Sposarsi per amore o per selezione?

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: 1, 2, [3], 4, 5, 6, 7, 8
Titti-79
00Thursday, September 15, 2011 4:07 PM
Re: titti

Mi meraviglio che null'altro ti venga in mente quasi quasi mi vien da pensare se tu un amore intenso per una persona cara hai mai provato.
Prendiamo soltanto il caso della sofferenza del tuo amato, soffrendo lui tu che fai non soffri altrettanto?
Oppure la gelosia, quella non l'hai minimamente nominato.


Ma se è per questo mi dispiace anche nel vedere MIA MADRE che sta male! Che centra???
Qui si parla di amore che inevitabilmente ti fa soffrire, cioè se ami qualcuno quel qualcuno sarà la causa delle tue sofferenze!
Allora ti dico di no!
Per quanto riguarda la gelosia, un pò di anni fa pensavo di essere una tipa gelosa.
Poi ho capito che non ero io ad essere gelosa, ma era il ragazzo accanto a me ad essere sbagliato!!!
Adesso non soffro più per gelosia e non perchè non "amo intensamente" come dici tu, ma perchè non ho motivi validi per scatenare la mia gelosia.
E francamente, avendolo provato, è un sentimento negativo che ti logora il cervello e le giornate!
E non mi piace.



E quindi se ti trovassi tuo marito che quando l'hai scelto era un pantofolano che stava lì davanti alla tele a guardarsi tutte le sere la signora in giallo un tipo tranquillo tutto casa e famiglia...


Un tipo così non potrebbe essere mio marito! [SM=g7350]
Ma facciamo pure finta che ho scelto un tipo così.


dopo 20 anni invece che è per un motivo a l'altro divantato un tipo intraprendenete che la sera esce per incontrarsi con amici in un club di solo maschi e da ateo totatle te lo trovi buddista che ti canta il namyohorenghechio 3 volte durante il giorno davanto al gonchio lo molli cosi come se niente fosse anche con dei figli anora da accudire magari muto di casa ancora da pagare e nonostante che gli vuoi ancora bene solo perché non corrisponde più al tuo prototipo di uomo scelto quando lo conobbi?


E certo che si!!!
E sarebbe anche un mio diritto sacrosanto!!!
Comunque fai degli esempi che non stanno nè in cielo nè in terra... a meno che una non abbia sposato il Dott. Jekill!!!! [SM=x2630434]



Non è vero, tu già le hai passati?
No, quindi nemmeno poi giudicare, ma anche se cosi fosse, non siamo mica tutti uguali. [SM=g28004]


Bhè... ne ho 31 e ti assicuro che non sono molto diversa da quando ne avevo 10!!! [SM=x2630423]
Naturalmente intendo caratterialmente. [SM=g7349]

kelly70
00Thursday, September 15, 2011 5:19 PM
Re: Re: Considerazione...
Cristianalibera, 15/09/2011 15.37:




Considerazione...

Anche nell'amore più folle non scordarti mai della ragione+

Contraddizione in termini; amore e ragione hanno ben poco (o quasi niente) da condividere. Non a caso è stato scritto: "L'amore ha le sue ragioni che la ragione non riesce a comprendere". In un rapporto di coppia (ma non solo riferito a questo aspetto) si può, al massimo, provare a trovare un equilibiro tra le due cose, ma non si otterrebbe altro che un ibrido: un "amore razionale" o una "razionalità amorevole".


Un fraterno saluto.

Freddie



Finalmente finalmente freddieeeeeeeeeeeeeeeeeee! [SM=g7372]

Ecco perchè io in questa mia frase...


o una vita cosi pieno di ragione anche nell'"amore" la chiamo piattezza devastante.



avevo messo l'amore tra virgolette.
Ma sarà che siamo credenti e percepiamo l'amore in modo diverso? non lo so, difficile dirlo, ma io ti do la mia parola, non mi sono mai trovato difronte certi ragionamenti come gli fa Kelly.







Finalmente, finalmente!!!!!

Finalmente hanno detto la caxxata del secolo.

Amore e ragione sono una contraddizione in termini?
Certo, nello stesso identico modo in cui lo sono fede e ragione, che voi invece dite che si coniugano così meravigliosamente...

Allora io, davanti a una persona in carne e ossa, con la quale dovrei vivere tutta la vita, mando la ragione a farsi benedire e mi affido all'amore, che si sa, conosce ragioni che la ragione stessa...

Mentre la fede, udite!!!! Quella è assolutamente razionale, perchè tu vivi tutta la vita seguendo un Dio che non hai mai visto nè sentito, credendo in parole delle quali non esistono prove, ma la cosa e assolutamente, indiscutibilmente razionale!!!!

Voi, che non avete mai sentito un ragionamento come quello che fa la Kelly, voi percepite l'amore in modo diverso...amore travolgente, ossessionante, passionale, possessivo, l'amore che vi hanno inculcato esattamente come la fede in Dio. E come mai tutti quelli che vivono l'amore in questo modo sono infelici? Ma guardatevi intorno e osservate come vive l'amore la gente comune. Guardate quanto durano i matrimoni e come durano. Eppure quando si sono sposati si amavano!!!! Ma hanno visto solo l' "amore" o quello che credevano fosse amore. E non hanno pensato a tutto il resto... [SM=g27993]

Fatemi un piacere...andate a ragionare da un'altra parte!!!! [SM=x2630423] [SM=x2630424] [SM=x2630426]

Kelly [SM=x2630426]

Cristianalibera
00Thursday, September 15, 2011 6:04 PM
per kelly
Credo che tu soffri di una strana patologia chiamatosi inculcamento-mania. [SM=g27994]
Per il resto risponderò più tardi.
Cristianalibera
00Thursday, September 15, 2011 6:42 PM
kelly:

Amore e ragione sono una contraddizione in termini?
Certo, nello stesso identico modo in cui lo sono fede e ragione, che voi invece dite che si coniugano così meravigliosamente...



Io non sono d'accordo perché fede e amore non sono sinonimi ma due cose ben distinti, quindi quel tuo accostamento lo trovo inutile, ma tu ti rendi conto che con questa tua affermazione ti sei dato la classica zappa sui piedi dandoci ragione? [SM=g28004]

Cioè se non può esserci rapporto tra fede e ragione come cosi non lo può essere tra ragione ed amore, ed allora che parli a fare ancora?

E te la ridi pure, qui c'è poco da ridere direi. [SM=g28000]
kelly70
00Thursday, September 15, 2011 6:59 PM
Re: kelly:
Cristianalibera, 15/09/2011 18.42:


Amore e ragione sono una contraddizione in termini?
Certo, nello stesso identico modo in cui lo sono fede e ragione, che voi invece dite che si coniugano così meravigliosamente...



Io non sono d'accordo perché fede e amore non sono sinonimi ma due cose ben distinti, quindi quel tuo accostamento lo trovo inutile, ma tu ti rendi conto che con questa tua affermazione ti sei dato la classica zappa sui piedi dandoci ragione? [SM=g28004]

Cioè se non può esserci rapporto tra fede e ragione come cosi non lo può essere tra ragione ed amore, ed allora che parli a fare ancora?

E te la ridi pure, qui c'è poco da ridere direi. [SM=g28000]



Brava brava, ti sei preso tempo girare la frittata?

Ma se l'hai detto tu!!! Non ci può essere rapporto tra ragione e amore e quindi aggiungo io, nemmeno tra ragione e fede!!!! Tra le quali voi invece dite che esiste. Se secondo te l'amore esclude la ragione, anche la fede la esclude, e per motivi ancor maggiori!!!!!! Ma vai vai, vai a zappare altrove...

Certo certo il mio accostamento è inutile... [SM=x2630423]
No, è sacrosanto invece. Solo che non ti conviene.

!Freddie!
00Thursday, September 15, 2011 6:59 PM
Quando una propria opinione la si fà passare per verità e quando una propria prevenzione distorce il modo di vedere le cose...

Finalmente, finalmente!!!!!

Finalmente hanno detto la caxxata del secolo.


Questo sì che è un modo "razionale" di argomentare. Complimenti!!! Allora posso anch'io permettermi di affermare che le tue sono delle MEGA cazzate (io, al contrario tuo, le "zeta" le metto per esplicito assumendomene tutte le responsabilità. Del resto, come sosteneva don Milani: "quando si deve dire: culo, bisogna dire: culo!")


Amore e ragione sono una contraddizione in termini?
Certo, nello stesso identico modo in cui lo sono fede e ragione, che voi invece dite che si coniugano così meravigliosamente...

Allora io, davanti a una persona in carne e ossa, con la quale dovrei vivere tutta la vita, mando la ragione a farsi benedire e mi affido all'amore, che si sa, conosce ragioni che la ragione stessa...

Mentre la fede, udite!!!! Quella è assolutamente razionale, perchè tu vivi tutta la vita seguendo un Dio che non hai mai visto nè sentito, credendo in parole delle quali non esistono prove, ma la cosa e assolutamente, indiscutibilmente razionale!!!!

Voi, che non avete mai sentito un ragionamento come quello che fa la Kelly, voi percepite l'amore in modo diverso...amore travolgente, ossessionante, passionale, possessivo, l'amore che vi hanno inculcato esattamente come la fede in Dio. E come mai tutti quelli che vivono l'amore in questo modo sono infelici? Ma guardatevi intorno e osservate come vive l'amore la gente comune. Guardate quanto durano i matrimoni e come durano. Eppure quando si sono sposati si amavano!!!! Ma hanno visto solo l' "amore" o quello che credevano fosse amore. E non hanno pensato a tutto il resto...

Fatemi un piacere...andate a ragionare da un'altra parte!!!!


Sei così presa svisceralmente dal tuo ATEISMO conclamato che butti sempre e tutto sulla fede, su Dio, sui credenti (non è la prima volta nè questo è il solo forum in cui lo fai). Io ti sto parlando di amore, una realtà che non ha colorazioni di sorta o patenti di appartenenza. Il modo in cui una persona lo vive, poi, sono problemi suoi. Così, come sono problemi tuoi come vivi e percepisci questa realtà, ma non fare generalizzazioni del cavolo tanto più che sono fuorvianti (quasi ad avere un avallo a quanto si sostiene) e mistificatorie.
Che significa frasi tipo:

l'amore che vi hanno inculcato esattamente come la fede in Dio.

Parole tipiche di che è prevenuto o guarda le cose con occhi deformati; conosco coppie per nulla credenti - addirittura, omosessuali - che vivono un amore fatto di comprensione, attenzione per l'altro, di ascolto, di aiuto reciproco, di rispetto ecc. Tutte qualità che sono insegnate, sì, in ambienti fideisti (non solo cattolici o cristiani, in genere), ma che sono benissimamente vissuti e fatti propri da chi credente non è. In quanto all'amore ossessivo, passionale, possessivo...bèh, sostenere che lo si trova solo o principalmente in coppie credenti è un'affermazione che ha del ridicolo ed è di bassissimo profilo in quanto ad essere credibile!


E come mai tutti quelli che vivono l'amore in questo modo sono infelici?

Certo, l'amore vissuto in quel modo rende infelice, ma sono casi che non sono presenti solo in campo "fideistico", lo ribadisco! Ci sono coppie non credenti ed omosessuali (succede anche fra loro, come tutti) che scoppiano alla grande facendo proprio così!!!

Ma guardatevi intorno e osservate come vive l'amore la gente comune. Guardate quanto durano i matrimoni e come durano. Eppure quando si sono sposati si amavano!!!! Ma hanno visto solo l' "amore" o quello che credevano fosse amore. E non hanno pensato a tutto il resto...

Non sò che tipo di gente frequenti o se forse hai problemi oftalmici, ma io mi guardo intorno e di matrimoni che durano poco, pochissimo anche lo spazio di poche ore li ritrovo tra persone di tutti i generi, di tutte l'età, di ogni estrazione sociale, di ogni religione e non, di ogni luogo di provenienza...per questo, molto alto è il numero di coppie di fatto o di persone conviventi. Il guaio è che...si dividono pure queste!!!!!!!!!!
Il punto è che non si vogliono vivere le difficoltà; si vuole vivere e godere solo il lato felice che una convivenza (civile, religiosa, di fatto) offre, ma al primo segnale di pericolo (non è una mia opinione, è un dato di fatto) ecco che è più comodo (forse è il termine più adatto) dare un colpo di spugna e ricominciare col prossimo o con la prossima di turno. Non mi riferisco a situazioni laceranti e dirompenti (comunque, frutto di una stratificazione di situazioni lasciate a deteriorarsi) il cui unico (a quel punto) sbocco è dato dalla separazione. Ci sono migliaia di situazioni in cui l'amore verso il partner è tale da far compiere azioni che razionalmente non si compirebbero mai, o quasi: come quel fidanzato che in piena notte percorre centinaia di chilometri per portare la colazione alla propria fidanzata che studia o lavora in un'altra città. O come quell'anonimo innamorato che ha affittato un aereo il quale per mezz'ora ha svolazzato imperterrito sopra la mia testa e di quelle di tutto un quartiere per far leggere alla ragazza il messaggio trascinato in coda: quello di essere l'unica donna della sua vita. Sciocca ed infantile affermazione? Magari ce ne fossero di più al mondo persone di questo genere con buona pace dei timpani altrui!!!! Un uomo che dovesse dire alla propria donna: sei l'unica fra le donne possibili della mia vita che per adesso mi riesce di starci insieme volentieri" farebbe ancora più ridere e avrebbe il sapore dell'assurdo. Certo, con gli anni si cambia. E' normale! Se il cambiamento non è così radicale e non distrugge così violentemente la primitiva immagine dell'altro o dell'altra, penso ci siano buoni margini per continuare a stare insieme. Non è raro trovare coppie che mantengono ancora viva la fiamma della passione e dell'amore; così come ci sono coppie che cadono nella routine quotidiana o, peggio, coppie che scoprono di essere degli estrenei. Capita pure che l'amore verso il partner che ha sbagliato è tale da far compiere azioni tali da superare le difficoltà enormi che si opponevano ad una serena vita di coppia. Così come è il caso di quell'amore che muove un uomo a lottare con tutte le sue forze perchè la moglie esca fuori dal tunnel dell'alcolismo invece di cestinarla nei rifiuti come monnezza! Così come è sempre l'amore che spinge una donna a perdonare un marito infedele che riconosce il suo errore e chiede una possibilità per ricominciare, piuttosto che tirare la catena e far finire tutto nel cesso! La cosa non è automatica nè è garantita; per molti - soprattutto, l'ultimo caso che ho citato - è un segno di debolezza, di fessaggine; io stesso mi ci dovrei trovare in questa come in migliaia di altre situazioni per sapere come mi comporterò. Però sò di certo che se si crede e si tiene veramente a qualcosa o a qualcuno, si lotta con i denti pur di tenerseli stretti, qualunque cosa accada. E se a lottare si è in due, le difficoltà sono ancora minori qualunque sia la propria confessione religiosa o anche se non se ne possiede una! Poi, ognuno fà come crede e come sente; se la vita in due è solo un modo per non stare da soli ci si comporterà di conseguenza. E' sintomatico come oggi pur avendo un vastissimo ventaglio di opportunità che il progresso e la società offrono perchè due persone si conoscano, le separazioni sono in numero elevato e sempre più crescente. Evidentemente, c'è qualcosa che non funziona nel modo di ragionare delle persone e di come affrontare al meglio la vita.

Mentre la fede, udite!!!! Quella è assolutamente razionale, perchè tu vivi tutta la vita seguendo un Dio che non hai mai visto nè sentito, credendo in parole delle quali non esistono prove, ma la cosa e assolutamente, indiscutibilmente razionale!!!!


Tu, invece credi nell'insindacabilità di un esame di laboratorio (il famoso e famigerato C14) e, per questo, ti senti più razionale? C'è da morir dal ridere!!!!!!
Personalmente, non ho mai affermato ciò che hai scritto. Semmai, ritengo che fede e ragione possano avere molti punti di contatto pur nelle rispettive competenze (l'ho riassunto molto grossolanamente perchè qui non è nè il momento nè il luogo per riaprire una discussione che ha interessato per secoli l'Umanità).

Fatemi un piacere...andate a ragionare da un'altra parte!!!!

Veramente, trovo più piacere a farlo qua. Eppoi, se ci ragioni tu, (con tutte le riserve del caso), non vedo perchè non potrei farlo anch'io!!!!!!


Aggiungo solo una cosa: nel mondo animale ci sono moltissimi esempi di coppie che rimangono unite fino alla morte: lupi, delfini, pinguini, aquile, falchi ecc...io, personalmente, mi sento un pò più di un semplice animale e, a dire il vero, se ci riescono loro a stare insieme per tutta una vita (tra alti e bassi; nonostante scontri violenti ed incomprensioni) posso ben riuscirci anch'io e quanti la pensano come me!!! Forse, molti dovrebbero prendere esempio da loro. Magari, ci potrebbero guadagnare...


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore io cerco.


kelly70
00Thursday, September 15, 2011 7:06 PM
Re: Quando una propria opinione la si fà passare per verità e quando una propria prevenzione distorce il modo di vedere le cose...
!Freddie!, 15/09/2011 18.59:


Finalmente, finalmente!!!!!

Finalmente hanno detto la caxxata del secolo.


Questo sì che un modo "razionale" di argomentare. Complimenti!!! Allora posso anch'io permettermi di affermare che le tue sono delle MEGA cazzate (io, al contrario tuo, le "zeta" le metto per esplicito assumendomene tutte le responsabilità. Del resto, come sosteneva don Milani: "quando si deve dire: culo, bisogna dire: culo!")


Amore e ragione sono una contraddizione in termini?
Certo, nello stesso identico modo in cui lo sono fede e ragione, che voi invece dite che si coniugano così meravigliosamente...

Allora io, davanti a una persona in carne e ossa, con la quale dovrei vivere tutta la vita, mando la ragione a farsi benedire e mi affido all'amore, che si sa, conosce ragioni che la ragione stessa...

Mentre la fede, udite!!!! Quella è assolutamente razionale, perchè tu vivi tutta la vita seguendo un Dio che non hai mai visto nè sentito, credendo in parole delle quali non esistono prove, ma la cosa e assolutamente, indiscutibilmente razionale!!!!

Voi, che non avete mai sentito un ragionamento come quello che fa la Kelly, voi percepite l'amore in modo diverso...amore travolgente, ossessionante, passionale, possessivo, l'amore che vi hanno inculcato esattamente come la fede in Dio. E come mai tutti quelli che vivono l'amore in questo modo sono infelici? Ma guardatevi intorno e osservate come vive l'amore la gente comune. Guardate quanto durano i matrimoni e come durano. Eppure quando si sono sposati si amavano!!!! Ma hanno visto solo l' "amore" o quello che credevano fosse amore. E non hanno pensato a tutto il resto...

Fatemi un piacere...andate a ragionare da un'altra parte!!!!


Sei così presa svisceralmente dal tuo ATEISMO conclamato che butti sempre e tutto sulla fede, su Dio, sui credenti (non è la prima volta nè questo è il solo forum in cui lo fai). Io ti sto parlando di amore, un sentimento che non ha colorazioni di sorta o patenti di appartenenza. Il modo in cui una persona lo vive, poi, sono problemi suoi. Così, come sono problemi tuoi come vivi e percepisci questa realtà, ma non fare generalizzazioni del cavolo tanto più che sono fuorvianti (quasi ad avere un avallo a quanto si sostiene) e mistificatorie.
Che significa frasi tipo:

l'amore che vi hanno inculcato esattamente come la fede in Dio.

Parole tipiche di che è prevenuto o guarda le cose con occhi deformati; conosco coppie per nulla credenti - addirittura, omosessuali - che vivono un amore fatto di comprensione, attenzione per l'altro, di ascolto, di aiuto reciproco, di rispetto ecc. Tutte qualità che sono insegnate, sì, in ambienti fideisti (non solo cattolici o cristiani, in genere), ma che sono benissimamente vissuti e fatti propri da chi credente non è. In quanto all'amore ossessivo, passionale, possessivo...bèh, sostenere che lo si trova solo o principalmente in coppie credenti è un'affermazione che ha del ridicolo ed è di bassissimo profilo in quanto ad essere credibile!


E come mai tutti quelli che vivono l'amore in questo modo sono infelici?

Certo, l'amore vissuto in quel modo rende infelice, ma sono casi che non sono presenti solo in campo "fideistico", lo ribadisco! Ci sono coppie non credenti ed omosessuali (succede anche fra loro, come tutti) che scoppiano alla grande facendo proprio così!!!

Ma guardatevi intorno e osservate come vive l'amore la gente comune. Guardate quanto durano i matrimoni e come durano. Eppure quando si sono sposati si amavano!!!! Ma hanno visto solo l' "amore" o quello che credevano fosse amore. E non hanno pensato a tutto il resto...

Non sò che tipo di gente frequenti o se forse hai problemi oftalmici, ma io mi guardo intorno e di matrimoni che durano poco, pochissimo anche lo spazio di poche ore li ritrovo tra persone di tutti i generi, di tutt l'età, di ogni estrazione sociale, di ogni religione e non, di ogni luogo di provenienza...per questo, molto alto è il numero di coppie di fatto o di persone conviventi. Il guaio è che...si dividono pure queste!!!!!!!!!!
Il punto è che non si vogliono vivere le difficoltà; si vuole vivere e godere solo il lato felice che una convivenza (civile, religiosa, di fatto) offre, ma al primo segnale di pericolo (non è una mia opinione, è un dato di fatto) ecco che è più comodo (forse è il termine più adatto) dare un colpo di spugna e ricominciare col prossimo o con la prossima di turno. Non mi riferisco a situazioni laceranti e dirompenti (comunque, frutto di una stratificazione di situazioni lasciate a deteriorarsi) il cui unico (a quel punto) sbocco è dato dalla separazione. Ci sono migliaia di situazioni in cui l'amore verso il partner è tale da far compiere azioni che razionalmente non si compirebbero mai o quasi: come quel fidanzato che in piena notte percorre centinaia di chilometri per portare la colazione alla propria fidanzata che studia o lavora in un'altra città. O come quell'anonimo innamorato che ha affittato un aereo il quale per mezz'ora ha svolazzato imperterrito sopra la mia testa e di quelle di tutto un quartiere per far leggere alla ragazza il messaggio trascinato in coda: quello di essere l'unica donna della sua vita. Sciocca ed infantile affermazione? Magari ce ne fosse di più al mondo. Un uomo che dovesse dire alla propria donna: sei l'unica fra le donne possibili della mia vita che per adesso mi riesce di starci insieme volentieri" farebbe ancora più ridere e avrebbe il sapore dell'assurdo. Certo, con gli anni si cambia. E' normale! Se il cambiamento non è così radicale e non distrugge così violentemente la primitiva immagine dell'altro o dell'altra, penso ci siano buoni margini per continuare a stare insieme. Non è raro trovare coppie che mantengono ancora viva la fiamma della passione e dell'amore; così come ci sono coppie che cadono nella routine quotidiana o, peggio, coppie che scoprono di essere degli estrenei. Capita pure che l'amore verso il partner che ha sbagliato è tale da far compiere azioni tali da superare le difficoltà enormi che si opponevano ad una serena vita di coppia. Così come è il caso di quell'amore che muove un uomo a lottare con tutte le sue forze perchè la moglie esca fuori dal tunnel dell'alcolismo invece di cestinarla nei rifiuti come monnezza! Così come è sempre l'amore che spinge una donna a perdonare un marito infedele che riconosce il suo errore e chiede una possibilità per ricominciare, piuttosto che tirare la catena e far finire tutto nel cesso! La cosa non è automatica nè è garantita; per molti - soprattutto, l'ultimo caso che ho citato - è un segno di debolezza, di fessaggine; io stesso mi ci dovrei trovare in questa come in migliaia di altre situazioni per sapere come mi comporterò. Però sò di certo che se si crede e si tiene veramente a qualcosa o a qualcuno, si lotta con i denti pur di tenerseli stretti, qualunque cosa accada. E se a lottare si è in due, le difficoltà sono ancora minori qualunque sia la propria confessione religiosa o anche se non se ne possiede una! Poi, ognuno fà come crede e come sente; se la vita in due è solo un modo per non stare da soli ci si comporterà di conseguenza. E' sintomatico come oggi pur avendo un vastissimo ventaglio di opportunità che il progresso e la società offrono perchè due persone si conoscano, le separazioni sono in numero elevato e sempre più crescente. Evidentemente, c'è qualcosa che non funziona nel modo di ragionare delle persone e di come affrontare al meglio la vita.



Mentre la fede, udite!!!! Quella è assolutamente razionale, perchè tu vivi tutta la vita seguendo un Dio che non hai mai visto nè sentito, credendo in parole delle quali non esistono prove, ma la cosa e assolutamente, indiscutibilmente razionale!!!!


Tu, invece credi nell'insindacabilità di un esame di laboratorio (il famoso e famigerato C14) e, per questo, ti senti più razionale? C'è dal morir dal ridere!!!!!!
Personalmente, non ho mai affermato ciò che hai scritto. Semmai, ritengo che fede e ragione possano avere molti punti di contatto pur nelle rispettive competenze (l'ho riassunto molto grossolanamente perchè qui non è nè il momento nè il luogo per riaprire una discussione che ha interessato per secoli l'Umanità).

Aggiungo solo una cosa: nel mondo animale ci sono moltissimi esempi di coppie che rimangono unite fino alla morte: lupi, delfini, pinguini, aquile, falchi ecc...io, personalmente, mi sento un pò più di un semplice animale e, a dire il vero, se ci riescono loro a stare insieme per tutta una vita (tra alti e bassi; nonostante scontri violenti ed incomprensioni) posso ben riuscirci anch'io e quanti la pensano come me!!! Forse, molti dovrebbero prendere esempio da loro. Magari, ci potrebbero guadagnare...


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore io cerco.






Beh, e allora vedi che per fare tutte queste cose LA RAGIONE CI VUOLE? (E ne ho grassettata solo una delle tue affermazioni che riguardano la ragione)
Altrimenti col solo amore NON VAI DA NESSUNA PARTE. E io che cosa ho detto? Ma fammi il favore Freddie, non girare le frittate pure tu!!!!

Ecchecazzzzzzzzo.

!Freddie!
00Thursday, September 15, 2011 7:17 PM
Quando si dice niente...pur parlando. O scrivendo!!!!

Beh, e allora vedi che per fare tutte queste cose LA RAGIONE CI VUOLE? (E ne ho grassettata solo una delle tue affermazioni che riguardano la ragione)
Altrimenti col solo amore NON VAI DA NESSUNA PARTE. E io che cosa ho detto? Ma fammi il favore Freddie, non girare le frittate pure tu!!!!

Ecchecazzzzzzzzo.


Senza l'amore e con la sola ragione tu non saresti neanche qui a scrivere!!!!!!!! [SM=x2630434]

Questo lo voglio ben dire con tutti i sentimenti!!!!!
Eppoi, nel mio post c'è molto più di una sola affermazione che riguarda l'amore...evidentemente soffri davvero di disturbi oftalmici!!!!


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore, io cerco.

P.S. La frase in grassetto l'hai estrapolata da tutto un contesto e ne distorci, così, il significato. E' d'uso comune il termine "ma come ragioni" quando una persona và fuori dai binari o fa qualcosa di diverso dagli altri (o da quello che noi riteniamo si debba fare o pensare) anche quando la ragione ci azzacca poco. Forse saresti stata più contenta se avessi scritto: evidentemente, c'è qualcosa che non funziona nel modo di amare delle persone ecc...
kelly70
00Thursday, September 15, 2011 7:21 PM
Re: Quando non si dice niente...pur parlando. O scrivendo!!!!
!Freddie!, 15/09/2011 19.17:


Beh, e allora vedi che per fare tutte queste cose LA RAGIONE CI VUOLE? (E ne ho grassettata solo una delle tue affermazioni che riguardano la ragione)
Altrimenti col solo amore NON VAI DA NESSUNA PARTE. E io che cosa ho detto? Ma fammi il favore Freddie, non girare le frittate pure tu!!!!

Ecchecazzzzzzzzo.


Senza l'amore e con la sola ragione tu non saresti neanche qui a scrivere!!!!!!!! [SM=x2630434]

Questo lo voglio ben dire con tutti i sentimenti!!!!!
Eppoi, nel mio scritto c'è molto più di una sola affermazione che riguardano l'amore...evedentemente soffri davvero di problemi oftalmici!!!!


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore, io cerco.





Quando non si ha niente da dire si dicono ovvietà pur di dire qualcosa.

Quelli con i problemi oftalmici siete voi che vedete solo ciò che vi piace vedere.

Amatevi, e siate felici!!! La ragione lasciatela a noi atei.

Grazie

Kelly [SM=g27985]
Cristianalibera
00Thursday, September 15, 2011 7:23 PM
Re: Re: kelly:
kelly70, 15/09/2011 18.59:



Brava brava, ti sei preso tempo girare la frittata?

Ma se l'hai detto tu!!! Non ci può essere rapporto tra ragione e amore e quindi aggiungo io, nemmeno tra ragione e fede!!!! Tra le quali voi invece dite che esiste. Se secondo te l'amore esclude la ragione, anche la fede la esclude, e per motivi ancor maggiori!!!!!! Ma vai vai, vai a zappare altrove...



Ed io dico nuovamente che una cosa non puoi paragonare all'altra se lo fai deve anche darci delle ragione per le quali tu le fai.
Tu affermi una cosa e basta.
Ma se lo fai allora io dico che ci dai ragione se la fede come l'amore non può rapportarsi con la ragione allora mi dai ragione, ma non lo vedi?
Altro che girare la frittata.
Tu quando non ci puoi arrivare a contradduire con razionalità ed argomenti convincenti tu dici le solite:

"Giri la frittata", "non capsici niente per chè sei credente", "ma ti ho preso solo pecculo" oppure "ma le mie erano solo battute",
ma ti sembra normale per una personsa che si dichiara di saper usare bene il suo raziocinio?


Certo certo il mio accostamento è inutile... [SM=x2630423]
No, è sacrosanto invece. Solo che non ti conviene.



Allora spiegami perché e come.
E se avessi delle ragioni per farlo comunque daresti ragione a noi che in amore non si possono fare delle scelte ragionate riguarda la scelta del partner, cioè solo perché è bello, riccho tranquillo e balal bene.
O scegli una persona per ragione o per amore.




Cristianalibera
00Thursday, September 15, 2011 7:25 PM
Re: Re: Quando non si dice niente...pur parlando. O scrivendo!!!!
kelly70, 15/09/2011 19.21:




Quando non si ha niente da dire si dicono ovvietà pur di dire qualcosa.

Quelli con i problemi oftalmici siete voi che vedete solo ciò che vi piace vedere.

Amatevi, e siate felici!!! La ragione lasciatela a noi atei.

Grazie

Kelly [SM=g27985]




Se veramente avessi ragione e fossi una atea come si deve, cominceresti a fare dei discorsi ragionati senza subito buttar via la spugna con il primo che ti mette in difficoltà.

Cosi invece stai dando un pessimi esempio a tutto il mondo ateo del quale mi sembra ti senti una rappresentate.


[SM=g2489055]

!Freddie!
00Thursday, September 15, 2011 7:33 PM
Ancora frasi di circostanza....

Quelli con i problemi oftalmici siete voi che vedete solo ciò che vi piace vedere.

Amatevi, e siate felici!!! La ragione lasciatela a noi atei.

Grazie



...Con l'aggravante di "arruolare" la ragione solo da una sola parte. Così da comportarsi ALLO STESSO MODO di quei credenti che arruolano Dio sotto le proprie bandiere!!!! Sempre i miei più vivi complimenti per cotal incoerenza (per fortuna non sono un maschilisca che attribuisce un simile "ragionamento" a chi è nata femmina).
Il bue che dice cornuto all'asino...Anche tra gli atei!!!!!!


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore, io cerco.

P.S. intanto, sembri volutamente ignorare tutti quei casi che sono all'ordine del giorno e che io ho esemplificato...però ci sono, checchè tu ne dica.
E questo è un fatto!!!!!
Cristianalibera
00Thursday, September 15, 2011 7:33 PM
kelly:

Beh, e allora vedi che per fare tutte queste cose LA RAGIONE CI VUOLE? (E ne ho grassettata solo una delle tue affermazioni che riguardano la ragione)
Altrimenti col solo amore NON VAI DA NESSUNA PARTE. E io che cosa ho detto? Ma fammi il favore Freddie, non girare le frittate pure tu!!!!



Ma guarda, qui nessuno ha detto chi ama non può anche ragionare, ma si parlava della scelta del partner in base una scelta razionale e non per amore, o tu t'innamori oppure no, se scegli un partner in base delle caratteristiche che ha non si può certo parlare di una scelta d'amore.
Se l'amore ti travolge ti travolge e basta hai voglia dire tu: "ma non sai a costui puzzano i piedi anche se se li lava, ed io non la sopporto, già so che questo mi farà soffrire" te ne fotte un bel nulla di questo se ami, o forse non lo sai?
kelly70
00Thursday, September 15, 2011 7:34 PM
Hai esaurito gli argomenti? [SM=g7372]

O sono finiti gli specchi.... [SM=x2491382]
kelly70
00Thursday, September 15, 2011 7:36 PM
Re: kelly:
Cristianalibera, 15/09/2011 19.33:


Beh, e allora vedi che per fare tutte queste cose LA RAGIONE CI VUOLE? (E ne ho grassettata solo una delle tue affermazioni che riguardano la ragione)
Altrimenti col solo amore NON VAI DA NESSUNA PARTE. E io che cosa ho detto? Ma fammi il favore Freddie, non girare le frittate pure tu!!!!



Ma guarda, qui nessuno ha detto chi ama non può anche ragionare, ma si parlava della scelta del partner in base una scelta razionale e non per amore, o tu t'innamori oppure no, se scegli un partner in base delle caratteristiche che ha non si può certo parlare di una scelta d'amore.
Se l'amore ti travolge ti travolge e basta hai voglia dire tu: "ma non sai a costi puzzano i piedi anche se se li lava, ed io non la sopporto, già so che questo mi farà soffrire" te ne fotte un bel nulla di questo se ami, o forse non lo sai?




No, non lo so. Ma non è questo il punto. Se gli puzzano i piedi se li può pure lavare, ma se è un cafone sta certa che non l'avrei guardato la seconda volta.

Cristianalibera
00Thursday, September 15, 2011 7:40 PM
Re:
kelly70, 15/09/2011 19.34:

Hai esaurito gli argomenti? [SM=g7372]

O sono finiti gli specchi.... [SM=x2491382]




Gli argomenti li hai esaurito tu, e non è da persona che sa ragionare e convincere con gli argomenti appunto.
Quando sono finiti quelle 4 cose che ci trova tra i tuoi neuroni che forse qualcuno ha inculcato a te, si arriva a comportarsi anche nella maniera che tu ora metti in onda.



[SM=x2645176]







[SM=x2630423] [SM=x2630424]
Cristianalibera
00Thursday, September 15, 2011 7:46 PM
Re: Re: kelly:
kelly70, 15/09/2011 19.36:




No, non lo so. Ma non è questo il punto. Se gli puzzano i piedi se li può pure lavare, ma se è un cafone sta certa che non l'avrei guardato la seconda volta.




Ho detto se gli puzzano anche quando se li lava, ma i problemi agli occhi non li avevamo noi? [SM=g7349]
Ma erano solo un esempio di illustrazione sul resto avresti dovuto dirci/mi qualcosa. [SM=g28004]
Cosi hai solo mostrato che non sai portare avanti un'argomento serio come questo per cavare qualche ragno dal buco, eppure è un argomento interessante dove almeno una volta la religione non centra, ma tu come sempre ami a metterla in mezzo ovunque.


Cristianalibera
00Thursday, September 15, 2011 8:17 PM
Re:
Max Cava, 15/09/2011 20.15:

http://www.google.ch/url?sa=t&source=web&cd=1&sqi=2&ved=0CBwQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.puzzadipiedi.com%2F&ei=4EByTpjXI8Pj4QTutL3ACQ&usg=AFQjCNGymY3aRSHKlJe7h5J9JtvXamPi2A

[SM=g7352]




HHHHHHHaaaaaaaaaaaaaahahaha

[SM=x2630425] [SM=x2630424] [SM=x2630425] [SM=x2630425]

Max ti ci hai provato??? [SM=g2490071]

Io pensavo chissà quale soluzione ci volessi dare riguarda all'argomento ed invece.

Ora vi lascio, notte a tutti! [SM=g6440]


kelly70
00Thursday, September 15, 2011 8:46 PM
Re: Re: Re: kelly:
Cristianalibera, 15/09/2011 19.46:



Ho detto se gli puzzano anche quando se li lava, ma i problemi agli occhi non li avevamo noi? [SM=g7349]
Ma erano solo un esempio di illustrazione sul resto avresti dovuto dirci/mi qualcosa. [SM=g28004]
Cosi hai solo mostrato che non sai portare avanti un'argomento serio come questo per cavare qualche ragno dal buco, eppure è un argomento interessante dove almeno una volta la religione non centra, ma tu come sempre ami a metterla in mezzo ovunque.






Ma se sono giorni che portiamo avanti l'argomento, io e Titti spieghiamo e argomentiamo e tu ripeti sempre le stesse cose. Che o ti sposi per amore o per ragione. Pensare prima di sposarsi no...dopo però son dolori.

Vabbè, auguri, per me la conversazione finisce qui, d'altra parte la mia esperienza mi dice che ho ragione, La tua non so.

E la religione c'entra eccome, perchè è tutta questione di inculcamenti, solo che non vi conviene.
!Freddie!
00Thursday, September 15, 2011 11:21 PM
Anche questo è credere...

Vabbè, auguri, per me la conversazione finisce qui, d'altra parte la mia esperienza mi dice che ho ragione, La tua non so.

Esperienza personale, non verità effettuale; quindi, opinabile e suscettibile di essere confutata. L'autocertificazione di autorevolezza è cosa già vista e stravista...


E la religione c'entra eccome, perchè è tutta questione di inculcamenti, solo che non vi conviene.

Vallo a raccontare alle migliaia di coppie di fatto, omosessuali, sposate solo col rito civile che si ritrovano separate senza aver pensato a Dio o alla religione nemmeno per un attimo...


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore, io cerco.
kelly70
00Thursday, September 15, 2011 11:45 PM
Re: Anche questo è credere...
!Freddie!, 15/09/2011 23.21:


Vabbè, auguri, per me la conversazione finisce qui, d'altra parte la mia esperienza mi dice che ho ragione, La tua non so.

Esperienza personale, non verità effettuale; quindi, opinabile e suscettibile di essere confutata. L'autocertificazione di autorevolezza è cosa già vista e stravista...




Sì, e in modo particolare nei credenti. Autocertificati e autorevolissimi. Del nulla.


E la religione c'entra eccome, perchè è tutta questione di inculcamenti, solo che non vi conviene.

Vallo a raccontare alle migliaia di coppie di fatto, omosessuali, sposate solo col rito civile che si ritrovano separate senza aver pensato a Dio o alla religione nemmeno per un attimo...


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore, io cerco.





E alle migliaia di coppie sposate in chiesa e divorziate chi glielo racconta? Tu? [SM=g27987] [SM=g2490071]

Speravi che non ti rispodessi eh? Per questo le hai sparate. [SM=g2489055]
Cristianalibera
00Friday, September 16, 2011 11:50 AM
Re: Re: Anche questo è credere...
kelly70, 15/09/2011 23.45:



E alle migliaia di coppie sposate in chiesa e divorziate chi glielo racconta? Tu? [SM=g27987] [SM=g2490071]

Speravi che non ti rispodessi eh? Per questo le hai sparate. [SM=g2489055]




Ma Kelly, quanti di quelli che si sposano in chiesa sono credenti solo all'acqua di rose oppure atei come te?
Tu con quale rito ti sei sposato?
Sai sia mio cognato che mia cognata sono atei e si sono sposato in chiesa per tradizione, folklore e per far contenti genitori, e come la mettiamo? [SM=g28004]


E poi tui cerchi sempre di generalizzare, cosa credi che tutti gli atei si sposano per ragione e tutti i credenti per amore? S
Quelli che fanno parte della mia cerchia di conoscenti ed amici tranne te e la titti per oggi, si sono sposati per amore, ma con questo mica posso generealizzare e crearmi dei strani stereotipi su delle categorie di persone.
Pensaci.


Cristianalibera
00Friday, September 16, 2011 12:14 PM
Re: Re: titti
Titti-79, 15/09/2011 16.07:




Ma se è per questo mi dispiace anche nel vedere MIA MADRE che sta male! Che centra???



Ma cosa significa questo dico io, anche l'amore per il tuo coniuge di porta a soffrire per lui se veramente lo ami, più forte è l'amore più forte la sofferenza.
L'amore per la madre è quasi innato, l'amore per il partner si è creato.


Qui si parla di amore che inevitabilmente ti fa soffrire, cioè se ami qualcuno quel qualcuno sarà la causa delle tue sofferenze!
Allora ti dico di no!



Se ami veramente una persona anche le piccole incomprensioni ti fanno soffrire.


Per quanto riguarda la gelosia, un pò di anni fa pensavo di essere una tipa gelosa.
Poi ho capito che non ero io ad essere gelosa, ma era il ragazzo accanto a me ad essere sbagliato!!!
Adesso non soffro più per gelosia e non perchè non "amo intensamente" come dici tu, ma perchè non ho motivi validi per scatenare la mia gelosia.



Sono ciontenta che hai trovato il partner perfetto che non ti da nessuna occasione per sentire nemmeno un pizzico di gelosia.
Ottima scelta allora.








E certo che si!!!
E sarebbe anche un mio diritto sacrosanto!!!
Comunque fai degli esempi che non stanno nè in cielo nè in terra... a meno che una non abbia sposato il Dott. Jekill!!!!



Ma certo, capisco quando l'amore non abbonda già dall'inizio e si scegli un partner soprattutto per alcune caratteristiche, ci si lascia pure facilmente come se niente fosse, come si trattasse di un oggetto che non compie più il suo compito in piena funzione, se il marito o la moglie cambiano.... [SM=g28000]
Dott. Jekill?
allora lo sarei anch'io perché dei cambiamenti simili io gli ho fatti.
E ne conosco altri, te lo assicuro.




Naturalmente intendo caratterialmente.


E cosa significa? Uno può anche mantenere il suo carattere di base, quello difficilmente cambia completamente (e su questo ti do ragione) ma fare comunque dei cambiamenti nelle abitudini e convinzioni, questo sì.




Titti-79
00Friday, September 16, 2011 4:10 PM
Cristianalibera, 16/09/2011 12.14:



Ma cosa significa questo dico io, anche l'amore per il tuo coniuge di porta a soffrire per lui se veramente lo ami, più forte è l'amore più forte la sofferenza.
L'amore per la madre è quasi innato, l'amore per il partner si è creato.


Qui si parla di amore che inevitabilmente ti fa soffrire, cioè se ami qualcuno quel qualcuno sarà la causa delle tue sofferenze!
Allora ti dico di no!



Se ami veramente una persona anche le piccole incomprensioni ti fanno soffrire.


Per quanto riguarda la gelosia, un pò di anni fa pensavo di essere una tipa gelosa.
Poi ho capito che non ero io ad essere gelosa, ma era il ragazzo accanto a me ad essere sbagliato!!!
Adesso non soffro più per gelosia e non perchè non "amo intensamente" come dici tu, ma perchè non ho motivi validi per scatenare la mia gelosia.



Sono ciontenta che hai trovato il partner perfetto che non ti da nessuna occasione per sentire nemmeno un pizzico di gelosia.
Ottima scelta allora.



E certo che si!!!
E sarebbe anche un mio diritto sacrosanto!!!
Comunque fai degli esempi che non stanno nè in cielo nè in terra... a meno che una non abbia sposato il Dott. Jekill!!!!



Ma certo, capisco quando l'amore non abbonda già dall'inizio e si scegli un partner soprattutto per alcune caratteristiche, ci si lascia pure facilmente come se niente fosse, come si trattasse di un oggetto che non compie più il suo compito in piena funzione, se il marito o la moglie cambiano.... [SM=g28000]
Dott. Jekill?
allora lo sarei anch'io perché dei cambiamenti simili io gli ho fatti.
E ne conosco altri, te lo assicuro.



Naturalmente intendo caratterialmente.


E cosa significa? Uno può anche mantenere il suo carattere di base, quello difficilmente cambia completamente (e su questo ti do ragione) ma fare comunque dei cambiamenti nelle abitudini e convinzioni, questo sì.


Insinui in questo post e anche in quelli precedenti che io non mi sia sposata per amore, ma solo per ragioni pratiche.
Come se avessi scelto un compagno usando un programma computerizzato.
Questo mi offende.
E ti dico che non hai capito niente di niente di tutto quello che ho cercato di dire in mille post.
Mi sono innamorata di un ragazzo e lo amo ancora in un modo che nè tu, nè altri potrete mai imamginare.
Ma non sono stata, nè sarò mai schiava di questo sentimento.

Voglio farti una domanda: fai conto di essere single e ti innamori perdutamente di un uomo pregiudicato, disonesto, che entra ed esce dalle carceri e svolge attività illecite.
Lui ricambia il tuo amore e ti chiede di sposarlo.
Tu che cosa fai?

A) Gli dici di si senza pensarci due volte, perchè lo ami ed è l'uomo della tua vita e non te ne importa niente del futuro anche se dovrai restare sola con i figli mentre lui è in carcere e magari si è beccato l'ergastolo!!!

B) Gli dici di si pensando che per amore tuo cambierà e diventerà una persona onesta. (campa cavallo... [SM=g27987])

C) Gli dici che ci devi pensare, ma poi ti rendi conto che con un uomo del genere NONOSTATE TU LO AMI E LUI TI AMA non potrai mai costruire niente di buono, nè per te, nè e soprattutto per i futuri figli.

D) Ti chiudi in un convento perchè sai che sposarlo sarebbe un errore, ma ormai sei certa che mai più potrai amare un altro uomo nello stesso modo e per evitare di buttarti sotto il primo treno per la disperazione, chini il capo e lo cospargi di cenere battendoti il petto e piangendo lacrime amare per tutto il resto della tua vita!!!!!!!

Adesso rispondi, gentilmente e vediamo di chiarire la questione una volta per tutte.
E inoltre gradirei che non insinuassi mai più (tu e chiunque altro) che io non amo o amo poco mio marito (anche se per me amare poco non ha senso, o ami o non ami), mettendomi in bocca parole che non ho detto e sol perchè hai completamente travisato tutto il mio discorso.
Grazie.


Titti.
Titti-79
00Friday, September 16, 2011 4:38 PM

Sono ciontenta che hai trovato il partner perfetto che non ti da nessuna occasione per sentire nemmeno un pizzico di gelosia.
Ottima scelta allora.



Dimenticavo una cosa su questa tua affermazione.
Vai da un eccesso all'altro.
Dal non provare neanche un pizzico di gelosia a soffrire a causa di essa.
La gelosia è un sentimento NEGATIVO e quando è cronica ti assicuro che è logorante e distruttiva.
Forse sei tu che non l'hai mai provata o subita.
Se l'avessi provata o subita ne fuggiresti inorridita al primo accenno!!!!!!!

Provare un pò di fastidio quando il tuo uomo guarda una bella ragazza per strada o qualcuna fa la civetta con lui non ha niente a che vedere con la sofferenza causata dalla gelosia.


Titti.
!Freddie!
00Friday, September 16, 2011 4:55 PM
!Freddie!
00Friday, September 16, 2011 4:55 PM
Risposte...

Sì, e in modo particolare nei credenti. Autocertificati e autorevolissimi. Del nulla.

Veramente sei tu a dire che, stando alle tue esperienze, avresti ragione (il condizionale è d'obbligo). Chi è che si autoreferenzia?
Se, poi, lo sei anche del nulla...


E alle migliaia di coppie sposate in chiesa e divorziate chi glielo racconta? Tu?

[SM=x2630425] Eppoi, sarebbero gli altri a girare le frittate! Sei sempre tu (non riporto le frasi perchè mi scoccio, ora. Ma basta leggere il tuo post per rendersene conto) che sostieni che i credenti non sarebbero coerenti con il loro impegno matrimoniale e che a dispetto del loro "SI'!" si dividono. Questo è assodato, ma io ti ho fatto notare (e leggi bene perchè gli altri leggono più che bene) che questo capita anche a coppie non credenti che con la fede c'entrano nulla o quasi e che queste, lì dove il matrimonio và a gonfie vele, vi riescono perchè mettono in pratica quei principi e quei valori che dovrebbero essere propri - se non un esclusivo appannaggio - delle coppie credenti (secondo la tua opinione). In altre parole, la loro vita di coppia è vissuta all'insegna dell'amore e delle sue conseguenze piuttosto che della ragione.


Speravi che non ti rispodessi eh? Per questo le hai sparate

E perchè mai avrei dovuto sperare che non mi rispondessi? Sono in grado di rispondere alle tue obiezioni senza alcun timore. In quanto a spararle, mi sà che in questo sembri essere molto brava! Io ho riportato situazioni reali e dati facilmente riscontrabili, tu hai replicato solo con considerazioni personali e battute ad effetto...e neanche tanto straordinarie...


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. il tuo volto, Signore, io cerco.
kelly70
00Friday, September 16, 2011 5:43 PM
Re: Risposte...
!Freddie!, 16/09/2011 16.55:


Sì, e in modo particolare nei credenti. Autocertificati e autorevolissimi. Del nulla.

Veramente sei tu a dire che, stando alle tue esperienze, avresti ragione (il condizionale è d'obbligo). Chi è che si autoreferenzia?
Se, poi, lo sei anche del nulla...


E alle migliaia di coppie sposate in chiesa e divorziate chi glielo racconta? Tu?

[SM=x2630425] Eppoi, sarebbero gli altri a girare le frittate! Sei sempre tu (non riporto le frasi perchè mi scoccio, ora. Ma basta leggere il tuo post per rendersene conto) che sostieni che i credenti non sarebbero coerenti con il loro impegno matrimoniale e che a dispetto del loro "SI'!" si dividono. Questo è assodato, ma io ti ho fatto notare (e leggi bene perchè gli altri leggono più che bene) che questo capita anche a coppie non credenti e che queste, lì dove il matrimonio và a gonfie vele, riescono perchè mettono in pratica quei principi e quei valori che dovrebbero essere propri delle coppie credenti. In altre parole, la loro vita di coppia è all'insegna dell'amore e non della ragione.


Speravi che non ti rispodessi eh? Per questo le hai sparate

E perchè mai avrei dovuto sperare che non mi rispondessi? Sono in grado di rispondere alle tue obiezioni senza alcun timore. In quanto a spararle, mi sà che in questo sembri essere molto brava! Io ho riportato situazioni reali e dati facilmente riscontrabili, tu hai replicato solo con considerazioni personali e battute ad effetto...e neanche tanto straordinarie...


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. il tuo volto, Signore, io cerco.




No, quei principi e quei valori dovrebbero essere propri di tutte le coppie che sanno quello che fanno, questa è la solita idea dei credenti convinti che certi valori siano appannaggio loro. E che gli atei non abbiano valori morali.

Qua non si tratta di avere dei valori, si tratta di essere in grado di applicarli, e questo lo fa solo chi in questi valori ci crede, al di là della religione. Perchè spesso e volentieri sono proprio i credenti a prendere a calci i loro stessi valori, perchè ce li hanno soltanto appiccicati addosso e non li hanno razionalizzati nè applicati alla vita. L'amore non basta, se non sai materialmente e praticamente come fare a tenere in piedi un matrimonio, il quale non si tiene certo in piedi da solo per la grazia di Dio, questo è evidentissimo.

I credenti fanno presto a riempirsi la bocca di belle parole, come gli stessi preti, a proposito del matrimonio. Ma poi sul campo...

Inoltre vedo che la ragione la tirate fuori a convenienza solo quando vi serve per giustificare la fede, negli altri casi non vi serve più? E' quello che la Cristianalibera non ha capito, nei miei post su fede e ragione e amore e ragione. Ma non ci spero che possiate capirlo, perchè è evidente che non potete, visto che la ragione non è certo il vostro forte.

Ciao
Kelly

!Freddie!
00Friday, September 16, 2011 5:55 PM
A leggere bene...

No, quei principi e quei valori dovrebbero essere propri di tutte le coppie che sanno quello che fanno, questa è la solita idea dei credenti convinti che certi valori siano appannaggio loro. E che gli atei non abbiano valori morali.

Qua non si tratta di avere dei valori, si tratta di essere in grado di applicarli, e questo lo fa solo chi in questi valori ci crede, al di là della religione. Perchè spesso e volentieri sono proprio i credenti a prendere a calci i loro stessi valori, perchè ce li hanno soltanto appiccicati addosso e non li hanno razionalizzati nè applicati alla vita.



Praticamente, è quello che affermo!!!!!
In quanto alla religione e a chi arruola chi, l'hai tirata in ballo tu la storia...


L'amore non basta, se non sai materialmente e praticamente come fare a tenere in piedi un matrimonio, il quale non si tiene certo in piedi da solo per la grazia di Dio, questo e evidentissimo.

L'amore è il punto di partenza ed è il leiv motiv di una vita a due. Se ami e ami veramente e non solo a parole, sai anche come materialmente e praticamente fare per teneri in piedi un matrimonio, il quale si regge, cresce e si sviluppa ANCHE per la grazia di Dio con la differenza che i credenti disposti a vivere il Vangelo nella propria vita questo lo riconoscono, i credenti "tiepidi" lo dimenticano e i non credenti o lo rinnegano.


Un fraterno saluto. [SM=g28002]

Freddie
-------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore, io cerco.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:38 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com