Staff sanitario

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
ReflexBlue74
00Saturday, May 9, 2015 4:20 PM
Allora, le cose sono due. O questi non sanno leggere i referti oppure non sanno comunicare.
Tranne rare eccezioni, i casi clinici più evidenti -naso di Marchetti, costola di Parolo, legamento di Gentiletti-, tutti gli altri infortuni (cause, diagnosi e tempistiche) sono avvolti dal più fitto mistero.

Non si capisce come si sono infortunati (vedi Mauri e Lulic che vengono regolarmente convocati l venerdì e poi finiscono in panchina o addirittura in tribuna), che diavolo hanno ("assenza di lesioni", poi stanno fermi un mese come minimo) e quando rientrano. Spesso ci si abbandona al: valuteremo giorno per giorno. Cazzo, così sono capace anch'io.

Lulic convocato per Bergamo si accomoda in panchina (per precauzione, secondo Pioli), il lunedì risulta che non ha nessuna lesione ma un versamento che gli impedirà di farsi trovare pronto contro l'Inter (nessuna lesione ma intanto due partite le salta), poi lentamente l'angoscia e il mistero cominciano a pervadere le comunicazioni giornaliere. Se non si sblocca subito vedrete che nei prossimi bollettini verrà citato come uno di quelli che lavorano a parte senza obiettivi di rientro prefissati. "Ha fatto un buon lavoro in palestra".

Con De Vrij da due o tre settimane di stop siamo passati al mese abbondante, se tornerà contro la Samp. Domani è out, a sentire Pioli.

L'infortunio di Basta ormai è paleolitico calcistico, ma -se ricordate- la prognosi raddoppiò da uno a due mesi. Così, secchi. Ricaduta? Errata valutazione? Boh.

Con Biglia non ci si è capito niente. Probabilmente è colpa sua che ha deciso di forzare dopo l'insaccata nel riscaldamento allo Juventus Stadium. Anche in questo caso rapporti giornalieri indecifrabili. Non è niente, no è grave, no non è grave ma.

Con Djordjevic si è capito subito che c'era poco da scherzare, ma dopo le prime allarmistiche ipotesi (stagione finita) si è programmato di rimetterlo in campo in due mesi. Ovviamente è rientrato dopo tre.

Gentiletti ha battuto tutti i record. Otto mesi per un legamento non li ricordo nemmeno negli anni 80. Insigne dopo poco più di quattro mesi era già in campo.

Il prossimo anno assoldiamo uno sciamano.
Mark Lenders (ML)
00Saturday, May 9, 2015 7:14 PM
Se si parla di infortuni la mia prima domanda è: come mai stanno sempre più aumentando - in tutte le squadre, a tutte le latitudini - col passare delle stagioni?
La Lazio di Chinaglia portò a casa un campionato con undici titolari e un paio di riserve, oggi non basta avere due squadre...
Probabilmente è colpa della velocità del gioco, probabilmente la massa muscolare dei giocatori di oggi è meno sostenibile dalle articolazioni, sicuramente sono aumentate le partite.

Tutti ormai hanno tantissimi infortuni e tutti, da Guardiola all'ultimo dei tifosi, se ne lamentano.
Il problema secondo me è l'impazienza. Sugli staff medici e sui giocatori infortunati c'è una pressione fortissima, e la maggior parte degli errori derivano proprio da questa pressione.
L'infortunio di Basta, ad esempio, raddoppiò da uno a due mesi perché gli fecero fare un provino che ancora non era guarito e il polpaccio non perdona. Non ricordo se qualcuno della società lo ammise a mezza bocca o se lo disse un giornalista dicendo di essere certo della notizia, fatto sta che al 99% ci fu ricaduta. Con Biglia l'errore fu farlo giocare a Torino, e sempre di impazienza di trattava; speriamo che ora stia bene e che domani non si corrano inutili rischi, perché l'Inter è importante ma quelle dopo sono tutte ancora più importanti. De Vrij stesso discorso. Ha avuto una distorsione al ginocchio e sente ancora dolore: lì è il giocatore che deve dirti come si sente. E' lo stesso infortunio subito da Keita della Roma contro la Fiorentina in Europa League (20 marzo: credi che abbia dovuto controllare la data? ), e come forse avrai letto ancora se lo sta trascinando, si allena a singhiozzo, ogni tanto gioca, ogni tanto si riferma. Perché evidentemente non è ancora guarito del tutto. Perché i giocatori vengono mandati in campo senza che siano guariti del tutto, questo è il nocciolo della questione.
Djordjevic: io ricordo di aver letto fin dall'inizio che sarebbe tornato all'inizio di maggio e infatti domenica scorsa (3 maggio) era in campo. Si è rotto il malleolo, gli hanno dovuto mettere le placche, io non sono un medico ma due mesi per essere di nuovo in campo dopo una frattura al malleolo non mi sembrano realistici, e infatti non ricordo di aver sentito nessuno che parlava di due mesi. Un altro problema è che il dottore (se va bene) ti dice la data del rientro in campo, ma quando lo stop è medio-lungo poi bisogna ritrovare la forma. Djordjevic è guarito ma probabilmente non è ancora al 100% della forma. Gentiletti è un discorso simile. L'infortunio è stato ancora più grave e il giocatore ha già 30 anni, il che immagino che un po' allunghi i tempi (e bisogna ricordarselo se si fanno paragoni con Insigne). A questo va aggiunto che un mese ulteriore l'ha perso per uno stiramento accusato a fine marzo, senza il quale avrebbe giocato con la Primavera già a inizio aprile anziché a inizio maggio.

Infine la comunicazione: ho ascoltato una volta un medico sportivo spiegare che a volte essere vaghi è una scelta. Perché se dici che il tale giocatore ha un dolore in quel punto preciso del corpo, al primo minuto il difensore gli entra a martello proprio lì.
L'importante è che ci sia chiarezza con l'allenatore e i giocatori e che si fidino l'uno dell'altro, poi quello che finisce sui giornali viene molto in secondo piano.

Insomma io credo che Lazio abbia un problema reale con alcuni giocatori ben individuati, ossia Konko, Ederson e Pereirinha. Forse anche Morrison, se ho capito l'andazzo. Ma per il resto mi pare nella media, non vedo particolari incapacità o inadeguatezze dello staff medico. Hanno fatto le loro cazzate e quasi sempre per impazienza. Gli incapaci veri sono quelli che sbagliano le diagnosi, mentre per quanto riguarda la prognosi dipende anche molto dal giocatore. C'è Parolo che 17 giorni dopo la frattura totale di una costola è già in campo, ci sono Konko, Ederson e Pereirinha, e c'è una vasta gamma di tonalità intermedie nel mezzo...
ReflexBlue74
00Monday, May 11, 2015 4:36 PM
Intanto.
---
INFERMERIA - In campo, quindi, non c'è Stefan de Vrij. L'olandese proverà a recuperare per la trasferta con la Sampdoria. Il suo rientro non è scontato. La speranza è di vederlo effettuare almeno un allenamento differenziato nella giornata di domani. Sabato sera saranno squalificati Marchetti e Mauricio. Novaretti ieri non era nemmeno in panchina (e questa mattina ha guardato i compagni allenarsi dalla panchina), Gentiletti non è ancora in condizione. La presenza di de Vrij al centro della difesa diventa fondamentale.

SORPRESA - C'è spazio per una notizia positiva alla ripresa degli allenamenti: Senad Lulic corre in campo, effettua un lavoro di allunghi sulla fascia. Si era fermato prima della partita con l'Atalanta per un problema muscolare al polpaccio. Se dovesse mostrare progressi durante la settimana potrebbe tornare nella lista dei convocati per Genova. Assenti Cana, Ederson, Morrison e Cataldi. Quest'ultimo assiste dalla panchina con una borsa del ghiaccio sul ginocchio destro. Vicino a lui Biglia: anche l'argentino lamenta un dolore al ginocchio destro per colpa di uno scontro di gioco nel primo tempo di ieri.
---

De Vrij? E' quasi recuperato per l'Inter però è in dubbio per Genova.

Novaretti ad un certo punto, dopo la buona prova contro il Chievo, finisce in panca. Si pensa alla scelta tecnica, poi però sparisce pure dalla panchina. E' infortunato. Come, quando? Boh.

Cataldi, ieri in panchina, non gioca per scelta tecnica? No, borsa del ghiaccio pure per lui. Che cazzo ci faceva in panchina? Lo sa Gesù Cristo.

Tutti gli altri ok, Lulic svolge programma di recupero, Biglia lo abbiamo visto tutti a terra dopo uno scontro (non era nemmeno quotato lo scontro fortuito).

Boh, a me non sembra tanto normale.
Mark Lenders (ML)
00Monday, May 11, 2015 5:11 PM
Re:
ReflexBlue74, 11/05/2015 16:36:

Intanto. --- INFERMERIA - In campo, quindi, non c'è Stefan de Vrij. L'olandese proverà a recuperare per la trasferta con la Sampdoria. Il suo rientro non è scontato. La speranza è di vederlo effettuare almeno un allenamento differenziato nella giornata di domani. Sabato sera saranno squalificati Marchetti e Mauricio. Novaretti ieri non era nemmeno in panchina (e questa mattina ha guardato i compagni allenarsi dalla panchina), Gentiletti non è ancora in condizione. La presenza di de Vrij al centro della difesa diventa fondamentale. SORPRESA - C'è spazio per una notizia positiva alla ripresa degli allenamenti: Senad Lulic corre in campo, effettua un lavoro di allunghi sulla fascia. Si era fermato prima della partita con l'Atalanta per un problema muscolare al polpaccio. Se dovesse mostrare progressi durante la settimana potrebbe tornare nella lista dei convocati per Genova. Assenti Cana, Ederson, Morrison e Cataldi. Quest'ultimo assiste dalla panchina con una borsa del ghiaccio sul ginocchio destro. Vicino a lui Biglia: anche l'argentino lamenta un dolore al ginocchio destro per colpa di uno scontro di gioco nel primo tempo di ieri. --- De Vrij? E' quasi recuperato per l'Inter però è in dubbio per Genova. Novaretti ad un certo punto, dopo la buona prova contro il Chievo, finisce in panca. Si pensa alla scelta tecnica, poi però sparisce pure dalla panchina. E' infortunato. Come, quando? Boh. Cataldi, ieri in panchina, non gioca per scelta tecnica? No, borsa del ghiaccio pure per lui. Che cazzo ci faceva in panchina? Lo sa Gesù Cristo. Tutti gli altri ok, Lulic svolge programma di recupero, Biglia lo abbiamo visto tutti a terra dopo uno scontro (non era nemmeno quotato lo scontro fortuito). Boh, a me non sembra tanto normale.



A me sembra che su questo tema, come su tanti altri, la tendenza del tifoso sia quella di guardare solo il proprio ombelico.
Non è solo la Lazio ad avere pesi morti a libro paga, non è solo la Lazio ad avere giocatori fracichi, non è solo la Lazio ad avere problemi col recupero degli infortunati.
Degli ultimi casi quelli realmente controversi, almeno a livello di comunicazione, sono solo Cataldi e Novaretti: in effetti nulla è stato spiegato e quindi abbiamo diritto a sorprenderci. Molto meno stupore per la loro presenza in panchina, che ormai le panchine sono lunghissime e se porti qualcuno per onor di firma (vedi anche Gentiletti) non è che togli il posto a uno sano.
Ma per il resto? Biglia ha preso una botta. Succede. A lui, in particolare, succede spesso. Bel giocatore ma un po' fragile da questo punto di vista. Lulic sta gradualmente recuperando, pare. Infine De Vrij: domani sarà un mese esatto da Lazio-Empoli, quando si fece male si parlò di un mese. Che c'è di strano? Hanno provato a vedere come stava facendolo allenare venerdì ed evidentemente ha sentito dolore, sapevamo che camminava senza problemi ma evidentemente la corsa e i cambi di direzione sono tutt'altra roba. Il problema è - lo ribadisco - l'impazienza. E te lo dice il più impaziente di tutti, che secondo me c'è una Lazio con De Vrij e una senza, mi pare evidente. Io mi incazzerò se dovessimo scoprire (grattati) che magari c'era una lesione al menisco, che il riposo non bastava e magari ci voleva un artoscopia. Quello sarebbe gravissimo. Viceversa provare ogni tot giorni a vedere come reagisce all'allenamento mi pare l'unica maniera, visto che anche solo una partita in più dell'olandese farebbe tutta la differenza del mondo...
ReflexBlue74
00Monday, May 11, 2015 11:22 PM
No quest'anno c'è una gestione che non mi convince. Ripeto, forse è un problema di comunicazione, che il dottor Salvatori, che ascolto saltuariamente in radio, dimostra di non padroneggiare. Una volta si espone, la volta dopo torna sui suoi passi. E poi ci sono questi infortuni misteriosi che ogni tanto piovono dal cielo, pure in assenza di allenamenti pesanti, partitelle in famiglia o presenze in campo.
Mark Lenders (ML)
00Monday, May 11, 2015 11:51 PM
Re:
ReflexBlue74, 11/05/2015 23:22:

No quest'anno c'è una gestione che non mi convince. Ripeto, forse è un problema di comunicazione, che il dottor Salvatori, che ascolto saltuariamente in radio, dimostra di non padroneggiare. Una volta si espone, la volta dopo torna sui suoi passi. E poi ci sono questi infortuni misteriosi che ogni tanto piovono dal cielo, pure in assenza di allenamenti pesanti, partitelle in famiglia o presenze in campo.



Va be' ma quindi? Giocano a calcetto di nascosto con gli amici? Dopo le sciate a Ovindoli Parolo e De Vrij sono passati al bungee jumping? Se menano tra di loro?
est1900
00Tuesday, May 12, 2015 6:28 AM
Re: Re:
Mark Lenders (ML), 11/05/2015 23:51:



Va be' ma quindi? Giocano a calcetto di nascosto con gli amici?




questo te lo do per certo. Ho visto coi miei occhi due giocatori della Lazio (andati via due anni fa) giocare in un torneo di calciotto.
Ovviamente nn mi riferisco a De Vrij, in assenza di prove
cuchillo76
00Tuesday, May 12, 2015 8:57 AM
Si narra che Busquets sia talmente malato del pallone che quando nel giorno libero va al paesello suo si mette a giocare cogli amici in una sorta di campetto parrocchiale.
Poi, bisogna vedere se è vero o no. Ma si narra.
ReflexBlue74
00Tuesday, May 12, 2015 6:03 PM
Distorsione al ginocchio per Biglia. Una settimana di riposo assoluto e poi si sottoporrà a ulteriori controlli. La prossima settimana, data indefinita. Ovviamente non c'è una prognosi precisa. Comunque fuori con la Samp, fuori nell'eventuale finale del 20 maggio, forse si rivede al derby. Del prossimo anno.

Lulic procede con il recupero. Da cosa non si è capito.

Cataldi sta meglio. Rispetto a cosa non si è capito.

Novaretti, vedi Cataldi.

De Vrij è precipitato nel buco nero.

Tutto a posto.

Mark Lenders (ML)
00Tuesday, May 12, 2015 8:36 PM
Re:
ReflexBlue74, 12/05/2015 18:03:

Distorsione al ginocchio per Biglia. Una settimana di riposo assoluto e poi si sottoporrà a ulteriori controlli. La prossima settimana, data indefinita. Ovviamente non c'è una prognosi precisa. Comunque fuori con la Samp, fuori nell'eventuale finale del 20 maggio, forse si rivede al derby. Del prossimo anno.

Lulic procede con il recupero. Da cosa non si è capito.

Cataldi sta meglio. Rispetto a cosa non si è capito.

Novaretti, vedi Cataldi.

De Vrij è precipitato nel buco nero.

Tutto a posto.




Ci rode il culo a tutti, Reflex. Ma io veramente non ti seguo su questa china grillina. Preferisco prendermela con dio, secondo me ha molte più colpe di Salvatori e Lovati.
ReflexBlue74
00Tuesday, May 12, 2015 10:44 PM
Non sarai invece tu ad aver preso una china democristiana?
Non sto attaccando indiscriminatamente, anche se l'amarezza del momento sta contribuendo ad esasperare i toni di alcuni miei interventi, non lo nego. Ma, ripeto, quello che mi manda in bestia è l'indeterminatezza di molti, troppi, casi clinici. Borse del ghiaccio che appaiono e scompaiono, prognosi rinviate di settimane, provini che sembrano preludere a una convocazione che non arriva mai. Comunque se non interverranno notizie certe e decisive -e mi auguro di no, visto l'andazzo-, sull'argomento infortuni rimarrò in modalità stand by per un po'.
Mark Lenders (ML)
00Wednesday, May 13, 2015 1:15 AM
Re:
ReflexBlue74, 12/05/2015 22:44:

Non sarai invece tu ad aver preso una china democristiana?



Bé, il mio ultimo intervento non era stato esattamente demo-cristiano  
Scherzi a parte, può darsi. Ma mi viene spontaneo moderare il tuo sparare a zero. Cioè, è molto possibile che ogni tanto vengano fatti degli errori, come ogni tanto sbaglia la formazione Pioli e come ogni tanto sbaglia dei gol Klose. Quello che toglie valore ai tuoi sospetti, secondo me, è la quantità dei casi citati. Non può esserci un caso dietro ogni infortunio, non è verosimile. Se tu avessi due o tre sospetti ben individuati magari potremmo provare a entrare di più e meglio nel merito, ma a forza di 10 sospetti a botta il messaggio che passa è quello di una rabbia indiscriminata (che peraltro condivido) da lenire attraverso la ricerca di un capro espiatorio.
Non sono un medico, ma credo che una quota di indeterminatezza sia fisiologica nelle prognosi. La cosa fondamentale è che non vengano sbagliate le diagnosi, e di conseguenza le terapie, dopodiché pretendere che un dottore dica un numero (di giorni) e che quel numero sia sempre azzeccato al millesimo non credo sia molto realistico. Il mese scorso sono andato a togliermi una verruca da sotto al piede, gli ho chiesto quanto ci sarebbe voluto per la ricrescita totale della pelle e mi ha detto un paio di settimane; in realtà ce ne sono volute quasi tre*. Devo pensare che all'Idi lavora un incompetente? Preferisco pensare che non siamo robot, che il corpo di ogni essere umano è leggermente diverso dall'altro... E comunque, tornando allo staff della Lazio, credo anche che non disponiamo di informazioni sufficienti per poter giudicare. Per me conta solo l'opinione di Pioli: se Pioli pensa che ci sia un problema nella gestione degli infortunati io alzo le mani. Ma lo deve fare presente lui alla società, eventualmente.

* = E meno male che sono stato paziente e non ho provato a giocare a tennis quando la vescica non era ancora del tutto chiusa! Teoricamente la situazione era al limite, il dolore abbastanza sopportabile, avrei potuto anche giocarci sopra alla seconda settimana. Solo che probabilmente si sarebbe riaperta del tutto allungando i tempi della guarigione definitiva... Ecco, io penso che coi calciatori vada esattamente così. Che quasi sempre vengano rimessi in campo appena stanno decentemente, e non bene del tutto. Perché soprattutto quelli forti servono come il pane, perché le partite volano via ogni tre giorni e ogni volta la partita successiva è la partita decisiva, "il bivio della stagione", nella più vieta retorica calcistica... E allora, quando giochi sopra un infortunio non del tutto guarito, o anche solo provi a forzare in allenamento, può accadere che la patologia in regressione, attraverso la sollecitazione della parte, si riacutizzi. Una dinamica del genere secondo me potrebbe spiegare tre quarti dei misteri da te evocati.
ℬaruch
00Thursday, May 14, 2015 11:21 AM
Stamattina Rambaudi da Guidone sembrava dare ragione a Reflex. Ha detto che Mauri gioca da due mesi con un dito rotto, poi ha rivelato le condizioni di Biglia (possibile stagione finita dopo il contrasto con Icardi) e ha detto che ha visto meglio Gentiletti ma non così meglio da vederlo a Genova. Guidone l’ha visto informato e l’ha ringraziato e Rambaudi - che ieri è stato a Formello a vedere i calciatori e l’allenamento - per un attimo ha avuto paura di aver detto cose che non poteva rivelare. Ah, per Genova ipotizza Ciani-Radu centrali e centrocampo a 3 Parolo-Ledesma-Cataldi (sempre in base a quanto ha visto)
Mark Lenders (ML)
00Thursday, May 14, 2015 12:12 PM
Re:
ℬaruch, 14/05/2015 11:21:

Stamattina Rambaudi da Guidone sembrava dare ragione a Reflex. Ha detto che Mauri gioca da due mesi con un dito rotto, poi ha rivelato le condizioni di Biglia (possibile stagione finita dopo il contrasto con Icardi) e ha detto che ha visto meglio Gentiletti ma non così meglio da vederlo a Genova. Guidone l’ha visto informato e l’ha ringraziato e Rambaudi - che ieri è stato a Formello a vedere i calciatori e l’allenamento - per un attimo ha avuto paura di aver detto cose che non poteva rivelare. Ah, per Genova ipotizza Ciani-Radu centrali e centrocampo a 3 Parolo-Ledesma-Cataldi (sempre in base a quanto ha visto)



Ma abbi pazienza Mauri col dito rotto chi ce lo manda in campo, i medici?
E se Biglia ha finito la stagione dopo il contrasto con Icardi è colpa dei medici?
ℬaruch
00Thursday, May 14, 2015 1:08 PM
Mi riferivo alla comunicazione. Mi pare strano che queste cose, non banali, le sveli Rambaudi da Guidone
Mark Lenders (ML)
00Thursday, May 14, 2015 2:43 PM
Ma quale sarebbe il fine della comunicazione?
Che ci guadagna la Lazio, di preciso, a comunicare che il dito di Mauri fa ancora male?
Ripeto, l'importante è che le cose le sappia Pioli. Che poi fa le sue scelte assumendosi una responsabilità non minore di quella dello staff sanitario.
Nascondere un infortunio o ipotizzare una data di rientro troppo ottimistica crea danni alla psiche dei tifosi, non direttamente alla Lazio.
La Lazio è danneggiata dagli infortuni, non certo dalla comunicazione (esterna!) sugli infortuni...
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:23 AM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com