Rita Borsellino comanda la dc di Caltanissetta

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Vota DC
00Thursday, November 17, 2005 1:32 PM
Rita Borsellino è la candidata ufficiale della Democrazia Cristiana per la provincia di Caltanissetta e anche di tutta la Sicilia, per le Primarie, del 4 dicembre, per la carica di governatore in Sicilia.

E' stato deciso nel corso di un' Assemblea Regionale, davanti a numerosi dirigenti regionali, nei locali della sede regionale del partito, in via Mariano Stabile a Palermo, alla presenza del segretario regionale e portavoce nazionale, On. Alberto Alessi.

"La consapevole decisione, della Borsellino, è stata scelta dall'Assemblea del partito, dice l'on. Alessi, perché in Sicilia, è necessaria che il diritto va difeso e esercitato e anche siamo convinti che in Sicilia sia possibile costruire un orizzonte nuovo, produrre un reale e profondo cambiamento, dare vita a un percorso alternativo che aiuti la nostra isola ad uscire dal forte degrado etico, culturale, economico, sociale, dove poteri e interessi forti l'hanno condotta negli ultimi anni.

Crediamo che la candidatura di Rita Borsellino, la sua storia personale, possano segnare davvero una svolta e contribuire a costruire fiducia nel futuro e speranza nella nostra terra. Una candidatura in grado di costruire unità tra società politica e società civile. Una candidatura fortemente credibile per la coerenza e la dignità che Rita ha dimostrato in questi anni, attraverso il suo impegno nella società, la sua capacità di interpretare e dare voce alle istanze collettive, di costruire insieme alle persone".

Quando la politica chiama, si raccoglie il guanto e si accetta la sfida. Qualcuno ci riesce, altri un po' meno. Il fare politica diventa un gioco, alla faccia di quel tal Platone che ha tentato di insegnarcelo come si deve. C'è una signora, oggi, che ha deciso di dire la sua. E lo farebbe direttamente dal Palazzo dei Normanni.

Lì, da quella poltrona che oggi è di Salvatore Cuffaro, Rita Borsellino vorrebbe difendere la sua Sicilia. Lei, la sorella di Paolo, ucciso dalla mafia nel 1992, prova ad avvicendarsi al Totò regionale, oggi indagato per mafia, e di fare della legalità il punto a partire dal quale la parte buona della politica rinnega la sua complicità con quel lato cattivo che ha assassinato il fratello magistrato.

fonte www.democraziacristianapuglia.it/
balmungx
00Thursday, November 17, 2005 10:53 PM
I voti delle COsc... Ehmm.. dei palermitani li prenderà tutti [SM=x751526]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:52 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com