Perche' continuare a vivere?

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
UTENAsROSE
00Monday, August 3, 2009 11:14 AM
Sono molto sfiduciato da quello che mi riserva il mio futuro.

Ho quasi 40 anni, e 4 relazioni finite alle spalle.

Ho comprato e vivo in una casa che non mi piace.
Ho provato a venderla, ma il prezzo e' troppo alto (dicono le agenzie) e praticamente dovrei svenderla.

Sono andato via da roma, perche' con il mio solo stipendio non riuscivo a permettermi di comprare una casa...

Vorrei tanto ritornare in citta', comprarmi un piccolo appartamentino, tutto per me... e ricominciare a vivere...

Ma mi sento intrappolato in una vita che non e' mia: non e' questo quello che desideravo, quando avevo 20 anni.

L'ultima relazione l'ho chiusa io, dopo 6 anni: affettivamente il massimo, sessualmente una tragedia. Non e' colpa di nessuno se a me piacciono i superdotati e lui non lo e'. Ci abbiamo provato, ma forse e' stata anche la paura di rimanere solo che mi ha costretto a tanti compromessi...

Ho quasi 40 anni, e non ho la indipendenza economica che vorrei... non riesco ad arrivare a fine mese, nonostante siamo in due che lavoriamo (il mio ex ancora vive con me ... ancora per qualche mese)...

E quando rimarro' solo che faro'? che succedera'?

A volte ci si domanda SI o NO circa l'eutanasia per motivi seri e gravi di salute... a me piacerebbe uscire di scena piano, senza clamori... non trovo piu' una ragione di vita.
Non vedo piu' la bellezza di un tramonto o di una spiaggia.
Non vedo piu' il bello di incontrare nuove persone

Sono da solo, mi sento solo, sfiduciato e sfigato dalla vita. Ho avuto tante occasioni, ma si sono rivelate sempre uno sbaglio.

Ho perso la fiducia in quello che faccio... tanto va sempre a finire male...

Quindi mi chiedo: perche' continuare a vivere?

Vorrei morire, ho pensato tante volte al sollievo senza termine di una morte... ma sono troppo codardo e vigliacco per imprimermi dolore...

forse cadendo da una rupe molto alta... ma se avessi la sicurezza che potrei morire davvero, e non rimanere invalido e intrappolato di una macchina per il resto della mia vita.

La mia vita non ha senso... continuo a viverla perche' esisto... ma esisto nonostante non viva...

Mi sento una pianta, un vegetale... uno che sa' che il domani sara' sempre uguale, se non peggiore...

Perche' continuare a vivere, quando sai che gia' ti andra' male...

Io vorrei cessare di vivere... ma perche' non fanno degli istituti dove uno può andare, mette una bella firma, e gli fanno una bella iniezione, e poi il nulla?

Sarebbe bellissimo... io continuo a vivere, sperando in questo.... sperando che qualcosa accada per mettere fine alla mia vita.

Scusate lo sfogo, ma oggi sono proprio giù, più del solito!
ciukina.
00Monday, August 3, 2009 4:50 PM
Ciao Utena,mi permetto di scrivere un pensiero nella pagina del tuo diario e rispondere in maniera del tutto personale alla tua domanda.

Perchè continuare a vivere?

Perchè tanto peggio di così non ti potrebbe andare, e per una strana legge di parallellismo, in teoria, dovrebbe andar meglio di giorno in giorno [SM=x1863075]

Domandarsi il perchè, significa essere alla ricerca di qualcosa, non si è caduti nello sconforto più totale ma si lotta con le unghie e con i denti per la ricerca di un motivo esistenziale per continuare un percorso di conoscenza.

Quello che provi te lo crei tu.

Mi permetto di citarci qualche passaggio di psicologia in quanto le mie letture ultimamente sono rivolte allo studio della psiche.

".....nella psicologia fondata sulla psicoanalisi noi abbiamo preso l abitudine di servirci, come di un punto di partenza, dei processi mentali inconsci....è facilmente riconoscibile la finalità fondamentale da cui sono governati questi processi primari: essa viene definita principio del piacere-dispiacere o, più brevemente , principio del PIACERE. Questi processi lottano per il raggiungimento del piacere ....."

In breve il saggio comunica che la ricerca di un piacere reale nasce da un principio di dispiacere.

Sei sulla strada giusta.
[SM=x1855911]



harrypotter79
00Monday, August 3, 2009 9:28 PM
Beh...parlare di eutanasia per problemi economici e' un insulto
all'intelligenza umana.

Capisco che la vita e' dura, e che arrivare a fine mese e' sempre piu' problematico, ma e' un problema che accomuna tutti!

In Italia ti assicuro che c'e' gente che sta peggio di te, per non parlare di gente che campa di "stenti" in altri Paesi.

Eutanasia perche' sei sieropositivo?

Beh... e' assurdo!

Essere sieropositivi non significa nulla.
Se ti curi morirai di vecchiaia!!!

In merito alla casa...che dire....
mi pare di capire che tu una casa di proprieta' ce l'hai!

Io no!

che dovrei fare? ...prenotare l'eutanasia prima di te??

Ma daiiii!

in Italia siamo fissati con il "mattone" ...vuoi un suggerimento?
Sfata questo luogo comune!

Vendi casa, acquista un bel terreno e costruisciti una casa prefabbricata, di quelle in legno, ecologica, a basso consumo energetico accogliente e immersa nel verde.

Non male come idea vero?

Con meno di 50 mila euro il sogno e' realizzabile in qualche settimana!

Ho capito che il tuo problema principale non e' la casa, non e' essere sieropositivo...

E' l'amore!

Piu' lo cerchi e meno arriva....

Smetti di cercare disperatamente "la storia per la vita".

Rilassati, vivi la tua giovinezza (a 40 anni sei un ragazzo!)
coltiva le tue passioni e vedrai che se saprai comunicare serenita' d'animo...l'amore si avvicina da se'!

E' come una calamita. Chi sta bene con se stesso, comunica benessere agli altri, e quindi attira interessi e sentimenti.

Utena, che dire...
e' un peccato sentirti cosi' giu'!

Qui penso che "nessuno" ti verra' a dire frasi del tipo
"ti sono vicino in questo momento di sconforto...ma prima o poi il sole risorgera'...ecc.ecc...e bla bla bla..."

Io preferisco dire.... smettila di dare spazio alle "nevrosi"
e riparti da te. Devi rimetterti in gioco e riscendere in campo.

L'arena ti aspetta! ...e mi dispiace dirtelo....ma nell'arena
tante sono le persone che hanno problemi economici!

Tantissime!

...ma nessuno parla di eutanasia.
Chi lo fa ...lo fa perche' ha un problema, un problema psicologico irrisolto.

Risolvilo quanto prima e vedrai tutto con altri occhi.

La vita non e' una merda!

Sono le persone a farla diventare tale!!
e spesso lo fanno da sole, senza un vero motivo.


un abbraccio,

harry [SM=g1855874]



harrypotter79
00Monday, August 3, 2009 10:26 PM
Re:
ciukina., 03/08/2009 16.50:

Ciao Utena,mi permetto di scrivere un pensiero nella pagina del tuo diario e rispondere in maniera del tutto personale alla tua domanda.

Perchè continuare a vivere?

Perchè tanto peggio di così non ti potrebbe andare, e per una strana legge di parallellismo, in teoria, dovrebbe andar meglio di giorno in giorno [SM=x1863075]

Domandarsi il perchè, significa essere alla ricerca di qualcosa, non si è caduti nello sconforto più totale ma si lotta con le unghie e con i denti per la ricerca di un motivo esistenziale per continuare un percorso di conoscenza.

[SM=g1855871] Quello [SM=g1855871] [SM=g1855871] che provi te lo crei tu.

Mi permetto di citarci qualche passaggio di psicologia in quanto le mie letture ultimamente sono rivolte allo studio della psiche.

".....nella psicologia fondata sulla psicoanalisi noi abbiamo preso l abitudine di servirci, come di un punto di partenza, dei processi mentali inconsci....è facilmente riconoscibile la finalità fondamentale da cui sono governati questi processi primari: essa viene definita principio del piacere-dispiacere o, più brevemente , principio del PIACERE. Questi processi lottano per il raggiungimento del piacere ....."

In breve il saggio comunica che la ricerca di un piacere reale nasce da un principio di dispiacere.

Sei sulla strada giusta.
[SM=x1855911]







[SM=x1855910] [SM=x1855910] [SM=x1855910] [SM=x1855910]

[SM=g1855871]
harrypotter79
00Monday, August 3, 2009 10:26 PM
Re:
ciukina., 03/08/2009 16.50:

Ciao Utena,mi permetto di scrivere un pensiero nella pagina del tuo diario e rispondere in maniera del tutto personale alla tua domanda.

Perchè continuare a vivere?

Perchè tanto peggio di così non ti potrebbe andare, e per una strana legge di parallellismo, in teoria, dovrebbe andar meglio di giorno in giorno [SM=x1863075]

Domandarsi il perchè, significa essere alla ricerca di qualcosa, non si è caduti nello sconforto più totale ma si lotta con le unghie e con i denti per la ricerca di un motivo esistenziale per continuare un percorso di conoscenza.

[SM=g1855871] Quello [SM=g1855871] [SM=g1855871] che provi te lo crei tu.

Mi permetto di citarci qualche passaggio di psicologia in quanto le mie letture ultimamente sono rivolte allo studio della psiche.

".....nella psicologia fondata sulla psicoanalisi noi abbiamo preso l abitudine di servirci, come di un punto di partenza, dei processi mentali inconsci....è facilmente riconoscibile la finalità fondamentale da cui sono governati questi processi primari: essa viene definita principio del piacere-dispiacere o, più brevemente , principio del PIACERE. Questi processi lottano per il raggiungimento del piacere ....."

In breve il saggio comunica che la ricerca di un piacere reale nasce da un principio di dispiacere.

Sei sulla strada giusta.
[SM=x1855911]







[SM=x1855910] [SM=x1855910] [SM=x1855910] [SM=x1855910]

[SM=g1855871]
Giolau
00Tuesday, August 4, 2009 2:18 AM
Re:
UTENAsROSE, 03/08/2009 11.14:

Sono molto sfiduciato da quello che mi riserva il mio futuro.

Ho quasi 40 anni, e 4 relazioni finite alle spalle.

Ho comprato e vivo in una casa che non mi piace.
Ho provato a venderla, ma il prezzo e' troppo alto (dicono le agenzie) e praticamente dovrei svenderla.

Sono andato via da roma, perche' con il mio solo stipendio non riuscivo a permettermi di comprare una casa...

Vorrei tanto ritornare in citta', comprarmi un piccolo appartamentino, tutto per me... e ricominciare a vivere...

Ma mi sento intrappolato in una vita che non e' mia: non e' questo quello che desideravo, quando avevo 20 anni.

L'ultima relazione l'ho chiusa io, dopo 6 anni: affettivamente il massimo, sessualmente una tragedia. Non e' colpa di nessuno se a me piacciono i superdotati e lui non lo e'. Ci abbiamo provato, ma forse e' stata anche la paura di rimanere solo che mi ha costretto a tanti compromessi...

Ho quasi 40 anni, e non ho la indipendenza economica che vorrei... non riesco ad arrivare a fine mese, nonostante siamo in due che lavoriamo (il mio ex ancora vive con me ... ancora per qualche mese)...

E quando rimarro' solo che faro'? che succedera'?

A volte ci si domanda SI o NO circa l'eutanasia per motivi seri e gravi di salute... a me piacerebbe uscire di scena piano, senza clamori... non trovo piu' una ragione di vita.
Non vedo piu' la bellezza di un tramonto o di una spiaggia.
Non vedo piu' il bello di incontrare nuove persone

Sono da solo, mi sento solo, sfiduciato e sfigato dalla vita. Ho avuto tante occasioni, ma si sono rivelate sempre uno sbaglio.

Ho perso la fiducia in quello che faccio... tanto va sempre a finire male...

Quindi mi chiedo: perche' continuare a vivere?

Vorrei morire, ho pensato tante volte al sollievo senza termine di una morte... ma sono troppo codardo e vigliacco per imprimermi dolore...

forse cadendo da una rupe molto alta... ma se avessi la sicurezza che potrei morire davvero, e non rimanere invalido e intrappolato di una macchina per il resto della mia vita.

La mia vita non ha senso... continuo a viverla perche' esisto... ma esisto nonostante non viva...

Mi sento una pianta, un vegetale... uno che sa' che il domani sara' sempre uguale, se non peggiore...

Perche' continuare a vivere, quando sai che gia' ti andra' male...

Io vorrei cessare di vivere... ma perche' non fanno degli istituti dove uno può andare, mette una bella firma, e gli fanno una bella iniezione, e poi il nulla?

Sarebbe bellissimo... io continuo a vivere, sperando in questo.... sperando che qualcosa accada per mettere fine alla mia vita.

Scusate lo sfogo, ma oggi sono proprio giù, più del solito!





da Dove comincio a dirti che secondo me parti proprio col piede sbagliato? solo 4 relazioni..ma ne hai ancora da vivere di relazioni che finiranno e nel mentre starai come un Dio..niente p
urtroppo è eterno..anche se la vita è misteriosa..
almeno una casa ce l'hai io no e nemmeno trovo unlavoro ma nondemordo,continuo, tra paranoie come e forse a volte pegggiori delle tue ma non penso mai al suicidio..ci vuole tropo coraggio a vivere non credi..morire è troppo facile certe volte..quando tutto sembra andare storto e le forze vengono meno scegliamo sempre la via più semplice..e invece la vita è continuazione e riserva un sacco di sorprese..belle e anche brutte..ma questa è la vita..e lo sai che quelle belle rimangono dentro di noi a lungo..quanto noi le vogliamo tenere..e ciukina ha ragione,il raggiungimento del piacere..pochi , puntano a stare male..quello che cerchiamo asiduamente, io in primis, è stare sempre al meglio ..e questo varrà sicuramente anche a per te..l'amore..già, io è da settembre che non sò più che viso abbia..ma la mia storia è ben diversa dalla tua..la vita è una continua mutazione e spesso noi9 ci rammarichiamo perchè vorremo restare nell'immobilità..ma amico mio, come poptremmo quando tutto l'universo è in movimento noi piccoli esseri stare fermi..orsù..buona vita..y suerte.. [SM=x1912639]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:16 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com