Usa in Somalia: arruolati mercenari americani

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
vanni-merlin
00Tuesday, March 13, 2007 12:31 AM
Usa in Somalia: arruolati mercenari americani

Carmine Curci


Il Dipartimento di Stato americano ha ingaggiato per 10 milioni di dollari la DynCorp International perché «aiuti a equipaggiare le forze internazionali di pace impegnate in Somalia, fornendo ad esse anche il supporto logistico».




Li avevamo incontrati in Liberia con un contratto di 40 milioni di dollari per addestrare la nuova polizia liberiana. Il comandante della DynCorp (una grossa agenzia militare privata, con sede in Virginia, che assolda molti ex soldati statunitensi, già impegnata in Iraq, Bosnia e Afghanistan), Carey Cox, allora ci disse: «Siamo stati assunti dal governo americano e messi a sevizio dell’Onu». Li abbiamo poi trovati in Sud Sudan, in appoggio «ad operazioni di pacificazione». Ancora ad Addis Abeba, in Etiopia, per collaborare con l’ambasciata statunitense nella «creazione di una forza di pronto intervento per rispondere alle situazioni di emergenza». Ora i militari della DynCorp sono sbarcati in Somalia, in supporto alle operazioni di peacekeeping.

Il primo contingente di pace arrivato in Somalia il 27 febbraio, costituito da 1.500 militari ugandesi, è stato accolto da colpi di mortaio; il giorno seguente, è stato di nuovo fatto oggetto di numerose imboscate nella capitale Mogadiscio.
L’appoggio che gli Usa intendono offrire al contingente ugandese, fa parte di un progetto più vasto, che mira a rafforzare tutte le forze di pace africane impegnate nella regione. Il Dipartimento di stato, che si è già impegnato per 14 milioni di dollari a sostenere la missione di pace dell’Unione Africana in Somalia, ha chiesto al Congresso altri 40 milioni per questo scopo.

Il portavoce della DynCorp, Greg Lagana, ha spiegato che il contratto stipulato con il Dipartimento di stato prevede che la compagnia privata «aiuti, per due mesi (marzo e aprile), a spostare materiale (tende, veicoli, generatori...) e personale impegnati nella missione in Somalia».

La DynCorp, i cui “servizi” spaziano dalla manutenzione dei mezzi impiegati all’offerta di forze di sicurezza paramilitari e all’addestramento delle forze di polizia nazionali, con introiti annuali che si aggirano attorno ai 2 miliardi di dollari l’anno, aveva già fornito assistenza logistica alla missione di pace statunitense in Somalia dal 1992 al 1995.

Non è l’unica compagnia americana privata di sicurezza impegnata in Africa. La Northrop Grumman Corp ha ottenuto un contratto di 75 milioni di dollari, nell’ambito dell’African Operations Training and Assistance, un programma che mira all’addestramento di 40mila membri di forze militari africane di pace nei prossimi cinque anni. La KBR Inc., una sussidiaria della Halliburton Co., offre servizi ad almeno tre basi (in Gibuti, Kenya ed Etiopia) usate dalla Combined Joint Task Force degli Stati Uniti nel Corno d’Africa.



da: www.nigrizia.it/doc.asp?id=9248&IDCategoria=127



Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:26 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com