Per te che sei stato ferito o scandalizzato da una brutta esperienza in qualche chiesa...

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Isaia53.Mattia
00Thursday, January 19, 2006 1:47 PM
Inutile negarlo, le chiese cristiane in Italia troppo spesso sono piu' impegnate a farsi guerra tra loro che a preoccuparsi di chi ancora non conosce la persona di Gesù Cristo. Pare che il legalismo e il sèttarismo oramai permeino ogni locale di culto. Ma sappiate che non sempre è così...perchè se da un lato vediamo figure di pastori, preti o cmq conduttori di chiese che pensano ai propri scopi personali, siano essi il guadagno o l'avere una posizione di prestigio, dall'altro ci sono miriadi di credenti sinceri, che soffrono per questa situazione ma che sanno che nessun uomo in realtà è il capo della chiesa bensì Cristo! Sanno che non dipende da Dio se queste cose accadono ma della scelta che ogni persona fa di come usare il vangelo, se applicarlo amando il prossimo e se farne uno strumento di guadagno. Sanno quindi che è inutile prendersela con Dio se gli operai nella sua chiesa lavorano male o addirittura sono falsi operai. Ma poi cosa significa chiesa? Io dopo tanta riflessione ho capito una cosa: la chiesa come viene intesa nel senso comune del termine non ha nessun valore! SOno solo 4 mura entro le quali la gente si riunisce e non esiste una chiesa in questo caso perfetta e soprattutto non esiste la chiesa dove si è salvati e quella dove non si è salvati! Chi salva è Cristo e chi guida il credente è Dio!
Voglio dire questo a tutti quelli che si sono allontanati da Dio, che volevano avvicinarsi e conoscerlo meglio ma sono rimasti scandalizzati da qualche evento o situazione in chiesa, a tutti quelli che hanno visto il loro rapporto con Dio deteriorarsi a causa dell'indurimento del loro cuore dinnanzi a queste cose.....voglio dire che la VERA CHIESA è quella che ora possiamo definire invisibile, composta da chi ha davvero compreso le parole di Gesù e cerca di sforzarsi di mettere in pratica...persone che se ne fregano di perdere tempo per dimostrare che la propria chiesa (con c minuscola) è la migliore! La vera Chiesa è composta dal sincero e umile cristiano sudafricano assieme al suo fratello che abita in Islanda e nemmeno conosce!
Ma che fare dinnanzi al dilagare del buisness? di presunti pastori che invece di presentare Gesù Cristo e i suoi insegnamenti affinchè le persone poi siano libere di applicare ma soprattutto di gestire la propria vita in base a tali insegnamenti non fanno altro che prendere possesso della vita di queste persone? che invece di seminare il buon seme e lasciare che cresca a dia frutto tentano solamente di creare proseliti, automi, che non hanno una testa propria ma che seguono alla lettera ogni parola che esce dalla bocca del pastore? Che non muovono un passo senza l'approvazione del pastore? Il cristiano dovrebbe dipendere da Dio non dal pastore o prete che sia!!!
Mi rendo conto che è abbastanza utopico pensare di poter risolvere una tale situazione anche perchè sarebbe controproducente farlo. Dico questo perchè a tal proposito Gesù rispose ai suoi discepoli che le zizzanie vanno lasciate crescere assieme al grano per evitare di estirpare il grano buono assieme alle zizzanie...e quando sarà il momento del giudizio del VERO E GIUSTO giudice allora si vedrà! E con questo per lo meno posso giustificare il perchè Dio spesso lasci che degli individui assetati di guadagno si mettano a capo di chiese e chiesette...visto che come dice l'apostolo Paolo c'è chi predica anche per guadagno e invidia ma l'importante è che il vangelo sia annunziato!
Per il resto vorrei citarvi un pezzo del libro del profeta Michea (antico testamento) . Vorrei fare la premessa che credo che questi versetti mi siano stati mandati da Dio come risposta a quello che in questi giorni attanaglia la mia mente ovvero una grande tristezza ma allo stesso tempo voglia di fare qualcosa NON contro quei conduttori legalisti e sèttari o assetati di guadagno ma PER quelle povere persone che non riescono a vedere il volto di Dio a causa loro! Ma continuavo a domandarmi se fossi nel giusto nell'avere uno spirito così "combattivo"...mi domandavo se forse, come dicono alcuni, "il pastore è il pastore e a lui devi sottometterti".....sinceramente non trovo scritto da nessuna parte che un cristiano debba esser sottomesso al pastore...trovo scritto che LA CHIESA deve essere sottomessa a Dio! E trovo scritto che anziani, vescovi e diaconi, devono pascere il gregge di Dio come esempi per il gregge, non come dominatori di questo gregge, non per guadagno ma per amore delle pecore di Dio! Allora credetemi, una persona che davvero guida le persone della sua chiesa con questo spirito è davvero ammirevole sono il primo a dirlo, sia essa un prete un pastore o un semplice responsabile!
Beh a tutto questo credo di avere avuto come dicevo una risposta chiara dal Signore. Mentre mi crucciavo come sempre riguardo a questo discorso, ho aperto per caso la Bibbia sulle parole del profeta Michea e ho capito che Dio apprezza chi ha a cuore la sorte e la situazione di coloro che sono sfruttati e scandalizzati dai lupi rapaci travestiti di agnelli......leggete quanto segue e capirete cosa dico...

"Michea - Capitolo 3
Contro i capi che opprimono il popolo

[1]Io dissi:
«Ascoltate, capi di Giacobbe,
voi governanti della casa d'Israele:
Non spetta forse a voi conoscere la giustizia?
[2]Nemici del bene e amanti del male,
voi strappate loro la pelle di dosso
e la carne dalle ossa».
[3]Divorano la carne del mio popolo
e gli strappano la pelle di dosso,
ne rompono le ossa e lo fanno a pezzi
come carne in una pentola, come lesso in una caldaia.
[4]Allora grideranno al Signore,
ma egli non risponderà;
nasconderà loro la faccia, in quel tempo,
perchè hanno compiuto cattive azioni.
[5]Così dice il Signore
contro i profeti che fanno traviare il mio popolo,
che annunziano la pace
se hanno qualcosa tra i denti da mordere,
ma a chi non mette loro niente in bocca
dichiarano la guerra.
[6]Quindi per voi sarà notte
invece di visioni,
tenebre per voi invece di responsi.
Il sole tramonterà su questi profeti
e oscuro si farà il giorno su di essi.
[7]I veggenti saranno ricoperti di vergogna
e gli indovini arrossiranno;
si copriranno tutti il labbro,
perchè non hanno risposta da Dio.
[8]Mentre io son pieno di forza
con lo spirito del Signore,
di giustizia e di coraggio,
per annunziare a Giacobbe le sue colpe,
a Israele il suo peccato.
[9]Udite questo, dunque,
capi della casa di Giacobbe,
governanti della casa d'Israele,
che aborrite la giustizia e storcete quanto è retto,
[10]che costruite Sion sul sangue
e Gerusalemme con il sopruso;
[11]i suoi capi giudicano in vista dei regali,
i suoi sacerdoti insegnano per lucro,
i suoi profeti danno oracoli per denaro.
Osano appoggiarsi al Signore dicendo:
«Non è forse il Signore in mezzo a noi?
Non ci coglierà alcun male».
[12]Perciò, per causa vostra,
Sion sarà arata come un campo
e Gerusalemme diverrà un mucchio di rovine,
il monte del tempio un'altura selvosa.



Ovviamente queste parole del profeta sono riferite ai tempi veterotestamentari e sono rivolte agli israeliti. Ma la situazione è molto simile...all'epoca si trattava di israeliti che erano guidati da falsi profeti, capi e sacerdoti interessati al guadagno e non all'amore per il popolo. Oggi ci sono i vescovi, i pastori e coloro che si fanno chiamare "guide della chiesa" come allora si facevano chiamare "guide del popolo".....Ma Dio cosa ci dice? O meglio quale risposta ho tratto dopo che il Signore mi ha messo davanti agli occhi questi versetti del profeta?
La risposta è che il giudizio non spetta a nessuno di noi quindi nessuno di noi è tenuto ad andare su di un pulpito e prendere a calci il predicatore togliendolo dal suo "ruolo"...ma siamo ANCHE tenuti a NON TACERE, a dire come stanno le cose veramente! Ma di cosa abbiamo paura? ma se un pastore mi ORDINA di poter visionare il mio conto in banca affinchè lui possa "consigliarmi" se poter fare le vacanze o meno (dopo aver ovviamente dato prima la mia parte di soldi per la sua chiesa o meglio per il suo EDIFICIO) e vi assicuro che ci sono anche casi del genere, io devo stare zitto e abbassare le orecchie? NO, NO e ripeto NO! non fatevi trarre in inganno da quei predicatori che predicano il vangelo della paura e della sottomissione! che se non fate come dicono loro vi minacciano di non ricevere da Dio! Sino a prova contraria è Dio che decide non loro! Non scappate dalla chiesa ma semplicemente rimaneteci, preoccupatevi dei vostri fratelli nel bisogno compresi quelli che soffrono per queste situazioni! Parlate loro mostrate loro il VERO vangelo! Dite loro che il nostro Dio è PACE e AMORE! non è dittatura, non è legalismo, non è sèttarismo, non è IMPOSIZIONE!
E tutti voi che non riuscite ad aprirvi a Dio perchè non comprendete queste cose sappiate che è guardando a Cristo crocefisso e sofferente per tutti noi che possiamo scorgere Dio! Fermatevi un attimo quando avvertite un indurimento nel vostro cuore, quando vi sentite scandalizzati da qualcuno, o quando ricevete ferite profonde...fermatevi a contemplatelo, contemplate quell'uomo appeso a un legno, che ha ricevuto, sputi, insulti, botte e che è stato infine ucciso. Contemplateto pensando che lo ha fatto per amore nostro, anche per chi non lo vuole ricevere. E dopo averlo fatto rispondetevi da soli, anzi, lasciate che sia lo Spirito di Dio a rispondere alle vostre perplessità.

Ricevere il vangelo dentro sè stessi, non significa aderire a una della miriadi di religioni esistenti...cosa cambierebbe altrimenti? C'è chi accende le candele, che chi recita mille volte la stessa parola, c'è chi fa un sacco di altri riti per sentirsi a posto con la coscenza pensando che servano a qualcosa per essere a posto con Dio....ma non servono perchè Dio non ci ha chiesto questo, avendo mandato suo Figlio proprio per tirarci fuori da questa prigione! Far penetrare il vangelo in sè significa quindi permettere all'opera di Cristo di entrare come luce nel buio della nostra anima e illuminare ogni parte del nostro essere per renderci persone migliori, persone secondo il cuore di Dio, persone che vedono il mondo con gli occhi di Dio che non giudicano all'apparenza ma che leggono il vuoto e la sofferenza negli occhi della gente per strada e che non fanno finta di nulla ma desiderebbero che la vita, laserenità e la gioia possano rendere quegli occhi non piu' spenti bensi abbaglianti e sprizzanti vita! E la fonte della vita si chiama Gesù Cristo! una fonte dalla quale chiunque voglia può bere! Ma per farlo bisogna andare personalmente a questa fonte, e conoscerla per quella che realmente è, non per quella che vediamo nell'immagine che ne da chi la sfrutta per i propri scopi
personali!
"Io sono la via, la verità e la vita" disse Cristo...e quando io faccio fatica a comprendere Dio perchè lo sento lontano, perchè penso che sia così misterioso e grande da essere incomprensibile alla mia mente di uomo, allora cerco di sforzarmi nel guardare Cristo, che è l'immagine di Dio fattosi uomo e penso che è anche per questo che si è fatto uomo, per esser piu' vicino a noi, così vicino da diventare carne come noi, affinchè sia piu' facile per noi vederlo e comprenderlo....
Questo è il senso della rivelazione del nuovo testamento, del nuovo patto...ma non lo dico con arroganza o orgoglio perchè voglio avere ragione, lo dico perchè chiunque legga un vangelo con sincerità e umiltà può comprendere da sè quello che sto dicendo!
Non fermarti quindi, potrai sentirti spesse volte da solo o da sola, ma sappi che non è sull'uomo che devi fare affidamento ma sul tuo PERSONALE amico e salvatore...che non ti vuole imporre nulla, non sfonda la tua porta di casa pretendendo di prendere possesso della tua vita, ma ti ama così tanto che come Lui stesso dice, bussa dolcemente e attende che qualcuno gli apra. E sono sicuro che il suo cuore sanguini quando le persone non aprono quella porta, ma questa è la libertà che ci ha donato rendendoci creature completamente libere...non esiste un amore condizionato, non è vero amore....nessuno può obbligarti ad amarlo..il vero amore è spontaneo e Dio E' l'amore universale perfetto...e l'uomo è libero di scegliere se accettare questo amore o rifiutarlo e andare per la propria strada...il fatto è che i frutti dell'uomo non sono i frutti di Dio. Questa è la ragione del perchè tante cose nel mondo e nella chiesa non funzionano e spesso vanno male...e per questo chiudo facendo un invito a tutti, me compreso, dato che anche io ne ho molto bisogno, un invito a non guardare a ciò che non va come a un menefreghismo da parte di Dio...ma che sserva invece a farci riflettere e a portarci a dire "io non subirò passivamente tutto questo ma cercherò di fare del mio meglio affinchè l'immagine di Dio venga presentata correttamente e con verità!"....
Tornelius
00Tuesday, January 24, 2006 5:26 PM
queste parole mi ricordano ciò che ho passato. ho cercato tanto la vera chiesa ma ricevendo solo delusioni. ho girato parecchio, prima diventando tdg, poi diventando pentecostale, poi diventando cattolico. ma la vera chiesa l'ho trovata quando ho cercato solo il Volto di Cristo. dopo lui me l'ha mostrata. così come la vera bibbia (mi perdonino i fratelli protestanti ma non posso negarlo) viene scritta non su carta ma nei cuori, anche la vera chiesa (mi perdonino i fratelli cattolici e ortodossi ma non posso negare ciò che ho udito) dimora nei cuori. quando il Signore manderà i suoi a fare la roccolta, quelli che, pieni di orgoglio, hanno strappato la zizzania tirando via anche il buon grano, avranno una brutta sorpresa.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:32 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com