Sogni di SHARDBOVERI

Pages: [1], 2
SHARDBOVERI
00Saturday, April 12, 2008 10:06 AM
Londra *

Sono a Londra con i miei soliti amici, siamo seduti ad un tavolino all'esterno di un pub, loro bevono io non ancora. Entro dentro e mi dirigo al bancone per ordinare qualcosa, dopo l'imbarazzo iniziale che provo sempre quando devo parlare in inglese con un inglese mi decido a fare l'ordinazione alla barista, scelgo un bayleis anche se so che non è un bayleis perchè la bottiglia è diversa e il liquido che c'è dentro è rossastro. Comunque chiedo quant'è, sono 5 euro mi risponde in inglese la barista, pago con 10 euro e lei mi restituisce 15 euro, mi accorgo del suo errore ma zitto zitto mi intasco il maltotlo e torno a sedermi con i miei amici vantandomi dell'accaduto: "le ho dato 10 euro e me ne ha reso 15"


Auriah
00Tuesday, April 14, 2009 11:35 PM
Tsunami **

E' stato annunciato un allarme Tsunami,decido di rimanere in casa e sigillare porte e finestre. Comincio subito con l'abbassare le serrande, poi con del polistirolo e delle tavole di legno /compensato riempio l'intercapedine tra la serranda e la finestra, dopodiche' chiudo la finestra e la sigillo con il silicone, mi aiutano i miei familiari. Mio fratello trema nel mettere il silicone e penso che se lo tsunami lo dovesse cogliere impreparato di certo affogherebbe paralizzato dal panico mentre penso questo sento un profondo senso di pace e tranquillita' e mi dico che io non affoghero' in quel modo ma rimarro' lucido e razionale. D'un tratto non siamo piu' in casa, mi trovo per le strade della mia citta' , la gente è come impazzita e corre senza meta urlando, sono molto incazzato con i membri della mia famiglia, soprattutto con mia moglie alla quale avevo detto di rimanere in casa.Vedo le prime onde arrivare, si stagliano contro il cielo grigio piombo, sono assalito dal terrore, le urla si fanno piu' acute, correndo ci dirigiamo verso una strada larga che porta fuori citta'.La strada è intasata di macchine, la gente cerca di scappare ma è impossibile, i miei familiari disperati sono immobili, io non mi rassegno e comincio a correre sui tetti delle macchine finchè non vedo sul bordo della strada una macchina nera, sportiva, una corvette penso. la ruota poggia sdu una grossa pietra, penso che sia bucata ma con il piede sposto il muso della macchina che si muove facilmente, la ruota è ok. Salgo in macchina, la portiera è aperta, ci sono le chiavi inserite nel quadro, si accende senza far rumore, faccio inversione nello spiazzo e aspetto di inserirmi nel traffico verso la citta' per recuperare i miei familiari, ci riesco, cammino lentamente ma le macchine che vanno verso la citta' sono molto meno di quelle che scappano nella direzione opposta, la mia famiglia è ancora ferma dove l'avevo lasciata, li faccio salire e dico loro "adesso vi porto in Pizz' e monti*". cosi' mi dirigo verso una strada sterrata che porta sulle montagne sperando che l'acqua non arrvi anche li. A un certo punto raggiungiamo una strada in salita ,troppa pendenza e troppo peso, la macchina si ferma.
Auriah
00Tuesday, April 14, 2009 11:39 PM
2Aerei **

Cammino per le strade del mio quartiere quando a un certo punto una persona si affianca e puntando il dito al cielo mi rivolge la parola :" Guarda sono le due e stanno atterrando adesso".
Volgo lo sguardo al cielo e vedo due aerei da caccia sfrecciare in alto. dentro di me so gia' che sono due aerei di linea, hanno scritte verdi sulle fiancate e le vedo nonostante l'altezza, so anche che sono in notevole ritardo.
Gli aerei cominciano le manovre di atterraggio rallentando e scendendo di quota quando uno dei due perde il controllo e nonostante il pilota cerchi di riportarlo in asse l'ereo perde quota e finisce con il precipitare, l'altro aereo prosegue e scompare alla mia vista.
Seguo con trepidazione le manovre dell'aereo che precipita, è molto strano perchè rimbalza sul terreno senza danneggiarsi e riprende quota, lo fa tre o quattro volte finche non precipita definitivamente dentro uno stadio su un campo da calcio, il tutto senza danni.
Corro sul luogo dell'impatto per portare i primi soccorsi, apro il portellone che sembra la porta di un ascensore, ce ne sono altre due simili, le forzo con le mani, sono dentro.
All'interno i passeggeri sono incolumi, spaventati , alcuni acciaccati ma tutto sommato in buone condizioni, ci sono anche un mio amico Gigi e mio fratello Danilo, anche loro stanno bene, gli slaccio le cinture e dico loro di correre verso l'uscita senza rallentare, a mio fratello raccomando di tornare subito a casa e di non aspettare di prendere il bagaglio, cosi li vedo andare via. Mi concentro sul resto dei passeggeri cercando di metterli sulla via di fuga piu' breve perchè l'aereo potrebbe esplodere da un momento all'altro, nel mentre arrivano i soccorsi. il sogno sfuma.


Note :
lo stadio si trova nel mio quartiere
Ieri ero preoccupato per il volo di un mio amico che parte oggi per la turchia
L'amico che parte per la turchia non è l'amico del sogno.
Mi capita da parecchi anni di sognare disastri aerei.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:38 PM
TSUNAMI
NOTTE DEL 31/10/2008

ARRIVA UN 'ONDA ,MA NON E' DI QUELLE GIGANTESCHE CHE DI SOLITO POPOLANO I MIEI SOGNI, E' UN'ONDA LUNGA E GONFIA CHE TRASCINA TUTTO LENTAMENTE.
VENGO TRASCINATO ASSIEME AD ALTRE PERSONE, MI AGGRAPPO A UNA SPECIE DI RETE GALLEGGIANTE E COMPIO COSI' UN VIAGGIO SULLA CRESTA DELL'ONDA DI TSUNAMI. NON HO PAURA E COSI'SEMBRA ANCHE PER GLI ALTRI.
SIAMO TUTTI SU UN BARCONE CHE SEMBRA ESSERE UN CENTRO ESTETICO, DOVE SI FANNO MASSAGI E COSE SIMILI, IL SOGNO SI FA SFOCATO, CI SONO ALTRE PERSONE E ASSIEME MOLLIAMO GLI ORMEGGI DEL BARCONE IN MODO CHE L'ONDA DI TSUNAMI CI PORTI IN GIRO.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:38 PM
MILITARE+LAVORO

NOTTE DEL 1/11/08

SORVOLO UNA CASERMA CON UN MIO AMICO (CHE NON RICONOSCO) IL QUALE FORSE DEVE FARE DEI LAVORI PER I MILITARI. A TERRA RICONOSCO ALCUNI MIEI EX COMMILITONI CHE MI SALUTANO, IL CAPITANO PARLA DI UNA RICORRENZA MILITARE E MI CHIEDE SE CI SARO'. A UN CERTO PUNTO RIVEDO IN UN FLASHBACK IN BIANCO E NERO UN EPISODIO DELLA GIOVENTU' (MAI ACCADUTO IN REALTA') DOVE SONO IN MACCHINA CON UN MIO AMICO CHE GUIDA COME UN PAZZO E VEDO LA MIA FACCIA SPAVENTATA PER COME STA GUIDANDO, L'AMICO PARE SICURO DI SE E RIDACCHIA, FINE FLASHBACK. NUOVO FLASHBACK IL MIO AMICO VUOLE FARE UNO SCHERZO ALLA SUA RAGAZZA E SI NASCONDE TRA I CESPUGLI CHIEDENDO A UN ALTRO AMICO DI BACIARLA PER FINTA, FINE FLASHBACK.
SONO DI NUOVO IN CASERMA, C'E' UNA FILA DI FRONTE A UNA PORTA DOVE CAPISCO CHE LE PERSONE SI STANNO ARRUOLANDO, IL MIO AMICO MI DICE VAI PRIMA CHE FINISCA . MI METTO IN FILA ,ENTRO , QUELLI DAVANTI A ME CHE SI ARRUOLANO DI NUOVO RICEVONO UNO ZAINO MILITARE E, COME PROVA FINALE DEVONO USCIRE DALLA STANZA IN MODO INUSUALE, QUASI TUTTI SI ARRAMPICANO ED ESCONO DA UN FINESTRA IN ALTO. QUANDO TOCCA A ME ESCO DA UNA PORTA SUL RETRO A PASSO DI LEOPARDO.
IL SOGNO SI SPOSTA NEL MIO VECCHIO POSTO DI LAVORO, SONO STATO RIASSUNTO , C'E' MIO FRATELLO DFX E GLI MOSTRO QUELLO CHE DEVO FARE, SCARTOFFIE PIU' CHE ALTRO. PASSO UNA SCARTOFFIA A UNO DEI CAPI CHIAMANDOLO PER NOME. IL SOGNO SI SPOSTA ANCORA IN UN PARCO GIOCHI, CI SONO DEI GIOCHI UN PO PERICOLOSI, DUE BAMBINE GIOCANO A FARE CAPRIOLE IN UNA SPECIE DI PONTEGGIO IN LEGNO, ALLORA SALGO PER ACCERTARMI CHE NON CADANO GIU'.
FINE
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:40 PM
VICINO DI CASA

NOTTE DEL 2/11/08

MI TROVO A CASA DEI MIEI GENITORI, SONO NELLA MIA EX CAMERA DA LETTO, DI FRONTE AL NOSTRO PALAZZO C'E' UN ALTRO PALAZZO MOLTO PIU' VICINO DI QUELLO CHE C'E' IN REALTA'.VI ABITA UNA DONNA IRLANDESE MOLTO FESTAIOLA
C'E' UNA FESTA, MUSICA DEI CRANBERRIES A TUTTO VOLUME. PALLONCINI COLORATI ESCONO DALLE FINESTRE. A UN CERTO PUNTO VEDO UN MIO EX VICINO DI CASA MAURIZIO C. CON TRE PALLONCINI ROSSI IN MANO DI QUELLI GONFIATI A ELIO CHE SCAVALCA IL BALCONE E GALLEGGIA PER ARIA CERCANDO DI ARRIVARE ALLA FINESTRA DI FRONTE DOVE SI TROVA LA DONNA IRLANDESE. IL VENTO PERO' E' TROPPO FORTE E LO PORTA LONTANO POI LO SBATTE UN PO' QUA E LA FINCHE' VEDO CHE STA PER PRECIPITARE PERCHE' E' TROPPO PESANTE.
IL CASO VUOLE CHE IL VENTO LO AVVICINI A UN BALCONE CON DEI FILI PER STENDERE, I SUOI PIEDI SI IMPIGLIANO NEI FILI E COSI' RIESCE AD ARRAMPICARSI E SI SALVA. A QUESTO PUNTO GLI BASTEREBBE USCIRE DALLA PORTA PER TORNARE A CASA SUA MA INVECE PRENDE LA RINCORSA PER SCAVALCARE IL BALCONE E ATTERRARE NEL SUO, GLI GRIDO "NOOO NON FARLO" MA LUI MI RASSICURA DICENDO "SONO SOLO 80 CENTIMETRI" E COSI' SPICCA UN SALTO , PRECIPITA E SI SCHIANTA AL SUOLO . IO URLO E PIANGO DISPERATO, SI AFFACCIA IL PADRE , NANDO, CHE GUARDA INCREDULO E DICE "ORA SI RIALZA" MA IO GUARDO GIU' E C'E' MIA ZIA MARIELLA CON UN PAIO DI OCCHIALI, CHE PARE RIDERE INVECE STA PIANGENDO E FA CENNO CON LA MANO CHE NON C'E' PIU' NIENTE DA FARE. CONTINUO A PIANGERE DISPERATO PENSANDO CHE HA PURE UNA FIGLIA PICCOLA E MI RIVOLGO A NANDO "E' COLPA DELL'IRLANDESE, BISOGNA CHIAMARE LA POLIZIA E FARLA ARRESTARE QUELLA BASTARDA". MI SVEGLIO CON UNA SENSAZIONE DI ANGOSCIA NEL PETTO.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:41 PM
INSEGUIMENTO + LEZIONE + NAVE GHIACCIO

NOTTE DEL 3/11/08

SONO CON UN AMICO (NON RICORDO CHI SIA) , CI INSEGUONO, FORSE SIAMO AGENTI SEGRETI PERCHE' ABBIAMO MILLE RISORSE E RIUSCIAMO SEMPRE A SFUGGIRE ALL'INSEGUIMENTO. E' BUIO, SIAMO IN UN PARCHEGGIO E CI TENDONO UN IMBOSCATA, IL MIO AMICO E' CATTURATO MA IO RIESCO A SCAPPARE SOTTO UN PONTE E PASSO DALL'ALTRO LATO , MI SALVO.

IO E IL MIO AMICO SIAMO A CITTA' DEL VAITCANO E INCONTRIAMO UNA PERSONA ,GIOVANE ,UNO STUDENTE CHE CI PUO' FARE DA LASCIAPASSARE PER ENTRARE NELLE BIBLIOTECHE VATICANE. SCRIVE DEI NOMI SU UN FOGLIO E LO AFFIGGE SU UN MURO , LEGGO I NOMI MA IL MIO NON C'E', COSI' LO AGGIUNGO A PENNA.
SALIAMO LE SCALE DELLE BIBLIOTECHE VATICANE E CI RITROVIAMO IN UNA STANZA ADIBITA AD AULA UNIVERSITARIA, E' PIENA E L'INSEGNANTE STA TENENDO UNA LEZIONE. MI SIEDO DI FIANCO ALL'AMICO MENTRE GLI STUDENTI SI VOLTANO A GUARDARCI.


DEVO FARE UNA SPECIE DI CORSO DI LAVORO E TROVO ALLOGGIO SU DI UNA NAVE ORMEGGIATA, DURANTE LA NOTTE SCOPPIA UN TEMPORALE E QUANDO MI SVEGLIO LA FINESTRA DELLA STANZA (CHE NON E' UN OBLO') E' COMPELTAMENTE INVASA DAL GHIACCIO, CHE E' PURE PENETRATO ALL'INTERNO.
PRENDO IL TELEFONINO E COMINCIO A SCATTARE QUESTE BIZZARRE IMMAGINI DI GHIACCIO.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:42 PM
DETECTIVE

NOTTE DEL 4/11/08

MI TROVO IN UN PAESINO PER INVESTIGARE SULLA SPARIZIONE DI UNA RAGAZZA ,PRESUMIBILMENTE E' STATA UCCISA MA NON NE HO LE PROVE. VIENE UN'ALTRA RAGAZZA AMICA DELLA PRIMA E LA SEGUO PERCHE' TEMO POSSA FARE LA STESSA FINE. CERCO DI USCIRE DAL PAESE IN MACCHINA MA E' COME SE FOSSI NEL TELEFILM PRIGIONIERI DELL EPIETRE , OGNI VOLTA CHE PESNO DI ESSERE FUORI DAL PAESINO ,ECCO CHE MI SBAGLIO E MI RITROVO AL PUNTO DI PARTENZA. SIAMO IN UNA STANZA IO E ALTRI DUE AMICI, UNO DEI DUE ESCE FUORI E ,DALLA FINESTRA, SCORGO DUE UOMINI DELLA POLIZIA MUNICIPALE CHE LO PESTANO ALLORA FACCIO PER USCIRE E DIFENDERLO MA QUANDO SONO FUORI MI RITROVO A TENERLO FERMO IN MODO CHE VENGA PESTATO , INDOSSO PURE IO UNA PETTORINA DELLA POLIZIA MUNICIPALE, INTERROGO IL MIO EX AMICO E MI FACCIO L'IDEA CHE TRASPORTI DROGA NASCOSTA DENTRO ALCUNE TORTE .
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:45 PM
SCUOLA + LETTO + FLAUTO VIOLA
NOTTE MOLTO PROLIFICA DI SOGNI, NE HO FATTO TANTISSIMI, LUNGHI E BREVI, QUESTI SONO QUELLI CHE RICORDO MEGLIO:


NOTTE DEL 5/11/08

SCUOLA :
SONO A SCUOLA, C'E' COMPITO IN CLASSE DI MATEMATICA, UN FOGLIO PIENO DI DOMANDE, RISPONDO ALLA PRIMA UN PO' INDECISO, POI MI PRENDE IL PANICO, NON CI CAPISCO UN CAZZO E NN RIESCO AD ANDARE AVANTI, OLTRE ME C'E' ANCHE LOCUSTO NEI PRIMI BANCHI. STRANAMENTE PERO' AIUTO UNA COMPAGNA DI FIANCO A ME CON IL TEOREMA DI PITAGORA CHE MISCHIO CON UNA FORMULA CHE OCNTIENE IL PHI GRECO. I LTEMPO STA SCADENDO E NON HO SCRITTO UN CAZZO COSI MI ALZO E DO IL FOGLIO ALLA PROFESSORESSA DICENDOLE "LA MATEMATICA NON E' MAI STATO IL MIO FORTE" E LEI MI RISPONDE "MA SE HAI RISPOSTO A TUTTE " E MI MOSTRA IL FOGLIO AGGIUNGENDO "COSA SONO TUTTI QUESTI SEGNI SE NO" IO GUARDO IL FOGLIO ED E' PIENO DI PUNTINI FATTI A MATITA E SCARABOCCHI FATTI A PENNA. ESCO DALL'AULA PER UNA PAUSA ASSIEME A LOCUSTO E IL CORRIDOIO DELLA SCUOLA SOMIGLIA STRANAMENTE ALLA CUCINA DI MIA ZIA LAURA. APRO IL FRIGO E MI PRENDO DA BERE.

SONO PER STRADA E MI DIRIGO VERSO LA SCUOLA, INCROCIO UN MAGAZZINIERE CHE LAVORAVA DOVE LAVOPRAVO IO TEMPO FA E PENSO CHE E' TORNATO PER CHIEDERE SE LO RIASSUMONO. ENTRO IN AULA E C'E' IL MI0 EX CAPO SEDUTO A UN BANCO CON UN TELEFONO IN MANO CHE MI CHIAMA PER COGNOME, PENSO CHE STIA FACENDO L'APPELLO E RISPONDO "SONO QUA" E LUI DICE AL TELEFONO "ORA IL PROFESSOR MCFADDEN ARRIVA" IO CAPISCO CHE HA PRESO UN GRANCHIO E GLI DICO "NON SONO PROFESSORE ,ALMENO NON IN QUESTA MATERIA". MI SIEDO AL PRIMO BANCO , HO TRE LIBRI ,UNO DI TEDESCO E NN CI CAPISCO UN CAZZO, UNO DI INGLESE E L'ALTRO NON LO RICONOSCO. ARRIVA UN PROFESSORE VESTITO DA PILOTA DI AEREO DI LINEA, POI UNA PROFESSORESSA DI INGLESE, COME ENTRA MI ALZO E LA SALUTO "GOOD MORNING". SI SIEDE ,IO AVVICINO IL BANCO ALLA CATTEDRA E LA PROF MI DICE IRONICAMENTE "LO VUOI AVVICINARE ANCORA DI PIU'?" E RIDENDO METTE IN MOSTRA UNA BOCCA SDENTATA. MI GUARDO IN GIRO , C'E' UNA COMPAGNA BIONDA ,CARINA CHE MI SORRIDE MENTRE SORSEGGIA COCA COLA. ANCHE LA PROF STA VERSANDO COCA COLA IN UN BICCHIERE E QUASI CI METTO LA MANO SOPRA RISCHIANDO DI SPORCARMI.



LETTO:
MI TROVO IN UN LETTO, ASSIEME A ME C'E' UN ALTRA PERSONA , STIAMO OSSERVANDO UNA COPPIA ANCH'ESSA SUL LETTO, UNA RAGAZZA CON INDOSSO BIANCHERIA INTIMA FATTA DI CARTA E UN RAGZZO CHE CERCA DI FARLE DELLE AVANCES. MI GIRO E DI FIANCO A ME C'E' UNA RAGAZZA NUDA CHE DORME, PENSO : "E' LA CUGINA O SORELLA DELL'ALTRA PERSONA CHE OSSERVA" CMQ NON MI IMPORTA, COMINCIO A TOCCARLA E MI ACCORGO CHE NON STA DORMENDO MA FA FINTA E SORRIDE MENTRE LA TOCCO.



FLAUTO VIOLA :
MI VIENE CONSEGNATO UN FLAUTO VIOLA.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:46 PM
LAVORO

NOTTE DEL6/11/08

SONO IN UN CANTIERE E AIUTO GLI ALTRI OPERAI, CHIUDO LE SPONDE DI UN LUNGO ARTICOLATO, DOPODICHE' CON L'AIUTO DI UN TELECOMANDO MUOVO UNA PSECIE DI GRUETTA CHE REGGE UN CONTENITORE D'ACCIAIO PIENO D'OLIO NERO, LO DEVO INDIRIZZARE IN UNA FOSSA DOVE POI LO ROVESCIO. FATTO QUESTO CERCO IN GIRO IL MIO ZAINO E NON LO TROVO, CHIEDO ALLORA A MONICA DOV'E' FINITO E LEI MI DICE CHE LI HA MESSI TUTTI FUORI IN STRADA. MI AFFACCI ODAL BALCONE DI CASA MIA E LI VEDO SUL MARCIAPIEDE ALLA MERCE' DEI RAGAZZINI CHE VOGLIONO RUBARLI, FACCIO GIUSTO IN TEMPO A URLARGLI CONTRO IN MODO CHE SCAPPINO.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:47 PM
INVITO + SOLDI + 3 AEREI
NOTTE DEL 7/11/09

UN AMICO DEL NORD ITALIA CONOSCIUTO SU UN FORUM MI INVITA A CASA SUA PER QUALCHE GIORNO. CI VADO CON LA FAMIGLIA, LUI MI DICE CHE E' ABITUATO AD ANDARE A LETTO ALLE 22.00 MENTRE CONTROLLO L'OROLOGIO E SONO GIA LE 23 PASSATE, ALLORA CE NE ANDIAMO TUTTI A LETTO.



UN AMICO MI CHIEDE DEI SOLDI, MIGLIAIA DI EURO, GLIELI PRESTO, MA OGNI VOLTA MI CHIEDE SEMPRE PIU' SOLDI E GLI DICO "GUARDA CHE NON TE NE POSSO DARE PIU' ,LUI MI DICE "SI MA TELI RENDO", IO FACCIO UN CONTO E MI DEVE PIU' DI 16 MILA EURO, AL CHE SONO UN PO' PREOCCUPATO PERCHE' MI RENDO CONTO DI NON AVERLI.


SIAMO AL POETTO IO MIO PADRE MIA MADRE E I MIEI FRATELLI, A UN CERTO PUNTO VEDO UN PUNTINO BIANCO NEL CIELO, CAPISCO SUBITO CHE E' UN AEREO CHE STA PRECIPITANDO E COMINCIO A URLARE " UN AEREO STA PRECIPITANDO,UN AEREO STA PRECIPITANDO,UN AEREO STA PRECIPITANDO" L'AEREOPLANO SI FA SEMPRE PIU' GRANDE E PUNTA VERSO DI NOI, FINCHE' SI SCHIANTA IN SPIAGGIA MOLTO VICINO, GRIDO A MIA MADRE CHE E' DENTRO UNA SPECIE DI TENDA DI CORRERE VIA E DI SCAPPARE, LEI LO FA,LO GRIDO ANCHE A MIA ZIA MARINELLA E ZIO MARIO MA NON LI VEDO.
MIO DRATELLO DFX E' DA QUALCHE PARTE, ALLORA PRENDO IL CELL PER MANDARGLI UN SMS MA MENTRE LO STO FACENDO GUARDO IN CIELO E VEDO UN AEREO PICCOLO DI QUELLI A ELICA CHE PIROETTA IN MEZZO A DEI PALAZZI PRECIPITANDO. ANDIAMO TUTTI VERSO LA MACCHINA PER FUGGIRE, LA MACCHINA E' UN FIAT 127 BLU SCURO, APRIAMO IL PORTABAGAGLI PER METTERCI ROBA DENTRO, GUARDO IN CIELO E VEDO UN GROSSO AEREO, DI FORMA BOMBATA CON LE INSEGNE DELLA THAY AIRWAYS MENTRE PRECIPITA IN SPIAGGIA , CERCO DI MANDARE L'SMS A DFX MA NON CI RIESCO.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:48 PM
MILLE SOGNI

NOTTE DEL 16/11/08
MILLE SOGNI CARATTERIZZANO QUESTA NOTTE, MI ERO RIPROPOSTO DI SCRIVERLI TUTTI MA PIANO PIANO SONO ANDATI SVANENDO NEL RICORDO. CERCHERO' DI SCRIVERE QUELLO CHE E' RIMASTO.

SCONTRO A FUOCO
STIAMO TENENDO D'OCCHIO DEI DELINQUENTI, LORO CI SCOPRONO E CATTURANO ALCUNI DI NOI, IO E UN ALTRO CI SALVIAMO, ALLORA DENTRO UNA BARACCA, SUL FONDO DEL PAVIMENTO RECUPERIAMO DUE BOMBE , UNA FUMOGENA E L'ALTRA ESPLOSIVA, E CI LANCIAMO DENTRO IL LOCALE DOVE I DELINQUENTI STANNO FACENDO COMBATTERE I NOSTRI AMICI PRIGIONIERI. SI SCATENA L'INFERNO, RIUSCIAMO A RECUPERARE DELLE ARMI, IO HO DUE MITRA E SPARO ALL'IMPAZZATA UCCIDENDO I MALFATTORI, ALL'INTERNO PARE CI SIA UNA FESTA ,PERSONE INNOCENTI URLANO E SCAPPANO, IO MI FACCIO LARGO TRA LA FOLLA UCCIDENDO SOLO I CATTIVI. ABBIAMO SALVATO I NOSTRI, MI AGGIRO ANCORA TRA LE SEDIE DEL LOCALE ORMAI VUOTO,SALUTO MIA ZIA LAURA E LE DICO CHE E' TUTTO OK.

PESCI
C'E' UN PESCE SUL PIATTO, LO DEVO SQUAMARE E CUOCERE, SEMBRA UNA SOGLIOLA ENORME, E' DI COLORE NERO CON LUNGHE SPINE SUL DORSO. MI PUNGONO E PENSO CHE POTREBBE ESSERE UN PESCE TROPICALE DI QUELLI VELENOSI. MI ACCROGO CHE E' ANCORA VIVO, GLI PASSO IL COLTELLO SUL FIANCO PIATTO COME SE LO DOVESSI SQUAMARE, MA LE SQUAME NON VENGONO VIA E IL COLTELLO PRODUCE UN RUMORE DI QUALCOSA DI RUVIDO, IL PESCE A QUESTO PUNTO SI INGIGANTISCE E DIVENTA UNA SPECIE DI MOSTRO A TRE TESTE, INFINE SI TRASFORMA IN UNA SPECIE DI ESSERE TUTTO COLORATO E MI PORTA NEL SUO MONDO, GIOCO CON DELLE PIETRE MALLEABILI MOLTO COLORATE E OGNI VOLTA CHE LE TOCCO CAMBIANO FORMA E COLORE, ARRIVANO ALTRI ESSERI E GIOCO CON LORO E CON LE PIETRE.

FESTA
SONO A CASA DI MIA ZIA LAURA ,VESTITO ELEGANTE. SONO IN RITARDO PER UNA CERIMONIA, FORSE E' UN MATRIMONIO NN SO, COMUNQUE MI PRECIPITO GIU' PER LE SCALE MA SENZA SCENDERLE CON I PIEDI, MI LANCIO PROPRIO E LE SFIORO CON LA PUNTA DEI PIEDI COME IN VOLO RADENTE, ALCUNE RAMPE LE SALTO PROPRIO VOLANDO, SCAVALCO UN SIGNORE CHE VUOLE FARE COME ME MA NON CI RIESCE E CADE FACENDOSI MALE.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:49 PM
MOU

NOTTE DEL 17/11/2008

SOGNO CHE MIO PADRE HA DIPINTO UN QUADRO DEL VOLTO DI MOURINHO FATTO COMPLETAMENTE DI BLU CON I CONTORNI DEL VOLTO IN NERO. GLI DICO DI PORTARGLIELO IN REGALO CHE TANTO MOURINHO PER COME E' FATTO LO AVREBBE DISPREZZATO GETTANDOGLI 100 EURO IN FACCIA A MO DI OFFESA.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:49 PM
TELEGIORNALE

NOTTE DEL 18/11/08
C'E' IL TELEGIORNALE A RAI DUE, IL MEZZOBUSTO E' QUEL TIZIO CON LA BARBA, CREDO SIA PROPRIO IL VERO DIRETTORE DEL TG, UN PO GRASSOCCIO CON FACCIA SIMPATICA, CMQ STA DANDO UNA NOTIZIA DEL FERMO DI UNA PERSONA PER SPACCIO DI DROGA E DOPO CHE HA LANCIATO IL FILMATO ,FORSE IN FUORI ONDA, ANCHE SE IO CREDO LO ABBIA DETTO IN DIRETTA DICE : "HA ARROTOLATO LA DROGA E SE L'E' INFILATA NEL BUCO DEL CULO" DOPODICHE' SI METTE A RIDACCHIARE E AGGIUNGE "E CHE CAZZO" RIDENDO.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:52 PM
INCIDENTE + PUZZLE

NOTTE DEL 20/11/08

OSSERVO UN CAMION CHE DAL BORDO DELLA CARREGGIATA CERCA DI PARTIRE MA OGNI VOLTA CHE ACCELERA UNA RUOTA SEMBRA COME BLOCCATA E FA UN RUMORE FORTE DI SGOMMAMENTO, IL TUTTO IMPEDISCE AL CAMION DI PARTIRE. A UN TRATTO IL CAMION PARTE ANCHE SE SI VEDE CHE LA RUOTA POSTERIORE NON SI MUOVE, IL MEZZO FA UNA SPECIE DI INVERSIONE A U IN MEZZO ALLA STRADA E SUBITO DUE MACCHINE GLI SI SCHIANTANO SOPRA FRAGOROSAMENTE , DISTRUGGENDOSI .


SONO IN CAMERA DI MIO FRATELLO DFX C'E' MIO PADRE CHE MI CHIAMA E MI FA VEDERE UN PUZZLE CHE STA FACENDO , SEMBRA MOLTO SODDISFATTO DEL LAVORO , GLI DICO " QUESTO PUZZLE NON LO AVEVI MAI FATTO VERO?" E LUI MI RISPONDE "SI E' VERO", DOPODICHE' MI AVVICINO AL CESTINO DEI RIFIUTI DIETRO LA PORTA DELLA CAMERETTA E RECUPERO UN FUMETTO DI NATHAN NEVER CHE PERO' E' ANCHE UN PUZZLE E LO MOSTRO A MIO PADRE E MIO FRATELLO DICENDOGLI, "PRIMA FAI IL PUZZLE E DOPO LO LEGGI".
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:55 PM
SFILZA DI SOGNI

NOTTE DEL 11/12/08
STANOTTE GRAN PARATA DI SOGNI, VOLEVO SCRIVERLI SUBITO PRIMA DI DIMENTICARNE I PARTICOLARI MA HO AVUTO DA FARE, DUNQUE SCRIVO CIO' CHE RICORDO.
I PROTAGONISTI SIAMO IO , GG E DFX NEI VARI SOGNI, A VOLTE DA SOLI A VOLTE ASSIEME.
SOGNO 1 "AEREI": SONO CON GG IN UNA STAZIONE DI SERVIZIO, ALZO LO SGUARDO AL CIELO E VEDO UN AEREO E GRIDO OH NO OH NO STA CADENDO, QUELLO PRENDE SI CAPOVOLGE E PRECIPITA MA CIO' CHE CADE A TERRA NON E' PIU' UN AEREO MA UNA BETONIERA, RIALZO LO SGUARDO AL CIELO E NE VEDO UN ALTRO CHE CADE O MEGLIO ATTERRA , ATTERRA MALE E INVECE DI ANDARE DRITTO DEVIA E SBATTE CONTRO UN PILONE DI CEMENTO TANTO CHE VEDO LA TESTA DEL PILOTA SBATTERE SUL VETRO DELL'AEREO CHE NEL FRATTEMPO NON E' PIU' UN AEREO MA UNA SPECIE DI RIMOCHIO CHE TRASPORTA ENORMI PILONI DI CEMENTO. IO E GIGI CI INTERROGHIAMO SULL'ACCADUTO.

SOGNO 2 "SERIAL KILLER" :
IO GG E DFX RICEVIAMO UNA LETTERA CON INDIRIZZO DI UNA SERIAL KILLER SCRITTRICE, FORSE IL BIGLIETTO CE L'HA INVIATO PROPRIO LEI, SIAMO SOTTO CASA SUA, SI TROVA SU UNA COLLINA CHE DOMINA LA VALLATA SOTTOSTANTE. SUONIAMO, CI APRE IL MARITO CHE E' IMPEGNATO CON UN ALTRO TIZIO, SVOGLIATO CI DICE "ENTRATE, DEVE ESSERE DI SOPRA" NOI SALIAMO LE SCALE UN PO' TITUBANTI PRONTI A SCAPPARE VISTO CHE SI TRATTA DI SERIAL KILLER, LA DONNA INVECE MOLTO AFFABILE CI RICEVE E COMINCIAMO A PARLARE DEI SUOI ROMANZI, SIAMO IN UINA STANZA COL PAVIMENTO DI LEGNO, LEI APPOGGIA UN FOGLIO DI GIORNALE PER TERRA E A QUESTO PUNTO IL FOGLIO SI IMPREGNA DI SANGUE UMANO, EVIDENTEMENTE SOTTO C'E' UN CADAVERE ALLORA CI SPAVENTIAMO, LEI CAPISCE DI ESSERSI TRADITA ,SCAPPIAMO CON LEI CHE CI VUOLE UCCIDERE, NELLA STANZA ACCANTO , IL BAGNO, IL MARITO E' CON L'ALTRO TIPO , PURE IL TIPO SI ACCORGE DEL SANGUE E SI SPAVENTA, IL MARITO TIRA FUORI QUALCOSA DA UNA SACCA E CERCA DI ACCOLTELLARE IL TIPO, MA NON SI TRATTA DI UN COLTELLO BENSI' DI UN SALME DUNQUE NN PUO' UCCIDERLO, ALLORA IL TIPO RIPRESOSI DALLO SHOCK PRENDE UN SEGHETTO E SEGA IL BUSTO DEL MARITO, CADONO TUTTI E DUE DALLA FINESTRA, NOI SALIAMO SUL TETTO E SCAPPIAMO.

SOGNO3 "VOLO" : DFX STA SCAPPANDO GIU' PER LA COLLINA, NON LI VEDO PIU' IO DAL TETTO SPICCO UN SALTO E COMINCIO A VOLARE LENTAMENTE COME SONO SOLITO FARE NEI SOGNI, CONTROLLO LA GRAVITA', (A VOTLE NEI SOGNI SCIVOLO SU BINARI INVISIBILI DI ENERGIA A VOLTE CONTROLLO LA LEVITAZIONE), SORVOLO LA VALLATA, PASSO SU UN CAMPO DOVE ALCUNE DONNE SI STANNO ESERCITANDO AL TIRO SU ALCUNE SAGOME, INFINE SORVOLO UNO STADIO DI FOOTBALL, COMINCIO A PERDERE IL CONTROLLO DELLA GRAVITA', STO VOLANDO A PANCIA IN SU E CERCO DI GIRARMI, DA UNA CURVA ALCUNE RAGAZZE MI GRIDANO "SAI VOLARE?" IN MODO IRONICO PROPRIO MENTRE SONO A POCHI CENTIMETRI DA TERRA E STO PER NON VOLARE PIU' , LA LORO VOCE DI SFIDFA MI DA L'ENERGIA PER RIPRENDERE QUOTA E LENTAMENTE SALGO SEMPRE PIU' IN ALTO SOTTO LO SGUARDO ATTONITO DELLA FOLLAE DELLE RAGAZZE, MI AVVICINO A UNA CURVA E CONTROLLANDO LA GRAVITA' MI SIEDO DI FIANCO A UNA BELLA BIONDA CON UN BAMBINO, MI DICE "COME FAI A VOLARE?" E IO RISPONDO "TUTTI POSSONO VOLARE SE LO VOGLIONO, ANCHE TUO FIGLIO"

SOGNO 4 "NAZIONALE" : LIPPI NON HA PIU' DIFENSORI E NONOSTANTE SIA ORMAI GIUNTO A 36 ANNI MI CONVOCA PER UNA PARTITA, SONO IN CAMPO MOLTO EMOZIONATO, HO LAMAGLIA AZZURRA FUORI DAI PANTALONI , MI HA MESSO TERZINO SINISTRO E IO ME LA CAVO EGREGIAMENTE CORRENDO SULLA FASCIA SCARTANDO ANTICIPANDO E PASSANDOLA IN AVANTI, UNA BELLA SENSAZIONE.

HO FATTO ALTRI SOGNI MA LI HO SCORDATI
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:57 PM
ELICOTTERO

NOTTE DEL 15/12/2008

COME MI SUCCEDE ULTIMAMENTE MI TROVO A CASA DEI MIEI GENITORI AFFACCIATO ALLA VERANDA CHIUSA, QUANDO A UN CERTO PUNTO VEDO PASSARE UN ELICOTTERO DI MEDIE DIMENSIONI, VOLA MOLTO BASSO E COMINCIA A SBANDARE A CAUSA DEL FORTE VENTO, E' COSI' BASSO CHE LE SUE PALE SBATTONO SUI PALAZZI VICINI, COMINCIA A PEREDERE QUOTA E RISCHIA DI SFRACELLARSI DUE VOLTE, MA RIPRENDE SEMPRE QUOTA FINCHE' CON UNA MANOVRA RIESCE AD ATTERRARE INCOLUME NELLO SPIAZZO DOVE C'E' UN GIARDINETTO CON PIANTE , SCENDO GIU' DI CORSA PER VEDERE COME STA IL PILOTA, E MI ACCORGO CHE E' UN MIO VECCHIO ALLENATORE MIO E DI MIO FRATELLO, UNO CHE NON POSSIAMO VEDERE PERCHE' NON NE CAPIVA UN CAZZO, GLI DICO ESCI CHE PRENDE FUOCO TUTTO, LUI ESCE TRANQUILLO, L'ELICOTTERO NON PRENDE FUOCO E NON HA GRAVI DANNI.

--------------------------------------------------------------------
Rimini, elicottero travolge veicolo

Nell'incidente è morto un soldato

Un militare è morto durante un addestramento all'aeroporto Miramare di Rimini. L'automezzo sul quale si trovava la vittima è stato urtato dalle pale di un elicottero A129. Lo rende noto un comunicato del Settimo Reggimento Aves Vega. L'impatto ha provocato il decesso del capomacchina. La vittima è il caporalmaggiore Fabio Di Giovanni, 22 anni, effettivo al settimo reggimento Aviazione dell'Esercito 'Vega'.


L'elicottero da combattimento era impegnato in una esercitazione a bassa quota, con due piloti a bordo. Ha dovuto fare un atterraggio d'emergenza. Secondo le prime ricostruzioni, un altro mezzo militare, anch'esso partecipante all'esercitazione, accostatosi per verificare cosa fosse accaduto, sarebbe stato investito dalle pale del rotore e un giovane militare, un volontario di truppa, è stato ucciso dall'impatto. Incolumi invece i piloti a bordo.

Il militare deceduto è il caporalmaggiore Fabio Di Giovanni, 22 anni di Montegualtieri frazione di Cermignano (Teramo) effettivo al settimo reggimento Aviazione dell'Esercito 'Vega'. I familiari sono stati avvertiti e nelle prossime ore raggiungeranno il reggimento. Il comandante e i militari del reggimento, profondamente colpiti dalla perdita di uno di loro, hanno fatto sapere, partecipano al dolore e si stringono ai familiari.

Le cause dell'incidente sono ancora in fase di accertamento. Tra le possibili ragioni della collisione ci sarebbero anche ilmaltempo e le forti raffiche di vento avvertite in città.
----------------------------------------------------------------------
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:58 PM
CLEPTO + TERREMOTO/TSUNAMI ISRAELE
NOTTE DEL 25/12/2008


NON SO COME SONO IN UN RISTORANTE, INCONTRO UN AMICO , GIANFRANCO, CI SALUTIAMO, CI SONO ALTRE PERSONE CHE CONOSCO. A UN CERTO PUNTO UN TIPO SI METTE A INSEGUIRE UN RAGAZZO ACCUSANDOLO DI AVERGLI RUBATO UN CD. IO TORNO A CASA , SVUOTO IL MIO ZAINO E MI ACCORGO DI AVER PRESO IO IL CD DI QUEL TIPO E HO ANCHE ALTRI OGGETTI RUBATI AD ALTRE PERSONE, PENSO "SONO UN CLEPTOMANE".

SONO IN UNA BELLA CASA, SI AFFACCIA SU UN GOLFO, CI SONO MOLTE ALTRE CASE MOLTO BELLE E TANTI ALBERGHI, IN CASA C'E' MIO PADRE E ALTRI COMPONENTI DELLA MIA FAMIGLIA. SENTO UN FORTE BOATO, LE PARETI COMINCIANO A TREMARE E A CREPARSI, POI UNA SCOSSA DI TERREMOTO SCUOTE LA CASA DOPODICHE' GUARDIAMO FUORI E VEDIAMO IN LONTANANZA UN'ONDA GIGANTESCA VENIRE VERSO DI NOI, CI AFFACCIAMO AL BALCONE MA IO URLO "E' MEGLIO RIENTRARE NON VORREI CHE CROLLASSE IL BALCONE" CHIUDIAMO LE PORTE FINESTRE COME SE SERVISSE A TENERE FUORI L'ENORME ONDA CHE SI AVVICINA. MIO PADRE DICE QUALCOSA RIGUARDO A ISRAELE E COSI' PENSO CHE FORSE SIAMO PROPRIO A ISRAELE E LO TSUNAMI SI STA VERIFICANDO IN QUEL POSTO. L'ONDA ARRIVA MA E' SCESA DI ALTEZZA E CMQ E' POTENTE E COMINCIA LA SUA MARCIA DI DISTRUZIONE INONDANDO TUTTO SPAZZANDO VIA UOMINI E MACCHINE.
--------------------COMMENTO DI UN AMICO-----------------------------
VORREI SEGNALARE CHE L'AVER PENSATO AD ISRAELE NL SOGNO O DOPO PUò NON ESSERE FRUTTO DEL CASO, VISTO CHE PROPRIO IL GIORNO DOPO ISRAELE HA SFERRATO UN ATTACCO CON F16 ED APACHE A GAZA CITY DOVE CI SONO STATI TRA I 200 E 300 MORTI, FORSE LA TUA MENTE è PIù SENSIBILE E VIENE INFLUENZATA FACILMENTE DURANTE I SOGNI DALLA COSCIENZA COLLETTIVA CHE A QUANTO SEMBRA PREVEDE ANCHE I GRANDI AVVENIMENTI DI 4 O 5 ORE...ANCORA NON SI SA COME FACCIA, MA CI STANNO STUDIANDO, STUDI QUANTICI CHE SONO IN PIEDI GIà DA UN 7 ANNI E SI CONCLUDERANNO NEL 2012, ANNO IN CUI, TUTTI LO SAPPIAMO, è ASPETTATO UN GRANDE EVENTO PER TUTTA L'UMANITà, QUINDI C'è GRANDE ASPETTATIVA EMOTIVA...SIA QUESTA CATASTROFICA O DI SALVEZZA/RINASCITA...
----------------------FINE COMMENTO----------------------------------
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 12:59 PM
DISCARICA+FALSO RISVEGLIO

NOTTE DEL 27/12/2008



SONO CON MIO FRATELLO DFX, CI TROVIAMO IN VISITA AD UNA DISCARICA DI RIFIUTI, IL RESPONSABILE CI MOSTRA ALCUNI SETTORI, IN UNO CI SONO DEI BANCONI CHE SEMBRANO FATTI IN LEGNO MA IN REALTA' SONO FATTI DI MONDEZZA PRESSATA, IL RESPONSABILE NE PARLA IN MODO ORGOGLIOSO MA CON UN PIZZICO DI RAMMARICO PERCHE' NON SONO RIUSCITI A VENDERLI E SONO RIMASTI IN DISCARICA A MARCICRE ED IN EFFETTI SEMBRANO MOLTO VECCHI.
MI DOMANDO COME MAI NON SENTA LA CLASSICA PUZZA CHE C'E' NEI MUNTRONAXI
E NE PARLO CON DFX ANCHE LUI SORPRESO. PASSIAMO IN UN'ALTRA ZONA DOVE CI SONO DEGLI ESSERI "GELATINOSI" DI COLORE GIALLO E DOBBIAMO EVITARLI PER NON SPORCARCI DI GELATINA CHE CREDO SIA IMMONDIZIA LIQUIDA.
MI SVEGLIO E PENSO CHE DEVO SCRIVERE IMMEDIATAMENTE IL SOGNO APPENA FATTO, VISTO CHE NE RICORDO OGNI MINIMO PARTICOLARE COSI', PRENDO CARTA E PENNA E COMINCIO A SCRIVERE TUTTO IL SOGNO, NON TRALASCIO NIENTE, MA MENTRE STO SCRIVENDO MI VIENE IN MENTE UNA COSA E MI DICO:" MA NON E' CHE STO ANCORA SOGNANDO ?, NON RICORDO DI ESSERMI ALZATO A PRENDERE CARTA E PENNA!" ED IN EFFETTI STO ANCORA SOGNANDO MA QUANDO ME NE RENDO CONTO NON SUCCEDE NIENTE, IL SOGNO PROSEGUE E SFUMA.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 5:16 PM
ECLISSI
NOTTE DEL 1/1/09

NEL SOGNO HO LA CERTEZZA CHE SIA IMMINENTE UNA CATASTROFE, GUARDO FUORI DALLA FINESTRA E VEDO SEGNI DI DEVASTAZIONE, IL CIELO SI OSCURA, CAMBIO FINESTRA E MI TROVO COME AL SOLITO NELLA VERANDA DI CASA DEI MIEI QUELLA CHE SI TROVA NELLA MIA STANZA DA LETTO. GUARDO IN ALTO, IL CIELO E' TUTTO NERO, SI E' VERIFICATA UNA ECLISSI TOTALE ,PRENDO LA MACCHIAN FOTOGRAFICA E INQUADRO NELLA ZONA DEL SOLE E VEDO UNA TENUE SFERA COLOR ARANCIONE SCURO, SCATTO ALCUNE FOTO MA POI LKA MACCHINA SI BLOCCA HA LE BATTERIE SCARICHE , NE PRENDO ALTRE LE METTO E RIPRENDO A SCATTARE MA ANCHE QUESTA VOLTA LA MACCHINA SI BLOCCA, RIPETO L'OPERAZIONE E QUANDO INQUADRO IL CIELO NOTO OLTRE AL SOLE ARANCIONE IN FASE DI ECLISSE UNO STRANO ALLINEAMENTO DI STELLE TUTTE DIETRO AL SOLE A FORMARE UNA SPECIE DI DISEGNO COMPLESSO, SCATTO ALTRE FOTO POI DI NUOVO IL BLOCCO DELLA MACCHINA MI IMPEDISCE DI FARE ALTRO.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 5:21 PM
GIOVANE VECCHIA

NOTTE DEL 16/01/2009

SONO A LETTO CON UNA BELLA RAGAZZA STIAMO CHACCHERANDO PRIMA DI FARE SESSO, CI BACIAMO, SONO CONTENTO DI STARE CON LEI , A UN CERTO PUNTO PERO' CAPISCO CHE NON E' GIOVANE BENSI' MOLTO VECCHIA COME QUELLE STREGHE CHE SI FINGONO GIOVANI. QUANDO ME NE RENDO CONTO LEI SI TRASFORMA IN VECCHIA RUGOSA MA NON SONO SCHIFATO E QUESTO FORSE LE FA PIACERE TANTO CHE SI TRASFORMA IN UN ALTRA RAGAZZA ANCORA PIU' BELLA , FORSE RIVELANDO LA SUA BELLEZZA. A QUEL PUNTO LA PENETRO TRA LE COSCIE CON FORZA E LENTEZZA SPINGENDOMI DENTRO DI LEI CHE ALL'INIZIO URLA UN PO PER IL DOLORE.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 5:22 PM
TSUNAMI+VIAGGIO NEL TEMPO

NOTTE DEL 20/01/2009

SONO IN UNA CASA CON DFX, DALA FINESTRA VEDO UNA GRANDE CITTA' CON ALTISSIMI GRATTACIELI. SIAMO BLOCCATI IN CASA MA ALLA FINE RIESCO AD USCIRE. LE PORTE SI CHIUDONO DI NUOVO CON DFX DENTRO LA CASA. DA UNA FINESTRA COMINCIA A USCIRE TANTISSIMA ACQUA ALLORA CERCO DI APRIRE LA PORTA PER FAR USCIRE DFX. CI RIESCO USCIAMO FUORI E VEDIAMO UN ONDA ENORME CHE SI ABBATTE SULLA CITTA' IN LONTANANZA. ALLORA TORNIAMO DENTRO CASA.

RIESCO A TORNARE INDIETRO NEL TEMPO AGLI ANNI 80/90, SONO A PRANZO CON DELLE PERSONE SCONOSCIUTE, HO IL MIO CELLULARE MODERNISSIMO, LO TIRO FUORI PER STUPIRE LE PERSONE,"E' UN CELLLULARE" DICO, GLI ALTRI STUPITI E INCREDULI MI DICONO "NOOO, NON SONO COSI I CELLULARI" E MI MOSTRANO UN CARDAMPONE DI TELEFONO CELLULARE CHE PER LORO PERO' E' ALL'ULTIMA MODA. TORNO AL PRESENTE E SONO IN UNA BIBLIOTECA CHE VENDE ANCHE ARTICOLI DI INTIMO FEMMINILE, DEVO COMPRARE UN REGALO DI COMPLEANNO A MIA MOGLIE, LA COMMESSA MI SUGGERISCE DELLE MUTANDE DI PLASTICA MA IO LE DICO CHE SE SBAGLIO TAGLIA MIA MOGLIE ME LE TIRA IN TESTA E POI SONO DI PLASTICA E FANNO SUDARE.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 5:27 PM
MILLANTA E PIU' SOGNI

CITERO' SOLO QUELLI CHE RICORDO DI PIU'
NOTTE DEL 22/01/2009


CAMPO DA CALCIO:

SONO IN UN CAMPO DA CALCIO IN ERBA, CI SONO ALCUNI GIOCATORI FAMOSI CHE SI ALLENANO, TRA CUI DAVID BECKHAM CHE STA TIRANDO PUNIZIONI. MI METTO A CORRERE, AFFIANCO A ME C'E'MIO FIGLIO CHE CORRE FACENDO UN PO' LO SCEMINO MUOVENDO LE GAMBE A SCIARPETTA E RIDENDO, IO GLI DICO "STAI ATTENTO CHE CADI" MA LUI CONTINUA A FARE LO SCEMO. POI LA CORSA FINISCE FUORI DAL CAMPO E PROSEGUE IN UN ALTRO SOGNO.


NUDO + VECCHIA E RIKY TOGNAZZI

LA CORSA FINISCE E MI RITROVO IN UNA ZONA CON ALTRE PERSONE CREDO SIANO MIEI PARENTI MA NN RICORDO CHI. SONO TUTTO SUDATO E SIA IO CHE EDO CI SPOGLIAMO NUDI, FORSE MIA MADRE MI DICE COSA MA NN RICORDO BENE. COMUNQUE C'E' UNA VECCHIA O COSI' PARE, CHE E' INTENZIONATA A SEDURMI, CREDE CHE MI INTERESSI, E DISCUTE ANIMATAMENTE CON LE ALTRE PERSONE CHE CI SONO "HO 61 ANNI E FACCIO QUELLO CHE VOGLIO" DICE LORO, CONVINTISSIMA DI POTERMI AVERE, MI SI AVVICINA. IO NON SONO PIU' IO, BENSI' RIKY TOGNAZZI, STO DORMENDO IN UNA GROTTA PIENA DI PAGLIA CON LA TESTA FUORI, LA VECCHIA MI SI AVVICINA E COMINCIA A SUSSURRARMI COSE ALL'ORECCHIO PER SVEGLIARMI, IL TUTTO SOTTO LO SGUARDO DELLE ALTRE PERSONE. TOGNAZZI SI GIRA PER NON ESSERE DISTURBATO, LA VECCHIA CONTINUA E LO SBACIUCCHIA E LUI TUTTO SCOCCIATO LA MANDA VIA IN MALO MODO.

VIAGGIO INCREDIBILE CON MEZZO INVISIBILE:

MI TROVO SOPRA UN MEZZO INVISIBILE, COMPOSTO SOLO DA UNA PIATTAFORMA SUL QUALE SONO SEDUTO IO E ALTRE DUE PERSONE CHE NON RICORDO CHI SIANO, CI TENIAMO SUL BORDO DELLA PIATTAFORMA.QUESTO MEZZO DI LOCOMOZIONE E' VELOCISSIMO, SI MUOVE SILENZIOSAMENTE ED E' COMANDATO DAL MIO PENSIERO. SIAMO SU UNA STRADA LITORANEA, E OLTRE A VIAGGIARE VELOCISSIMI MI ACCORGO DI RIUSCIRE A VEDRE NITIDAMENTE QUALSIASI COSA DECIDA DI METTERE A FUOCO, SIA ESSA VICINA O LONTANISSIMA, COSI' MI DIVERTO A ZOOMARE SULLA SPIAGGIA E VEDERE LE RAGAZZE E IL PANORAMA, OGNI DETTAGLIO E' NITIDISSIMO E PARE CHE SE PUNTO LO SGUARDO SU UNA PERSONA STABILISCO PURE UN CONTATTO TELEPATICO. PARLO CON IL PENSIERO ANCHE CON LE ALTRE DUE PERSONE CHE SONO CON ME, DOPO UNA VELOCISSIMA CORSA TUTTA CURVE SULLA LITORANEA DECIDO DI SPOSTARMI SU UNA MONTAGNA, COL PENSIERO FACCIO MUOVERE LA PIATTAFORMA INVISIBILE CHE VELOCISSIMA SALE LA STRADA E CI PORTA IN MONTAGNA, "SIAMO VICIO A IGLESIAS DICO AGLI ALTRI DUE CON IL PENSIERO" LA PIATTAFORMA SI FERMA E MIRENDO CONTO CHE SIAMO VICINI ALLA ZONA MINERARIA. MI INOLTRO DENTRO UNA MINIERA, LE ALTRE DUJE PERSONE NON SONO PIU' CON ME, E PARE CHE LA PIATTAFORMA NON MI SERVA ,IN QUANTO MI MUOVO VOLANDO RASOTERRA. MI SORGONO PENSIERI MENTRE OSSERVO LA MINIERA TUTTA ILLUMINATA, PENSO CHE SONO GIA' STATO LI E CHE OGNI DETTAGLIO DELLA MINIERA MI E' FAMILIARE E CHIARISSIMO, OGNI ANFRATTO E OGNI PIETRA. A UN CERTO PUNTO LA MINIERA SI RESTRINGE E QUASI NON RIESCO PIU' A PASSARCI, MI FERMO E PER TERRA TROVO UN MANUFATTO IN PIETRA DELLE DIMENSIONI DELLA MIA MANO.E' DI FORMA ROTONDA, HA UN INCAVO DOVE RIESCO A INFILARE QUATTRO DITA DELLA MANO, DA UN LATO HA INCISO IN RILIEVO DUE SPADE INCROCIATE E DALL'ALTRO C'E' SCRITTO QUALCOSA TIPO "FRATELLANZA" O "ALLEANZA" PENSO SUBITO CHE SI POSSA TRATTARE DI UNA SPECIE DI "CHIAVE" PER APRIRE QUALCHE PASSAGGIO SEGRETO, STILE "TESORO DEI PIRATI". ESCO DALLA MINIERA E MI RITROVO A TENERIFE.

TENERIFE + TESORO DEI PIRATI :

SONO A TENERIFE, PRECISAMENTE AL JUNGLE PARK, UNA SPECIE DI ZOO A CIELO APERTO, NELLA ZONA DI UN ANFITEATRO CON RISTORANTE. SCENDO ALCUNI GRADINI E NOTO UNA DI QUELLE PICCOLE GIOSTRE GIREVOLI PRESENTI IN TUTTI I PARCHI DELLE CITTA'. CI SONO SOPRA ALCUNI RAGAZZINI CHE LA FANNO GIRARE VORTICOSAMENTE E UNO DI QUESTI E' A TESTA IN GIU' AGGRAPPATO SOLO CON LE GAMBE. GLI DICO DI STARE MOLTO ATTENTO SE NON VUOLE SPACCARSI IL CRANIO SUI GRADINI, MA NON MI DANNO MOLTO RETTA. CONTINUO A SCENDERE I GRADINI E INCROCIO UN ALTRO RAGAZZINO CHE MI CHIEDE "MA LA CHIAVE DELL'ALBERGO LA DEVO RESTITUIRE SE ESCO IN GIRO?"
IO GLI SPIEGO CHE SE VUOLE LA PUO' DARE IN RECEPTION, ALTRIMENTI LA POTREBBE PERDERE E GLI VERREBBE ADDEBITATA. SCENDO ALTRI DUE GRADINI E MI TROVO DI FRONTE A UNA PORTA A VETRI CHIUSA A CHIAVE, DALL'ALTRA PARTE DELL APORTA UNA RAGAZZA MI CHIEDE SE QUELLO E' L'ALBERGO "XXXX" NON RICORDO IL NOME. LE DICO CHE SONO APPENA ARRIVATO PURE IO E NON LO SO. ESCO DA QUELLA ZONA, MI RITROVO PER STRADA E NOTO DUEPERSONE CHE SO DI CONOSCERE, MA NON RICORDO CHI SIANO, SO CHE HANNO A CHE FARE CON LA RICERCA DEL TESORO DEI PIRATI, MI AVVICINO E MOSTRO LORO IL MANUFATTO IN PIETRA CHE HO TROVATO NELLA MINIERA. IL MANUFATTO IMPROVVISAMENTE PRENDE LA FORMA DI UN TESCHIO PIATTO SENZA LA MANDIBOLA, UNA DELLE DUE PERSONE TIRA FUORI LA MANDIBOLA MANCANTE E LA FA COMBACIARE CON IL MIO MANUFATTO, MANCANO PERO' I CANINI E CREDO CHE CON QUELLI RIUSCIREI A COMPLETARE LA "CHIAVE". DIETRO DI ME GINUGE UNA TERZA PERSONA CHE MI IMMOBILIZZA E CERCA DI RUBARMI IL TESCHIO, MI DIVINCOLO E RIESCO A METTERLA FUORI COMBATTIMENTO CON DUE CALCI IN PANCIA. LA SCENA SI SPOSTA, HO LA SENSAZIONE CHE NON TROVERO' MAI IL TESORO, INCONTRO UNA COPPIA CHE SO DI CONOSCERE (NON QUELLI DI PRIMA) ANCHE LORO CERCANO IL TESORO, ARRIVANO ANCHE LE DUE PERSONE CON LA MANDIBOLA E DECIDIAMO DI DARE I NOSTRI MANUFATTI ALLA COPPIA SPERANDO CHE LORO SIANO PIU' FORTUNATI DI NOI.


LUCIO T. :

LUCIO HA DECISO DI ASSUMERMI E MI CHIEDE IL CURRICULUM


DISTRIBUTORE DI BENZINA:

SONO FERMO AL DISTRIBUTORE DI BENZINA, VEDO DANIEL CARVALHO E PENSO , PECCATO CHE SIA MORTO, ERA BRAVINO GIOCANDO A PALLONE.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 5:47 PM
PIETRA IN BOCCA

NOTTE DEL 28/01/2009

IO DFX E ALTRI AMICI SIAMO IN UN LOCALE NOTTURNO, PROBABILMENTE SIAMO INVESTIGATORI PRIVATI CHE CERCANO NOTIZIE DI UN UOMO. A UN CERTO PUNTO DFX ESCE DAL LOCALE PER SEGUIRE UNA PISTA FRESCA, DOPO UN PO' MI CHIAMANO FUORI ,ESCO E VEDO DFX STESO A TERRA QUASI SVENUTO PERCORSO DA SPASMI, L'UOMO CHE STAVAMO CERCANDO GLI HA TIRATO UN PUGNO IN BOCCA CON IN MANO UNA PIETRA E LO HA SMASCELLATO LASCIANDOGLI UN BUCO IN BOCCA SPACCANDOGLI TUTTI I DENTI. IO SCONVOLTO GLI TENGO LA TESTA MENTRE MI RACCONTANO L'ACCADUTO, LUI OVVIAMENTE NN PUO' PARLARE. DOPO UN PO' PERO' SI ALZA E SPUTA TUTTI I PEZZIDI DENTE RIMASTIGLI IN BOCCA, IO LI RACCOGLO, NON SI SA M AI CHE SI POSSANO SISTEMARE. POI LO RIVEDO A TERRA E QUALCUNO GLI STA FACENDO LA RIANIMAZIONE CON GLI ELETTRODI, UNO NEL PETTO E UNO IN TESTA, SEMPBREREBBE MORTO MA MUOVE GLI OCCHI, DOPODICHE' SI RIANIMA E SI ALZA, IO LO ABBRACCIO E LUI MI DI9CE "HO SENTITO MAMMA CHE MI CHIAMAVA" E IO GLI RISPONDO COSA CAZZO MUORI PERCHE' TI CHIAMA MAMMA, LEI E' ANCORA VIVA (INTENDENDO DIRE CHE SOLO UN MORTO TI PUO' CHIAMARE NELL'ALDILA' QUANDO STAI PER MORIRE). CI AVVIAMO ALLA RICERCA DELL'UOMO PER VENDICARCI, QUANDO MIO FRATELLO LO VEDE PASSARE, IO ALLORA CON UNA VOCE DA DEMONE LO CHIAMO "DAVIDE" E LUI "SI?" E IO " VIENI" E MI ACCINGO AD AMMAZZARLO DI COLPI, I MIEI AMICI SONO NASCOSTI PRONTI A SALTARGLI ADDOSSO. FINE.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 5:56 PM
I'M LEARNING TO FLY

NOTTE DEL 02/02/2009

SONO IN UN POSTO CON DFX ,VALDASTER, RANDAGIO E UN ALTRA PERSONA,STIAMO PROVANDO DELLE CANZONI QUANDO MI VIENE IN MENTE UN RITORNELLO E COMMINCIO A TAMBUREGGIARLO SULLA SCHIENA DI QUALCUNO FACENDO CON LA BOCCA IL SUONO DELLA CHITARRA, IL RITORNELLO E' IN REALTA' LA BASE DELLA CANZONE DI TOM PETTY & THE HEARTBREAKERS "LEARNING TO FLY" MA IO LA RALLENTO E LA ADATTO IN MODO CHE DIVENTI UNA NUOVA CANZONE. VEDO LE FACCE DEI MIEI AMICI MOLTO COMPIACIUTI DA QUESTA NUOVA SONG. E COMINCIAMO A SUONARLA.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 5:58 PM
VALANGA SUBACQUEA+ VALANGA

NOTTI DEL 12/2/09 E 13/02/09

SONO SOTT'ACQUA CON ALCUNE PERSONE, VESTITI DI TUTTO PUNTO, MUTA BOMBOLE PINNE MASCHERA TORCIONA PER ILLUMINARE A ALTRI AMMENNICOLI QUANDO DA UNA PARETE CADE UNA VALANGA DI ROCCE E SABBIA CHE CI TRAVOLGE, NESSUNO SI FA MALE E NESSUNO RIMANE SOTTO LA VALANGA.


SIAMO IN UNA BAITA DI MONTAGNA, FORSE UNA SPECIE DI COLONIA INVERNALE, SONO CON ALTRE PERSONE, AMICI MA NON LI IDENTIFICO. ARRIVA UNA SPAVENTOSA VALANGA CHE TRAVOLGE LA BAITA FACENDOLA TREMARE E FACENDO CROLLARE ALCUNE ZONE. RIMANIAMO ILLESI NONOSTANTE IL FORTE IMPATTO, CONTROLLO I MURI, SONO TUTTI CREPATI E SI RISCHIA IL CROLLO. COL CELLULARE CHIAMO I MIEI PER AVVISARLI CHE SIAMO VIVI ED E' TUTTO OK
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 6:04 PM
OFFICINA + AUTOBUS

NOTTE DEL 18/02/2009

E' IL MIO PRIMO GIORNO DI LAVORO IN UN OFFICINA, INDOSSO UNA DI QUELLE CLASSICHE TUTE DA LAVORO DEI MECCANICI, NON CI CAPISCO UN CAZZO DI QUELLO CHE STANNO FACENDO, SIAMO IN 5 O 6 LI OSSERVO LAVORARE DA MOLTO VICINO NON PERDENDO MAI DI VISTA IL MIO "TUTOR" CERCANDO DI PARLARCI E DI STABILIRE UN RAPPORTO.
IN OFFICINA ARRIVA UN SIGNORE DI UNA CERTA ETA'E IL SOGNO SI SPOSTA IN UN UFFICIO. QUEST'UOMO MI DICE CHE SI PUO' CAMBIARE IL CORPO UNA VOLTA CHE QUELLO PERSONALE INVECCHIA TROPPO MA LO SI PUO' FARE UNA VOLTA SOLAMENTE CONVINCENDO UN GIOVANE A LASCIARLO ENTRARE E CONDIVIDERE CON L'INQUILINO TUTTO QUANTO.
GLI CHIEDO SE L'ANIMA E LA COSCIENZA DEL CORPO OSPITANTE SCOMPAIONO PER SEMPRE, IL VECCHIO MI RISPONDE CHE NON SCOMPARE MA SI "MISCHIA".

E' IL MIO PRIMO GIORNO DI LAVORO E SONO L'AUTISTA DI UN PULLMAN, IL MIO "TUTOR" MI DA INDICAZIONI SUI PERCORSI DA PRENDERE, SONO UN PO INCASINATO PERCHE' E' LA PRIMA VOLTA CHE GUIDO UN MEZZO COSI' GRANDE NEL TRAFFICO CITTADINO. PARCHEGGIO IL PULLMAN NEL CORTILE DI VALDASTER E MI UNISCO A LUI E A UN ALTRA PERSONA A CHIACCHIERARE. SI AVVICINANO DUE RAGAZZINE E UNA DI LORO RINGRAZIA VALDASTER PER LA TRADUZIONE E CORREZIONE DI UN ARTICOLO CHE DOVEVA ESSERE PUBBLICATO SU UN QUOTIDIANO. ARRIVA UN ALTRA PERSONA CHE MI SQUADRA DA TESTA A PIEDI, IN EFFETTI SONO VESTRITO ELEGANTE MA NON INDOSSO LE SCARPE E LE CALZE CHE INDOSSO SONO MOLTO COLORATE ,SPAIATE E IN PUNTA SONO MACCHIATE DI VARECHINA.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 6:05 PM
L'ORIGINE DEL COGNOME

NOTTE DEL 19/2/2009

IN UN LIBRO C'E' SCRITTA TUTTA LA STORIA DEL MIO COGNOME PARTENDO DAI GIORNI NOSTRI A RITROSO SINO ALLE ORIGINI, SCORGO DEI NOMI E COGNOMI DI PERSONE CHE SPOSANDOSI TRA LORO MODIFICANO IL LORO COGNOME LUOGHI REMOTI E PERSONE ANTICHISSIME.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 6:08 PM
SCUOLA CANZONE "CAMPAGNA TOSCANA"

NOTTE DEL 20/2/2009

SONO A SCUOLA ALLE SUPERIORI, SOLO CHE SO DI ESSERMI GIA' DIPLOMATO DA TANTO TEMPO, CI SONO ALCUNI STUDENTI: UNA MIA VICINA DI CASA BONA E ALTRI CHE NON CONOSCO. LA PROFESSORESSA CI PORGE DEI PACCHETTI E UN FOGLIO CON DELLE FRASI. SIAMO DIVISI A COPPIE E A TURNO OGNUNO DEVE CERCAR EDI CANTARE LE FRASI CHE SONO SCRITTE SUL FOGLIO. INIZIA UNA COPPIA , CANTANO UNA BELLA MELODIA, POI TOCCA A ME. SUL FOGLIO C'E' SCRITTO IL MIO NOME E COGNOME E POI C'E' SCRITTO CAMPAGNA TOSCANA. TUTTI ASPETTANO CHE CANTI, SONO UN PO' INTIMIDITO MA POI MI VIENE UNA MELODIA E LA CANTO.
SHARDBOVERI
00Wednesday, April 15, 2009 6:09 PM
COCCODRILLO

NOTTE DEL 21/02/2009

SONO IN BRASILE CREDO, IN UN CAMPO DA CALCIO IN TERRA CHE CONFINA CON UNA PALUDE. E' RECINTATO MA UN ENORME COCCODRILLO SUPERA LA RECINZIONE E FINISCE IN CAMPO, TUTTI SCAPPIAMO SPAVENTATI.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:23 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com