Sogni di CRAI79

crai79
00Thursday, June 19, 2008 11:30 PM
Viaggio nelle fogne **

Sogno del 19 Giugno

Sono in una baita di montagna di un paese in cui probabilmente passo le mie vacanze oniriche, nel senso che lo conosco solo per averlo visto in altri miei sogni. (Curioso il fatto che sono sempre in compagnia di qualcuno e che piova ogni volta). In questo caso so di essere in compagnia della mia famiglia.
Sono in partenza per il ritorno a casa ma non posso muovermi perchè piove a dirotto e la strada che devo percorrere è completamente allagata, la cosa mi rende molto nervoso e mi passa per la mente l'idea di provare comunque ad andarmene ma guardando la strada sotto il ponte dove mi trovo mi accorgo che è diventata praticamente un fiume in piena che rischia di sommergere anche casa mia perchè ha ormai quasi raggiunto il ponte da cui osservo.
Entro in casa per avvisare mio padre della cosa ma quando torniamo fuori la pioggia ha smesso di cadere e mio padre dice che per impedire un nuovo allagamento bisogna ripulire gli scarichi che si trovano nelle fogne e che sono intasati.
Si avvia verso la strada sottostante (che stranamente non è più allagata) mentre io lo seguo titubante ed entra in una sorta di tubo a V che lo porta dritto nelle fogne; io sono preoccupato del fatto che se piovesse nuovamente, e ne sono praticamente certo, verrebbe sommerso dall'acqua annegando e cerco di convincerlo a chiamare un tecnico del comune che si occupi delle fogne (tzè, manco nei sogni lavorano quelli!)) ma lui dice che dobbiamo assolutamente pensarci noi.
Dalla fogna mi urla che il più è fatto ma che l'ultimo scarico più lontano dovrò ripulirlo io perchè lui deve tornare in casa; dalla fogna però non esce mio padre ma mio fratello che mi dice di spicciarmi perchè è quasi pronta cena. (?)
Io sono un pò stupito di vederlo e gli dico che non ho voglia di entrare perchè il lavoro più pericoloso lo hanno lasciato a me e sta per cominciare a piovere nuovamente, sento però la voce del tecnico del comune che è in piedi dentro di me e mi incoraggia ad entrare alla svelta altrimenti sarà troppo tardi, io allora lo guardo con aria di superiorità ed entro in quella sorta di tubo che si incurva alla metà per entrare nella terra attraverso le fogne.
Dopo avere strisciato per alcuni metri con la torcia che mi ha lasciato mio fratello mi ritrovo in un locale circolare con ai bordi dei tubi che si diramano e risalgono in superficie, il locale è piuttosto grande e semiilluminato, inoltre è percorso in lungo e in largo da dei raggi di luce che mi ricordano quelli che si usano nelle banche (almeno nei film) per impedire ai ladri di entrare.
Dovendomi muovere sono costretto a toccarli per forza e mi accorgo che sono fatti di una sostanza untuosa che mi lascia uno sporco simile al fango ma molto più schifoso perchè appunto untuoso, ho solo voglia di fare più in fretta possibile per uscire e tornarmene a casa a pulirmi la faccia che è tutta insozzata.
Osservando i tubi mi accorgo che ce n'è uno tutto sporco e che probabilmente è quello che provoca il problema, mi sorprende il fatto che il problema sia tutto li ma sono felice perchè la cosa sarà più rapida del previsto e mi dedico subito a pulirlo con una sorta di lancia spugnosa che mi aveva dato mio fratello insieme alla torcia (a lui li aveva passati probabilmente mio padre che li aveva in mano all'inizio del sogno).
Mentre faccio passare il tubo pulendolo per bene e cercando di farmi toccare il meno possibile dall'intrigo dei raggi untuosi mi accorgo di poter sentire la gente in superficie che balla e si diverte, anzi, ho l'impressione di poterli addirittura vedere. Penso che qualcuno abbia dato una festa approfittando della pausa durante la tempesta ma non ci faccio troppo caso, non mi sono mai piaciute le feste.
Dopo avere dato l'ultimo "colpo di lancia" risalgo in superficie dove non c'è nessuno ad aspettarmi ma trovo un sole splendido e un cielo azzurrissimo, la tempesta è passata ed io posso godermi uno splendido arcobaleno che risplende oltre il ponte dove è parcheggiata la mia macchina. Mi metto in spalla un paio di zaini, raccolgo le mie cose che sono sparse al bordo della strada (prima non avevo ne zaini ne altre cose) e mi avvio soddisfatto verso la mia macchina (o verso casa, si trovava nella stessa direzione) pensando incuriosito al fatto che di feste non ce ne sono in paese.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:43 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com