UN ALTRO PEZZO DI STORIA DEL CALCIO VERO SE NE VA....

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
CORECREMISI
00Monday, April 25, 2005 12:49 AM
E’ MANCATO ORFEO PIANELLI
24/04/2005 13.34.00
ORFEO Pianelli si è spento dopo una lunga questa mattina a Beaullieu a 84 anni. A Pianelli sono legati vent’anni di grande storia granata. Con lui alla presidenza il Toro vinse lo Scudetto del 1976, due edizioni della Coppa Italia, 1968 e 1971, e per tre volte si piazzò al secondo posto (stagioni1971-72, 1976-1977 e 1977-1978). Romero: “Lo ricordo con commozione profonda, è la storia del Torino Calcio”. Zaccarelli: “Più che un semplice Presidente”. Rossi: “Che giorno, quello dello Scudetto”.
QUESTA mattina alle 9,30 si è spento dopo una lunga malattia a Beaullieu all’età di 84 anni Orfeo Pianelli, Presidente del Torino Calcio dal 20 febbraio del 1963 al 21 maggio del 1982.
Nato a Vignale di Borgoforte, in provincia di Mantova, il 10 agosto 1920, si trasferì a Torino all’età di 16 anni in cerca di lavoro. Dopo aver frequentato le scuole serali fondò con Nanni Traversa, che poi divenne Vice Presidente del Toro, la Pianelli & Traversa, azienda che da boita artigianale si trasformò una fiorente multinazionale.
A Pianelli sono legati vent’anni di grande storia granata. Con lui alla presidenza il Toro vinse lo Scudetto del 1976, due edizioni della Coppa Italia, 1968 e 1971, e per tre volte si piazzò al secondo posto (stagioni1971-72, 1976-1977 e 1977-1978).
Lasciata la Presidenza del Toro si trasferì a Villefranche, in Costa Azzurra, dove tuttora risiedeva con la moglie Cecilia e la figlia Cristina.
“Lui è la storia del Torino –ha detto Attilio Romero- ricordo la prima partita con Pianelli Presidente al Filadelfia, un bel 2-0 sul Genoa. A lui sono legati i momenti più intensi del dopo Grande Torino. L’ultima volta l’ho sentito un paio di anni fa, ultimamente era la figlia Cristina, a cui mi lega una profonda amicizia, a darmi sue notizie. Lo ricordo con affetto e profonda commozione”.
E’ commosso anche Renato Zaccarelli: “A lui sono legati i più bei ricordi della mia carriera. Lo sentivamo vicino, era molto di più di un semplice Presidente”. Ezio Rossi iniziava a muovere i primi passi nel settore giovanile granata: “Il mio più bel ricordo è quello di un tifoso di 14 anni che non credeva ai suoi occhi. Il Toro aveva vinto lo Scudetto e tutta la città era in festa”.


Addio Presidente dal cuore... TORO!!!
NO AL CALCIO MODERNO
00Monday, April 25, 2005 12:57 AM
Torino in lutto per la morte di Orfeo Pianelli
24/04/2005 23.59.00
Si è spento nella mattinata di domenica in Costa Azzurra, dove risiedeva da tempo. Torino col lutto al braccio contro il Vicenza.
E’ mancato nella mattinata di domenica 24 aprile l’ex Presidente del Torino Orfeo Pianelli, sotto la sua dirigenza durata quasi vent’anni, dal ’63 all’82, la squadra granata ha vinto il suo ultimo scudetto della storia, ventisette anni dopo la tragedia di Superga. Pianelli può anche essere considerato uno degli ultimi mecenati del calcio che fu, spese molti soldi per fare grande il Toro in un’epoca in cui si guadagnava quasi esclusivamente con gli spettatori allo stadio, dove gli sponsor e le pay tv non avevano ancora monopolizzato lo sport. Sotto la sua presidenza la punta di diamante fu il settore giovanile, dal Filadelfia uscirono tanti campioni che non giocarono solo nelle fila granata, ma finirono in tanti altri club prestigiosi. Pianelli, proprietario di un’azienda dell’indotto Fiat, la “Pianelli e Traversa”, visse due momenti difficili che marchiarono a fondo il suo impero finanziario e anche la sua salute, il rapimento del nipotino Giorgio nel 1977, la crisi del settore auto. Da tempo malato si è spento nella sua casa in Costa Azzurra, dove avverranno i funerali mercoledì pomeriggio. Tanta la commozione in città per la perdita non solo del più grande presidente dopo Ferruccio Novo, l’inventore del Grande Torino, ma soprattutto di un tifoso vero e passionale. Il Torino Calcio, nel posticipo di lunedì contro il Vicenza, osserverà un minuto di silenzio e porterà il lutto al braccio.


Marina Beccuti
CORECREMISI
00Monday, April 25, 2005 2:49 PM
Re:

Scritto da: NO AL CALCIO MODERNO 25/04/2005 0.57
Pianelli può anche essere considerato uno degli ultimi mecenati del calcio che fu, spese molti soldi per fare grande il Toro in un’epoca in cui si guadagnava quasi esclusivamente con gli spettatori allo stadio, dove gli sponsor e le pay tv non avevano ancora monopolizzato lo sport.



NON CREDO SIA DA AGGIUNGERE ALTRO!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:44 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com