Sarah: oggi al via processo

CRT@
00Tuesday, January 10, 2012 12:20 PM


Sarah: oggi al via processo
Accusate delitto Cosima e Sabrina, le sole detenute

(ANSA) - ROMA, 10 GEN - Si apre oggi a Taranto il processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana (Taranto) strangolata il 26 agosto 2010 e gettata in un pozzo, nelle campagne di Avetrana, dove il corpo fu ritrovato nella notte tra il 6 e il 7 ottobre. Nove alla sbarra: principali imputate sono la zia Cosima Serrano e la figlia,Sabrina Misseri, le uniche persone detenute. Lo zio Michele, accusato di aver soppresso il cadavere con le due donne, e' libero dal 30 maggio dopo sei mesi di carcere.

Fonte

Sarah, inizia il processo Sabrina in lacrime
Prima udienza a Taranto 14 mesi dopo il delitto

10 gennaio, 11:32



TARANTO - E' cominciata nel Palazzo di giustizia di Taranto la prima udienza del processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, strangolata ad Avetrana il 26 agosto 2010. In una gabbia alla sinistra della Corte di Assise ci sono le uniche detenute, Cosima Serrano e sua figlia Sabrina, accusate del delitto. In tutto gli imputati sono nove. Sabrina, ad inizio di udienza, e' scoppiata più' volte in lacrime. Nel pubblico presente anche il sindaco di Avetrana, Mario De Marco: il Comune chiedera' di costituirsi parte civile nei confronti della famiglia Misseri.

Intanto la Corte d'Assise di Taranto (presidente Cesarina Trunfio, a latere Fulvia Misserini, piu' sei giudici popolari, cinque dei quali sono donne) si e' ritirata in Camera di Consiglio per decidere le modalita' delle riprese televisive in aula e della diffusione delle immagini del processo, dopo aver sentito le parti. In particolare le due imputate attualmente detenute e accusate del delitto, Cosima Serrano e sua figlia Sabrina Misseri, hanno chiesto, attraverso i loro legali, di non essere riprese durante il processo. Infatti, come prevedibile per un delitto che ha sempre avuto una forte attenzione dei media, c'e' grande ressa di giornalisti e cameramen.

La famiglia della vittima e' in aula. Giacomo Scazzi, Concetta Serrano e il loro figlio Claudio sono giunti poco prima delle 9 accompagnati dai loro legali. In aula c'e' anche Michele Misseri, accompagnato dal suo legale, Armando Amendolito. L'agricoltore di Avetrana e' passato dinanzi ai famigliari di Sarah e ora e' seduto a distanza su una sedia vicino ad una delle due 'gabbie'.

Ansa
CRT@
00Tuesday, January 10, 2012 7:03 PM
Continua.... 10 gennaio, 18:20
La Corte di Assise ha stabilito, dopo un'ora e mezza di camera di consiglio, che le immagini del processo potranno essere mandate in onda solo dopo la conclusione del processo stesso. Con la stessa ordinanza, visto l'interesse ''particolarmente rilevante'' della vicenda da parte dell'opinione pubblica, la Corte ha autorizzato la ripresa integrale da parte della trasmissione di RaiTre 'un giorno in pretura'. Non potranno essere ripresi dalle telecamere gli imputati Cosima Serrano, Sabrina Misseri, Carmine Misseri, Antonio Colazzo e Cosima Prudenzano, nonche' testimoni e consulenti che ne facciano esplicita richiesta, come avevano fatto gli imputati. Vietata anche la presenza in aula dei fotografi.

La Corte e' ora riunita in camera di consiglio per decidere su alcune richieste ed eccezioni delle parti. In particolare e' stata avanzata richiesta di costituzione di parte civile dal Comune di Avetrana nei confronti degli imputati Misseri: la procura della Repubblica ha espresso in merito parere favorevole, il collegio difensivo si e' detto contrario. L'avv.Giovanni Scarciglia ha chiesto il giudizio abbreviato, subordinato all'ascolto di tre testimoni, per due imputati, Antonio Colazzo e Cosima Prudenzano, entrambi accusati di favoreggiamento personale. La richiesta era stata avanzata e respinta gia' in sede di udienza preliminare dal gup Pompeo Carriere. Inoltre, la Corte dovra' decidere su alcune eccezioni sollevate dal collegio difensivo relative all'inserimento di documenti nel fascicolo dibattimentale.

Sono circa sessanta le persone che non hanno trovato posto nell'area riservata al pubblico e sono assiepate dietro le transenne all'esterno del Tribunale. Molti sono anziani, ma c'e' anche una laureanda in giurisprudenza che ha scelto come tesi sperimentale proprio il processo mediatico e le garanzie per gli imputati. Il pubblico si divide in maniera equa tra coloro che credono alla colpevolezza di Michele Misseri e chi pensa che le assassine siano Cosima Serrano e sua figlia Sabrina. ''Vogliamo la verita'. Vogliamo che sia fatta giustizia e che i colpevoli siano condannati'' hanno dichiarato alcune delle persone intervistate dalle emittenti televisive. ''Sono venuto qui' - ha detto un anziano - per vedere da vicino gli imputati. C'e' una bambina che e' stata ammazzata in maniera brutale. Bisogna vedere questa gente come e' fatta. Secondo me sono stati tutti e tre''.

Un gruppo di persone ha anche protestato con cori da stadio all'esterno del tribunale in segno di contestazione nei confronti dei numerosi giornalisti, fotografi e cameramen presenti per il processo. I manifestanti esibiscono uno striscione con la frase 'Sulla morte di Sarah avete speculato ma del nostro inquinamento non avete mai parlato'.

Contiua articolo Ansa
CRT@
00Monday, April 15, 2013 12:06 PM
Sarah: è l'ora della sentenza
Sarah: è l'ora della sentenza
Ultime repliche del processo, poi la Corte si ritirerà in camera di consiglio
15 aprile, 11:51

TARANTO - Riprende oggi il processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, giunto alle ultime repliche.

Se l'udienza non si potrarrà per molte ore, già oggi la Corte si ritirerà in camera di consiglio per la sentenza.

LEGALE CONCETTA, NON VOGLIAMO RACCATTARE GIUSTIZIA - "La famiglia Scazzi non è venuta qui a raccattare giustizia". Lo ha detto l'avv. Nicodemo Gentile, legale di parte civile della mamma di Sarah Scazzi, Concetta Serrano Spagnolo, aprendo l'udienza del processo per l'uccisione della quindicenne di Avetrana. Dovrebbe essere l'ultima udienza, riservata alle repliche dei legali di parte civile e dei difensori, prima che la Corte di Assise di Taranto si ritiri in camera di consiglio per la sentenza. "Qualcuno - ha aggiunto Gentile - ha cercato di descrivere Sarah come una ragazzina che mendicava coccole. Basta leggere invece un messaggio di Sabrina Misseri a Ivano del 6 luglio 2010: 'quando mi arrabbio esce il peggio di me stessa per contrastare mia madre e la mia paura piu' grande è di diventare come leì. Ecco l'errore fatto da Sarah e da Concetta: l'aver frequentato quella casa perché lì è stata uccisa". Gentile ha definito il movente sessuale, indicato dalla difesa di Sabrina quale causa del delitto che sarebbe stato commesso, per i suoi legali, da Michele Misseri, una "filastrocca per bambini, esclusa dallo stesso Michele Misseri" quando si autoaccusa dell'omicidio. Gentile ha accusato anche Sabrina di non aver aiutato la Corte dicendo di non ricordare molte circostanze su cosa accadde il 26 agosto 2010, giorno del delitto.

'FAMIGLIA CONSEGNA DOLORE A CORTE' - "L'unico errore che si può commettere in questa vicenda è di lasciare la giustizia italiana senza parole, magari dicendo che Michele era confuso, Sabrina non ha commesso nulla, Cosima dormiva e meno male che Sarah aveva compiuto già 14 anni sennò magari sarebbe stata accusata di abbandono di minore". Lo ha detto l'avv. Nicodemo Gentile, legale di parte civile di Concetta Serrano, nella replica al processo per l'uccisione di Sarah Scazzi. Gentile ha definito Michele Misseri, che si accusa del delitto, "un ventriloquo, un invertebrato senza spina dorsale che ha paura delle donne di casa". "La famiglia Scazzi - ha concluso - vi ha consegnato il suo dolore e attende una risposta dalla giusfizia italiana che non sia muscolare né una vendetta".

LEGALE SABRINA, MAI TENTATO CONFONDERE ACQUE - "Non accetto che si dica che la difesa di Sabrina abbia cercato di confondere le acque". Lo ha detto l'avv. Franco Coppi, difensore di Sabrina Misseri, nella replica al processo per il delitto di Sarah Scazzi. Michele Misseri, che da due anni si accusa del delitto, ha "sempre detto - ha sostenuto Coppi - di aver tentato approcci sessuali con la nipote Sarah e, di fronte al diniego, quel giorno gli salì il calore alla testa e strangolò Sarah. Non ha mai ritrattato questo". A fine udienza la difesa di Sabrina depositerà una memoria in risposta a quella di 600 pagine circa già depositata dalla Procura.

Fonte
truciolare64
00Saturday, April 20, 2013 2:22 PM
Condannate all'ergastolo Sabrina Misteri e Cosima Serrano.
La giustizia umana ha fatto il suo corso.
Aspettiamo quella divina.
Seabiscuit
00Saturday, April 20, 2013 2:25 PM
Re:
truciolare64, 20.04.2013 14:22:

Condannate all'ergastolo Sabrina Misteri e Cosima Serrano.
La giustizia umana ha fatto il suo corso.
Aspettiamo quella divina.



È di oggi la notizia?
Michele rimane libero?


Seabiscuit
00Saturday, April 20, 2013 2:28 PM
Trovato

"Sabrina Misseri e Cosima Cosma condannate all'ergastolo per l'omicidio di Sarah Scazzi, compiuto il 26 agosto 2010. L'ha deciso la corte di assise di Taranto. Michele Misseri è stato condannato a otto anni di reclusione per concorso nella soppressione del cadavere della nipote Sarah e per furto aggravato del telefonino della vittima."
CRT@
00Saturday, April 20, 2013 3:48 PM
Avetrana, Sabrina e Cosima condannate all'ergastolo



La Corte di Assise di Taranto ha condannato Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano all'ergastolo per l'omicidio della cugina e nipote 15enne Sarah Scazzi, compiuto il 26 agosto 2010. La sentenza è stata letta dalla presidente della Corte, Cesarina Trunfio. Alla parola ergastolo dal pubblico è partito un applauso. La presidente della Corte ha interrotto un attimo la lettura della sentenza per richiamare tutti all'ordine e ha poi proseguito.

Lo zio di Sarah, Michele Misseri, è stato condannato a otto anni di reclusione dalla Corte di Assise di Taranto per concorso nella soppressione del cadavere della nipote Sarah Scazzi e per furto aggravato del telefonino della vittima. La lettura della sentenza è ancora in corso da parte della presidente della Corte, Cesarina Trunfio.

La corte di assise ha condannato a sei anni di reclusione ciascuno per concorso in soppressione di cadavere Carmine Misseri e Cosimo Cosma, fratello e nipote di Michele Misseri. Due anni di reclusione sono stati inflitti all'ex difensore di Sabrina, Vito Russo, per intralcio alla giustizia.

Per i tre favoreggiatori, la corte ha inflitto un anno di reclusione ciascuno ad Antonio Colazzo e Cosima Prudenzano e un anno e 4 mesi a Giuseppe Nigro, con pena sospesa.



"Speravo in questo, chi uccide merita questo". Così la mamma di Sarah Scazzi, Concetta Serrano, ha commentato la sentenza. Concetta ha ringraziato i suoi avvocati, la procura e i giudici.

SARAH: RISARCIMENTO DANNI A FAMIGLIA E A COMUNE AVETRANA (ANSA) - TARANTO, 20 APR - La Corte di assise di Taranto, nella sentenza pronunciata poco fa al processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, ha condannato anche Michele Misseri, Cosima Serrano e Sabrina Misseri al risarcimento dei danni, da stabilire in separata sede, alla famiglia Scazzi e al Comune di Avetrana. Nello stesso tempo ha stabilito una provvisionale di 50.000 euro ciascuno ai genitori di Sarah, Giacomo Scazzi e Concetta Serrano, e di 30.000 euro per il fratello Claudio.(ANSA). SARAH: DIFESA COSIMA, CONVINTI CHE SENTENZA SARA' RIBALTATA SEGUITA IMPOSTAZIONE PROCURA, AFFIDATA A ELEMENTI FANTASIOSI (ANSA) - TARANTO, 20 APR - "La posizione di Cosima meritava un'attenzione particolare. La ricostruzione dei pm era affidata a elementi fantasiosi". Lo ha detto l'avv.Luigi Rella, uno degli avvocati di Cosima Serrano, condannata all'ergastolo insieme con la figlia Sabrina. "I giudici hanno seguito l'impostazione dei pubblici ministeri", ha detto l'altro difensore di Cosima, Franco De Iaco. "Siamo tranquillissimi - ha aggiunto De Iaco - e siamo convinti che in appello e in Cassazione riusciremo a ribaltare quest'impostazione". (ANSA). SARAH: LEGALE DI MISSERI, E' NERVOSO PER GLI ERGASTOLI (ANSA) - TARANTO, 20 APR - Michele Misseri "sta molto male, é nervoso per gli ergastoli". Lo ha riferito l'avvocato Luca Latanza, il legale del contadino di Avetrana condannato ad otto anni di reclusione per soppressione del cadavere della nipote Sarah Scazzi. Probabilmente non parlerà - ha aggiunto il legale - si chiuderà in casa e non parlerà".(ANSA). SARAH: AVVOCATO FAMIGLIA SCAZZI, NON HA VINTO NESSUNO (ANSA) - TARANTO, 20 APR - "Non ha vinto nessuno, perché Concetta, Giacomo e Claudio hanno perso una figlia e una sorella". Così l'avvocato Walter Biscotti, legale di parte civile della famiglia di Sarah Scazzi, ha commentato la sentenza di condanna all'ergastolo per Cosima Serrano e Sabrina Misseri. "E' una sentenza severa ma era attesa - ha aggiunto - perché gli uffici del pm hanno fatto un lavoro esemplare che ha fatto emergere in modo inconfutabile le responsabilità". (ANSA). SARAH: PROCURATORE TARANTO, E' SOLO PRIMA SENTENZA 'IN ITALIA VIGE PRINCIPIO PRESUNTA INNOCENZA' (ANSA) - TARANTO, 20 APR - "Sembrerebbe che errori macroscopici o grossolani non ne siano stati commessi. Ricordatevi che in Italia vige il principio di presunzione innocenza e questa è solo la sentenza di primo grado". Lo ha detto il procuratore di Taranto, Franco Sebastio, uscendo dall' aula di Corte d'Assise dopo la lettura della sentenza di primo grado del processo per l'omicidio di Sarah Scazzi. "Le sentenze in ogni caso si rispettano e attendiamo di conoscere le motivazioni per fare una valutazione più completa e serena".

IMPRENDITORE MINACCIA DI AGGREDIRE MICHELE MISSERI - Un imprenditore di Sava (Taranto), Sergio Pichierri, di 43 anni ha minacciato di aggredire Michele Misseri all'ingresso del Palazzo di Giustizia di Taranto quando l'agricoltore di Avetrana è arrivato in tribunale per la sentenza del processo per l'uccisione di Sarah Scazzi.

L'uomo è stato bloccato dalle forze di polizia, mentre Misseri entrava nel palazzo di Giustizia. Pichierri era stato già protagonista il 20 novembre scorso di un altro gesto clamoroso quando minacciò di lanciarsi da una finestra al primo piano del Tribunale di Taranto, dicendo di essere disperato perché vittima degli usurai. Non si conosce il motivo per cui l'imprenditore volesse aggredite Michele Misseri.

Fonte
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:44 PM.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com