Streghe si nasce o si diventa?

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2
VICTRIX
00Saturday, March 15, 2003 5:58 PM
Sn una principiante e vorrei chiedere ai ragazzi che partecipano al forum cosa li ha spinti a credere nella magia.io sn molto affascinata dal mondo dell'occulto ma non so su quali basi crederci.non sn intollerante nei vostri confronti ma mi piacerebbe sapere se qualcuno d voi ha mai avuto la prova concreta che incantesimi,filtri e sortilegi funzionano davvero.qual'è stata la situazione determinante ke vi ha convinto a cambiare la vostra vita,x diventare delle streghe.nonostante l'ingenuità della mia domanda,spero mi rispondiate lo stesso.ciao[SM=g27833]
L.M.Daemon
00Monday, March 24, 2003 9:44 AM
Streghe, si e' nel cuore.
Si puo' scoprire di essetlo, ma non si diventa streghe da un giorno all'altro, lo si e' sempre stati
xxx
00Monday, March 24, 2003 9:56 AM
concordo...........
concordo con l.m.daemon.........nn è che si può diventare strega da un giorno all'altro come scegliere la tinta per capelli..........lo devi sentire da dentro........
e per quanto riguarda l'effetto di incantesimi secondo me per la loro riuscita è necessaria molta volontà ma soprattuto credere di poterlo fare e nn avere dubbi o farsi domande su quello che si sta facendo
Artemide.delle.Lame
00Tuesday, April 1, 2003 12:26 PM
Io mi associo...Streghe lo si è da sempre.
Chiedi se filtri incanti ecc...hanno mai dato prova di riuscita..bhe...vivo..oggi sono felice...e se lo sono devo dire grazie alla Madre che mi ha esaudita.Oggi ho dei fratelli di cui vado fiera e che mi riempiono di gioia e che mi donano amore...l'avevo chiesto con tutta me stessa...fa un po tu.
Extreme Multiman
00Tuesday, April 1, 2003 11:35 PM
Mi dispiace contraddirvi ma...
... a proposito di queste cose si subisce la stessa influenza che si ha quando ci si innamora. Si ha l'impressione di aver sempre amato e sempre saputo che lei era la tua lei o lui il tuo lui e che sarà così per sempre...

Ma come sappiamo tutti così non è, non si può amare qualcuno da prima che lo si conosca o almeno e molto, molto, e lo sottolineo ancora, molto improbabile. Lo stesso vale per la stregoneria, come in amore si è attirati dall'altro anche se non lo si conosce anche qui si può essere attirati dalla stregoneria anche se non la si conosce.

Ma da qui a dire di essere sempre stati streghe o stregoni ce ne vuole di coraggio. Ci siete arrivati, è un approdo non una rinascita. E' un risultato di quello che siete e che siete stati.
Percui io mi pongo dalla parte del si, si può diventare streghe da un giorno all'altro, non intendendo con questo il fatto che domani ci si alza e si è già streghe, ma il fatto che si è streghe dall'esatto momento in cui si decide vivamente di esserlo. E di un momento si tratta, ma come tutti i bambini nessuna strega appena nata può pensare di imitare le grandi streghe, ci vuole tempo, pazienza, dedizione, fede e molte altre cose prima di raggiungere una buona conoscenza e capacità.

Salve a tutti e grazie per essermi stati a sentire.
Artemide.delle.Lame
00Wednesday, April 2, 2003 3:04 AM
Non dispiacerti se ci contraddici..nessuno si suicidera' per questo non temere.Io comunque resto della mia opinione.
MAGUS ALTAIR
00Wednesday, April 2, 2003 7:15 PM
Le basi sulle quali credere
Non preoccupiamoci delle "basi" su cui credere.
Anzi, non "crediamo" affatto.
Sperimentiamo.
Osiamo.
Viviamo.
Forse volevi una spiegazione diversa, ma io dico che
non ce n'è.

Mille e una benedizione

Altair
-Febo-
00Saturday, April 12, 2003 3:12 PM
Non ho mai sentito vocazioni e non ho mai fatto scelte di fede, non sono mai stato battezzato e non ho mai ricevuto un indottrinazione cattolica. Mio padre e mia madre mi hanno sempre insegnato conoscere e capire le piante e gli animali. Le mie nonne mi accompagnavano una ad ammirare una l'orto e l'altra i fiori nella terrazza. Da bambino ho vissuto in una casa sulle colline dell'alesssandrino. Oche, galline, porcellini d'india, caprette, cani e gatti abitavano il giardino e spesso diventavano miei compagni di gioco. Frequesnte insieme a mia madre ci trovammo a svezzare gazze, merli e passerotti caduti dai nidi.
Dalla mia finestra vedevo lo scorrere impetuoso del tanaro verso il po. Frequenti erano le passeggiate nei campi e nei boschi.
Spesso passavo i pomeriggi a casa della vicina di casa, un anziana ma vigorosa contadina valdese. In lei vi era il più completo e incondizionato amore per la gente e per la natura. Dopo qualche anno andai ad abitare in città, tornando alla casa sulla collina tutti i week end. Un altra anziana signora che fu per qualche tempo mia vicina di casa mi regalò una pacchiana statuetta della madonna. Era una statuetta di plastica fosforescente, raffigurante la madonna con numerosi bambini protetti sotto il suo mantello. Per diversi anni pur non venerando la madonna, cristo e il dio, pregavo quella statuetta che brillava nella notte della mia silenziosa cameretta, una delle sale delle vecchie case ottocentesche grande con i soffitti di una volta. Le mie preghiere non erano rivolte alla madonna ma alla grande madreche di notte splende nelle tenebre.
Alle volte passavo alcuni pomeriggi con l'unica compagnia di un pacifico cane lupo che aveva la mia stessa identica età , un vivo ricordo di quel periodo era la facoltà di volare. Ricodo che salivo su un bracciolo della poltrona gialla e marrona del corridoio e spiccavoi il volo.... come peter pan. Ogni estate passavo alcuni mesi insieme alla mia famiglia in casa di mia nonna al mare ed ogni autunno tornavo a casa con una busta di conchiglie raccolte sulla spiaggia. Sdraiato sul bagnasciuga ringraziavo fra me e me il sole sulla mia pelle che mi riscaldava e dell'acqua che mi rinfrescava.
Mia nonna mi raccontava la sua giovinezza passata nella campagna toscana e molte volte leggevo avidamente un enciclopedia che raccontava semplicemente fantastiche avventure dei miti greci e romani. Durante le medievi furono i primi contatti con l'invisibile, nella libreria in salotto trovai un libro sulla cartomanzia e nel cassetto del cucito trovai un mazzo di tarocchi di mia madre. Nei primi anni delle superiori feci insieme a delle mie amiche e dei miei amici delle sedute spiritiche. Mi accorgevo di vivere quei momenti in maniera differente dai miei coetanei. In me non vi era timore, non vi era nulla di impuro negli spiriti, dubitavo che in loro vi fosse la morte nel senso comune.... vi era serenità. Negli anni seguenti...oltre al sapere cosa non ero, non ero cattolico, non ero ateo, non ero agnostico...incominciai a capire leggendo e documentandomi cosa su che nome avessero le mie idee, su come dare un nome alla mia spiritualità, studiai nelle giornate più nere, dove il mare invernale in tempesta era in giusto scenario per il mio animo adolescente lacerato dalle continue crisi, il pensiero e l'arte degli antichi, del medioevo, del rinascimento, dell'illuminismo e dei moderni.
Venni a conoscenza del panteismo e della stregoneria, facendo di essi un nome per spiegare me stesso....quello che ero sempre stato.
Non fu un inizio, non fu una rinascita, fu soltanto una porta che si apriva mostrandomi orizzonti impensati, dove le piante racchiudevano simboli, dove le dività della storia trovavano predecessori nella preistoria e nella psiche umana, dove le streghe prima di bruciare il loro corpo nei roghi dei bigotti inquisitori bruciavano la loro anima di passione e umanità.


In voi la fiamma come ha iniziato a ardere?
-Febo-
00Saturday, April 12, 2003 3:20 PM
Il primo che mi paragona ad Heidi è un uomo morto![SM=g27822]
RegisElohim
00Saturday, April 12, 2003 5:55 PM
mi ricordi Heidi[SM=g27828]
-Febo-
00Saturday, April 12, 2003 6:36 PM
Ma come si fa a sgridare un bambino così bello? [SM=g27838]
Mutara Nebula
00Sunday, April 13, 2003 1:39 AM
Già... sono innamorata... ^^
Orsè che bbbbbellino che seiiiiiiiiiiiiiii
Mutina tua
arielbianca
00Sunday, April 13, 2003 9:47 AM
Ho sempre creduto...
...nelle forze naturali,nel potere della mente, nell'energia trasmessa da pietre e piante, in un mondo invisibile ricco di entita',...ci sono cresciuta in mezzo. Mia madre e' sempre stata una strega ma, poiche io nn ho mai condiviso i suoi obiettivi, il suo modo di porsi nei confronti della magia mi sono dissociata dal conoscerla a praticarla nonostante la percepissi.

Da poco tempo invece e' nato in me il desiderio di conoscere...la differenza da "prima" e "dopo" e' tutta qui!

( Chissa' che ne direbbe Freud)[SM=g27828]
arielbianca
00Sunday, April 13, 2003 9:48 AM
ehm Febo...
...mia madre e' nata ad Alessandria...saremo mica cugini ehhhh?
Telune
00Tuesday, April 15, 2003 4:24 PM
(Lenti a) Contatto!
Sono cresciuto in un ridente paesino del Comasco, al confine con la Svizzera, sulla cima di una collina. I miei nonni erano contadini (ora purtroppo ne resta una sola), e mi hanno cresciuto a castagne, polenta e "cassoela" e riso e latte. L'ambiente familiare è sempre stato profondamente cattolico, e io ho sempre aderito al cattolicesimo con una certa insicurezza di fondo, una certa inquietudine.

"Ma tutto questo dove mi porterà?" mi chiedevo sempre, e lo chidevo ai miei genitori. La loro risposta è sempre stata molto laconica, "Tu devi solo pensare ad andare a messa, perchè è giusto così."

E io obbedivo, perchè ancora non avevo la forza di oppormi al loro giudizio. Sono stato battezzato, ho ricevuto la Prima Comunione, e la Cresima. Quest'ultimo rito è stato l'unico ad avere senso, per me. Quando il sacerdote ha chiamato il mio nome, mi sono alzato dicendo "Eccomi". Essere "soldato di Dio", questo mi faceva sentire di avere davvero uno scopo. Nulla a che vedere con i Crociati o con gli Ordini militari/monastici, sia ben chiaro: ma nel mio cuore c'è sempre stato il desiderio di essere un Guerriero.

All'età di 14-15 anni ho avuto i primi contatti con "l'invisibile". Ho conosciuto un ragazzo che si dichiarava ateo, ma che era chiaramente turbato dai miei stessi rivolgimenti interiori. Siamo diventati subito come fratelli, ci vedevamo tutti i giorni; insieme abbiamo scoperto le rispettive interiorità. Abbiamo studiato insieme l'I-Ching, ci siamo avvicinati a dottrine orientali, abbiamo iniziato la nostra ricerca. Poi ognuno ha preso la sua strada.

Grazie a me, lui ha scoperto la sua strada. Grazie a lui, io ho scoperto la mia.

Ci sono state molte altre persone che mi hanno spinto in vari modi e con maggiore o minore violenza, alcune hanno cercato di tirarmi verso la loro strada, altre hanno invece insistito perchè superassi le mie persistenti debolezze nell'accettare ciò che provavo. E la mia gratitudine va a tutti loro, indifferentemente, perchè anche coloro che volevano sviarmi mi hanno insegnato a difendermi.

Il mio percorso è iniziato lentamente, con stenti e fatiche, come ogni altro percorso. Molte volte ho urlato rivolto al cielo indifferente, molte volte ho percosso la terra che non mi rispondeva. E solo quando mi sono accorto che il cielo e la terra erano specchi della mia anima, ho udito le loro voci in risposta alle mie invocazioni.

Io non mi definisco. Non lo voglio fare, non lo saprei nemmeno fare. Mi avvicino a ciò che sento mio, e allontano da me ciò che mi suscita disgusto. Questo è tutto quello che posso dire per definirmi. I nomi e le definizioni servono forse ad altri.

Sento il divino dentro e fuori di me, lo vedo sia in una statua della Madonna che in un masso antichissimo eretto dai leponzi che abitavano queste zone secoli e secoli fa. E' un dio dai Mille Nomi, ma ciò non toglie che sia uno solo.

Che la Luce splenda su di voi.

- Telune -
-Febo-
00Tuesday, April 15, 2003 9:03 PM
Molte volte ho urlato rivolto al cielo indifferente, molte volte ho percosso la terra che non mi rispondeva. E solo quando mi sono accorto che il cielo e la terra erano specchi della mia anima, ho udito le loro voci in risposta alle mie invocazioni.

Questa me la segno...è bellissima! [SM=g27823]
ArtemisiaTorn
00Wednesday, April 23, 2003 2:01 PM
A Febo ed in risposta...
Certo che dovresti scrivere un libro alla "Cent'anni di solitudine" di Gabo con la vita che hai avuto...sinceramente...
No, non è da Heidi, è da far invidia a moltissime persone.
Io credo che essere strega sia qualcosa che nasce con noi. Uno se ne può rendere conto attraverso delle esperienze, altri moriranno senza saperlo mai.
E sai perchè si muore senza saperlo? Perchè l'indottrinamento subito da piccoli non si riesce a superare per paura, timore, ignoranza.
Per fortuna non è stato il mio caso. Con un padre comunista ed una madre molto pragmatica, le cose me le sono studiate e vissute da me, anche se non posso omettere il fatto che, quel poco che mi è stato trasmesso di spirituale, è duro a morire!
Comunque streghe lo si è, secondo me è un bene (o un male, dipende dal secolo...scherzo!) che ci si porta dietro da altre vite.
cleef
00Wednesday, April 23, 2003 11:33 PM
streghe si nasce e si diventa.
camminavo nel buio piu intenso..
nessun dio poteva donare la luce al mio cammino..
ho cercato, ho gridato, ho trovato...
ora armato della mia anima
cammino fiero in fiume di luce
la mia strada e libera...
ho trovato mia madre..
ho trovato il suo grembo...
ho trovato me stesso..

questo e per me la stregoneria,streghe si nasce ma una volta che sei consapevole di cio che sei, devi diventare cio che la tua anima è...

che la dea vi protegga..perche in voi si rispecchia me stesso..[SM=g27822] [SM=g27822]
gwendolin
00Tuesday, April 29, 2003 1:11 PM
Streghe si nasce eccome!

... ma a volte si nasce streghe e non ce se ne accorge...

Mia madre è nata il 30 aprile, verso la mezzanotte... mi ha concepita il 2 febbraio e sono nata la sera del 31 ottobre... e lei non sapeva neanche che giorni erano... però pratica la magia verde, senza sapere che lo sta facendo... [SM=x101219]

Mia madre è una strega inconsapevole... solo oggi, forse, comincia ad accorgersene, solo perché gliene parlo, solo perché le faccio leggere i miei libri...

[SM=x101219]GWENDOLIN[SM=x101219]
-Tyler-
00Tuesday, April 29, 2003 4:27 PM
purtroppo spesso streghe ci si convince.
elendari
00Tuesday, May 27, 2003 1:12 PM
cavolo
Ragazzi mi fate davvero invidia...
avete avuto tutti delle stori e cosi "belle" alle spalle...
io invece cosa ho avuto?
una famiglia e dei parenti ai quali non posso neanche parlare del fatto che io credo in una fede che e diversa dal cristianesimo...
sono nata e vissuta a Roma, in questa grande città, accudita e coccolata da nonni e zii che mi hanno spinta sempre di più verso Dio e verso Cristo...
Sono stata battezzata, ho fatto la prima comunione e andavo a messa...
ma ho fatto tutto ciò come se fossi assente, come se era solo il mio corpo ad essere lì,in quelle quattro mura...
quando finalmente ho potuto scegliere, al momento della mia cresima, ho detto basta.
Io ho sempre saputo, nella solitudine della mia camera, quando fuggivo dalla chiesa, che non era quella la mia vera strada...
l'ho sempre saputo eppure avevo paura ad ammetterlo...
paura di essere considerata strana, come se già non lo fossi...
la pecora nera della famiglia, ecco cosa sono sempre stata...
ma poi ho deciso
mi sono datta "cosa me ne frega di quella che pensano gli altri di me!questa è la mia vita ed io la sto consumando solo per compiacere i miei"
presa questa decisione ho pensato "cosa rispecchia il mio credo?"...
pensavo di aver trovato la mia risposta quando in seconda media ho letto siddartha(o come si scrive...)
-circolo delle rincarnazioni-...
pensavo di averlo trovato e ne parlai con i miei...
fù un grave errore... mi risero in faccia e dissero che volavo troppo con la fantasia...
lo raccontarono ai parenti che si presero gioco di me...
mi convinsi che ero sbagliata e che avevo sbagliato a credere in quel tipo di fede
finche poi l'anno scorso ho avuto una stano sogno... ho sognato ca cambiavo scuola(al tempo frequentavo un liceo classico)e mi trasferivo in una scula del centro dove una mia compagna di classe mi regalava un pentagramma...
lo presi come un segno...
convinsi i miei a farmi cambiare scuola e loro accettarono(solo perche non aveto gran bei voti al classico)e andai al centro...
verso ottobro di quest'anno (quando ormai mi ero ambientata) uscii con una mia compagna di classe...
andammo io giro per il corso e poi andammo in una libreria...lei mi disse "ti voglio fare un regalo, perche sento che è ciò che stai cercando da molto tempo" all'inizio non capii e lei allora tirò fuori da sotto la maglietta una collanina con un pendente...un pentagramma
ci rimasi secca,davvero...
lei sorrise e mi fece entrare in libreria dove aquistò per me un libro di magia...
quando lo presi in mano sentii come una scossa e lei mi disse qualcosa tipo "ele finalmente hai trovato la tua stada!"
rimasi doppiamente secca, ma da alora lei è la mia migliore amica...
però non poteva andare tutto bene...
sapevo che non potevo dirlo ai miei e allora lo dissi a mia sorella
lei inizialmente mi credette però poi un giorno lo disse ai miei che mi vietarono ogni forma di magia in casa
mi dissero qualcosa come "leggi quello che ti pare ma non ti azzardare a praticare magia in casa nostra"
uffi e davvero brutto non poter mettere in pratica quello che si studia!! sob[SM=x101188]
ecco perche vi invidio...
voi potete praticare in casa e perlarne apertamente con i vostri genitori( che magari sono loro stessi dei wiccan)...
quanto vorrei essere nata in una famiglia tipo la vostra...
...perche non mi adottate??...
scherzo!!!
cia ragazzi!!
bacioni
el
ps: per rispondere al messeggio iniziale straga si nasce ma solo certe persone se ne accorgono...
Jez
00Tuesday, May 27, 2003 2:40 PM
Concordo col pensiero di Febo...
Nella mia famiglia sono convissute religioni diverse, ma non mi sono ritrovata in nessuna di esse...non ho fatto la comunione, non ho fatto la cresima...non entro in una chiesa da quando avevo 7 anni...
Però sapevo esattamente ciò in cui credevo, fin da piccolissima, e anche se gli anni sono passati, ho conosciuto molte cose, belle e brutte, quello in cui credo non è mai cambiato.
E solo da grande, come Febo, ho saputo che questo credo aveva un nome, e che c'erano altre persone che credevano nelle stesse cose.
E' stato un risveglio...molto naturale.
artemisia17
00Tuesday, May 27, 2003 3:24 PM
Essere o non essere...
Nascere o diventare...
Io...

Respiro, respiro luoghi che
non vedevo ma so essere miei da sempre
Respiro spiriti statuari,
occhi chiusi, che vedono,
guardano lontano, osservano
ciò che può senza cognizione agire
Respiro l'astro unico;
esso rischiara la via
anticamente perduta,
che nessuno conobbe mai
e pochi smarrirono
Respiro un tempo che non esiste
fermo, immobile, senza fine
Respiro un sogno che non aveva,
non era coscienza
come un profondo, silenzioso
paziente compagno
Respiro energia sopita,
immanente
Respiro simboli, emblemi,
sogni immutabili, infrangibili
Respiro l'archetipo
Respiro l'urgenza di esistere
in silenzio
nell'universo, nell'eternità
(M. Gravino)

Ognuno ha il suo modo di essere, di diventare, di definirsi; il come è solo una questione individuale
Cosa sono oggi non sono in grado di dirlo con precisione(a parte che sono una "donna"[SM=g27828]) ...vivo, percepisco, osservo...sono parte dell'universo, come l'universo è parte di me

Un abbraccio
Artemisia

Surfacing
00Tuesday, May 27, 2003 11:03 PM
HEIDI TI SORRIDONO I MORTIIII...A I D SSSSSSS
Febo...nella mia prossima vita voglio essere come te...
senza batetsimo, senza imposizioni cristiane...
con dei parenti che nell'orto coltivano Maria.....ecc..
aimè...
qui in casa ho la reincarnazione di Santa Lucia e l'adoratrice di padre Pio..
aiuto[SM=x101188] fatemi uscire di qui[SM=x101189] ....
Mu..m'i adotti tu???
-Febo-
00Tuesday, May 27, 2003 11:09 PM
Maria? [SM=x101180] non dite queste cose che Durlo si arrabbia!
a me piace tanto! [SM=x101181] ma te sei troppo piccolo! [SM=x101195]
Momo-
00Wednesday, May 28, 2003 11:31 AM
x elendari
non ti affrangere...non tutti hanno avuto una vita così..come dire[SM=g27814] ...poetica[SM=x101210]

io sono nata in città, mia madre lavora in una casa di riposo, mio padre è un operaio comunista, non andavo al catechismo perchè non avevo voglia, e mia madre non aveva voglia di portarmi, ho avuto un gatto che si chiamava micia, sono andata a scuola, ho trovato almeno 25 strade diverse nella vita, a 12 anni volevo entrare nell' FBI, sono allergica ai pomodori, ho letto e interrotto una quarantina di libri sulla magia, e simili, dico un sacco di parolacce[SM=x101201], non ho amici "mistici"[SM=x101179]
e non ho mai sentito strane vibrazioni, ma in questo momento ho una gran fame....[SM=x101203]

questo è il mio percorso di vita!!! [SM=x101177] [SM=x101177] [SM=x101177] [SM=x101213]
figliodelvento
00Thursday, May 29, 2003 11:51 AM
streghe si nasce o si diventa
[SM=x101219] [SM=x101219] [SM=x101219] [SM=x101222] [SM=x101223] diciamo che nessuno nasce tale,ma che nel corso della vita avverti che non trovi entusiamo nel frequentare il catechismo ti sembra un indottrinamento,non si partecipa con la testa a quello che dicono, si segue la volonta' dei genitori che non chiedono se un bambino prova interesse o si annoia,bene si continua cosi' per inerzia si fanno altre cose : andare a messa ,fare la comunione,ma dentro il proprio intimo crescendo ci allontaniamo dalla strada iniziale,la chiesa e' piena di divieti che dopo non si condividono,vede il corpo come peccato,cosa discutibile,l'amore viene represso e reso peccaminoso secondo un etica moraoistixa superatra,la magia e' indentificata con i demoni,ma i nostri fratelli e sorelle che sono stati perseguitati e uccisi in modo spietato e con torture cosi' orribili da oscurarare il termine cristiani,dov'era l'amore verso gli altri? verso i diversi? La storia non si puo' cambiare ,i misfatti non si possono cancellare,la memoria non si puo' cancellare ,nessuno sarebbe capace di pensare strumenti di tortura cosi' trementi, e' questo il loro amore?Io preferisco un'amore vero.libero da catene, essere nudo nella natura perche' l'essenza di liberta' che si respira non ha eguali,che ognuno segua la propria strada con consapevolezza e amore verso la Grande Madre[SM=x101222] [SM=x101223] [SM=x101222]
Surfacing
00Thursday, May 29, 2003 10:17 PM
ma il mio messagggggino per Febuccio???eliminato??
Febo..che mi conbini??'ti avevo scritto un msg di lode...e tu....me lo cestini==[SM=x101188]
Muuuuuuu aiutami tu[SM=x101206]
-Tyler-
00Thursday, May 29, 2003 11:12 PM
Re:

Scritto da: -Febo- 12/04/2003 15.20
Il primo che mi paragona ad Heidi è un uomo morto![SM=g27822]



e poi c'era la marmotta che confezionava la cioccolata...
~Tao~
00Friday, May 30, 2003 2:09 PM
Cara Elendari
Non tutti siamo cresciuti nella liberta'...

Ma anche se alcuni di noi hanno dovuto spezzare delle grosse catene...

Alla fine ci siamo ritrovati tutti qui...

:o)

Io non credo che le cose siano predestinate...

Ognuno di noi e' arteficie del proprio destino...

Non rinnego pero' il fatto che "qualcosa" dentro e fuori di noi, ci abbia suggerito la strada...

Ed in fine eccoci qui!

Tutti cosi diversi eppure sottilmente uniti :o)

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:55 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com