mutate - della stessa mutazione del maschio canarino - e tutti i maschi ibridi nero bruni, ma di colore di fondo chiaro con esaltazione del lipocromo.
Nei primi anni 90 avevo ottenuto dei buonissimi risultati accoppiando canarini satinè giallo mosaico con femmine di cardellino. Alle mostre avevo presentato le sole femmine ibride, in particolare al Campionato Italiano di Bologna del 1991 (se ricordo bene) avevo presentato uno stamm di di tali femmine che si erano classificate al secondo posto dove di stamm canarino mutato x cardellina ne erano stati presentati diversi, se ben ricordo almeno una decina. In quegli anni avevo anche vinto diverse mostre ed il Campionato Regionale Lombardo.
Anche nel 1995 avevo presentato uno stamm ai mondiali di Udine dove però si erano classificati solo al 4° posto.
Il valore aggiunto di tai ibridi è il colore, in particolare devono avere la barratura alare gialla (noon deve essee assolutamente arancio), la mascherina il più possibile tendente al rosso-arancio ed abbastanza estesa.
Ti allego una foto del miglior ibrido femmina che ho ottenuto nel 1991, lo conservo ancora anche se "imbalsamato" - chiedo scusa se vi allego la foto di un "cadavere", ma credo che renda bene l'idea di un ibrido femmina mutato di qualità nato dall'accoppiamento canarino satinè giallo moaico x cardellina.

[SM=g7348]
maurobagiolo
00Sunday, January 11, 2009 5:16 PM
l' Enri va incitato......
dai Angelo diglielo tu che per fare ibridi bisogna tentare....e osare!!!
L'Enrico va incitato un pò perchè non crede nelle sue forze.
Ha detto che deve farsi le ossa con gli ibridi semplici.....invece secondo me deve osare un pò di più!!!
Ha un'esperienza d'allevamento di quasi trent'anni e non crede nelle sue forze? Adesso è ora di tentare qualcosa di difficile....al massimo va buca! In ibridazione bisogna abituarsi anche ai risultati negativi....almeno quando va bene c'è la doppia soddisfazione.
Il materiale giusto adesso ce l'ha...deve solo metterlo assieme e farlo fruttare.
Per quanto riguarda il tuo ibrido direi eccezionale.
Sono le perle che fanno la gioia degli ibridatori.
Anch'io preferisco i satinè in questo tipo di accoppiamenti; le femminucce ibride sono ancor più carine rispetto a quelle ottenute con l'isabella (sarà questione di gusti....)
Ho visto degli incardellati eccezionali ottenuti da cardellino lutino x canarina satinè. Qualcosa di stupefacente.
Si trattava di maschi mutati per cui la mascherina era ancor più ampia e carica di colore.
Con l'avvento delle mutazioni nei cardellini la strada per ottenere incardellati è facilitata oltretutto si riescono ad ottenere ibridi maschi mutati un tempo irrealizzabili.
L'unico handicap rimane il prezzo dei cardellini che, ancora alto per certe mutazioni ne limita in parte la grande diffusione e il successivo utilizzo in ibridazione.
Lo scorso anno al regionale c'erano due ibridi maschi mutati e una femminuccia....bellissimi.
Quest'anno non ho visto granchè di questi risultati (spero al mondiale di lustrarmi gli occhi).
Purtroppo non vedrò l'italianissimo crocierexciuffolotto....mannaggia!!
ARTU' 56
00Sunday, January 11, 2009 5:54 PM
Per informazione...
nel 1991 i Campionati Italiani si svolsero a Rimini, a Bologna si svolsero i Campionati Europei..mà nell'anno 1996.
By
[SM=g10400]
angelo.fumagalli
00Monday, January 12, 2009 8:30 AM
Re:
ARTU' 56, 11/01/2009 17.54:

Per informazione...
nel 1991 i Campionati Italiani si svolsero a Rimini, a Bologna si svolsero i Campionati Europei..mà nell'anno 1996.
By
[SM=g10400]




Ciao Renato,

probabilmnte ricordo male, ma il soggetto della foto ho ricotralloato l'anello, è del 1991. Farò una ricerca è ti saprò dire.
rita.peggy
00Monday, January 12, 2009 10:55 AM
Ciao posso confermare che l'Italiano a Bologna non si è svolto nel 1991, ma l'ultimo Italiano a Bologna risale agli anni 70 mi pare 76
mentre si è svolto nel 1996 l'Europeo. [SM=g10400]
By Rita
angelo.fumagalli
00Monday, January 12, 2009 1:12 PM
Campionato Italiano 1991
E' vero, il Campionato Italiano di Ornitologia del 1991 si svolse a Rimini, infatti controllando nel mio archivo ho ritrovato il Catalogo mostra di quell'anno. Probabilmnte mi ricordavo Bologna perchè, visto ch il viaggio l'avevo fatto in treno, mi ricordo che quella domenica a Bologna era aperto amche il "Motor Show", e propria alla stazione di Bologna eravamo rimasti fermi un sacco di tempo.

[SM=g7474]
rita.peggy
00Monday, January 12, 2009 3:06 PM
Re: Campionato Italiano 1991
angelo.fumagalli, 12/01/2009 13.12:

E' vero, il Campionato Italiano di Ornitologia del 1991 si svolse a Rimini, infatti controllando nel mio archivo ho ritrovato il Catalogo mostra di quell'anno. Probabilmnte mi ricordavo Bologna perchè, visto ch il viaggio l'avevo fatto in treno, mi ricordo che quella domenica a Bologna era aperto amche il "Motor Show", e propria alla stazione di Bologna eravamo rimasti fermi un sacco di tempo.

[SM=g7474]



A Bologna quando c'è il Motor Show è un vero caos generale, io abito a 18 Km da bologna, ma in quei giorni me ne guardo bene dall'andare in Città.
Ciao Angelo ci vediamo a Piacenza [SM=g7348]
By Rita


vincrip
00Monday, January 12, 2009 8:59 PM
che tipi di nidi(interni o esterni) usate per le cardelline e con cosa li mimitizzate?
maurobagiolo
00Monday, January 12, 2009 9:50 PM
Re:
vincrip, 12/01/2009 20.59:

che tipi di nidi(interni o esterni) usate per le cardelline e con cosa li mimitizzate?



Vanno bene gli uni e gli altri, la preferenza spetta alla cardellina: a volte preferisce l'uno a volte l'altro. Io in genere inserisco più nidi sia in gabbia che in voliera di vario tipo. Sarà poi lei a scegliere quello che preferisce. La schermatura la puoi fare con rami veri o finti. Il vantaggio di quelli finti è che non lo devi cambiare spesso come invece devi fare con le frasche vere.
Ci sono poi soggetti che depongono in nidi poco infrascati, altri che preferiscono i nidi ben occultati nel verde. In genere le cardelline preferiscono i nidi sul frontale con parecchia luce e senza un'eccessivo "infrasco". Ogni caso però è un caso a se per cui la cosa migliore è osservare i propri uccelli e modificare a seconda della situazione.
Se vai nel sito carduelis++ del nostro Angelo Fumagalli troverai delle foto con degli esempi su come mimetizza lui i suoi nidi.


enriganda
00Monday, January 12, 2009 10:41 PM
Ringrazio Mauro e Angelo per l'incoraggiamento!!Vi faro'sapere i risultati.(per Angelo ..forse ci vediamo a Piacenza,vado col Mauro a ingabbiare). [SM=g7474] [SM=g7474] [SM=g7474]
vincrip
00Tuesday, January 13, 2009 8:34 PM
a me hanno consigliato di mimetizzare con rametti di pino freschi perchè a quanto pare il profumo del pino stimola i cardellini alla riproduzione, però temo che masticandolo possa fargli male.
Voi avete mai utilizzato il pino fresco per la schermatura? Vi ha dato problemi?
maurobagiolo
00Tuesday, January 13, 2009 9:00 PM
Re:
vincrip, 13/01/2009 20.34:

a me hanno consigliato di mimetizzare con rametti di pino freschi perchè a quanto pare il profumo del pino stimola i cardellini alla riproduzione, però temo che masticandolo possa fargli male.
Voi avete mai utilizzato il pino fresco per la schermatura? Vi ha dato problemi?



Il pino e l'abete hanno un solo problema: perdono gli aghi e quindi il verde troppo alla svelta. Seccando i rami di pino e abete rimangono spogli e dovresti cambiarli troppo spesso, anche prima che un solo ciclo riproduttivo si compia.
Io li uso comunque per i crocieri; infrasco le volierette periodicamente e loro oltretutto se ne cibano pure. Non penso che gli aghi di conifera siano nocivi per i cardellini, anzi penso che possano contenere sostenze di per sè benefiche ( a patto che tu prenda i rami da piante lontane da zone trafficate).
Anche per i crocieri però attorno ai nidi metto il pino finto altrimenti quello vero verrebbe consumato nel giro di poco.
In alternativa al pino (se vuoi utilizzare prodotti naturali)potresti usare sempreverdi come la tuia o il cipresso che hanno una durata "verde" decisamente superiore.

vincrip
00Tuesday, January 13, 2009 9:18 PM
grazie mauro per la risposta tempestiva
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:29 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com