Una casistica inedita ... o_O

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
ManuelaZan
00Sunday, May 3, 2009 11:56 PM
Vorrei sottoporre alla vostra attenzione una nuova casistica di avvistamento di oggetto volante non identificato.

Tutti conosciamo già molti casi in cui un oggetto non percepito ad occhio nudo appare invece su foto o filmati.

Ebbene, a me è appena capitato il contrario: un oggetto volante chiaramente percepibile ad occhio nudo (e da due testimoni) che NON appare nelle foto riprese nell'occasione. (Caorle, 3/5/09 ore 11.50 circa)

[SM=g27994]

Sono perplessa. L'oggetto era piccolo ma chiaramente visibile sullo sfondo delle nuvole. Nelle foto (tre, riprese a distanza di qualche decina di secondi) si vedono bene altri dettagli più "piccoli" rispetto all'oggetto in questione, ad esempio i cavi che sorreggono un'antenna su un tetto inquadrato per riferimento.

Il fatto che i testimoni siano due (mio marito e io) esclude che si sia trattato di un abbaglio o di un difetto della vista. Anche mio marito è rimasto molto sorpreso dal fatto che nelle foto non si vede l'oggetto.

Avete sentito di altri casi del genere?
RETE-UFO
00Monday, May 4, 2009 9:00 AM
Re:
ManuelaZan, 03/05/2009 23.56:




Avete sentito di altri casi del genere?





Eh,bhe...sì!!! Dipende dalle caratteristiche della macchina fotografica il cui obiettivo non possiede buone capacità di risoluzione.....
[SM=g27992]
Carlo Rofena
00Monday, May 4, 2009 11:00 AM
Mmmmm, questa cosa non mi suona nuova, ho letto qualcosa su casi analoghi, ovvero oggetti percepiti dall'occhio umano ma non dalla fotocamera, purtroppo però non mi ricordo dove... [SM=g28000]
AlessandroCacciatore
00Monday, May 4, 2009 1:23 PM
E' vero. Alcune volte gli UFO si mostrano o solo in modo oculare, o solo tramite fotocamere e videocamere...altre volte ovviamente, in entrambi i modi. Mah, la mia ipotesi è che usano vari tipi di spettro di luce, che come sappiamo, alcuni tipi di spettri sono invisibili all'occhio umano (come gli infrarossi), cosa invece che non accade per le fotocamere, che emettono gli infrarossi...pero' se ipotizziamo che gli UFO usano anche altri tipi di spettri, come l'ultravioletto, allora si spiega perchè possono rendersi invisibili anche dalle fotocamere.
lucarusso
00Monday, May 4, 2009 2:34 PM
Che macchina fotografica hai usato, digitale o tradizionale?
RETE-UFO
00Monday, May 4, 2009 3:07 PM
Re:
AlessandroCacciatore, 04/05/2009 13.23:



E' vero. Alcune volte gli UFO si mostrano o solo in modo oculare, o solo tramite fotocamere e videocamere...




Una normale macchina fotografica lavora nello spettro visibile dall'occhio umano....se la macchina non riprende ciò che vede l'occho umano è un problema di risoluzione dell'obiettivo....possiamo avere le caratteristiche della macchina fotografica di Manuela ???
[SM=g27993]


AlessandroCacciatore
00Monday, May 4, 2009 3:43 PM
Re: Re:
RETE-UFO, 04/05/2009 15.07:



Una normale macchina fotografica lavora nello spettro visibile dall'occhio umano....se la macchina non riprende ciò che vede l'occho umano è un problema di risoluzione dell'obiettivo....possiamo avere le caratteristiche della macchina fotografica di Manuela ???
[SM=g27993]





Si, la macchina fotografica normale si.
Profondo_Blu
00Monday, May 4, 2009 11:01 PM
Dunque, a questo proposito vorrei fare un po' di chiarezza... [SM=g27986]
Le normali macchine in commercio, digitali e non, sono sensibili allo spettro della luce visibile, che va più o meno dai 400 ai 700 nanometri di lunghezza d'onda. Questa è la stessa luce che vede il nostro occhio, né più né meno. Tuttavia c'è un "ma": l'ampiezza del segnale luminoso in realtà non viene troncata di netto dal sensore di una macchina digitale, ma c'è un certo "smussamento" che consente alla macchina di essere un po' sensibile anche al cosiddetto "infrarosso vicino", la cui lunghezza d onda va circa dai 700 ai 950 nm. Se così non fosse non sarebbe possibile effettuare fotografie all'infrarosso mediante l'applicazione di filtri esterni, perché non si vedrebbe un tubo! Ecco un sito che spiega un po' le cose:

www.dimensionialternative.com/spaziotempo/argomenti/UVIR-photography/vari_file/fotografiaIRUV...

C'è però un'altra cosa da dire: le moderne fotocamere hanno incorporati dei filtri appositi che tendono a rendere più "netta" possibile la distinzione tra la luce visibile e il resto, minimizzando ciò che arriva al sensore al di fuori della banda suddetta, compreso dunque l'infrarosso. Ecco perché la fotografia all'infrarosso, se non si dispone di una macchina appositamente modificata, è estremamente difficoltosa, perché richiede tempi di esposizione esageratamente lunghi a causa della poca radiazione che arriva al sensore, che ci mette dunque molto ad impressionarsi. Ecco un altro sito dove questo è spiegato piuttosto bene:

www.photoactivity.com/Pagine/Articoli/024Digitale_Infrarosso/Digitale_Infrar...

Tutto ciò detto, credo che sia molto improbabile che gli oggetti comparsi nelle foto a posteriori non fossero visibili perché emettevano nell'infrarosso (ma lo stesso credo valga per l'ultravioletto), dal momento che il tempo di esposizione allo scatto è regolato per la luce visibile, dunque molto inferiore a quello che sarebbe necessario per far imprimere anche l'infrarosso nell'immagine. Pertanto o semplicemente non si è fatto caso all'oggetto al momento dello scatto (perché era piccolo, o in lontananza, oppure NON ERA un UFO, ma un IFO), oppure c'è un'altra spiegazione sul perché certi oggetti siano visibili sulla pellicola e non ad occhio nudo e viceversa.
Mi verrebbe da azzardare un'ipotesi: e se fosse una questione di "frequenze"? Da certe prove sperimentali sembra assodato che gli UFO possano rendersi invisibili ad occhio nudo ma visibili all'infrarosso. E se la "tecnica" che usano per fare ciò comportasse, tanto per dirne una, non la sparizione completa, ma una sorta di "oscillazione" tra il visibile e l'invisibile che a volte viene casualmente captata dalla velocità di scatto delle fotocamere? Non so se sono riuscito a farmi capire, però pensavo ad esempio a quando si fa una foto ad un televisore e si formano delle righe nere di interferenza che il nostro occhio non vede semplicemente perché non ha una "velocità di campionamento" adeguata...
E' solo un'ipotesi buttata lì, ma non si può certo escludere nulla a priori in questo campo! [SM=g27987]
[SM=g8899]
Carlo Rofena
00Monday, May 4, 2009 11:53 PM
Tutto giustissimo in teoria, i sensori delle fotocamere digitali sono sensibili ad uno spettro di frequenze pari o superiore a quello dell'occhio umano, quindi dovrebbero rilevare tutto quello che vede l'occhio umano e anche di più. In teoria....

Quello delle righe nere sulla televisione è tutto un'altro discorso, ed è molto più simile a quello che avviene ad esempio con la normale pellicola di un film. La pellicola di un film è costituita da una serie di immagini "fisse" che vengono visualizzate in rapida sequenza.
L'occhio umano riesce a percepire la differenza tra un fotogramma e l'altro fino ad una velocità di 18 fotogrammi al secondo. Oltre questa velocità le variazioni tra un fotogramma ed un altro vengono percepite in modo continuo.
Per avere un certo margine di sicurezza nella pellicola cinematografica ci sono 24 fotogrammi al secondo.
Nella televisione tradizionale i fotogrammi al secondo sono 25 per il sistema PAL (il nostro) e 30 per il sistema NTSC (quello americano) e derivano dalla frequenza di rete che è rispettivamente di 50 e 60 Hertz.
Per questo motivo quando si fotografa un televisore bisognerebbe usare l'accortezza di un tempo di esposizione non più breve di 1/25 di secondo, pena la presenza delle bande nere.

Comunque tralasciando la teoria, siamo in un campo in cui spesso le spiegazioni tecniche non funzionano. Gli UFO volano in barba alle nostre leggi fisiche e non hanno problemi di portanza o di aerodinamica come i nostri aerei.
Siccome spesso eludono anche i più sofisticati sistemi di rilevamento radar, non vedo perchè non potrebbero eludere una semplice fotocamera, digitale o a pellicola che sia.

Ciao,
Carlo
RETE-UFO
00Tuesday, May 5, 2009 8:29 AM
Re:
Profondo_Blu, 04/05/2009 23.01:



]Dunque, a questo proposito vorrei fare un po' di chiarezza...

Tutto ciò detto, credo che sia molto improbabile che gli oggetti comparsi nelle foto a posteriori non fossero visibili perché emettevano nell'infrarosso



Ottima esposizione,ma la Manuela ZAN diceva il contrario : l'oggetto era visibile a occhio nudo ma non in fotografia....



Profondo_Blu
00Tuesday, May 5, 2009 9:39 PM
Re:
Carlo Rofena, 04/05/2009 23.53:

Tutto giustissimo in teoria, i sensori delle fotocamere digitali sono sensibili ad uno spettro di frequenze pari o superiore a quello dell'occhio umano, quindi dovrebbero rilevare tutto quello che vede l'occhio umano e anche di più. In teoria....

Quello delle righe nere sulla televisione è tutto un'altro discorso, ed è molto più simile a quello che avviene ad esempio con la normale pellicola di un film. La pellicola di un film è costituita da una serie di immagini "fisse" che vengono visualizzate in rapida sequenza.
L'occhio umano riesce a percepire la differenza tra un fotogramma e l'altro fino ad una velocità di 18 fotogrammi al secondo. Oltre questa velocità le variazioni tra un fotogramma ed un altro vengono percepite in modo continuo.
Per avere un certo margine di sicurezza nella pellicola cinematografica ci sono 24 fotogrammi al secondo.
Nella televisione tradizionale i fotogrammi al secondo sono 25 per il sistema PAL (il nostro) e 30 per il sistema NTSC (quello americano) e derivano dalla frequenza di rete che è rispettivamente di 50 e 60 Hertz.
Per questo motivo quando si fotografa un televisore bisognerebbe usare l'accortezza di un tempo di esposizione non più breve di 1/25 di secondo, pena la presenza delle bande nere.

Comunque tralasciando la teoria, siamo in un campo in cui spesso le spiegazioni tecniche non funzionano. Gli UFO volano in barba alle nostre leggi fisiche e non hanno problemi di portanza o di aerodinamica come i nostri aerei.
Siccome spesso eludono anche i più sofisticati sistemi di rilevamento radar, non vedo perchè non potrebbero eludere una semplice fotocamera, digitale o a pellicola che sia.

Ciao,
Carlo




Ecco, mi sono spiegato male... L'esempio del televisore è la prima cosa che mi è venuta in mente per descrivere un caso in cui ciò che si vede dipende dalla "velocità" con cui si cattura l'immagine... Pensando ad un modo per spiegare la comparsa di oggetti invisibili ad occhio nudo su una fotocamera alternativo al discorso infrarossi avevo pensato che talvolta magari gli UFO si trovano in una condizione in cui "oscillano" tra visibilità ed invisibilità con una frequenza per cui passano inosservati al'occhio umano, ma non a quello artificiale della fotocamera. Un altro esempio un po' diverso per rendere l'idea può essere quello dei messaggi subliminali, proiettati ad una velocità tale da non essere percepiti dall'occhio, almeno non a livello conscio, ma se ipoteticamente io scattassi una foto proprio in quel momento, ecco che il messaggio comparirebbe... E' un'elucubrazione un po' astrusa, spero di non aver fatto ulteriore confusione... [SM=g27995]
Chiaramente non sappiamo come funzioni la propulsione degli UFO, dunque si possono solo fare ipotesi sul perché questi fenomeni fotografici accadano, tuttavia sappiamo bene come funzionano le macchine digitali, dunque se qualcosa rimane impressionato nella foto è perché stava emettendo luce visibile nel momento in cui si è scattato... o no? [SM=g27994]
Ad ogni modo se non ci sono elementi per escluderlo, io penso sempre che la spiegazione più semplice sia che non si è fatto caso all'oggetto al momento dello scatto!


Ottima esposizione,ma la Manuela ZAN diceva il contrario : l'oggetto era visibile a occhio nudo ma non in fotografia....



Sì, in effetti ho divagato un po' e sono finito [SM=g9747] ... [SM=g27995]
In realtà il suo caso è più "strano" di quello opposto, perché riesce davvero difficile immaginare che qualcosa possa apparire all'occhio umano e non alla fotocamera che è più sensibile sia in termini di spettro che di "tempi di acquisizione"... L'ipotesi iniziale è come dici tu che sia colpa della risoluzione, sarebbe interessante conoscere qualche dato sulla macchina fotografica... Tuttavia, se come dice Manuela elementi del paesaggio più piccoli risultano raffigurati, allora non so proprio dove sbattere la testa... [SM=g9589]
ManuelaZan
00Tuesday, May 5, 2009 10:33 PM
Aggiornamento: la macchina è una HP Photosmart M547 digitale.
Scaricando le foto su un altro pc alla fine l'oggetto si vede, perciò scusate la confusione che ho creato. Piccolissimo, sfocato, ma si vede. Cmq confermo che a occhio nudo si vedeva invece molto bene. Se riesco vi allego la prima delle tre foto. Ho notato che la data/ora sulla foto è sballata, probabilmente non era stata settata correttamente, quella reale è quella che ho scritto nel primo post.

Edit: non riesco a allegare il file, è troppo grande ma se lo riduco di dimensioni allora sì che la "macchiolina" non si vede davvero più !!! [SM=g27992]
Avevo scattato le foto proprio per poter poi ingrandire e capire meglio la forma dell'oggetto, ma non mi pare che il risultato sia stato raggiunto. Magari se Alfredo Benni poi volesse dare un'occhiata con tutti i suoi filtri e controfiltri ... cmq non so se ne vale la pena, di qualsiasi cosa si tratti non sono foto eclatanti.
Profondo_Blu
00Tuesday, May 5, 2009 10:52 PM
Re:
ManuelaZan, 05/05/2009 22.33:

Aggiornamento: la macchina è una HP Photosmart M547 digitale.
Scaricando le foto su un altro pc alla fine l'oggetto si vede, perciò scusate la confusione che ho creato. Piccolissimo, sfocato, ma si vede. Cmq confermo che a occhio nudo si vedeva invece molto bene. Se riesco vi allego la prima delle tre foto. Ho notato che la data/ora sulla foto è sballata, probabilmente non era stata settata correttamente, quella reale è quella che ho scritto nel primo post.

Edit: non riesco a allegare il file, è troppo grande ma se lo riduco di dimensioni allora sì che la "macchiolina" non si vede davvero più !!! [SM=g27992]
Avevo scattato le foto proprio per poter poi ingrandire e capire meglio la forma dell'oggetto, ma non mi pare che il risultato sia stato raggiunto. Magari se Alfredo Benni poi volesse dare un'occhiata con tutti i suoi filtri e controfiltri ... cmq non so se ne vale la pena, di qualsiasi cosa si tratti non sono foto eclatanti.




Nel mio post su "esperienze personali" ( cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=792... ) ho optato per una versione rimpicciolita della foto e un ritaglio dell'area interessata a risoluzione originale. Per farlo ho usato un semplicissimo programma incluso credo in tutte le versioni di Office: Microsoft Office Picture Manager. Cliccando in alto sul menu immagine -> ritaglia dovresti poter spostare la cornice in modo da ritagliare l'area che ti interessa. Per rimpicciolire la foto puoi usare dallo stesso menu il comando ridimensiona, oppure comprimi immagini che riduce un po' la risoluzione mantenendo delle buone dimensioni e salvando un sacco di spazio (in genere con l'opzione di compressione "documenti" dovresti già andare tranquillamente sotto i 500 kB!)...
Spero che questo possa esserti d'aiuto! [SM=g27988]
lucarusso
00Tuesday, May 5, 2009 11:19 PM
Re:
ManuelaZan, 05/05/2009 22.33:

Aggiornamento: la macchina è una HP Photosmart M547 digitale.
Scaricando le foto su un altro pc alla fine l'oggetto si vede, perciò scusate la confusione che ho creato. Piccolissimo, sfocato, ma si vede. Cmq confermo che a occhio nudo si vedeva invece molto bene. Se riesco vi allego la prima delle tre foto. Ho notato che la data/ora sulla foto è sballata, probabilmente non era stata settata correttamente, quella reale è quella che ho scritto nel primo post.

Edit: non riesco a allegare il file, è troppo grande ma se lo riduco di dimensioni allora sì che la "macchiolina" non si vede davvero più !!! [SM=g27992]
Avevo scattato le foto proprio per poter poi ingrandire e capire meglio la forma dell'oggetto, ma non mi pare che il risultato sia stato raggiunto. Magari se Alfredo Benni poi volesse dare un'occhiata con tutti i suoi filtri e controfiltri ... cmq non so se ne vale la pena, di qualsiasi cosa si tratti non sono foto eclatanti.


Caricala qui www.imagehost.org/ e poi posti il link


ManuelaZan
00Wednesday, May 6, 2009 7:13 PM


L'oggetto appare poco sopra il camino della casa.
Questa è solo la prima delle tre foto ma è quella in cui mi pare che si veda "meglio".

Poco significativa, eh? [SM=g27995] Ve l'avevo detto ...
lucarusso
00Wednesday, May 6, 2009 9:17 PM
In effetti si vede solo un puntino, però è carino, il tuo ufetto [SM=g27987]
ManuelaZan
00Thursday, May 7, 2009 8:57 PM
Re:
lucarusso, 06/05/2009 21.17:

In effetti si vede solo un puntino, però è carino, il tuo ufetto [SM=g27987]



Di sicuro si può definire "non identificato" [SM=g27992]
Pensare che avevo fatto le foto proprio per ingrandirle e rilevarne meglio la forma ...
Ribadisco che ad occhio nudo si vedeva molto di più.

Pazienza.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:01 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com