Testimoni di Geova sotto tiro

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Cristianalibera
00Friday, August 9, 2013 4:25 PM
www.jehovahs-witness.net/watchtower/scandals/258794/1/Jehovahe28099s-Witnesses-under-fire-i...



traduzione dell'articolo.

Testimoni di Geova sotto tiro
25 luglio 2013

Alle recenti assemblee estive dei testimoni di Geova a Silkeborg e Herlufmagle, gli oratori hanno paragonato i membri fuoriusciti a virys mortali, serpenti e terreno contaminato che non si dovrebbe mischiare con terreno pulito. Il linguaggio è stato così forte che il movimento potrebbe aver violato l'articolo 266b del Codice Penale Danese, per il quale "qualsiasi persona che pubblicamente o con intento di diffusione a un'ampia cerchia di persone fa una dichiarazione o fornisce altre comunicazioni che minacciano, insultano o degradano un gruppo di persone a causa della loro razza, colore, origine nazionale o etnica, credo o orientamento sessuale sono soggetti a multa, arresti domiciliari o carcerazione per un periodo non superiore a due anni".

Passare il segno
Questa è la conclusione dell'avvocato Niels-Erik Hansen, capo del Centro di documentazione e centro di consulenza sulla discriminazione razziale (DRC) dopo aver letto dei brani dei sermoni pronunciati alle assemblee estive, riferisce il giornale danese Kristeligt Dagblad. "I discorsi chiaramente superano il limite. Quando qualcuno paragona un altro gruppo a malattie mortali e serpenti, siamo entrati in pieno nella materia dell'articolo di legge anti-discriminazione," ha detto Hansen.

Atteggiamento aspro verso i fuoriusciti
"I discorsi usano lo stesso tipo di retorica che abbiamo udito contro gli Ebrei in Europa negli anni '30. Questo è proprio ciò che si voleva impedire quando fu introdotto l'articolo anti-discriminazione," ha detto Hansen. I Testimoni di Geova sono noti per avere un atteggiamento aspro verso quelli che lasciano il movimento. Fra l'altro, molti fuoriusciti trovano che i membri rimanenti rifiutano di avere qualsiasi contatto con loro. Tuttavia Poul Dal, presidente del Gruppo di sostegno per ex-Testimoni di Geova, crede che il linguaggio usato alle assemblee estive rappresenti un ulteriore inasprimento del linguaggio.

Potrebbero essere denunciati
"La retorica si è fatta più intensa negli ultimi anni, quando hanno iniziato a usare termini come 'mentalmente malati' e 'aiutanti di Satana' in relazione ad ex-membri che ora sono contro la comunità religiosa" ha detto Dal. Il gruppo di sostegno sta prendendo in considerazione una denuncia dei Testimoni di Geova alla polizia per violazione dell'articolo anti-discriminazione. Carit Stypinsky, un portavoce dei Testimoni di Geova, nega che i discorsi e le accuse lanciate agli ex-membri alle assemblee estive infrangano le leggi danesi.
parliamonepino
00Friday, August 9, 2013 7:21 PM
Coloro che paragonano le persone ad INSETTI NOCIVI, nell’articolo WT, del 1-12-2005, pagina 6, si definiscono cristiani.

Mi sta bene che si professi un credo religioso, con i cantici, le assemblee, la predicazione, le adunanze, la preghiera, lo studio della bibbia, le regole, il divieto di tutte le feste o usanze che “loro” considerano costumi pagani.

Non mi sta bene, quando questi “cristiani” inneggiano all’integralismo del loro credo precisando che chi non sale sulla loro “ARCA” si può additare come un “INSETTO NOCIVO”.

Affermo, che chi discrimina “il resto del mondo” come “INSETTI NOCIVI”, NON HA UN ATTEGGIAMENTO CRISTIANO.

Considero impurgabile ed incensurabile questa mia dichiarazione.

Esprimo semplicemente un’opinione rivolta a chi, senza tanti scrupoli, appella degli esseri umani a degli invertebrati “INSETTI NOCIVI”.

Il vero volto della WTS, non è cristiano.

Se si trova di fronte ad un disassociato, lo tratta come un nauseabondo INSETTO NOCIVO.

Se poi, il disassociato è considerato un apostata, che per me non è un “complimento”, allora il trattamento è terroristico, dinamitardo, nel senso che viene fatto esplodere interiormente.

Essere paragonato ad una MOSCA non mi piace.

Sono passati 21 anni da, quando ho lasciato la WTS.
Inizialmente ero arrabbiato e volevo urlare al mondo le cose di cui fui vittima.
Poi, ci fu lo stop psicologico!
Ero stanco intorpidito, indignato, oltre ogni limite di sopportazione.

Ho detto solo, basta!
Sono stufo, sono stufo, basta. Alzai bandiera bianca.

Arrendersi, alzare bandiera bianca, non è nella mia natura.
Ma fui assalito da una depressione profonda, con forti cedimenti interiori.
A che serve battersi, faticare, patire, scrivere la verità, mi chiesi.

Poi, da qualche anno, scopro che migliaia di persone continuano a subire umiliazioni psicologiche d’ogni tipo, altre migliaia vivono una vita da “ostaggi”.

Leggo poi, che vengo equiparato ad un INSETTO NOCIVO, allora dico ALT!

Sono INDIGNATO!!!!

Mi indignano il silenzio, l’ipocrisia, la vigliaccheria di molti che non riescono ad alzare la testa.
Mi infuria la gente che tace, che ha paura di parlare, di dire la verità.
Ci sono persone a cui è stata tappata la bocca con il ricatto affettivo. Persone messe alla gogna, al punto del gesto estremo.

Vi dico la verità: Oggi voglio suonare le trombe di Gerico.
Saluti
parliamonepino
00Friday, August 9, 2013 7:28 PM
La Torre di Guardia del 1 dicembre 2005, a pag. 6 riporta quanto segue:

Molti, si chiedono perché mai un Dio che è la personificazione stessa dell'amore dovrebbe portare morte e distruzione su gran parte dell'umanità.
Per fare un'illustrazione,pensate a una casa invasa da INSETTI NOCIVI.
Non siete d'accordo che per tutelare la salute e il benessere della sua famiglia, un padrone di casa coscienzioso deve eliminare gli INSETTI NOCIVI?
Allo stesso modo, la guerra di Armaghedon dev'essere combattuta proprio perchè Geova ha profondo affetto per gli uomini.
Per amore dei giusti, Dio deve eliminare coloro che sono incorreggibili malvagi.

Giuro che vorrei conoscere l’autore o gli autori di questo scritto!

Vorrei conoscere l’ideatore di questa delucidazione così priva di stile cristiano.
Vorrei fare dono a questo “amante della pulizia domestica”, a questo artista che descrive Dio come un gigantesco INSETTICIDA, a questo creatore di illustrazioni appassionato sostenitore del benessere del pianeta.
Vorrei donargli mezzora del mio tempo e spiegargli che c’è un ordinamento finalistico della natura anche per gli insetti!

Come possiamo appellare uno che paragona l’essere umano ad un INSETTO NOCIVO?

Impertinente?
Irrequieto?
Ragazzino vivace?
Sbadato?

Meno male che i pensieri non si possono censurare, perché la mia creatività intellettuale mi ha suggerito due o tre “aggettivi” debordanti che rendono molto bene l’idea.

Vorrei spezzare una lancia a favore degli insetti! Possono essere fastidiosi, molesti, sgradevoli, seccanti, irritanti, insopportabili, ma non NOCIVI!

Chissà se Gesù Cristo avrebbe usato una tale illustrazione?

Saluti
Pino
Rialtina
00Saturday, August 10, 2013 12:58 PM
Re:
parliamonepino, 9/08/2013 7:28 PM:

La Torre di Guardia del 1 dicembre 2005, a pag. 6 riporta quanto segue:

Molti, si chiedono perché mai un Dio che è la personificazione stessa dell'amore dovrebbe portare morte e distruzione su gran parte dell'umanità.
Per fare un'illustrazione,pensate a una casa invasa da INSETTI NOCIVI.
Non siete d'accordo che per tutelare la salute e il benessere della sua famiglia, un padrone di casa coscienzioso deve eliminare gli INSETTI NOCIVI?
Allo stesso modo, la guerra di Armaghedon dev'essere combattuta proprio perchè Geova ha profondo affetto per gli uomini.
Per amore dei giusti, Dio deve eliminare coloro che sono incorreggibili malvagi.

Giuro che vorrei conoscere l’autore o gli autori di questo scritto!

Vorrei conoscere l’ideatore di questa delucidazione così priva di stile cristiano.
Vorrei fare dono a questo “amante della pulizia domestica”, a questo artista che descrive Dio come un gigantesco INSETTICIDA, a questo creatore di illustrazioni appassionato sostenitore del benessere del pianeta.
Vorrei donargli mezzora del mio tempo e spiegargli che c’è un ordinamento finalistico della natura anche per gli insetti!

Come possiamo appellare uno che paragona l’essere umano ad un INSETTO NOCIVO?

Impertinente?
Irrequieto?
Ragazzino vivace?
Sbadato?

Meno male che i pensieri non si possono censurare, perché la mia creatività intellettuale mi ha suggerito due o tre “aggettivi” debordanti che rendono molto bene l’idea.

Vorrei spezzare una lancia a favore degli insetti! Possono essere fastidiosi, molesti, sgradevoli, seccanti, irritanti, insopportabili, ma non NOCIVI!

Chissà se Gesù Cristo avrebbe usato una tale illustrazione?

Saluti
Pino




Inpensabile!!!

E`invece per me piu` pensabile vedere Gesu` Cristo entrare all`assemblea con la verga in mano e cacciar fuori tutti coloro che disonorano il suo nome e quello del Padre suo.
Si,perche` parlando di cristianita` vediamo invece che non lo sono affatto. Questo linguaggio e` anche un messaggio diretto ai fratelli/e sorelle,di guardarsi dal diventare come I fuori usciti e quelli del mondo....... cioe` insetti nocivi.Con questo in mente faranno di tutto per non arrivar mai a tale disonorevole titolo.

[SM=x2735570] [SM=x2735570] [SM=x2735570]



Cristianalibera
00Monday, August 12, 2013 1:04 PM
Re:
parliamonepino, 09/08/2013 19:21:

Coloro che paragonano le persone ad INSETTI NOCIVI, nell’articolo WT, del 1-12-2005, pagina 6, si definiscono cristiani.

Mi sta bene che si professi un credo religioso, con i cantici, le assemblee, la predicazione, le adunanze, la preghiera, lo studio della bibbia, le regole, il divieto di tutte le feste o usanze che “loro” considerano costumi pagani.

Non mi sta bene, quando questi “cristiani” inneggiano all’integralismo del loro credo precisando che chi non sale sulla loro “ARCA” si può additare come un “INSETTO NOCIVO”.

Affermo, che chi discrimina “il resto del mondo” come “INSETTI NOCIVI”, NON HA UN ATTEGGIAMENTO CRISTIANO.

Considero impurgabile ed incensurabile questa mia dichiarazione.

Esprimo semplicemente un’opinione rivolta a chi, senza tanti scrupoli, appella degli esseri umani a degli invertebrati “INSETTI NOCIVI”.

Il vero volto della WTS, non è cristiano.

Se si trova di fronte ad un disassociato, lo tratta come un nauseabondo INSETTO NOCIVO.

Se poi, il disassociato è considerato un apostata, che per me non è un “complimento”, allora il trattamento è terroristico, dinamitardo, nel senso che viene fatto esplodere interiormente.

Essere paragonato ad una MOSCA non mi piace.

Sono passati 21 anni da, quando ho lasciato la WTS.
Inizialmente ero arrabbiato e volevo urlare al mondo le cose di cui fui vittima.
Poi, ci fu lo stop psicologico!
Ero stanco intorpidito, indignato, oltre ogni limite di sopportazione.

Ho detto solo, basta!
Sono stufo, sono stufo, basta. Alzai bandiera bianca.

Arrendersi, alzare bandiera bianca, non è nella mia natura.
Ma fui assalito da una depressione profonda, con forti cedimenti interiori.
A che serve battersi, faticare, patire, scrivere la verità, mi chiesi.

Poi, da qualche anno, scopro che migliaia di persone continuano a subire umiliazioni psicologiche d’ogni tipo, altre migliaia vivono una vita da “ostaggi”.

Leggo poi, che vengo equiparato ad un INSETTO NOCIVO, allora dico ALT!

Sono INDIGNATO!!!!

Mi indignano il silenzio, l’ipocrisia, la vigliaccheria di molti che non riescono ad alzare la testa.
Mi infuria la gente che tace, che ha paura di parlare, di dire la verità.
Ci sono persone a cui è stata tappata la bocca con il ricatto affettivo. Persone messe alla gogna, al punto del gesto estremo
.


Vi dico la verità: Oggi voglio suonare le trombe di Gerico.
Saluti




e suonale, che fai benissimo.

[SM=x2492510] soprattutto il sottolineato.


Cristianalibera
00Monday, August 12, 2013 4:45 PM
Ecco il testo sulla WT:

Un Dio di amore può combattere?
Molti, però, si chiedono perché mai un Dio che è la personificazione stessa dell’amore dovrebbe portare morte e distruzione su gran parte dell’umanità. Per fare un’illustrazione, pensate a una casa invasa da insetti nocivi. Non siete d’accordo che per tutelare la salute e il benessere della sua famiglia un padrone di casa coscienzioso deve eliminare gli insetti nocivi?
Allo stesso modo la guerra di Armaghedon dev’essere combattuta proprio perché Geova ha profondo affetto per gli uomini. Egli si propone di fare della terra un paradiso, di elevare gli esseri umani alla perfezione e di portare la pace, affinché non ci sia “nessuno che li faccia tremare”. (Michea 4:3, 4; Rivelazione 21:4) Pertanto, che ne sarà di quelli che minacciano la pace e la sicurezza dei loro simili? Per amore dei giusti, Dio deve eliminare coloro che sono incorreggibilmente malvagi. — 2 Tessalonicesi 1:8, 9; Rivelazione 21:8.
Oggi i conflitti e gli spargimenti di sangue sono causati in gran parte dal dominio imperfetto dell’uomo e dall’egoismo con cui si perseguono interessi nazionalistici. (Ecclesiaste 8:9) Nel tentativo di estendere la propria influenza, i governi umani non tengono minimamente conto dello stabilito Regno di Dio. Nulla fa pensare che cederanno la propria sovranità a Dio e a Cristo. (Salmo 2:1-9) Tali governi devono quindi essere tolti di mezzo per preparare la strada al giusto dominio del Regno di Geova retto da Cristo. (Daniele 2:44) La guerra di Armaghedon è necessaria per stabilire una volta per tutte chi ha il diritto di governare questo pianeta e l’umanità.
È per il bene dell’umanità che Geova interverrà ad Armaghedon. Visto che le condizioni del mondo peggiorano, solo il perfetto dominio di Dio soddisferà completamente i bisogni del genere umano. Soltanto per mezzo del suo Regno ci saranno vera pace e prosperità. Dove andrebbe a finire il mondo se Dio non intervenisse? Odio, violenza e guerre non continuerebbero forse ad affliggere l’umanità, com’è successo durante i secoli di dominio dell’uomo? La battaglia di Armaghedon è una delle cose migliori che possano accadere. — Luca 18:7, 8; 2 Pietro 3:13.
Cristianalibera
00Monday, August 12, 2013 5:02 PM
Re:
parliamonepino, 09/08/2013 19:28:

La Torre di Guardia del 1 dicembre 2005, a pag. 6 riporta quanto segue:

Molti, si chiedono perché mai un Dio che è la personificazione stessa dell'amore dovrebbe portare morte e distruzione su gran parte dell'umanità.
Per fare un'illustrazione,pensate a una casa invasa da INSETTI NOCIVI.
Non siete d'accordo che per tutelare la salute e il benessere della sua famiglia, un padrone di casa coscienzioso deve eliminare gli INSETTI NOCIVI?
Allo stesso modo, la guerra di Armaghedon dev'essere combattuta proprio perchè Geova ha profondo affetto per gli uomini.
Per amore dei giusti, Dio deve eliminare coloro che sono incorreggibili malvagi.

Giuro che vorrei conoscere l’autore o gli autori di questo scritto!

Vorrei conoscere l’ideatore di questa delucidazione così priva di stile cristiano.
Vorrei fare dono a questo “amante della pulizia domestica”, a questo artista che descrive Dio come un gigantesco INSETTICIDA, a questo creatore di illustrazioni appassionato sostenitore del benessere del pianeta.
Vorrei donargli mezzora del mio tempo e spiegargli che c’è un ordinamento finalistico della natura anche per gli insetti!

Come possiamo appellare uno che paragona l’essere umano ad un INSETTO NOCIVO?

Impertinente?
Irrequieto?
Ragazzino vivace?
Sbadato?

Meno male che i pensieri non si possono censurare, perché la mia creatività intellettuale mi ha suggerito due o tre “aggettivi” debordanti che rendono molto bene l’idea.

Vorrei spezzare una lancia a favore degli insetti! Possono essere fastidiosi, molesti, sgradevoli, seccanti, irritanti, insopportabili, ma non NOCIVI!

Chissà se Gesù Cristo avrebbe usato una tale illustrazione?

Saluti
Pino




Una casa pulita: Facciamo tutti la nostra parte

Dal Messico

COM’È piacevole vivere in un ambiente lindo e pulito! Purtroppo, con l’aumento dei rifiuti e delle immondizie nelle città, è sempre più difficile mantenere pulito e ordinato il luogo in cui abitiamo.
Le amministrazioni comunali cercano di mantenere la pulizia delle strade mediante un servizio di nettezza urbana; ciò nonostante in certe zone la spazzatura si accumula deturpandole e diventando un pericolo per la salute pubblica. L’accumulo dei rifiuti favorisce l’aumento della popolazione dei ratti, degli scarafaggi e di altri insetti o animali nocivi che provocano malattie. Si può fare qualcosa al riguardo? Sì, mantenere linda e pulita la propria casa nonché l’ambiente circostante.
Il corretto atteggiamento mentale
Alcuni pensano che case o quartieri sporchi siano sinonimo di povertà. Tuttavia non sempre è così. È vero che la scarsità di mezzi può rendere più difficile mantenere pulito l’ambiente, ma, come dice un proverbio spagnolo, “la povertà non è nemica della pulizia”. D’altra parte, il fatto che uno disponga di sufficienti mezzi non è una garanzia che manterrà pulito il suo ambiente.
La pulizia della casa, sia dentro che fuori, dipende da un atteggiamento mentale che si traduce in azioni. In realtà, che la casa venga mantenuta pulita dipende molto dall’atteggiamento mentale dell’intera famiglia. Per questo motivo è bene esaminare che cosa tutti possiamo fare per contribuire alla pulizia della nostra casa e dell’ambiente circostante.
Programma di pulizie
Si può ben dire che una madre di famiglia non finisce mai di sfaccendare: oltre a cucinare e a preparare i bambini per la scuola, deve pulire la casa, sia dentro che fuori. Avete notato che spesso è la mamma che raccoglie gli indumenti sporchi o gli oggetti lasciati in giro dai figli nella loro camera? Un programma di pulizie ben definito che coinvolga l’intera famiglia alleggerirà il peso della madre.
Alcune donne di casa stabiliscono quali cose richiedono attenzioni e pulizie quotidiane, quali parti della casa si possono invece pulire una volta la settimana e quali una volta al mese. Ci sono cose che si possono addirittura includere in un programma di pulizie annuali. Ad esempio nelle case Betel presso le filiali dei testimoni di Geova di ciascun paese, gli armadi a muro vengono puliti a fondo una volta l’anno. Quella è l’occasione buona per sbarazzarsi di cose che non vengono usate e per rimettere in ordine l’armadio. C’è anche un regolare programma di pulizia delle pareti.
In certi posti della casa, come il bagno, la pulizia è di importanza capitale. Anche se si pulisce un po’ tutti i giorni, una pulizia più accurata, forse una volta la settimana, impedirà che si moltiplichino i batteri. Alcuni pensano che non si possa evitare che nella tazza del water si accumulino macchie e che sia impossibile toglierle. Eppure ci sono case in cui i sanitari rimangono perfettamente puliti e lucenti. Si tratta solo di pulirli regolarmente e di usare i prodotti adatti.
Anche la cucina richiede una pulizia attenta. È vero che ogni giorno si lavano i piatti e si puliscono i fornelli e i piani di lavoro, ma di tanto in tanto, forse una volta al mese, occorre pulire più a fondo, ad esempio dietro gli elettrodomestici e sotto il lavello. Pulendo di frequente la dispensa o gli armadietti si eviterà che vi si annidino scarafaggi e altri insetti nocivi.
Collaborazione in famiglia
Alcuni genitori stabiliscono delle regole per i loro figli e li abituano all’ordine insegnando loro che, quando la mattina lasciano la loro stanza per andare a scuola, devono aver fatto il letto, messo gli indumenti sporchi nel portabiancheria e rimesso tutte le loro cose in ordine. Una buona regola che vale per tutti è: “Un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto”.
Inoltre ad alcuni componenti della famiglia si può assegnare un preciso compito o una parte della casa da pulire. Ad esempio, il padre si occupa di tenere il garage in ordine e di pulirlo a fondo almeno una volta l’anno? Potrebbe un figlio dargli una mano? Chi è incaricato di pulire il giardino dalle erbacce o di tagliare l’erba? Con che frequenza si devono fare questi lavori affinché l’esterno dell’abitazione abbia un aspetto dignitoso? In casa c’è una soffitta o uno sgabuzzino che bisogna ispezionare per rassettarlo e togliere inutili ingombri? In tal caso, chi lo farà? Alcuni genitori assegnano questi compiti ai figli perché li assolvano a turno.
Compilate dunque un buon programma per mantenere a posto la casa. Sia che facciate le pulizie da soli o insieme alla vostra famiglia o che dobbiate pagare qualcuno per aiutarvi, è necessario che abbiate un programma ben preciso. Una madre che tiene la sua casa molto pulita e ordinata dice in che modo tutta la famiglia collabora: “Dividiamo le faccende domestiche tra me e le mie tre figlie. Norma Adriana pulisce il soggiorno, due camere da letto, il cortile e la strada. Ana Joaquina si occupa della cucina. Io lavo i panni e faccio altre cose mentre María del Carmen lava i piatti.
Un bell’aspetto all’esterno
Che dire dell’esterno della casa? Sia che si abiti in una casa signorile o in una molto modesta, occorre avere un programma per le pulizie e la manutenzione esterne. Per esempio, può darsi che un cancello abbia perso un cardine. Si sa quanto è brutto a vedersi un cancello sgangherato e abbandonato. Può dirsi la stessa cosa dei rifiuti ammucchiati davanti alla casa o sui marciapiedi vicini. Inoltre a volte barattoli, attrezzi e altri oggetti vengono lasciati ad accumularsi disordinatamente fuori della casa, col rischio che diventino il ricettacolo di animali e insetti nocivi.
Alcune famiglie hanno disposto di spazzare e ripulire ogni giorno, o ogni settimana secondo il bisogno, l’area circostante la loro abitazione, compresi il marciapiede e pure la strada davanti a casa. È vero che in certi posti esiste un ottimo servizio pubblico che provvede a mantenere pulite le strade e a raccogliere i rifiuti, ma in altri non c’è. Senza dubbio l’ambiente in cui viviamo avrà un aspetto molto migliore e sarà più sano se tutti facciamo la nostra parte per tenerlo pulito.
Alcune famiglie non si limitano ad avere un programma che include i summenzionati compiti, ma lo mettono per iscritto e lo affiggono dove tutti in casa possono vederlo e seguirlo. Questo dà ottimi risultati. Naturalmente qui non abbiamo detto tutto quello che c’è da sapere sulle pulizie. Per esempio, ognuno deve decidere quali prodotti detersivi è meglio usare nel luogo in cui vive e quali attrezzi procurarsi secondo i mezzi di cui dispone.
Questi brevi suggerimenti renderanno senz’altro l’intera famiglia più sensibile alla necessità di mantenere a posto la casa e l’ambiente circostante. E ricordiamo: tenere la casa pulita sia dentro che fuori non dipende dai nostri mezzi ma dal nostro atteggiamento mentale.
[Riquadro alle pagine 20 e 21]
Un programma pratico di pulizie domestiche
Usate lo spazio bianco per aggiungere le vostre note alla lista
Avviso importante: La combinazione di prodotti per le pulizie può essere estremamente pericolosa, specie se si mischiano varechina e ammoniaca
✔ Ogni giorno
▪ Camera da letto: Fare i letti e riordinare
▪ Cucina: Lavare i piatti e il lavello. Lasciare sgombri il tavolo e i piani di lavoro. Spazzare o lavare il pavimento se necessario
▪ Bagno: Lavare il lavandino e il water. Riordinare
▪ Soggiorno e altre stanze: Riordinare. Dare una spolverata ai mobili. Se necessario spazzare, passare l’aspirapolvere o lavare il pavimento
▪ Tutta la casa: Eliminare la spazzatura
✔ Ogni settimana
▪ Camera da letto: Cambiare le lenzuola. Spazzare o passare l’aspirapolvere e lavare il pavimento se necessario. Spolverare
▪ Cucina: Pulire bene i fornelli, i piccoli elettrodomestici e i rubinetti del lavello. Lavare il pavimento
▪ Bagno: Lavare le pareti della doccia e tutti i rubinetti. Pulire col disinfettante il water, l’armadietto e le altre superfici. Cambiare gli asciugamani. Spazzare e lavare il pavimento
✔ Ogni mese
▪ Bagno: Lavare bene tutte le pareti
▪ Tutta la casa: Pulire i telai delle porte. Pulire bene la tappezzeria o passarvi l’aspirapolvere
▪ Giardino, cortile, garage: Spazzare e pulire se necessario. Evitare l’accumulo di rifiuti o di oggetti inutili
✔ Ogni sei mesi
▪ Camera da letto: Pulire i copriletto seguendo le istruzioni del fabbricante
▪ Cucina: Svuotare e pulire a fondo il frigorifero
▪ Bagno: Vuotare e pulire ripiani e cassetti. Eliminare ciò che non serve o è scaduto
▪ Tutta la casa: Pulire lampadari, lampade, ventilatori. Pulire le porte. Lavare zanzariere, finestre e telai
✔ Ogni anno
▪ Camera da letto: Svuotare e pulire a fondo gli armadi. Eliminare le cose inutili. Lavare le coperte. Togliere la polvere dai materassi con l’aspirapolvere o altro. Pulire i cuscini seguendo le istruzioni del fabbricante.
▪ Cucina: Vuotare e pulire bene mensole, credenze e cassetti. Eliminare le cose inutili. Spostare gli elettrodomestici per pulire la superficie o il pavimento sottostante
▪ Tutta la casa: Lavare le pareti. Pulire la tappezzeria e le tende seguendo le istruzioni del fabbricante
▪ Garage o ripostigli: Spazzare a fondo. Sistemare o eliminare le cose non necessarie
[Illustrazioni a pagina 22]
“Un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto”
[Illustrazioni a pagina 22]
Può servire a eliminare cose che non servono più

g05 8/6 pp. 19-22

Rialtina
00Sunday, August 18, 2013 1:55 PM
L`ordine conduce a Dio !!
Si veramente,molte persone hanno cambiato pensando che solo Dio le poteva aiutare quallora Dio aiuta chi s`aiuta.
E sebbene si considera giusto dire" un posto per ogni cosa ed ogni cosa al suo posto",sara`bene complettare il detto che finisce dicendo` " l`ordine conduce a Dio ". Questa frase scritta in lettere grandI l`ho imparata nella sala dove le suore tenevano le educande ( io inclusa ) occupate al rammendo e ricamo. : UN POSTO PER OGNI COSA,OGNI COSA AL SUO POSTO,L`ORDINE CONDUCE A DIO. " Non l`ho mai dimenticata!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:36 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com