Zuppa di vetro, di Carroll Jonathan

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
misterx78
00Monday, February 15, 2010 4:07 AM



Dopo 'Mele bianche', l'inconsueto Carroll ci trascina nell'arcano seguito. I personaggi sono gli stessi. Le paure le medesime. Anche gli uomini e il loro mondo sono apparentemente uguali. Quel negozio che aveva importanza solo per me. Quell'angolino dove mi nascondevo perché lì mi sentivo al sicuro. L'urla di un passante che mi ricorda quello di un mio amico di quando ero piccolo, quando si giocava per ore a pallone.
Vincent Ettrich, con la sua compagna, Isabelle Neukor, avevano già compiuto il viaggio. Il viaggio dei viaggi: quello verso la morte e ritorno. Ma quando si va incontro alle dissomiglianti realtà, qualcosa di alieno viene trascinato nella nostra, creando un respiro più ampio, spostando polvere e paure che apparivano sedimentate da ormai troppo tempo...
Allora non ci lamenteremmo più del traffico. Se sapessimo che l'autostrada porta dritto dritto all'Inferno. Scopriremmo la vera forma di Dio: un enorme orso polare bianco che ci attende, silenzioso e caritatevole, per accoglierci tra le sue grandi zampe. Grande e forte come ci appariva papà da piccoli. Peloso e morbido come la sua grande barba, così come si rivela ad un bambino il suo Dio maschile. Scopriremmo che non è stata una visione, ma che è normale che le piovre guidino gli autobus. Scopriremmo che sono i nostri sogni e le nostre paure a costruire il regno dei morti.
Queste ed altre strane invasioni sarebbero anche accettabili se non fosse per il fatto che lor signori, quelli del Caos, coloro che controllano le varie realtà, non facessero di tutto per riportare indietro la dolce Isabelle. Forse perché il figlio che porta in grembo, un bambino unico, speciale, potrebbe, un giorno, riportare l'equilibrio ormai perduto.
Nel frattempo continueremo a fare i conti con la solita zuppa, difficile da mandare giù, con tutti quei cocci di vetro, frantumi di sentimenti ormai dimenticati.

-----------------------------------------------------------

"Zuppa di vetro" è un libro di Carroll Jonathan. E' stato pubblicato nel 2008. E' costituito da 348 pagine, brossura. Il traduttore è Olivieri L.. L'editore Fazi(collana Tascabili).
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:26 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com