Pedofilia nel clero

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
chiara libera
00Friday, September 6, 2013 11:09 AM
=omegabible=
00Friday, September 6, 2013 11:22 AM
Re:
chiara libera, 06/09/2013 11:09:

http://cronachelaiche.globalist.it/Detail_News_Display?ID=85317&typeb=0




[SM=x2630430] Come mi garbi quando fai così!!!! [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425]


Cristianalibera
00Friday, September 6, 2013 11:23 AM
Re:
chiara libera, 06/09/2013 11:09:

http://cronachelaiche.globalist.it/Detail_News_Display?ID=85317&typeb=0






Grazie Chiara,... macché palle...


come sempre certi giornalisti sanno manipolare nel modo che il plebo ignorante e chi non si prende la briga di leggere certi articoli con attenzione non capisca niente.


La norma



Innanzitutto, ha sottolineato Dalla Torre, «non bisogna confondere l’ordinamento canonico con quello statuale della Città del Vaticano. La riforma penale si riferisce infatti a questo secondo ambito». In secondo luogo non bisogna intendere queste norme esclusivamente come una risposta alle osservazioni di Moneyval. «C’è anche questo aspetto – ha precisato Dalla Torre –, ma non tutte le osservazioni di Moneyval riguardano la materia penale. Penso che subito dopo l’estate, ci saranno nuovi interventi relativi all’attività finanziaria, all’antiriciclaggio, alla lotta al terrorismo e quant’altro».
Le fattispecie criminali sono dunque quelle commesse sul territorio dello Stato più piccolo del mondo, che se ha circa 500 abitanti e non tutti residenti (i nunzi ad esempio vivono all’estero), viene comunque attraversato ogni anno da 18 milioni di persone per motivi religiosi, turistici e di lavoro.
Inoltre, come dispone il motu proprio adottato sempre ieri dal Papa, queste stesse norme si applicano «ai reati commessi contro la sicurezza, gli interessi fondamentali o il patrimonio della Santa Sede». E in sostanza ricadono sotto la nuova giurisdizione penale «i membri, gli officiali e i dipendenti dei vari organismi della Curia Romana e delle Istituzioni ad essa collegate; i legati pontifici (i nunzi, ndr) ed il personale di ruolo diplomatico della Santa Sede; le persone che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione, nonché coloro che esercitano, anche di fatto, la gestione e il controllo, degli enti direttamente dipendenti dalla Santa Sede ed iscritti nel registro delle persone giuridiche canoniche tenuto presso il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano». Tutte le norme entreranno in vigore il prossimo primo settembre.





L'articolo:


Ma poiché tutti i crimini sessuali sono informazioni riservate in virtù del De delictis gravioribus emanato nel 2001 dall'allora cardinale Joseph Ratinger (che in estrema sintesi impone il segreto pontificio sui delitti che violano il VI Comandamento e di fornire le notizie di reato solo alla Congregazione per la dottrina della fede, ndr), potrebbe non esserci più una via legale per denunciare al di fuori del Vaticano gli abusi compiuti dagli appartenenti al clero.





Sì, ma di quale clero si parla?
Solo del clero che è cittadino del Vaticano e non tutto il clero di questo mondo prete di paesotto incluso.



Poi le pene in caso di abuso sui minori se commessi all'interno dello stato del Vaticano sono di 12 anni.

Sapete quanti anni da la giustizia italiana in questi casi?


bahhhhhhhhhhhh
Cristianalibera
00Friday, September 6, 2013 11:28 AM
Re: Re:
=omegabible=, 06/09/2013 11:22:




[SM=x2630430] Come mi garbi quando fai così!!!! [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425]







Prima leggere, poi giubilare...

[SM=g7350] [SM=g7350] [SM=g7350] [SM=x2489070] [SM=x2492507] [SM=x2492507] [SM=x2492507]

Cristianalibera
00Friday, September 6, 2013 11:37 AM
Re: Re:
Cristianalibera, 06/09/2013 11:23:






Grazie Chiara,... macché palle...


come sempre certi giornalisti sanno manipolare nel modo che il plebo ignorante e chi non si prende la briga di leggere certi articoli con attenzione non capisca niente.


La norma...



Innanzitutto, ha sottolineato Dalla Torre, «non bisogna confondere l’ordinamento canonico con quello statuale della Città del Vaticano. La riforma penale si riferisce infatti a questo secondo ambito». In secondo luogo non bisogna intendere queste norme esclusivamente come una risposta alle osservazioni di Moneyval. «C’è anche questo aspetto – ha precisato Dalla Torre –, ma non tutte le osservazioni di Moneyval riguardano la materia penale. Penso che subito dopo l’estate, ci saranno nuovi interventi relativi all’attività finanziaria, all’antiriciclaggio, alla lotta al terrorismo e quant’altro».
Le fattispecie criminali sono dunque quelle commesse sul territorio dello Stato più piccolo del mondo, che se ha circa 500 abitanti e non tutti residenti (i nunzi ad esempio vivono all’estero), viene comunque attraversato ogni anno da 18 milioni di persone per motivi religiosi, turistici e di lavoro.
Inoltre, come dispone il motu proprio adottato sempre ieri dal Papa, queste stesse norme si applicano «ai reati commessi contro la sicurezza, gli interessi fondamentali o il patrimonio della Santa Sede». E in sostanza ricadono sotto la nuova giurisdizione penale «i membri, gli officiali e i dipendenti dei vari organismi della Curia Romana e delle Istituzioni ad essa collegate; i legati pontifici (i nunzi, ndr) ed il personale di ruolo diplomatico della Santa Sede; le persone che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione, nonché coloro che esercitano, anche di fatto, la gestione e il controllo, degli enti direttamente dipendenti dalla Santa Sede ed iscritti nel registro delle persone giuridiche canoniche tenuto presso il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano». Tutte le norme entreranno in vigore il prossimo primo settembre.





L'articolo:


Ma poiché tutti i crimini sessuali sono informazioni riservate in virtù del De delictis gravioribus emanato nel 2001 dall'allora cardinale Joseph Ratinger (che in estrema sintesi impone il segreto pontificio sui delitti che violano il VI Comandamento e di fornire le notizie di reato solo alla Congregazione per la dottrina della fede, ndr), potrebbe non esserci più una via legale per denunciare al di fuori del Vaticano gli abusi compiuti dagli appartenenti al clero.





Sì, ma di quale clero si parla?
Solo del clero che è cittadino del Vaticano e non tutto il clero di questo mondo prete di paesotto incluso.



Poi le pene in caso di abuso sui minori se commessi all'interno dello stato del Vaticano sono di 12 anni.

Sapete quanti anni da la giustizia italiana in questi casi?
Pensate che siano molto di più?


bahhhhhhhhhhhh






Ecco:

www.ilfazioso.com/approvato-dalla-camera-il-ddl-sulla-violenza-sessuale-pene-piu-severe-per-gli-stuprat...

=omegabible=
00Friday, September 6, 2013 12:43 PM
Re: Re: Re:
Cristianalibera, 06/09/2013 11:28:





Prima leggere, poi giubilare...

[SM=g7350] [SM=g7350] [SM=g7350] [SM=x2489070] [SM=x2492507] [SM=x2492507] [SM=x2492507]





Ma se mi baci così mi induci in tentazione!!![SM=g3521624] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630425] [SM=x2630433]


Cristianalibera
00Friday, September 6, 2013 12:47 PM
Re: Re: Re: Re:
Attento Norby-Oldy

... [SM=g27985] [SM=g27985] [SM=g27985] , i rossetti dei baci emoticonzionali virtuali potrebbero contenere veleno.

[SM=g7352] [SM=g7352] [SM=g7352] [SM=g7352] [SM=g7352] [SM=g7352]


[SM=x2645331]


Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:09 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com