RECENSIONE MUCCHIO D'OSSA-STEPHEN KING

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Stardust1982
00Monday, January 30, 2006 8:51 PM
RECENSIONE MUCCHIO D'OSSA-STEPHEN KING
Michael Noonan,scrittore di discreto successo vede la sua vita andare letteralmente a rotoli:sua moglie muore in tragiche circostanze e Mike solo dopo l'incidente viene a sapere che lei era in cinta.Alla perdita si aggiunge per lui un altro problema:la sua ispirazione letteraria sembra sparita nel nulla,anzi solo l'avvicinarsi al computer e cominciare a scrivere gli provoca fortissimi attacchi d'ansia e solo utilizzando dei romanzi che aveva scritto in passato e tenuti nascosti riesce a nascondere il problema al suo editore.Inoltre i suoi sonni sono tormentati da sogni inquietanti e da visione della moglie morta.Per un certo periodo Mike sopporta la situazione fino a quando,non potendone piu decide di recarsi per un a Sara Laughs,la sua resdenza estiva situata nei boschi nel Maine.Al suo arrivo egli sembra aver ritrovato parte dell'antica serenità e inizia persino un nuovo romanzo,ma non è una tranquillita destinata a durare,da un lato perchè si viene a trovare al centro di un intricata battaglia famigliare tra Mattie,giovane ragazza madre,e Max Devore,anziano miliardario che vorrebbe ottenere la custodia di Kyra,sua nipote nonchè figlia di Mattie,dall altra perchè la casa,lungi dal essere luogo di riposo,comincia ad essere teatro di spaventose apparizioni che porteranno Mike a scoperte terrificanti sul passato del piccolo centro abitato.In un rapido precipitare di eventi lo scrittore si troverà a dover affrontare oscure forze del male anche se aiutato dalla presenza dello spirito della moglie morta;egli scoprirà che è lo spirito di Sara Laughs,cantante di colore degli anni '30,colei da cui deriva il nome della casa,a tormentare gli abitanti della zona per vendicarsi di un qualcoa accaduto decenni prima;solo la scoperta della verità potrà aiutare Mike a rendere la pace a Sara e mettere fine alla tragica vicenda.

Un altro romazo riuscitissimo dell'indiscusso re del brivido che ancora una volta ambienta la sua storia nei boschi del Maine,tra persone normali ma che nascondono segreti insospettabili.Chi legge rimane col fiato sospeso fino alla fine,e la conclusione è completamente inaspettata e si arriva ad essa solo attraverso un turbinio di eventi che si fanno sempre piu vorticosi man mano che ci si avvicina alla fine del romanzo,fine neppure troppo definita perchè un ultimo dubbio viene instillato all'orecchio di chi legge in una delle ultime pagine.

Spero di avervi incuriosito!!! [SM=x377652]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:24 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com