Paralisi del sonno random e sdoppiamenti parziali

Angel Of The Morning
10Thursday, November 24, 2016 12:29 AM
Da mesi cerco di indurre una paralisi del sonno da sfruttare come ponte per un viaggio astrale ma ogni volta finisco con il mollare tutto e addormentarmi, però mi è capitato quattro volte, nell'arco di un anno, di ottenere paralisi del sonno e sdoppiamenti in modo del tutto non volontario. Tutte e quattro le paralisi sono accadute in condizioni simili : dopo pranzo (attorno le 15) mi addormento in un divano con pigiama e coperta pensante sentendo un caldo leggermente pesante ma piacevole (mi sono svegliato tutte le volte sudatissimo), attorno le 16 ottengo la paralisi e divento cosciente di ciò che accade attorno a me (asciuga capelli acceso, persone che si muovono nella stanza e che parlano eccetera) ed inizio a muovere le braccia e le gambe astrali ma mi è impossibile alzarmi dal divano dato che la testa non si divide dal corpo fisici e quindi non importa quanto mi muova, non riesco comunque a spostarmi (ieri però ho iniziato ad aspettare un po' di più, chiedendo anche aiuto a presunti spiriti guida, sperando magari che magari la testa si sarebbe divisa da sé, il che è accaduto dato che ho iniziato a sprofondare completamente verso il basso ma, non sapendo dove mi stessi dirigendo, mi sono spaventato ed ho iniziato a cercare di risalire cercando anche di aggrapparmi al divano e sono ritornato alla posizione di partenza [ripensando all'evento ho supposto che magari mi stessi dirigendo nel "mondo di sotto" della tradizione sciamanica]).
Potrei sfruttare queste condizioni (l'addormentarmi dopo pranzo sentendo caldo) per ottenere altre paralisi? Perché la testa non si divide dal corpo astrale? E come potrei risolvere questo problema? [SM=x431249]
acronimo
10Thursday, November 24, 2016 10:16 PM
Ciao,
secondo me pensi troppo..e "la testa non si stacca" :-). Nel senso che devi lasciare che le cose fluiscano da sole senza starci a pensare troppo. Goditi l'attimo e basta, quuel che accade accade. Troppe aspettative falsano l'esperienza.

Se per te è più facile arrivare alla paralisi o vibrazioni dopo pranzo allora sfrutta quell'orario.
Faeron
00Thursday, November 24, 2016 11:04 PM
questo consiglio servirà anche a me, grazie Angel e acronimo
Angel Of The Morning
00Thursday, January 19, 2017 8:06 PM
Riaccaduto oggi in circostanze diverse, mi sono addormentato, sempre nel divano, ma verso le 18 per svegliarmi alle 19:30, il fatto strano è che ho avuto la paralisi perché il mio orecchio aveva iniziato a fischiare ed il fischio è rimasto fino al risveglio. Gli unici fattori comuni che riconosco adesso sono il caldo e lo sdoppiamento parziale, dato che ero capace di muovere solo le braccia.
A questo punto inizio a credere che la causa scatenante sia il caldo che provo quando mi addormento in cucina infatti, nonostante le recenti temperature, avevo la stufa accesa a un paio di metri do distanza.
Proverò magari a simulare quel calore sta notte per vedere se è davvero questo ad indurre la paralisi, in caso io abbia successo come potrei essere completamente cosciente durante lo sdoppiamento, dato che non sono mai del tutto cosciente?
daneinerba
00Thursday, January 19, 2017 9:05 PM
Ciao Angel,
credo che il calore che senti funga da ponte tra lo stato di sonno e quello di veglia. Nelle mie esperienze e in quelle di molti altri una delle caratteristiche comuni è quella di cercare di mantenersi lucidi mentre il corpo si addormenta, e proprio per questo tra le molte tecniche ci sono quelle "dell' attenzione": ovvero mantenere la mente rivolta verso un qualcosa che ci mantenga vigili. Forse il caldo per te è questo, ma temo anche che sia un elemento di disturbo. Hai provato qualche altra tecnica?
Ora purtroppo sono astralmente un pochino assopita, ma ai bei vecchi tempi il fatto di avere una parte del corpo astrale che non si separava (nel mio caso era il bacino) significava che avevo "poca energia"... non so come spiegarmi bene. Energia "mentale", mancanza di paturnie, di paure, presenza di freschezza, apertura, calma fiducia, un pochetto di "fede""in qualcosa di più grande di noi e certezza non esagitata che qualcosa possa accadere... tu come ti senti ora?
Angel Of The Morning
00Thursday, January 19, 2017 10:30 PM
In che senso come mi sento?
Comunque ho provato diverse tecniche come l'onda azzura, la scala, la corda, l'altalena, il conto alla rovescia, l'attenzione sul terzo occhio ma ovviamente non ho provato abbastanza bene o non ho abbastanza esperienze dato che non ho avuto successo spontaneamente. Tutte le volte che è accaduto mi sono addormentato e poi è avvenuta la paralisi, il calore lo sento per la coperta che uso
daneinerba
00Thursday, January 19, 2017 10:38 PM
Intendo dire: è un buon periodo per te fisicamente e mentalmente?
Il calore dipende dalle coperte, ma magari è come se ti tenesse "lucido", può essere? Forse è la tua personalissima tecnica [SM=x431244]
cassandra77
00Friday, January 20, 2017 1:33 AM


io credo che più che concentrarti dovresti rilassarti, il fatto stesso che la parte che non riesce a staccarsi, almeno quando ci provi in ascesa, è la testa credo sia abbastanza indicativo, così come per Dane lo era il fatto di esserne legata dal bacino (pensate anche alla corrispondenza dei chakra e delle emozioni che governano il loro roteare più o meno armonico).
Secondo me dovresti vedere che succede se ti lasci andare in discesa, magari per te più che un volare via si tratta di uno scivolare fuori...magari fuori dagli schemi mentali che ti sei fatto su come dovrebbe svolgersi un classico VA...ognuno di noi ha il proprio singolare modo di arrivarci...a te scoprire il tuo


Angel Of The Morning
00Saturday, January 21, 2017 10:12 AM
Riaccaduto sta mattina, trovo strano il fatto che sia accaduto ad un paio di giorni di distanza dall'ultima volta perché di solito riaccadeva dopo mesi. Sta volta erano le 9 di mattina ed ero nel nel mio letto, con le mie solite coperte (non sentivo lo stesso caldo delle altre volte) .
È accaduto dopo essermi accorto di star sognando e non sono molto sicuro di aver effettivamente smesso di sognare dato che stavolta le mani non erano trasparenti come al solito ma sembravano essere rimaste in acqua per un paio di ore, ciò che invece mi fa pensare che sia stata una vera esperienza è il fatto che sono passato da un sogno in terza persona (sogno sempre vedendo il mio corpo dall'esterno) ad un VA in prima persona, il mio corpo fisico per come lo percepivo era nella esatta posizione in cui dormivo e la luce che entrava dalla persiana chiusa entrava proprio come entrava una volta che mi sono svegliato.
I problemi sono ancora rimasti gli stessi, la testa non si muove e non credo di essere pienamente cosciente. Mi sono svegliato perché, mentre cercavo do sdoppiarmi, cercavo di muovermi tanto da far muovere il corpo fisico
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:09 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com