SOS!!!!!

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
paola73
00Tuesday, November 8, 2005 11:31 AM
8[SM=g27791] Ciao a tutti! è la prima volta k scrivo. Avrei bisogno URGENTEMENTE di un consiglio:
a settembre mio marito ha riportato a casa dal canile un cane di (ben) 7 anni..gesto straordinario sono d'accordo...tuttavia, io (perdonatemi...) non avendo mai convissuto con cani (sempre ed esclusivamente con gatti)..ho reagito male in quanto il cane non solo è adulto ma è anche di taglia grossa.
il problema è il seguente: io e il cane alla fine abbiamo socializzato, tuttavia da un paio di settimane il suo atteggiamento nei miei confronti è diventato molto protettivo...fin troppo.(io sono incinta - lo ero anche quando lui è arrivato).
venerdi è venuta a trovarmi una mia carissima amica k stando all'estero non era mai venuta a trovarmi in questi mesi e lui l'ha aggredita...ieri è venuta a trovarmi mia mamma e se non mi fossi letteralmente buttata io fra lei e il cane, lui l'avrebbe azzannata. ha continuato, dopo k io l'ho sgridato, a ringhiarle contro...
sono sinceramente molto preoccupata, anche se mio marito tenta di rassicurarmi dicendomi k il cane tenta di porteggermi...ma non capisco come mai lui aggredisca solo le persone a cui io sono legata da un fortissimo legame affettivo e non altre. a mio avviso è gelosia.... voi cosa ne pensate? e soprattutto cosa posso fare? per lavoro mio marito non è quasi mai a casa...e quindi la gestione del cane è ricaduta tutta sulle mie spalle....
cloti
00Tuesday, November 8, 2005 4:45 PM
Cara Paola,
i cani sono di norma più comprensibili nelle loro reazini di quanto non siano i gatti, ma per capirsi davvero una buona base di affetto e disponibilità è essenziale: vero è che un cane adulto resta un mistero, non si sa cosa abbia passato nella sua vita precedente, certamente non cose belle dal momento che stava in un canile.
Quanto all'aggressività che dire, probabilmente non ti sente gerarchicamente superiore (come dovrebbe essere) e quindi ti protegge come farebbe con un suo cucciolo o la sua femmina, aggredendo (non le persone cui sei legata affettivamente, come lo sa ?) ma le persone che assumono un atteggiamento tipo "sono di casa, sono la padrona" quando arrivano a casa tua. Gli estranei probabilmente hanno un atteggiamento più rispettoso del "suo" territorio e lui li avverte come meno invasivi.
Devi rassicurarlo e imporgli di non far nulla di più che avvisarti dell'arrivo di un estraneo, senza aggredire.
E questo si ottiene (quando si ottiene) con molto molta molta pazienza e costanza: usa i comandi con voce dolce ma ferma, fagli capire che tu hai la situazione sotto controllo, senza agitarti e "buttarti letteralmente" tra il cane e la potenziale vittima, senza gridargli: più ti agiti tu e più si agiterà lui.
Certo non è facile, anche perchè non mi sembri contenta di averlo... ti è stato un po' imposto... il che è un sistema molto discutibile di adottare un cane.
Leggiti qualche libro di etologia che ti insegni i trucchi per far capire al cane che tu gli sei gerarchicamente superiore, altrimenti continuerai ad avere difficoltà. Cmq sappi che solo tu puoi cambiare la situazione.
Aguri, anche per il/la bimbo/a in arrivo !!!
paola1273
00Wednesday, November 9, 2005 3:23 PM
Grazie mille per il tuo consiglio. la cosa strana è k a dire il vero lui è stato aggressivo (e sin da subito, non dando neanche a loro il tempo di entrare quasi in casa) solo con queste due persone a cui sono molto legata (la mia migliore amica e mia mamma) k lui nn aveva mai visto. con gli estranei (assurdo!!!) è pacioso e coccoloso... io l'ho sgridato ma ha continuato a ringhiare sia con l'una che con l'altra .. onestamente sono sempre più perplessa e preoccupata. in effetti essendo incinta forse (anzi sicuramente) mi reputa fragile e indifesa...però la cosa strana è che con gli estranei k vengono o altri amici lui non reagisce... 8[SM=g27791]
alexandra
00Thursday, November 10, 2005 10:25 AM
tanta e tanta pazienza
Carissima Paola!Ho letto tuo msg,dovrei dirti che con cani addottati bisogna avere tanta ma tanta pazienza.Però se ci prova ancora ad agredire qualche tuo conoscente deve darle qualche sberla,c'è il cane deve capire che non si aggredisce le persone che fai entrare in casa tua. [SM=g27794] [SM=g27790]
dogtrainer73
00Monday, November 21, 2005 1:09 PM
Re: tanta e tanta pazienza

Scritto da: alexandra 10/11/2005 10.25
Carissima Paola!Ho letto tuo msg,dovrei dirti che con cani addottati bisogna avere tanta ma tanta pazienza.Però se ci prova ancora ad agredire qualche tuo conoscente deve darle qualche sberla,c'è il cane deve capire che non si aggredisce le persone che fai entrare in casa tua. [SM=g27794] [SM=g27790]


Non è a suon di sberloni che si risolvono i problemi...
Anzitutto viste le sue condizioni faccia attenzione a non esporsi troppo, potrebbe farsi male senza che nè lei nè il cane lo vogliate.
Quando un cane entra a far parte di un nuovo nucleo familiare, la prima cosa che cerca di fare è quella di creare un attaccamento con i membri, in modo da sentirsi sicuro. I cani che arrivano dal canile sviluppano a volte addirittura un iperattaccamento verso la persona che li ha adottati a causa delle loro precedenti vicissitudini che li hanno portati ad arrivare al canile.
Se lei è la figura in famiglia che passa più tempo con il cane e quindi soddisfa maggiormente i suoi bisogni, il cane ha rivolto verso di lei il suo attaccamento.
Il cane poi comprende sicuramente lo stato in cui si trova per via degli odori che emette in questo periodo che sono sicuramente diversi da quelli di una persona che non è nel suo stato.
Così se all'inizio è fondamentale aiutarlo ad inserirsi e fargli sentire molto la vostra presenza, al contempo è necessario abituarlo anche ad avere momenti in cui non gli date retta e in cui rimane da solo (nella vostra situazione è ancora più importante, perchè quando arriverà il piccolo sicuramente avrete meno tempo da dedicare al cane: iniziate a prepararlo alla nuova situazione piano piano, abituatelo a non avere sempre attenzioni nei suoi confronti, iniziate a fargli sentire il rumore di qualche giochino per neonati, qualche registrazione del pianto di un bimbo, così da abituarlo, fategli conoscere il passeggino...).
I cani sono animali sociali che vivono in branco, per loro è fondamentale la relazione con gli altri membri, quindi non fategliela mancare. All'interno del branco si stabiliscono delle gerarchie ed è importante (soprattutto con i cani che danno problemi di aggressività) che in alto alla gerarchia ci siate voi (e poi anche il vostro piccolo). E' un po' difficile da spiegare in queste righe, detta così sembra si tratti di essere generali o chissà cos'altro. In realtà si tratta solo di essere buoni capi, coerenti, un punto di riferimento sicuro e da ascoltare perchè ne vale la pena. In questo modo lo avrete sotto controllo, perchè si fida di voi e non pensa di dover prendere lui le decisioni..
Per fare in modo che il cane capisca il suo ruolo e la sua posizione all interno del branco (nucleo famigliare), devono essere rispettate alcune regole che per lui hanno un significato preciso:
così il cane mangia sempre dopo di voi, dorme in uno spazio dove può stare tranquillo e lontano da posti di controllo (accessi, porte, o posti alti, di controllo quali divani, letti), le interazioni le stabilite sempre voi (siete voi che decidete quando è ora di uscire, dove si va, quando si gioca e quando il gioco finisce, quando prestargli attenzione e quando non prestargliene, ignorando le sue richieste), il controllo delle risorse lo avete voi (cibo, gioco, ma anche affetto). Queste regole hanno un perchè, hanno un chiaro significato per il cane, si rifanno alle regole che vigono all'interno del branco.
Riguardo alla vostra situazione bisognerebbe avere qualche informazione in piu'.. come si comporta in giro con gli estranei? com'è impostata la relazione? è importante conoscere la sua storia inoltre, ma mi sembra che in questo caso non sia possibile.
Se il cane si sente al vertice della gerarchia sicuramente cercherà di proteggerla e ancora di piu' viste le sue condizioni.
Ma bisogna anche valutare il grado di possessività (quanto è possessivo con le sue risorse) e territorialità del cane (quanto è territoriale). E qui torniamo al discorso della gestione..
Per fargli capire cosa volete da lui premiatelo quando si comporta bene (con un bocconcino molto buono) e ignorate i comportamenti sgraditi, che se non premiati o anche involontariamente rinforzati, si estingueranno. Se lo punite e basta, lui non sarà in grado di capire come volete che si comporti.
:o)
kiko
00Sunday, December 25, 2005 10:16 PM
Mi piacerebbe sapere come va e la razza del cane. un approfondimento te lo possono dare sicuramente anche i gestori del canile di provenienza. Quanto tempo e' stato in canile? E perche' e' stato li'? Quanti chili e' il cane? Hai sicuramnete letto ottimi consigli soprattutto gli ultimi. Ho avuto lo stesso problema ma legato alla territorialita'. Per risolverlo con le persone amiche (mamma o suocera compresa) piccolo stratagemma: incontro con estraneo in campo neutro, l'estraneo parla tranquillamente con me e da al cane un piccolo boccone. Poi tutti e tre andiamo nel nel cortile del cane ed eventualmente anche in appartamento. Un consiglio non lasciarlo mai solo con estranei. Se proprio non capisce meglio un box gabbia da tenere dentro in caso di visite (poche ore al gg non generano problemi)
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:34 PM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com