Nota del Sindaco di Gubbio

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
TrgMedia
00Friday, February 2, 2007 1:38 PM

NOTA DI SINDACO E GIUNTA SU TRaSMISSIONE DI TRG

Il sindaco Orfeo Goracci e la giunta intervengono con una nota a commento di una trasmissione di Trg: «Sabato scorso 27 gennaio nel Tg serale delle 20,20 di Tele Radio Gubbio, dopo la solita settimanale esaltata e megafonata conferenza stampa del segretario eugubino Ds (sarà un collaboratore di Trg?),  c’è stato il servizio sulla bella iniziativa di “Gubbio Cultura e Multiservizi” della mostra sul Risorgimento che si terrà nei prossimi mesi. Fin qui potremmo essere nella normalità ma il bello arriva dopo. Non c’è eugubino che segua Trg che non abbia sentito le critiche spesso infamanti, sempre false e tendenziose che l’opposizione, di centrosinistra in particolare, ci rivolge sulla gestione e sull’operato della società “Gubbio Cultura e Multiservizi”, la quale sta lavorando molto bene e i fatti su questo punto non si cambiano. Sull’iniziativa specifica, per una volta tanto, anche Trg non ha potuto che giudicare positivamente l’evento … Non è che per puro caso sarà anche merito dell’amministrazione comunale o della società o dell’amministratore unico professor Enrico Viola? … No, non diciamo eresie!!! E chi ti va a intervistare allora il direttore di Trg? Non certo gli organizzatori della mostra ma il consigliere di minoranza e feroce oppositore di sindaco, giunta e maggioranza Gabriele Tognoloni, che ascrive a sé ogni merito e primogenitura!!! Di peggio, mentre scorrevano i servizi sulla “Giornata della Memoria” e sul convegno di protezione civile organizzato da “Gubbio soccorso”, con l’amministrazione comunale tra gli organizzatori e patrocinatori, cha ha visto sindaco e altri amministratori presenti alle cerimonie, gli stessi pur presenti a tutte le iniziative erano ASSENTI nei servizi di Trg … Crediamo che non ci sia altro da aggiungere, se non informare che questa nota verrà inviata oltre che alla stampa anche ai vertici della Colacem che di Trg sono editori (“padroni”) e che non mancano di esaltare ed autoesaltare il peso ed il ruolo di questa emittente e la stampa collegata. Agli interlocutori della Colacem ci permettiamo di ricordare  che questi episodi di faziosità a Trg ce ne sono almeno 2 a settimana, per non parlare della censura ed oscuramento nei confronti del sindaco, della sua giunta e della maggioranza che gli Eugubini hanno in maniera quasi plebiscitaria scelto nella scorsa primavera. E’ anche, se non soprattutto, con queste forme che ci si mette in contrasto e contrapposizione con la stragrande maggioranza degli Eugubini e dell’eugubinità. Crediamo che qualcuno una riflessione su questo punto non possa non farla: il 2001 e il 2006 non hanno proprio insegnato niente ed ormai a 8 mesi dal voto (dopo che Trg è stato il luogo della costruzione di liste, programmi e “agguati”) proseguire su questa strada non può certo appartenere alla leggerezza, alla casualità. La “foglia di fico” del non sapere non regge … Così si prendono in giro gli Eugubini oltre a fare pessimi servizi sul piano professionale. Noi accettiamo tutto, soggettivamente, ma il ruolo istituzionale che gli Eugubini  ci hanno dato abbiamo il dovere e l’obbligo di difenderlo contro ogni agguato, chiunque sia il protagonista. Come sempre, noi ci assumiamo la responsabilità delle nostre azioni e continueremo nella nostra azione di governo e di rapporto con la popolazione tutta. Certo, non daremo più la possibilità di essere ignorati, censurati, tagliati e sbeffeggiati quotidianamente. Tutte le notizie di ordinaria ed utile informazione e di servizio per i concittadini verranno inviate, ma valuteremo caso per caso se commenti istituzionali o giudizi politici sarà il caso di inviali. Di certo il nostro pensiero e le nostre azioni saranno comunque sempre visibili sul sito del Comune www.comune.gubbio.pg.it e su quegli organi di informazione che hanno fatto e faranno della deontologia professionale un riferimento, ma soprattutto che vogliono INFORMARE gli Eugubini e cercano di essere in sintonia con l’eugubinità. » 

 
 

Al Sindaco di Gubbio, on. Orfeo Goracci
e p.c. all’A.d. Colacem, cav. Carlo Colaiacovo
al Presidente Colacem, Giovanni Colaiacovo
al Presidente Radio Gubbio spa, Giampiero Bedini

La presente, a puntualizzare alcuni rilievi contenuti nella nota del 29.1. u.s. inviata dal Sindaco e dalla Giunta comunale di Gubbio e contenuta nel numero di lunedì dell’agenzia di stampa del Comune, “Il Cittadino”, su “Trasmissione di Trg”: 

Abbiamo letto attentamente gli appunti e le critiche che Sindaco e Giunta hanno manifestato nei confronti del nostro lavoro di redazione.
Ne prendiamo atto, sapendo che si tratta dell’ennesimo capitolo di una lunga serie di note critiche, per altro intensificatesi nelle ultime settimane.
Non condividiamo, ovviamente, il merito dei rilievi e crediamo di non dover “giustificare” il lavoro di redazione e informazione che viene svolto quotidianamente a nessun Sindaco degli oltre 20 comuni del territorio che l’emittente e la redazione, che ho l’onore di dirigere, serve ogni giorno.
Ci è di conforto avere la stima e l’apprezzamento del pubblico, ovvero dei cittadini di questo ampio bacino (tra i quali, anche i primi cittadini), per i quali TRG è sempre più punto di riferimento nell’informazione quotidiana.
Sul fatto che poi, di oltre 20 Sindaci che ogni giorno seguono il nostro lavoro su questo ampio territorio, i rilievi e le critiche provengano sempre e solo dallo stesso mittente, ormai da oltre 5 anni, ci siamo fatti una ragione.
Nella fattispecie – con riferimento alla nota del 29.1 u.s. – vogliamo solo ricordare che il servizio sui Ds era riferito ad una conferenza stampa di venerdì sera, riportata per altro da tutti gli organi di informazione locali. Quanto all’intervista contenuta nel servizio sul Museo del Risorgimento, conteneva il commento del consigliere comunale che lanciò l’idea del progetto oltre un anno fa: ciò non toglie che a più riprese abbiamo avuto occasione di ricordare (anche sabato) che il progetto è stato fatto proprio dalla “Gubbio cultura e multiservizi”, e lo stesso amministratore unico Enrico Viola può confermare il fatto che gli è stata chiesta un’intervista nei giorni scorsi, invito cortesemente declinato: per altro lo stesso Viola potrà confermare di averci fornito preziose novità operative in merito, che sono state puntualmente riportate nei servizi del tg.
 

Una puntualizzazione, però, va sottolineata in merito al lamentato “oscuramento”.
Da circa un mese, Sindaco di Gubbio e Giunta comunale si rifiutano di concedere interviste alla nostra redazione. Un atteggiamento non nuovo, che ciclicamente si ripete, tanto da aver innescato – nel gennaio di due anni fa – anche una presa di posizione dell’Ordine regionale dei Giornalisti (con nota scritta) che ebbe a criticare a sua volta questo comportamento da parte di una Pubblica Amministrazione (per altro nella città si svolge annualmente il Forum nazionale della Stampa).
Probabilmente se abbiamo peccato, in questa fase, è stato nel non aver informato adeguatamente i nostri telespettatori e utenti (del sito internet) proprio del fatto che la Giunta comunale di Gubbio aveva deciso questo “silenzio stampa” solo nei nostri confronti. Una decisione che crediamo penalizzi ingiustificatamente i nostri telespettatori – che provvederemo quanto prima ad informare su questo. Un silenzio che per altro non ha condizionato e non condizionerà in alcun modo il nostro atteggiamento e il nostro lavoro (con notizie e immagini delle attività della Giunta stessa).  

Il Sindaco di Gubbio ricorda con insistenza i numeri dei suoi successi elettorali, di cui giustamente va fiero e che tutti – a partire dai media - sono tenuti a rispettare nel gioco democratico di una città civile come Gubbio. Ma nello stesso gioco democratico, non possono non avere spazio anche soggetti che sono all’opposizione nella politica, così come quanti operano al di fuori della politica (mondo sociale, economico, informativo, etc…) in un contesto di pluralità irrinunciabili per la democrazia. E proprio per questo nessuno, nè la stampa nè le istituzioni, possono sentirsi da un lato di delegittimare il ruolo altrui, nè dall’altro di dare “patenti”, giudizi, pagelle sui ruoli e le professionalità che ciascuno esprime.
Il diritto di cronaca, come quello di critica, è sacrosanto, vale per tutti: purché si sposi con il rispetto altrui. Il nostro impegno è stato, e resta, di evitare qualsiasi polemica strumentale, confermando la piena disponibilità a qualsiasi forma di dialogo: continuando a dare voce a tutti e a svolgere un’attività che non può essere di mero automatismo (pubblicazione ipso facto di comunicati stampa) ma nella quale rientra il diritto e la facoltà di scegliere, discernere, sintetizzare, filtrare, lavorare sulla “notiziabilità” di ciò che accade. 

Quanto alle considerazioni sulla nostra deontologia professionale, su chi sia bravo o meno bravo a fare giornalismo, crediamo che a giudicare debbano essere altri: ad esempio, esiste un organo regionale di controllo (Co.Re.Com.) che - in questi 5 anni nei quali il Sindaco di Gubbio ha avuto così tanto da lamentarsi di TRG – non ha mai riscontrato alcuna scorrettezza nell’informazione della nostra emittente, soprattutto nei periodi elettorali, in cui la legge della par condicio richiede la massima attenzione degli organi di vigilanza. TRG ha seguito con la necessaria completezza e puntualità le campagne elettorali del 2004 (Provinciali e Comunali), 2005 (Regionali) e 2006 (Comunali a Gubbio e C.Castello). Lo scorso mese di gennaio 2006 Enrico Viola (presidente del Corecom per 10 anni consecutivi e per altro esponente politico non certo distante dal Sindaco di Gubbio) ha attestato pubblicamente in una trasmissione tv la correttezza e il ruolo sempre più importante che TRG ha guadagnato in questi anni. Concetto ribadito per altro pochi giorni fa anche dal nuovo presidente regionale Corecom, Luciano Moretti.
Non crediamo si possa parlare di autoreferenzialità.
Oltre a questo, il giudizio che conta è quello del telespettatore, che ogni giorno ci sceglie e ci giudica, senza secondi fini.

E i numeri, oltre che i commenti che possiamo raccogliere al di fuori del Palazzo, ci confermano – con tutti i limiti che possono esserci e tutto quanto resti ancora da migliorare nella nostra programmazione - la bontà e la correttezza del lavoro svolto, che ogni giorno vede impegnato un gruppo di giovani spinti essenzialmente dalla passione per questa straordinaria professione. 

Un’ultima battuta ci sia consentita. Riteniamo che nei compiti fondanti della nostra emittente vi sia quello di dover essere “al servizio dei cittadini” (eugubini e non): solo attraverso questa attenzione e sensibilità alle istanze, anche più particolari, del singolo cittadino, dando voce a chi altrimenti non può averla, crediamo si possa essere davvero in sintonia con una comunità.
Ed è la comunità nel suo insieme, con tutte le sue espressioni e le sue pluralità, ad interpretare in modo autentico lo spirito eugubino, che è fatto anche di dialogo, tolleranza, rispetto.  

Con spirito di trasparenza e correttezza, pubblicheremo la nota del Sindaco del 29.1. u.s. e la nostra replica sul sito www.trgmedia.it. A beneficio della riflessione dei nostri utenti e telespettatori.

Cordialmente
TRG
Direttore
Giacomo Marinelli Andreoli

Gubbio, 2.2.07

 

=ELETTORE=
00Saturday, March 24, 2007 6:24 PM
BASTA DE PIAGNE SEMPRE
NON E' POSSIBILE STARE SEMPRE A PIANGERE PERCHE' LA STAMPA NON E' DI REGIME, QUESTA E' DEMOCRAZIA, AVERE GIORNALISTI CHE LA PENSANO IN UN MODO O NELL'ALTRO E' DEMOCRAZIA, IL LETTORE E ELETTORE POI GIUDICA SECONDO LE PROPRIE IDEE. E' PATETICO INVECE ASSISTERE A PIAGNISTEI CONTINUI ED ATTACCHI SPESSO MALEDUCATI ED AGGRESSIVI DA PARTE DI UN SINDACO CHE DOVREBBE INVECE PREOCCUPARSI DI GOVERNARE TRANQUILLAMENTE E NON DOVREBBE AVERE PAURE DATO CHE E' STATO ELETTO DALLA QUASI TOTALITA' DEGLI ELETTORI.
PER FAVORE BASTA.
jr.gubbio
00Saturday, March 24, 2007 8:28 PM
ma infatti le note del sindaco nse le legge niciuno perche enno na massa de picciafavole...pensasse a amministra bene invece de piassela co sti pori giornalisti che fanno solamente il loro mestiere.

e visto che e' democrazia...SINDACOOOO!!!!

legge,

chiappa su,

e arporta a casa.
jimmyghione
00Monday, March 26, 2007 3:36 PM
Confermo!!!
Sottoscrivo in pieno quanto scritto da Elettore e jr.gubbio.
Comunque non c'era bisogno di leggere queste lettere del sindaco per sapere quale è il suo personale concetto di democrazia.
Purtroppo per Gubbio molti eugubini ancora non lo sanno.
(osservatore)
00Tuesday, March 27, 2007 8:41 AM
Solidarietà a TRG, prima di tutto e nonostante tutto.

Non tanto perché io sia sempre d'accordo con quanto fa, ma perché è l'unica voce di vera opposizione all'amm.ne che ci governa e già solo per questo motivo merita di essere sostenuta.

Poi, come alle volte accade, si può e si deve anche dissentire.
(osservatore)
00Tuesday, March 27, 2007 8:43 AM
"opposizione", tra virgolette.....
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:35 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com