Redazionale n° 5 del 8 novembre 2006

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Club degli Allevatori
00Wednesday, November 8, 2006 3:19 PM
Meglio tardi che mai ma,…

in questo caso, siamo proprio fuori tempo massimo.

L’uscita fuori tempo massimo della voce federale sulla questione, “conoscersi per farci conoscere”, sembra uno di quegli interventi definibili, nella metafora calcistica, da cartellino rosso.
E’ buona regola che le iniziative indirizzate agli impegni collettivi siano anticipatamente illustrate nei loro dettagli, presentate adeguatamente con gli indirizzi e i benefici per attrarre le attenzioni, innescando nei singoli le opportune valutazioni, approfondimenti e chiarimenti per una loro massiccia partecipazione. Tutto ciò è venuto meno. Perché?
Per quale motivo, dopo aver deliberato l’iniziativa, nessuno della conduzione federale si è sentito in dovere d’informare con autorevolezza ,motivando l’impegno, presentandolo come attività d’interesse per tutta la collettività? Un atteggiamento misterioso o quantomeno eccessivamente prudenziale. La fortuna ha assistito l’iniziativa con la scelta delle persone, titolari dell’idea, alle quali è stata affidata la missione, risultando sensibili all’impegno, coinvolte e capaci ad affrontare le problematiche delle iniziali difficoltà, dovute proprio all’inadeguatezza delle informazioni ufficiali. Sostenere ora che la Commissione preposta era la voce ufficiale della Federazione lo si deve ritenere un atteggiamento non corretto da intendersi solo come alleggerimento delle proprie responsabilità, sul mancato impegno di chi doveva garantirlo. L’utilizzo del copia-incolla dei lavori della Commissione è stato un intervento riduttivo e rivolto solo agli utilizzatori d’internet dove, per meriti degli utenti, si è svolto un ampio dibattito del tutto ignorato dalle voci ufficiali della conduzione.
Usando nei tempi dovuti la voce ufficiale della Federazione tutti avrebbero prestato più attenzione, offerta più partecipazione e in definitiva portato un risultato più attendibile.
L’assenza delle informazioni ci è sembrato un vero e proprio enigma, simile a quello d’affidare ai geometri il lavoro progettuale e agli ingegneri l’esecutività nel cantiere. Solo l’arroganza del sentirsi superiori a tutti i costi e contro ogni diversa convinzione, può arrivare a queste aspirazioni.
Tuttavia l’uscita fuori tempo massimo può significare solo una rincorsa per aggrapparsi alla sella del cavallo in dirittura d’arrivo e solo dopo aver constatato che ci sono i numeri per approdare ad un traguardo significativo.
Se così sarà va dato merito e un grande ringraziamento a tutte quelle persone che si sono impegnate ed in particolare alla Commissione preposta ideatrice del progetto, la quale meriterebbe d’essere maggiormente assistita e dotata di mezzi superiori, per il solo motivo che questo primo passo dovrà trovare ulteriori adeguati percorsi per raggiungere mete più importanti.
Usando ancora il se (perdonateci l’avverbio dubitativo dovuto alla consapevolezza che molti apprenderanno dell’iniziativa solo nella seconda metà di novembre) i tesserati avranno fatto emergere un secondo grande risultato che non si potrà non tenerne conto : la loro ferma e certificata volontà nel riconoscersi come Allevatori e in nessuna altra veste.
Rispondendo al cosiddetto “censimento” è stata offerta e ufficializzata un’ulteriore risposta sull’identità che vorrebbero fosse loro assegnata senza se, senza ma e senza però e, soprattutto, offrendo la chiara indicazione di volere uscire da un’insalata mista che non si sa ancora a cosa serva.
Sono Allevatori, voglio esserlo ed essere identificati per quello che realmente fanno nel loro hobby: Allevare, con lo stimolo delle competizioni per potersi sempre confrontare, aggiornarsi per ottenere il meglio, accompagnati dalla valorizzazione dei loro lavori e attività senza dover ricercare una legittimazione con ruoli che non gli competono nel loro essere Allevatori.
Motivo quest’ultimo di riflessione per la Commissione che ci auguriamo saprà cogliere il significato e indirizzarlo sulla giusta strada.
A tutti gli Allevatori che hanno partecipato volontariamente alla “mappatura o censimento” Grazie!
La loro partecipazione va considerata un merito da condividere con la Commissione preposta e le Associazioni che, con il loro impegno, hanno reso possibile l’operatività e con nessun altro.

Club degli Allevatori
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:21 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com