Perchè sei Cristiano

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
lovelove84
00Tuesday, October 20, 2009 10:17 PM
PERCHE' TI DICI CRISTIANO?
Forse la prima risposta che ti viene è quella che molti hanno sulle labbra: << io credo in n Dio, lo prego a modo mio, quindi sono anch'io cristiano>>

Milioni di musulmani credono in Dio, e lo pregano, anche i Buddhisti credonoin Dio,a modo loro
Eppure, nè il musulmano nè il buddhiosta si dice cristiano

Per essre cristano non basta credere in Dio

Chi è allora il Cristiano?

E' cristiano chi crede in Gesù Cristo,il falegname di Nazaret vissuto tanti anni fa,
e riconosce in lui il Figlio di Dio, fattosii unom per noi.
Cristiano è chi accetta la Parola di Gesù e si impegna a vivere secondo l'insegnamento del vangelo.

Essere cristiano è anzitutto averfede,
cioè credere nella persona d Gesù e nella Parola.
A qesto punto dovresti domandarti seriamente i che cosa consiste la tua fede

Il bambino fa le cse per abitdine, o perchè gliele dicono
gli altri, raramente si domanda perchè.

tu sei adulto, non ti puo bastare la fede ricevuta da bambino


Essere adulto nella fede vuol dire che tu sai bene in che cosa credi, e lo scegl in piena coscienza.
francocoladarci
00Wednesday, October 21, 2009 4:01 PM
In effetti, essere cristiani implica il riconoscimento degli insegnamenti del Cristo, non solo implica la fede nel suo sacrificio, nella sua morte e soprattutto nella sua risurrezione, il cristiano non è colui che crede in Dio, come ha fatto osservare Lovelove, ma colui che a fede ed accetta le disposizioni di Gesù.

Si può essere cristiani e non accettare la Chiesa?, assolutamente no, il cristiano nel suo amore per Cristo è “obbligato” ad accettare e avere fede nella Chiesa(costituita da Cristo stesso), perché la nostra fede in Cristo viene dopo aver accettato la fede nella Chiesa(non è eresia), la fede nella Chiesa ci ha permesso di conoscere Gesù, la Chiesa ci ha trasmesso i suoi insegnamenti, ci ha fatto conoscere ciò che Egli ha detto e ciò che ha fatto, acquisendo per Ratio tutto questo, il nostro cuore è stato spinto nella Fides verso il Cristo, e solo così ci si può definire “ cristiani”.

Franco
lovelove84
00Wednesday, October 21, 2009 4:36 PM
GESU' UOMO GIUSTO

Gesù di Nazaret è vissuto circa 2000 anni fa.
Proveniva da famiglia ebr, faceva il alegname a Nazaret in Galilea.

Gli ebrei erano un popolo religioso
le loro legge si ispiravano alle Legge di Dio,
l'intera popolazione accorreva ogni anno
al Tempio di Gerusalemme,
i sommi sacerdoti esercitavano anche l'autorità civile

Al tempo di Gesù, l'imperatore di Roma
comandava in tutti i paesi affacciati sul Mediterraneo,
e le sue truppe occupavano la Palestina.

Gesù non era quello che oggi chimiamo un "uomo famoso". Aveva esercitato un mestiere umile, senza farsi una posizione. Non aveva avuto nè ricchezza nè successo politico. Eppure, nessuno mai è stato più "uomo" di lui.

Chi ha conosciuto Gesù lo descrive con ammirazione come UOMO GIUSTO.

Egli << ha lavorato con mani di uomo
ha pensato con mente di uomo
ha agito con volontà d'uomo,
ha amato con cuore di uomo>>
(conc. Vat. II gs22)

Ha amato i bambini, si è commosso sui malati,
ha trovato parole di perdono per
le prostitute e gli assassini.

Egli ha parlato con libertà e dolcezza, indicando le vie dell'amore, della giustizia, della sincerità e percorrendole egli stesso.

la gente cui si rivolgeva non erano migliori di adesso.

Oggi come allora, il mondo della politica e degli affari insegna che non è importante dire la verià per essere onesti. Ciò che conta è interpretare ogni fatto a proprio vantaggio.

Gesù parla chiaro:

Per questo sono venuto nel mondo,
per rendere testimonianza alla verità.
Chiunque è dalla parte della verià ascolta la mia voce
Gv. 18.37
Il vostro parlare sia secondo sincerità si se è si,no se è no. Mt 5.37


Senza accorgerci, ci interessiamo solo di noi, e di ciò che ci fa comodo. Chi non ha mai detto "io mi faccio gli affari miei?"

Gesù insegna una strada diversa:
Fate agli altri tutto quello che volete che gli altri facciano a voi Mt 7:12

Gesù non ha insengnato solo con la parola, ma soprattutto con il suo comportamento.

Un suo intimo amico, Simon Pietro, ce lo presenta cosi:

Cristo ha sofferto per voi,
lasciandovi un esempio da seguire;
egli non ha commesso peccato, sulla sua bocca non si è mai trovato inganno.
Ingiuriato, non rispondeva con altre ingiurie;
maltrattato, non minacciava,
ma si rimetteva a Dio che giudica giustamente
1Pietro 2:21-23



Ho reso visibile le parole fra virgolette aperte e chiuse, perchè queste ultime le facevano sparire e si perdeva la comprensione della frase [SM=g8422]

Elyy.
00Wednesday, October 21, 2009 10:13 PM


Interessante questo catechismo per adulti

[SM=g8925]Ely




lovelove84
00Wednesday, October 21, 2009 10:18 PM

Ho reso visibile le parole fra virgolette aperte e chiuse, perchè queste ultime le facevano sparire e si perdeva la comprensione della frase



grazie, uno l avevo cambiato forse non mi sono accorta di altri...

baci [SM=g9508]
bruna454
00Wednesday, October 21, 2009 10:43 PM
Re:
lovelove84, 21/10/2009 22.18:


Ho reso visibile le parole fra virgolette aperte e chiuse, perchè queste ultime le facevano sparire e si perdeva la comprensione della frase



grazie, uno l avevo cambiato forse non mi sono accorta di altri...

baci [SM=g9508]




Cara e dolce Love sei stupenda [SM=g7292] ...avessi avuto allora una insegnate come te quando ero dalle suore forse averei pensato seriamente a una mia permanenza.....ciao cara con affetto [SM=g7292] BRUNA
lovelove84
00Thursday, October 22, 2009 5:17 PM
GESU' CI PARLA DI DIO

Gesu' ha sopratutto parlato dio Dio.

Sovente noi ci faccio una strana idea di Dio:
lo pensiamo un Essere Onnipotente, ma lontano,
una specie di Re de'universo,
cosi potente che non gli si può sfuggire,
o peggio, un Giudice severo.

Gesu insegna che:

Dio è il Padre buono che ci ama.

Dio si comporta con noi come un innamorato
Egli si preoccupa delle persone che ama
ci conosce, vuole il nostra bene, e ci dà tutto.

Giovanni, che ha capito il Messaggio di Gesù, scrive:

non siamo noi che abbiamo amato Dio,
ma è Dio che ha amato noi!
1GV:4,10

e Gesù stesso:

se voi, cattivi come siete,
sapete provvedere ai vostri figli,
quanto più il vostro padre che è nei cieli Mt 7:11


la cosa più esplosiva che Gesù ha detto è che

IL PADRE CI CHIAMA A SE' A CONDIVIDERE L SUA ELICITA'

Gesù usa parole semplici,, ma espressive: siamo chiamati a viviere per sempre nella Casa del Padre, camminiamo in una speranza fatta di gioia. Ascoltiamolo:

Non si turbi il vostro cuore.
Credete in Dio, credete in me
Nella casa del Padre c'è posto per tutti,
Io vado a preparare un posto per voi,
e verrò di uovo a prendervi con me,
affinchè dove sno io, siate nche voi Gv 14:1-3


Siamo chiamati a partecipare alla vita stessa di Dio
il cristiano ha capito che Dio non è un essere solitario
DIO E' VITA ED AMORE

Gesù ci a svelato qualcosa del Ministero di Dio, noi esprimiamo la Vita intima di Dio con le parole stesse del Vangelo: siamo chiamati a vivere

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo.


lovelove84
00Friday, November 6, 2009 5:15 PM
IL MISTERO D GESU'

quest'uomo cosi interessante porta in sè un mistero.

chi è costui che conosce cosi bene Dio,
che parla dell'aldilà come di casa sua,
che da un senso nuovo alle cose di ogni giorno?

chi è costui che comanda alle malattie,
che ha richiamato dalla orte l'amico Lazzaro,
che ha calmato le acque infuriate del lago?

chi è costui, capace di comprendere ogni sofferenza,
povero ed amico dei poveri,
venuto per portare pace e per servire,
ma impegnato a lottare contro l 'ipocrisia
e ogni forma di ingiustizia?

la gente che l'ha conosciuto ha capito che in Gesu' di Nazaret c'è un mistero.

egli stesso ha parlato chiaro, davanti agli ebrei scandalizzati

Io e il Padre siamo una cosa sola Gv. 10:30


ai discepoli che stentavano a capire, nell'intimità dell'Ultima cena, spiegò:

Filippo, chi vede me ha veduto il Padre Gv 14:9


i suoi avversari non gli credettero e lo accusarono:

tu sei uomo e pretendi di farti Dio Gv. 10:33

ma i suoi amici un po' alla volta compresero il Mistero di Cristo

GESU' E' IL FIGLIO DI DIO
CHE SI E' FTTO UOMO
PER FARCI CONOSCERE IL PADRE

un fatto cosi grande: Dio che viene tra noi, interessa ogni uomo, anche l'uomo di oggi.

c'è nel cuore di ogni uomo un desiderio di infinito;
ogniuno cerca, seppur a tastoni, di incontrare a Dio

in Gesù scopramo che Dio ci è vicino

com'è scritto nel vangelo di Giovanni 1:14

in lui Dio si è fatto uomo ed abitò tra noi

c'è nel cuore di ogni uomo, il desisderio di conoscere la Verità, di sapere ciò che è vero e giusto in questa Via, e che cosa ci attende dopo la morte.

Gesù ci offre la luce della Verità

Egli ha detto:

Io sono la Via la Verità e la Vità Gv 14:6

egli ci aiuta a scoprire il senso della nostra vita e della nostra morte.

ogni uomo sperimenta il peso del male: sofferenze, angoscia,
peccato e miseria.
c'è nel cuore di ogni uomo una grande ansia di liberazione.

Gesù si presenta con il Liberatre.

Egli è stato mandato

a predicare ai prigionieri la liberazone,
ai ciechi la vista
a rimettere in libertà gli oppressi,
ad anunciare ai poveri la buona novella
Luca 4:18

ogni uomo che crede in lui illuminato dalla sua Verità e liberato dal suo Amore, si apre ad una Vita nuova, che raggiungerà la pienezza nella Vita di Dio.

leggere.
Giovanni 1:1-18
Matteo 16:13-20
Giovanni 4:1-42
Bicchiere mezzo pieno
00Saturday, November 7, 2009 1:58 PM

Francocoladarci ha scritto:
Si può essere cristiani e non accettare la Chiesa?, assolutamente no



Diciamo che è una contraddizione logica, ma che è possibilissimo nel campo della vita pratica.
Proprio la Chiesa infatti riconosce cristiani non pienamente nella comunione della fede, tutti quei credenti che credono a Gesù Cristo come Dio e come Seconda Persona della Trinità. Mi è capitato di sentire all’omelia del prete, durante una messa, un’applicazione più estesa dell’illustrazione delle ‘altre pecore’ applicandola ai cristiani che non sono di fede cattolica.
Non sono pienamente nella comunione della fede ma confessano Gesù Cristo come Signore e Dio e dunque anch’essi vengono considerati dalla Chiesa stessa, a pieno titolo, cristiani.


lovelove84
00Thursday, November 26, 2009 8:21 PM
IL CENTRO DELLA NOSTRA FEDE

a prima vista appare strano che Gesù abbia avuto tanti nemici. Ma era inevitabile; in un mondo ipocrita egli era la verità, in mezzo a gente interessata egli non pensava a sè, in una società fondata sull'egoismo egli è stato amore.

un tipo cosi dava fastidio, era una condanna vivente, doveva per forza essere eliminato,

i nemici di Gesù hanno deciso la sua morte

fuono spinti a volere la sua morte da tutto l'odio, dalla violenza, dall'ingustizia e dall'egoismo che da sempre troviamo nel mondo.

uno dei suoi amici intimi, Giuda, lo tradi e lo consegno ai soldati

Gesù sapeva che cosa lo aspettava

aveva detto:

"ecco saliamo a Gerusalemme e là sarò consegnato ai pontefici e agli scribi,
mi condanneranno a morte
mi consegneranno ai romani, mi scherniranno
mi sputeranno addosso,
mi flagelleranno e mi uccideranno
e dopo tre giorni risusciterò (marco 10:33-34
)

Gesù fu condannato a morire in croce
Era il supplizio che i romani riservavano agli schiavi.


egli aveva insegnato:

Amate i votri nemici, pregateper chi vi perseguita fate del bene a chi vi fa del male (matteo 5:44)

Seppe morire perdonando e pregando per i suoi nemici e per tutti gli uomini

Egli ha fatto della sua morte
IL PIU' GRANDE ATTO DI AMORE

secondo l'uso degli ebrei, il cadaere straziato di Gesù fu posto in una tomba scavata in una roccia.

il terzo giorno, i suoi amici trovarono la tomba vuota

dapprima increduli, si sono convinti quando lo hanno visto gli hanno parlato, lo hanno toccato hanno mangiato con lui, RISORTO

ESSI HANNO ANNUNCIATO A TUTTI LA ORO FEDE E LA LORO CERTEZZA

il Cristo morto e tornato in vita dopo tre giorni, come aveva preannunziato.

Gesù, il Giusto condannato ingiustamente, è risorto
perciò lingiustizia non trionferà definitivamente.

le ingiustizie che anche oggi vengono sopportate da tanto uomini veranno sanate, l'amore vincerà sull'egoismo.

la risurrezione di Gesù ci da la certezza che un giorno risorgremo anche noi: coloro che hanno creduto in lui ed hannocollaborato cn lui otterano ciò che hanno sperato

noi siamo chiamati a combattere con lui tutte le igiustizie, ad amare Dio e gli uomini ad ogni costo.

questo è il centro della nostra fede
dire "io credo" significa:

io credo in Gesù Cristo, Figlio di Dio fatto uomo, morto e risorto per noi

La risurrezione è il fondamento dii tutta la nostra fede cristiana


leggere
da Matteo 26:36 a 27:66
Luca cap 24:13-49
Giovanni cap 21
lovelove84
00Thursday, November 26, 2009 8:44 PM
GLI AMICI DI GESU'

Appena Gesù lasciò il suo lavoro ed il suo paese, per portare l'annuncio della salvezza alle città di Israele, si circondò di amici

Erano gente semplice, pescatori del lago, agricoltori della Galilea.. Egli stesso li chiamò a seguirlo.

"venite con me , disse a Simon Pietro e ad Andrea, e vi arò pescatori dii uomini (mrco 1:17)
"vieni e seguimi " disse a Matteo esattore delle tasse a favore dei Romani

fra tutti egli ne scelse dodici, da lui chiamati "apostoli"
cioè inviati a predicare la Buona Novella, il Vangelo della salvezza.

Per molti mesi gli furono vicini, udirono le sue parole, condivisero la sua vita.

Ne furono trasformati.
Tu hai le parole di vita eterna dice Pietro a Gesù (Gv 6:68)

Dedicarono tutta la vita a raccontare ciò che Gesù aveva detto e fatto, ripetendo la sua bontà ed il suo amore per tutti, annunziando la sua morte e risurrezione.

Questa predicazione fu raccolta nei quattro vangeli che con gli altri scritti formano il Nuovo Testamento.

Morirono da "martiri" cioè testimoni di quanto affermavano; furono uccisi perchè il loro modo di vivere dava fastidio a molti, come era successo a Gesù.

anche a noi Gesù rivolge il suo invito di amicizia.
chi entra nell'amicizia di Gesù si trova a far parte del gruppo dei suoi amici,

la Vita nuova del credente è vita di amicizia con Gesù.

Anche dopo il ritorno di Gesù al Padre, i suoi amici continuarono a vivere insieme, formando una comunità.

Chi diventa amico di Gesù entra a far parte della Chiesa.

non si puù essere amici di Gesù per proprio conto, ignorando gli altri. egli ha promesso: dove due o tre saranno radunati nel mio nome, io sarò li in mezzo a loro.

L'AMICIZIA DI GESU' SI VIVE IN COMUNITA'.


leggere
Giovanni cap 1:35-51
Luc 5:1-11
Matteo Cap 10


lovelove84
00Saturday, February 26, 2011 3:18 PM
Finalmente posso riprendere questo bellisimo post!
LA NUOVA VITA IN CRISTO

Chi aderisce a Gesù, cioè crede in lui ed è disposto a seguirlo, inizia una vita nuova. Questo vuol dire un nuovo modo di essere agire e valutare.

Gesù un giorno stupì un uomo dicendogli che non si può essere suoi amici se non si rinasce di nuovo

I cristiani hanno chiamato questa nuova vita, che Dio ci dà gratis, Grazia Divina

Commenta l evangelista Giovanni:

A quanti lo accolsero ,
a quelli che credono in lui,
Gesù diede potere di diventare figli di Dio.
Essi non da volontà di uomo, ma da Dio sono nati
1:12.13

Oltre la vita che ci hanno dato papà e mamma e che ci fa loro figli (da volontà di uomo)
è donata al credente la vita divina (da Dio sono nati)

E' questo il capolavoro dell'amore del Padre: ci chiamiamo figli di Di e lo siamo veramente 1 GV 3:1

Chi prende coscienza di essere figli di Dio sente spontaneo il bisogno di rivolgersi al Padre.
Questa è la Preghiera, frutto della presa coscienza della vita nuova ch'è in noi, Il suo vero significatoè lode e ringraziamento.

Dio ho preso me per figlio!
Dio ama me come fa un Padre!
in me c'è una realtà nuova, divina
soo liberato dal male che c'è in me
non potrò ringraziare abbastanza chi ha fatto questo per me
un Dio cosi và lodato per sempre.

Chi ha esperienza di preghiera si accorge che quei momenti hanno qualcosa di particolare, San Paolo lo spiega cosi:
Noi non sappiamo pregare in modo giusto,
ma lo Spirito di Dio viene in aiuto alla nostra debolezza e prega Egli stesso in noi
RM 8:26

e ancora

e perchè siete figli, Dio ha inviato nei vostri cuori lo Spirito del Figlio suo, che grida Papà! Galati 4:6

Da bambini abbiamo imparato le preghiere, formule molto belle e frutto di secoli di vita cristiana, alcune sono tratte dal vangelo.
Credevamo che "pregare" volesse dire "recitare" quelle formule, ma da adulti scopriamo che non è solo recitare delle formule ma è

parlare con amore a un Padre.

Anche nel pregare Gesù è nostro modello, Egli ha usato le preghiere del suo popolo ma più sovente ha parlato al Padre con parole sue.

ti ringrazio Padre, Signore del cielo e della terra perchè la tua salvezza è nascosta ai sapienti e agli scaltri,
e lhai rilevata ai piccoli.
Ti lodo,Padre perchè cosi hai voluto
MT 11:25.26

Chi è innamorato quasi senza saperlo orienta alla persona amata tutto quello che fa, anche quando è lontano, assorbito dal lavoro la sua vita e la fatica sono per lei/lui

Chi è pienamente consapevole della sua vita nuova di figlio di Dio orienta ogni sua azione a Dio

in questo senso va intesa la Frase "chi lavora prega" e Paolo ci ricorda:

Sia che mangiate sia che beviate, sia che facciate qualunque altra cosa, fate tutto a gloria di Dio 1corinti 10:31

L'Amore non è fatto solo di sentimento, ma è sopratutto fedeltà, cioè disponibilità a condividere la vita dell altro nella buona e nella cattiva sorte.
anche il cristiano sa manifestare la propria fedeltà a Dio attraverso la preghiera.

ogni giorno sa trovare il tempo per il colloquio con Dio, anche quando le cose vanno male.
Sovente Gesù era assorbito dalla folla, eppure non rinunziava al colloquio con Padre.

Marco 1:32.35

Coloro che hanno questa fede scoprono di essere fratelli, e trovano naturale riunirsi per pregare l 'unico Padre in comune.

Da leggere
Giovanni 3:1.21
Giovanni 15: 1-8
Luca 17:11-19
Giovani 17 tutto



Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:28 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com